Seleziona una pagina

YOUTUBE BUMPER ADS

La pubblicità in 6 secondi

Le YouTube Bumper Ads sono la nuova sfida dell’advertising: solo sei secondi per un messaggio breve e conciso in grado di catturare l’attenzione degli utenti. Il formato pubblicitario si adatta perfettamente al poco desiderio del pubblico di essere interrotto durante un’attività ludica, oppure mentre sta guardando i contenuti video preferiti.
I 6 secondi di tempo a disposizione costringono le aziende a rivoluzionare il modo in cui creano video promozionali.

In questa pagina ti illustrerò cosa sono le YouTube Bumper Ads e come possono essere sfruttate per la tua attività o per i tuoi clienti. 
Partendo da alcuni esempi, capirai i vari obiettivi che puoi raggiungere e la tipologia di storia che puoi raccontare.

youtube-bumper-ads-cover

 

Cosa sono le YouTube Bumper Ads?

Lanciate ufficialmente ad aprile del 2016, le Youtube Bumper Ads nascono come supporto ai classici formati pubblicitari del canale video. Il formato non sostituisce le modalità preesistenti ed è visibile sui video di YouTube, sui video dei siti partner e sulla Rete Display di Google.
In soli sei secondi devi concentrare tutta la creatività che fino a prima eri abituato ad esprimere in filmati della durata di circa trenta secondi, ma che molto probabilmente gli utenti percepivano come un disturbo.
Solitamente, dopo appena cinque secondi, la pubblicità sul social media si può tranquillamente saltare, cosa non concessa dalle più brevi Bumper Ads. L’utente, infatti, è costretto a guardare il video senza la possibilità di “skipparlo”.

 

Obiettivi di marketing con YouTube Bumber Ads

Gli annunci Bumper sono una spinta a ridefinire le modalità per il raggiungimento degli obiettivi di marketing di chi vuole utilizzare i video per promuoversi.
L’obiettivo di marketing a livello di campagna che si deve utilizzare in questo caso è la Notorietà del Brand e la Copertura, utili a catturare l’attenzione di un pubblico ampio. 

I 6 secondi si possono sfruttare per raccontare una storia a puntate, infatti, alcune aziende hanno creato una serie di video che, riuniti, ricostruiscono una trama completa. Un altro modo per sfruttare le YouTube Bumper Ads è quello di creare un’anteprima di 6 secondi estraendo il focus di un messaggio pubblicitario più lungo che stai già impiegando. In questo modo generi un promemoria nella mente dei tuoi utenti.

 

Quali sono i vantaggi delle YouTube Bumper Ads?

Nel 2017, ad un anno dall’introduzione delle Bumper ads YouTube pubblica i risultati di un’analisi che prende in considerazione 122 aziende che hanno usufruito del nuovo formato pubblicitario.

Dall’analisi risulta che il 70% delle pubblicità Bumper hanno contribuito positivamente all’aumento della Notorietà del Brand, obiettivo di campagna, mentre il 90% ha favorito il richiamo degli annunci. Il richiamo degli annunci è definito come indicatore di ricordo della messaggio da parte dell’utente. La durata limitata dell’annuncio, permette all’utente di continuare a guardare i suoi contenuti preferiti e allo stesso tempo aumenta la probabilità che il contenuto del video sia ascoltato con maggiore interesse. Con il poco tempo che si ha a disposizione, è molto importante che il contenuto sia di alta qualità e ben strutturato.
Non lasciarti ingannare dalla breve durata dell’annuncio perché in realtà la sua realizzazione potrebbe richiederti il doppio del tempo necessario rispetto alla creazione di un messaggio più lungo.

 

Esempi di annunci Bumper

Prima di creare la tua prima Bumper Ads, ti consiglio di prendere visione di alcuni esempi di aziende che ne hanno fatto un buon utilizzo. Così capirai bene di cosa si tratta e come creare il tuo annuncio YouTube in modo originale.

Airbnb

Nel 2017, il portale online di ricerca di alloggi, pubblica uno spot di 6 secondi che incontra perfettamente le necessità di chi utilizza il servizio di prenotazione. Lo spot, intitolato “Leave with a Cannonballer | Live There With Your Family” è rivolto alle famiglie in viaggio.

La pubblicità Bumper in questo caso diventa un messaggio chiaro e veloce, che indirizzata al pubblico giusto non ha nemmeno bisogno di altre immagini o parole per essere compresa.

 
 

HOC – House of Cards, Netflix

Che Netflix sia geniale nella creazione di spot video non è una novità e le nuove YouTube Bumper Ads sicuramente non le ha procurato nessun disagio. L’anteprima della quarta stagione di House of Cards è l’esempio perfetto di uno spot rivolto ad un pubblico che già segue la serie e serve per accendere una lampadina nella mente dei fan della serie.

 

NMC Health

L’azienda sanitaria degli Emirati Arabi, sfrutta il breve formato pubblicitario per creare messaggi informativi ed educativi per uno stile di vita sano. In un Bumper Ads di 6 secondi viene distribuito un consiglio utile al mantenimento di una buona salute del cuore. In questo caso, siamo di fronte ad un esempio di pubblicità a puntate, che riunite insieme creano un messaggio più completo e complesso.

 

Come creare una pubblicità Bumper con Google Ads?

Creare una YouTube Bumper Ads è molto facile. Come ti dicevo all’inizio dell’articolo, il formato pubblicitario è disponibile sulla piattaforma di Google Ads. Prima di cominciare ti ricordo che il video deve essere già ospitato sul social media.
Una volta caricato, accedi al tuo account Google Ads, seleziona “Nuova campagna” con l’obiettivo Notorietà del Brand e Copertura ed infine la tipologia di pubblicità, ovvero Bumper.
Completati questi primi passi, dovrai inserire il nome della campagna, le reti, il target, un’offerta CPM (costo per mille visualizzazioni) e l’URL del video che hai caricato precedentemente su YouTube. Adesso non ti rimane che selezionare “Annuncio Bumper ” nella sezione “Formato annuncio video” e inserire i vari URL: l’URL finale, di visualizzazione e le opzioni URL. Le opzioni URL ti possono aiutare ad acquisire maggiori informazioni dalle tue campagne se utilizzi un sistema diverso da Google per monitorarle. 
Finita la parte tecnica, scegli se generare il banner companion (una miniatura cliccabile) oppure caricare un’immagine. Per concludere dovrai inserire il nome dell’annuncio, salvare, cliccare su continua e il gioco è fatto!

 

 

Quali sono i formati pubblicitari su YouTube?

Le Youtube Bumper Ads non devono per forza essere l’unico modo con il quale promuovere la tua azienda o i tuoi servizi attraverso i video. Il social network, mette a disposizione degli inserzionisti altri formati pubblicitari che si differenziano per posizione all’interno della pagina di visualizzazione, durata e possibilità di essere saltati.

Alcuni di questi sono:

  • Gli annunci display sono degli annunci illustrati e sono visibili in primo piano, sopra l’elenco dei video suggeriti e disponibili per desktop e laptop.
  • Gli annunci in overlay sono anche questi annunci illustrati e testuali che vengono visualizzati dagli utenti nella parte inferiore del video. Il formato è visibile su desktop e laptop.
  • Gli annunci video ignorabili, disponibili per desktop, laptop, mobile, TV e console di giochi, sono quelli che tutti conoscono come skippabili dopo 5 secondi. Possono essere inseriti prima, dopo o alla fine di un contenuto video e durano fino a 3 minuti.
  • Gli annunci video non ignorabili possono essere mostrati prima, durante o alla fine del video. Sono visibili su desktop, laptop e dispositivi mobili. La durata è inferiore rispetto agli annunci ignorabili, infatti, possono durare al massimo 20 secondi
  • Le schede sponsorizzate, visibili per pochi secondi a destra del video, sono utili per promuovere prodotti presenti o pertinenti al video. L’aspetto interessante di questo tipo di annuncio è il fatto che le schede si possono sfogliare.

 

Se le YouTube Bumper Ads ti hanno incuriosito, sappi che c’è un mondo dietro all’advertising di YouTube. Un mondo fatto di strategie, contenuti, analisi, integrazione di vari strumenti digitali e…tanta pratica. Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio di seguire il nostro programma di certificazione che ti prepara ad affrontare il mondo digital non solo con conoscenze teoriche.

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google