Seleziona una pagina

VELOCIZZARE SITO WORDPRESS

8 strategie per ridurre i tempi di caricamento

Velocizzare sito WordPress: secondo un recente studio, solo il 15% dei blogger conosce tutti i trucchi per farlo al meglio!

C’è stato un tempo in cui il tuo website impiegava 1-2 secondi a caricare le pagine: adesso se il tempo di download delle pagine è di 5-6 secondi, è già un miracolo, non è vero? Come se non bastasse, le tue visite giornaliere stanno calando drasticamente e stai perdendo posizioni nelle serp di Google.

Insomma, ti sta crollando il mondo addosso: per fortuna, in questa guida, troverai le 8 tecniche più aggiornate in grado di velocizzare al massimo il tuo sito WordPress.

 

Velocizzare sito WordPress: perché è necessario?


Prima di spiegare, passo per passo, come aumentare la velocità del tuo WordPress, occorre sapere perché, ad oggi, è fondamentale farlo!

Come avrai notato, da quando il tuo sito è diventato lento, ci sono state alcune gravi conseguenze, come un netto calo dei visitatori e la perdita di molte posizioni nei risultati di ricerca: andiamo a capire il motivo!

 

Alto tasso di abbandono: devi aumentare la velocità di wordpress


Il calo dei visitatori è strettamente legato al caricamento, sempre più lento, delle tue pagine.

Prova a riflettere: un utente interessato ai tuoi contenuti clicca su un tuo articolo e aspetta che la pagina si carichi. Come tutti noi, anche quell’utente è una persona impegnata, avrà mille cose da fare: non può aspettare che il sito si carichi. Probabilmente uscirà dalla pagina innervosito e andrà a finire da qualche competitor.

Pensa che il 46% dei visitatori abbandonano i websites che impiegano più di 3 secondi a caricarsi: questa è la realtà! Ecco perché sveltire il tuo sito WordPress è più che fondamentale di questi tempi!

 

Peggioramento della serp: rimediare velocizzando il sito WordPress


Anche il nostro amico Google, come tutti, pensa al profitto. Se gli utenti sono insoddisfatti del tuo sito lento ed escono dalle pagine a caricamento in corso, puoi stare certo che Google non starà a guardare.

Prenderà il tuo sito e inizierà a bastonarlo, penalizzandolo sul posizionamento, magari facendoti perdere posizioni nella serp.

Non disperare, quando avrai migliorato la velocità di WordPress, tutto tornerà come prima in poco tempo!

 

Corso Digital Marketing Specialist

 

Testiamo la rapidità di download delle pagine del sito WP


Invece di buttarsi a capofitto su qualche risoluzione disperata per velocizzare WordPress, credo che prima sia necessario capire quanto è grave la tua situazione.

Ad occhio hai visto che il tuo sito impiega 3-5 secondi a caricarsi? Non importa: devi avere dati misurabili.

Esistono vari tools online in grado di testare la rapidità del tuo sito: vediamo quali sono i migliori!

 

Capire come velocizzare sito WordPress: Page Speed Insight


Uno strumento ideato da Google per misurare la velocità del tuo website è ovviamente una sicurezza in quanto ad affidabilità.

Ebbene, Page Speed Insight è lo strumento ufficiale di Google dedicato a tutti quei webmaster che vogliono conoscere le prestazioni del proprio sito e avere indicazioni sul come poterle incrementare.

Le potenzialità di questo tool non finiscono qui: non tutti sanno che Page Speed Insight è capace di effettuare 2 test differenti. Il primo fornisce un punteggio per la velocità del tuo sito su desktop, mentre il secondo test fornisce un punteggio per le prestazioni su mobile.

Insomma, un tool che suggerisce come velocizzare WordPress su smartphone e desktop è cosa davvero rara di questi tempi.

 

 

Testare velocità sito WordPress con GTMetrix


Il secondo strumento per misurare la rapidità del tuo sito è GTMetrix. Anch’esso molto professionale e attento ai dettagli, fornisce un punteggio di PageSpeed Score dove la A corrisponde alla performance più alta.

Inoltre GTMetrix svela alcuni dati aggiuntivi, come il Page Load Time, cioè il tempo di caricamento della pagina, il Total Page Size, ossia la dimensione della pagina in megabyte, e le requests accumulate, ovvero il numero di collegamenti di richieste esterne accumulati.

Ci sarebbero altri strumenti più o meno famosi per capire come velocizzare il tuo sito WordPress, come il caro e vecchio Pingdom, ma sicuramente Page Speed Insight e GtMetrix saranno più che sufficienti per ciò che devi fare.

Molto bene, hai segnato i punteggi che le tue pagine hanno ottenuto? Ti è venuta la pelle d’oca dalla disperazione? Calma e sangue freddo, adesso potrai davvero iniziare a mettere il turbo al tuo sito!

 

Scegliere un hosting professionale per sveltire WordPress


L’hosting è la casetta del tuo website: acquistare un hosting per pochi euro, o addirittura affidare il proprio prezioso sito ad un hosting gratuito, equivale a suicidarsi digitalmente.

Come puoi pretendere un sito veloce e performante senza un investimento adeguato? Oggi più che mai un hosting professionale può garantire tempi di caricamento brevi e stabili nel tempo, nonché una rapida assistenza qualora ci fossero dei problemi.

 

Velocizzare sito WordPress: hosting condiviso o individuale?


Immagino tu conosca la differenza fra il classico ed economico hosting condiviso e il costoso hosting individuale. No? Nessun problema!

L’hosting condiviso è paragonabile ad un appartamento dove vivi con altri coinquilini. Avete la stessa abitazione, e condividete ogni risorsa in egual misura.

Ovviamente il tuo sito web, condividendo la potenza del server con altri proprietari, avrà risorse limitate, compresa la velocità di caricamento. L’aspetto positivo è che in un hosting condiviso il costo totale del funzionamento del server viene diviso fra tutti.

Il contrario avviene con l’hosting individuale, dove ogni risorsa del server è assorbibile solo e soltanto dal tuo sito web: il costo ovviamente sarà molto più alto. Risultato? Performance migliori, aumento della velocità generale, ma portafoglio più vuoto.

Come scegliere quindi? Ebbene, se il tuo website è molto cliccato e deve soddisfare molti utenti ogni giorno, magari è giunto il momento di passare ad un alloggio tutto suo! Insomma, il rallentamento del tuo sito web potrebbe dipendere, almeno in parte, da un deficit di risorse dedicate!

 

Quali sono gli hosting più veloci?


Hai studiato la situazione e hai capito che il problema potrebbe dipendere da un hosting di scarso livello? Oppure vuoi sapere quali supportano una soluzione individuale?

Il primo hosting che devi prendere in considerazione per velocizzare WordPress è Siteground: la sua specialità è senza dubbio l’assistenza, oltre che l’indubbia qualità. Hai un problema qualsiasi? Ti risponderanno in qualche secondo e lo risolveranno insieme a te.

Alcune eccellenti alternative potrebbero essere GoDaddy o BlueHost: sta a te la scelta!

Qualunque hosting sceglierai, potrai sempre contare su diversi piani tariffari (Startup, GrowBig o GoGeek nel caso di Siteground) grazie ad un abbonamento mensile o annuale, e la possibilità di effettuare un upgrade o un downgrade del piano in qualsiasi momento.

 

Usare un tema leggero per velocizzare sito wordpress


Hai presente quei temi WordPress super tecnologici che non puoi fare a meno di ammirare?

Ebbene, non tutto è oro ciò che luccica. Potrebbero essere temi lenti ma esteticamente belli. Purtroppo non ci sono modi per velocizzare un tema: lo so bene, cambiarlo, magari dopo mesi che lo stai utilizzando, non è facile, persino emotivamente, ma potrebbe essere indispensabile.

 

Effettua dei test di performance del tema wordpress


Come puoi capire se la lentezza del tuo sito WordPress dipende dal tema? Effettuando dei test di velocità! Vai sul sito madre del tema che stai utilizzando e controlla se il caricamento è più lento rispetto ad altri temi simili.

Alternativamente, se lo hai acquistato su Themeforest, controlla le recensioni degli altri utenti e chiedi loro se stanno riscontrando il tuo stesso problema.

Se così fosse, potrebbe trattarsi di un tema obsoleto e non aggiornato, magari addirittura non più compatibile con la versione di WordPress che stai adoperando: in questo caso devi assolutamente sostituirlo!

 

 

Eliminare i plugin pesanti per velocizzare sito wordpress


Ci sono principalmente 2 motivi per cui i plugin installati potrebbero essere la causa del rallentamento di WordPress. Il primo motivo è che potrebbero essere troppo numerosi, il secondo è che potrebbero essere troppo pesanti.

Quasi nessun blogger è un programmatore, e spesso è obbligato a riempire il database WordPress di estensioni per accedere a nuove funzionalità.

Il problema appare quando invece di usare massimo 5-10 plugin, si esagera installandone 20 o 30: altroché velocizzare WordPress! La maggioranza di questi tools assorbe troppe risorse per funzionare, portando ad un progressivo aumento dei tempi di caricamento delle pagine.

 

Plugin che rallentano WordPress


Spesso la domanda che viene fatta a questo punto è se esiste una lista di plugin davvero troppo pesanti, per sapere quali disattivare.

Non esiste una lista ufficiale, ma qui di seguito proveremo a metterti in guardia da una serie di plugin che tutto subito possono apparirti utili, ma da cui in realtà è meglio stare alla larga.

1) Jetpack (creato da WordPress stesso, è un cinghiale sullo stomaco per il tuo povero sito. Stracolmo di funzionalità, più o meno interessanti, se vuoi davvero velocizzare il tuo sito è necessario procedere alla disinstallazione del plugin).

2) Redirection (serve a reindirizzare il traffico, ma assorbe troppe risorse. Molto meglio configurare manualmente i redirects tramite htaccess).

3) Widget Social (hai dei plugin per far apparire i like accumulati in pagina o che permettono di condividere gli articoli sui social? Fai attenzione, potrebbero incidere negativamente sulla velocità di caricamento).

4) Page Builder (ecco la vera piaga: quando crei le pagine e scrivi gli articoli, sono certo che adoperi dei page builder di terze parti. Considera che quelle di questo tipo, sono le estensioni più pesanti, ma purtroppo anche fra le più utili e indispensabili).

 

Velocizzare sito WordPress con P3 Profiler


I plugin che ti abbiamo elencato non sono la causa? Molto bene, allora ti serve un vero investigatore di database: sto parlando del plugin P3 Profiler.

Questo tool ti permetterà di scansionare l’intero sito e di individuare i plugin che rallentano WordPress. In qualche minuto saprai, per certo, quali tools devi disinstallare.

Considera che molte funzionalità offerte dai plugin possono essere facilmente sostituite da una o più configurazioni manuali.

 

Corso SEO Specialist

 

Ottimizzare le immagini e i video per velocizzare sito wordpress


Un altro piatto forte che riguarda la velocizzazione del tuo sito WordPress riguarda la compressione degli elementi multimediali. I video caricati e le immagini sono un’autentica zavorra.

Come puoi ridurre il peso delle foto e dei filmati? Prima di tutto, ti consigliamo di non caricare i video sul sito, ma di fare un upload su Vimeo o Youtube e successivamente importare il collegamento nel sito. In questo modo risparmierai decine di megabyte e vari secondi preziosi durante il download delle tue pagine.

Purtroppo molti webmaster sottovalutano l’impatto che le immagini possono avere sulla velocità di WordPress: le fotografie, infatti, sono numerosissime su ogni sito web. Ti suggeriamo di importarle in Photoshop (o qualsiasi altro tool online) e comprimerle fino ad un peso massimo di 100 kilobyte ciascuna. In alternativa potresti adoperare Compressjpeg, ovvero un tool online assolutamente gratuito.

 

Ottimizza le foto con WP Smush per aumentare la velocità di WP


Se vuoi portare all’estremo la compressione, senza rinunciare alla qualità delle tue immagini, dopo averle ridimensionate con Photoshop, puoi comprimerle ulteriormente con un plugin chiamato WP Smush, che darà un’ulteriore strizzata al peso delle tue immagini.

 

Velocizzare sito WordPress: minimizzare css e html


CSS e HTML, come saprai, sono le fondamenta di ogni risorsa online, compreso il tuo website. Se vuoi velocizzarlo devi capire questo: anche la scrittura dei codici può risultare ordinata o disordinata, con tanti fronzoli, o andare dritta al punto.

Per velocizzare WordPress, noi vogliamo che html e css contengano solo le indicazioni indispensabili. Come possiamo procedere dal momento che siamo a completo digiuno in materia?

Esistono, anche qui, diversi strumenti in grado di minimizzare html, ovvero comprimere, il testo html e css. Questa minimizzazione ci permetterà di ridurre il testo html anche del 70%, con una conseguente alleggerimento del povero WordPress.

 

Installa CSS Minify per alleggerire il sito


Quali sono i migliori strumenti per minimizzare il css? Sicuramente uno dei più famosi è CSS Minify, che può vantare numerose recensioni positive. Ti basterà avviare il plugin e aspettare qualche istante per la fase di minimizzazione. Quando il processo sarà concluso ricarica la pagina e controlla se ci sono miglioramenti di velocità.

 

 

Attiva Minify HTML per velocizzare sito wordpress


E l’html lo abbandoniamo al suo destino? Proprio no, anche per lui abbiamo in serbo una sorpresa.

Si chiama Minify Html: si tratta ovviamente di un plugin veramente intuitivo, il cui scopo è quello di comprimere il testo html fino al 65%, con un notevole risparmio di risorse e tempo di download.

 

Velocizzare sito wordpress riducendo le requests esterne


Quando si parla di velocizzare un sito WordPress è vietato dimenticare il problema delle requests esterne. Di cosa si tratta? Hai presente le sidebar di quei siti che fanno apparire le previsioni del tempo, oppure gli ultimi post della pagina Facebook?

Si tratta di requests esterne ovvero, per definizione, il numero di collegamenti di richieste esterne che il tuo blog partorisce durante il caricamento della pagina.

Sono tanto belli quei widget interattivi? Lo sappiamo, ma non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca. Devi decidere se vuoi velocizzare il tuo sito WordPress o sfoggiare la coda di pavone!

Quindi ti consigliamo di limitare al massimo il numero di requests esterne per riuscire a sveltire WordPress come si deve!

 

Installare un plugin di cache dinamica per velocizzare WP


Accidenti che termini complicati! Per fortuna non è difficile come sembra: se non sai cos’è una cache dinamica, e cosa centra con la rapidità del tuo sito, te lo spieghiamo subito!

La cache dinamica è quel congegno in grado di memorizzare ogni contenuto del tuo sito web, specialmente se generato in maniera dinamica.

In altre parole, quando un utente carica una pagina, il CMS, ovvero WordPress, richiede al database di restituire tutto il content della pagina in questione.

Questo processo non è una passeggiata e incide negativamente sulla velocità del sito. La cache dinamica memorizza tutte le pagine del website, in modo che solo il primo utente dovrà scaricare il materiale richiesto dal database. I visitatori successivi beneficeranno della cache dinamica, che fornirà il contenuto precedentemente memorizzato senza ulteriori download.

Povera cache dinamica, è un vero lavoraccio! Sapevi che una cache dinamica può farti risparmiare da 1 a 2 secondi?

 

Velocizzare sito WordPress: meglio SG Optimizer o WP Super Cache?


Come impostare una cache dinamica a questo punto? Ti farà piacere sapere che anche in questa situazione esistono alcuni plugin che ci vengono in soccorso: il primo è SG Optimizer, mentre il secondo si chiama WP Super Cache.

Entrambi hanno le stesse funzionalità, ma come facciamo a sapere quale è il migliore per velocizzare WordPress? Non tutti sanno che SG Optimizer è stato sviluppato da Siteground in persona.

Se stai adoperando Siteground ti consigliamo di usare SG Optimizer, proprio per avere una completa sicurezza di compatibilità e supporto tecnico.

Alternativamente potresti scegliere WP Super Cache, ma attenzione: se impostato male, questo tool, potrebbe rallentare il sistema anziché velocizzare WordPress.

Inoltre, fai attenzione a non installarli entrambi: potrebbero entrare in conflitto e mandare in crash il tuo website!

 

Attivare un CDN per velocizzare sito WordPress


Non vogliamo farti arrabbiare con questi paroloni, mica li abbiamo scelti noi! Purtroppo, se vuoi un WordPress rapido devi considerare l’installazione di un CDN, acronimo di Content Delivery Network.

Un CDN è una rete di server sparsi per il globo, in grado di assorbire ogni contenuto del tuo sito, dal testo, alle immagini, al CSS.

“Quindi se uso un CDN posso abbandonare il mio hosting?”. Assolutamente no, il CDN è un supporto, potremmo definirlo come il migliore amico speedy del tuo hosting.

 

 

Come funziona un CDN?


Immagina che il tuo hosting si trovi in Germania: se un utente americano clicca sul tuo sito web, potrebbe impiegare molti secondi a caricare le pagine, a causa della distanza.

Se però i contenuti del tuo sito sono stati distribuiti nel nodo CDN di New York, il visitatore americano potrà agganciarsi a quest’ultimo, senza mandare una richiesta oltreoceano, ed effettuare il download della pagina in un istante.

 

Quale CDN usare per sveltire WordPress?


Molto astuta come domanda: come puoi inviare i tuoi contenuti alla rete CDN e spargerli in tutto il mondo? E soprattutto: quale strumento puoi adoperare per collegarti alla rete CDN?

Ancora una volta avere un hosting di qualità può facilitare il percorso: Siteground, così come molti altri competitors, offrono un servizio di CDN integrato, che si chiama Cloudflare.

La cosa assurda è che si tratta di un servizio gratuito: con pochi passaggi ogni utente è in grado di attivare la rete Cloudflare per il proprio website, migliorando la velocità di caricamento, la stabilità e addirittura la sicurezza da attacchi esterni.

Ovviamente, se il tuo sito necessita di prestazioni ancora più elevate, magari per velocizzare WordPress all’inverosimile, puoi sempre passare alla versione a pagamento di Cloudflare. Sappi comunque che la versione gratuita è di norma più che sufficiente, a meno che tu non debba gestire il sito di una grande azienda.

Vuoi conoscere qualche CDN alternativo a Cloudflare? Ce ne sono parecchi, di ottima qualità. Potremmo citarti MaxCDN, una delle reti Content Delivery Network più popolari, oppure KeyCDN, che spicca da anni per la capacità di mantenere prezzi economici.

Qualunque CDN tu scelga, assicurati che gli utenti che vuoi raggiungere geograficamente, abbiano diversi nodi di distribuzione nel loro Paese, in modo tale che il tuo sito di carichi rapidamente.

 

Effettua un re-test della velocità di caricamento del sito WP


Se hai messo in pratica tutti i suggerimenti dell’articolo, il tuo WordPress dovrebbe essere diventato un bolide.

La prima cosa da fare dopo aver apportato questi miglioramenti, è ritestare la velocità del sito, per sapere concretamente quanti secondi sei riuscito a risparmiare per ogni download.

 

Adesso il tempo di download è accettabile?


Devi sapere che, di norma, è consigliabile restare sotto i 2 secondi per quanto riguarda il tempo di caricamento, detto Page Load Time.

Controlla quindi i parametri di riferimento per verificare l’effettivo miglioramento del Page Load Time e del Total Page Size.

Entrambi devono mostrare valori decisamente più bassi rispetto alla rilevazione iniziale: più saranno bassi è più sarai riuscito a velocizzare il tuo sito WordPress.

Come già detto consigliamo massimo 2 secondi per il Page Load Time, sia su mobile che su desktop, e massimo 2 MB per il Total Page Size.

 

Conclusione


La verità è che velocizzare il tuo sito WordPress è solo uno dei mille problemi che incontrerai sul tuo percorso digitale: per questo motivo, qui sotto c’è un piccolo regalo per te, una mini-guida per WordPress che potrebbe aiutarti nei momenti del bisogno.

Noi di Digital Coach adoriamo chi non si arrende, ragion per cui oggi vogliamo premiare la tua tenacia. Accetta questo regalo inserendo la tua e-mail.

Riceverai gratuitamente il manuale, nella tua casella di posta elettronica, dopo pochi secondi!


  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (2 )
  • Vota!


Valutazione Digital Coach su Google