Seleziona una pagina

Google Tools

5 strumenti Google per il web marketing

I 5 Google Tools indispensabili per il web marketing

 

Google-toolsParlare di Google tools può significare molte cose. Quando pensiamo al nostro Google account, da un lato il nostro pensiero va a  tutte le applicazioni dell’ecosistema Google che aiutano la produttività personale e aziendale. Immaginiamo strumenti come Gmail, Drive, Hangout o Keep. Dall’altro, consultando la lista di tutti i servizi Google  a nostra disposizione, tools come Google Search Console (ex Google Webmaster Tools), Google Adwords, Google Trends, Google Analytics o lo stesso Google Drive, diventano gli strumenti Google imprescindibili per qualsiasi attività di web marketing.

Ecco, in questa pagina scoprirai come Google non è solo il re incontrastato tra i motori di ricerca gratis, ma anche il principe per ciò che concerne strumenti utili per:

  • l’analisi seo
  • creare un sito web 
  • migliorare il business su internet 
  • fare soldi online.

 

Analizzeremo, quindi, i Google tools sia nella loro veste di Google seo tools che in quella più ampia di Google marketing tools.

Ti spiegherò poi, con degli esempi pratici, non solo le modalità di impiego e di come alcuni di questi Google tools possono essere utili al lavoro di webmaster, il seo specialist o il web analytics specialist e più in generale per il web marketing. Si farà riferimento anche alla loro utilità anche sotto un altro profilo ovvero: i Google tools come supporto agli strumenti di ricerca qualitativa che sono propri del marketing.

Una cosa importantissima da sottolineare è che ogni servizio che fa parte di Google non è stato disegnato solo per essere usato ed integrarsi alla perfezione con gli altri. Ognuno degli strumenti Google che vedremo è infatti impiegabile per più scopi. E’ questa la più potente alchimia che ha creato la società di Mountain View, ovvero ciò che è alla base del Google think insight, della grande intuizione di Google a supporto di tutto coloro che, come te, si occupano di web marketing o vorrebbero occuparsene.

Facciamo qualche esempio prima di addentrarci ancora di più sui nostri 5 Google tools più importanti.

Google tools. Tutti i servizi google

Vediamo insieme perchè Google tools come Adwords, Analytics, Search Console o Drive sono imprescindibili nel lavoro dei professionisti del web marketing. Mettiamoli sotto la lente di ingrandimento pensando a tre ordini di motivi:

  1. Pensa a un webmaster di un sito o chi si occupa di seo e quindi pensa al posizionamento sul motore di ricerca: senza Google Search Console, l’erede di Google Webmaster Tools, non potrebbe comprendere lo stato di salute del suo sito internet.
  2. Google tools come Google Analytics non sono solo utili per i SEO e quindi comprendere quali pagine stanno performando e capire ancora di più l’intento di ricerca degli utenti, ma anche e soprattutto per comprendere il comportamento degli utenti che visitano il nostro sito e quindi poter effettuare delle analisi di mercato o prendere delle decisioni importanti.
  3. Pensa poi a strumenti come Google Drive per organizzare i nostri dati e condividerli con clienti e collaboratori, il tutto rappresentato in unico grande cruscotto e per giunta gratuito.

Quali sono quindi i Google tools  fondamentali per il lavoro di web marketing?

 

1. L’erede di Google Webmaster Tools: Google Search Console

Google Search Console dal 2015 ha sostituito Google Webmaster Tools. Tra i Google tools è quello che potremmo definire lo strumento per tutte le stagioni in quanto può essere utile ai:

  • web marketer per prendere le decisioni migliori in quanto consente ad esempio di analizzare il traffico di ricerca degli utenti
  • webmaster che amministrano un sito e vogliono garantirsi che funzioni tutto a dovere
  • sviluppatori web per controllare, ad esempio, eventuali errori di scansione e azioni manuali.

Queste sono solo alcune delle figure professionali che possono essere interessate agli strumenti messi a disposizione dalla dashboard di google search console. Analizziamo ora come può essere utile al lavoro di un SEO specialist.

 

Google Seo Tools: Google Search Console 

Come ti ho accennato, Google Search Console è, tra i Google tools passati in rassegna, decisamente utile sia per il webmaster che per il web marketer e per chi più nello specifico si occupa di seo e contenuti. In particolare per i seo specialist diventa un attrezzo fondamentale in quanto consente di comunicare con google e di ottimizzare le nostre pagine per farle digerire meglio al motore di ricerca di Mountain View.

Come? Attraverso tutta una serie di utili strumenti interni, progettati per questo scopo.

Google search console
Google Search Console è uno strumento imprescindibile per l’attività relative alla seo on page e chi si occupa più nello specifico di seo copywriting. Consente infatti, ad esempio attraverso lo strumento di analisi delle ricerche, di perfezionare articoli e pagine arricchendole sotto il profilo dei contenuti, analizzando i dati dei contenuti che hanno ricevuto più impressioni e click.

Sempre in chiave di seo on page, Google Search Console consente poi di controllare lo stato dell’indicizzazione e gli errori di scansione.

Inoltre, sempre  attraverso il report analisi delle ricerche puoi controllare come sta performando il tuo sito mettendo in relazione click, visualizzazione, CTR e posizionamenti delle pagine facendo riferimento a precise finestre temporali. E’ importante però rilevare che i dati provenienti da Google Search Console fanno riferimento agli ultimi 90 giorni.

E’ uno strumento Google indispensabile anche per la seo off page.

Google Search Console consente infatti di capire quali siti hanno link che puntano verso il nostro e verificare se ci sono link dannosi. Allo stesso tempo può essere utile per il web marketer perchè potrebbe darci giuste indicazioni su chi contattare per eventuali collaborazioni nel caso chi ci ha linkato ci interessi.

Search Console è fondamentale anche per i link interni, cioè quelli che mettono in relazione tra loro le pagine del sito. Anche in questo caso possiamo vedere quali sono le pagine che ricevono più link, e comprendere così se stiamo dando rilevanza alle pagine che a noi interessa “spingere”.

Tra i Google tools è utilissimo anche per chi si occupa di user experience in quanto, ad esempio, vengono segnalati quali sono gli elementi da ottimizzare. Questa cosa è particolarmente importante se pensiamo all’esperienza d’uso dell’utente attraverso uno smartphone. E’ importante avere un sito ottimizzato per il mobile in quanto per Google rappresenta un importante fattore per il posizionamento.

Puoi controllare anche le anchor text, cioè le parole che vengono usate per creare il collegamento con la pagina di destinazione dalla pagina di provenienza. Altra cosa, i siti come saprai possono essere soggetti ad attacchi di hacker o virus. Google comunica con i webmaster eventuali problemi di sicurezza del sito proprio attraverso Google Search Console.

Un’altra importante funzione è quella relativa allo stato di indicizzazione.

Google per indicizzare i siti, e posizionarli nelle serp, cioè nelle pagine dei risultati, procede a una vera e propria scansione della rete. E come un buon bibliotecario indicizza tutti i siti come se fossero dei veri e propri documenti. Dopo averli valutati tenendo conto di oltre 200 fattori, restituisce il risultato migliore per soddisfare l’intenzione di ricerca dell’utente.

Come avrai notato è importante che le nostre pagine siano indicizzate. Ecco, Google Search Console consente di capire quali pagine sono state indicizzate e per quali pagine invece non è stato possibile.

Google Search Console aiuta a identificare questi errori nella struttura del sito e a correggerli.

Infine, Il primo passo per portare il tuo sito su Google consiste nell’assicurarti che Google possa trovarlo e il modo migliore per farlo è inviare una Sitemap. Una Sitemap è un file sul sito che comunica ai motori di ricerca le pagine nuove e quelle appena modificate.

Cosi come comunichiamo le pagine che vogliamo che siano indicizzate allo stesso modo possiamo infine comunicare le pagine del sito che devono essere rimosse dai risultati di ricerca. Questa operazione possiamo effettuarla attraverso la funzione di rimozione URL.

 

2. Adwords: strumento simbolo del Google Think Insight

Se ti sei dato da fare per creare un sito e vuoi pubblicizzare i tuoi prodotti, Google Adwords è, tra tutti i servizi Google, sicuramente uno strumento da tenere bene a mente.

Google Adwords, è il programma pubblicitario di Google che consente agli inserzionisti di pubblicizzare le loro attività ad esempio attraverso banner sulle pagine della rete display di Google (cioè sui siti che hanno aderito al programma pubblicitario messo in piedi da Google e che consentono la pubblicazione di annunci nelle loro pagine) oppure nei risultati di ricerca. Hai presente quando digiti “assicurazioni online” e vedi quello che appare nella schermata qui sotto?

Ecco, questi sono gli annunci a pagamento. A primo acchito, potremmo definire Google Adwords come un servizio Google a pagamento. Gli inserzionisti pagano per apparire nei risultati di ricerca per una determinata parola chiave. Partecipano ad una vera e propria asta che non tiene solo conto del budget che viene investito ma anche di un punteggio che viene attribuito sulla base della pertinenza dell’annuncio  (cosiddetto punteggio di qualità).

Ovviamente non si può pubblicizzare qualunque cosa ma bisogna sottostare alle condizioni e al regolamento specificati da Google. Vedremo nel prossimo paragrafo che tra i nostri Google tools, Adwords ha delle funzioni gratuite molto utili per la nostra attività oltre che configurarsi, a latere, come strumento di ricerca qualitativa.

Una tipologia particolare di campagna display è quella del remarketing. In pratica consiste nel fatto che un utente quando visita una tua pagina web sarà letteralmente “inseguito” dai tuoi banner mentre prosegue la sua navigazione.

Tutte queste funzioni per la creazione la gestione delle tue campagne è gestibile da un comodo pannello di controllo grazie al nostro Google Account Adwords.


Utilizzare annunci a pagamento può essere utile poi anche in chiave Seo perchè consente di verificare come performano alcune keyword nevralgiche in termini di business e comprendere subito su quali può valere la pena investire in un’ottica di posizionamento organico. Il lavoro di SEO richiede tempo quindi ottimizzare le azioni è fondamentale per raggiungere l’obiettivo di posizionamento sui motori di ricerca gratis, senza mettere mano al portafogli per Adwords ( o almeno limitarlo).

Vedremo nel prossimo paragrafo che Google Adwords ha delle funzioni gratuite decisamente interessanti per la nostra attività anche se si presenta come un servizio che fa parte di Google non gratuito, visto che si parla di inserzioni pubblicitarie. Allo stesso tempo è un servizio proveniente da Google tra più utili in assoluto anche per imbastire progetti seo.

 

Google Tools: Strumento di pianificazione delle parole chiave

Sicuramente per chi si occupa di web marketing un altro strumento imprescindibile e legato a doppio filo con Adwords, visto che lo troviamo all’interno del nostro Google account di Adwords, è lo strumento di pianificazione delle parole chiave.

Tra gli strumenti Google, lo strumento per la pianificazione delle parole chiave da un lato consente di trovare quelle frasi o parole correlate e quindi più adatte e pertinenti ai prodotti e servizi offerti. In questo modo potrai attivare ed ottimizzare al meglio campagne Adwords a pagamento.

Dall’altro poichè ci restituisce, in relazione alle keyword inserite, valori relativi ai volumi di ricerca e a come questi cambiano nel tempo, dandoci quella che è nota come stagionalità della ricerca, diventa anche uno straordinario supporto per le nostre attività SEO di stesura dei contenuti. 

strumento di ricerca per le parole chiave

 

3. Google Trends e gli strumenti di ricerca qualitativa

Google Trends, tra i nostri Google Tools, è uno strumento che può essere utile per qualsiasi analisi di marketing o web marketing. In poche parole google trends, fra gli strumenti Google a nostra disposizione, è quello che consente di visualizzare ciò che le persone cercano sul motore di ricerca nel mondo, aggregando i dati in termini, appunto, di trend.

Consente quindi di vedere i trend di ricerca e le tendenze in corso, ossia la frequenza con cui una keyword o un insieme di parole è ricercata sul web. Molto utile per comprendere ad esempio se un settore è in crescita oppure valutare se conviene investire su determinate parole chiave analizzandone appunto i trend nel tempo.

E’ un concetto che va oltre i volumi di ricerca, perchè ci fa ragionare in un’ottica di lungo periodo circa la convenienza o meno di mettere in campo sforzi e risorse per posizionarsi su keyword che hanno un trend di ricerca in discesa.

Guardando l’immagine qui sotto è facile capire come il settore dei droni, ad esempio, sia in crescita (l’italia è al secondo posto come interesse verso la “materia”), quindi può essere un buon affare sia come idea per una nuova attività sia se volessimo aprire un blog e parlare di droni. Ovviamente il blog non basta aprirlo, ma dovrai nutrirlo di contenuti di qualità e che rispecchiano le best practice richieste a chi si occupa di web marketing.

Google trends

 

4. Google Analytics: l’analisi dei dati per le decisioni

Google Analytics è, tra i Google tools, quello che consente ai webmaster e ai web marketer di misurare come gli utenti interagiscono col sito. E’ uno strumento molto complesso e non a caso esistono figure lavorative specifiche legano la loro professionalità all’utilizzo avanzato dello strumento: i web analytics specialist. Google Analytcs apre le porte a un mondo di dati e analisi davvero senza limiti. Attraverso Google Analytics possiamo capire dati relativi al comportamento, ai dati geografici di provenienza degli utenti che atterrano sulle nostre pagine nonchè alla tecnologia utilizzata in tal senso (tablet, desktop, dispositivo mobile).

Addirittura possiamo avere accesso ai dati geografici e agli interessi degli utenti fino ad arrivare al tipo di browser utilizzato o ai sistemi operativi sia mobile che desktop, nonché alle loro versioni. Sono davvero infinite le possibilità di utilizzo di Analytics.

Possiamo poi comprendere il numero delle visite al nostro sito, la durata delle visite nonché quali sono i canali che hanno generato traffico sul nostro sito. Il tutto organizzato in comodissime dashboard che possiamo anche personalizzare così come i report generabili.

google analytics
Comprenderai bene quanto Google Analytics è uno strumento di Google decisamente trasversale in quanto è utile un po’ a tutte le figure che ruotano nel web marketing: seo, webmaster, chi si occupa di content marketing, web analytics specialist e soprattutto a chi deve prendere decisioni relative al business. Immaginiamo la gestione di un ecommerce. Senza Google Analytics sarebbe impossibile capire dove stiamo andando e cosa migliorare o quali prodotti o referenze sono fondamentali per il nostro catologo.

 

5. Strumenti Google: Google Drive

Produttività e collaborazione

Diciamo che hai messo in campo tutti questi processi e azioni. Hai raccolto dati e devi procedere ad analizzarli o semplicemente rappresentarli in fogli di lavoro o documenti. Come organizziamo il tutto? Oppure, devi collaborare con un membro del tuo team ad un nuovo articolo per il tuo blog o a redigere un nuovo ebook o ancora procedere alla compilazione del calendario editoriale ed averlo sempre sotto mano sia lato desktop che mobile oltre che in condivisione con i tuoi clienti o collaboratori.

Grazie a Google Drive avrai una suite per scrivere o gestire fogli di calcolo sempre a portata di click. Un Office gratuito.

Google drive

Tra i nostri Google tools, la forza di Google Drive è proprio quella di consentire la condivisione dei propri documenti o fogli di lavoro con ad esempio i membri del team o i clienti e si integra perfettamente con tutti gli altri strumenti di Google precedentemente analizzati. Inoltre, avrai uno spazio cloud per archiviare i tuoi documenti e la possibilità di creare sondaggi e questionari. Anche qui, come per gli altri Google tools passati al setaccio, gli scenari di utilizzo sono infiniti.

 

Usare al meglio i Google Tools 

Come fare?

Adesso che hai una panoramica completa dei Google Tools e quindi di quello che potremmo definire il Google think a riguardo.  

Ti interessa approfondire come usare al meglio gli strumenti Google per il tuo progetto web o il tuo lavoro? Vuoi creare un blog o un sito web per la tua azienda e capirne di più come sfruttare al meglio questo strumenti?

Vorresti lavorare nel digitale ma non sai davvero da dove partire? Bene allora inizia a dare un’occhiata al nostro master in web marketing. Stai già lavorando e non hai tempo di seguire un corso diurno?

Tranquillo, tutto il catalogo dei corsi di Digital Coach è erogato in  modalità’ diurna e serale con i seguenti orari:

  • in aula
  • in  diretta online
  • on demand

Gia’ ti occupi  di web marketing e  vuoi approfondire temi specifici come la Seo, la web analytics o prepararti per la certificazione Google Adwords? Oppure, sei alla ricerca di un corso che dalle basi ti porti ad essere un vero esperto di Analytics o un SEO specialist?

Allora potresti considerare i corsi Digital Coach più verticalizzati come il Corso Web Analytics Base e Google Analytics Advantage o ancora il Corso SEO Base e il Corso SEO Avanzato. Oppure, se sei interessato alla piattaforma Adwords e vuoi prepararti all’esame per la certificazione Google potresti considerare il Corso Adwords.

Ora che hai tutte le informazioni  più’ importanti  quali Google tools ti piacerebbe approfondire? Contattaci e capiremo insieme quale può essere la soluzione migliore.

CONTATTACI!

Save

 

 

  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (5 )
  • Vota!


[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]