Seleziona una pagina

MOBILE LANDING PAGE

esempi pratici di cosa sono

Le mobile landing page (pagine di atterraggio per telefoni/tablet), sono app create per stabilire un collegamento tra domanda e offerta, cioè tra persone che la visitano ed il tuo business. Chiariamo il loro aspetto: le mobile landing page non sono pagine web o articoli qualunque, sono pagine create al fine di effettuare azioni di conversione, grazie a delle CTA (call-to-action). Esse si raggiungono in seguito ad un clic effettuato su un link che successivamente ti fa atterrare in queste pagine.

In altre parole, si può affermare che sono uno strumento essenziale per aumentare leads e di conseguenza il fatturato dell’azienda e per raggiungere obiettivi mirati di business (promozioni online, servizi o prodotti). Rientrano, inoltre, tra le strategie di inbound marketing, ovvero attività volte a generare un nuovo numero di clienti e quindi farsi trovare online attraverso un’insieme di processi: utente sconosciuto – mutato in cliente – per finire promotore dell’attività o brand.

mobile-landing-page

Ricordate:

“No matter how appealing it is, no matter how entertaining or even life-changing, most people won’t discover it without a robust marketing campaign”

 

 

Per ottenere successo in una mobile landing page, è opportuno seguire e rispettare fattori importantissimi:

 

  • Stabilire il proprio obiettivo di conversione. Esso ricopre un grande ruolo nell’impatto con l’utente, l’invito all’azione e la cura del design

 

  • Iniziamo dalla parola mobile. Assumono tale nome in quanto sono pagine da visitare tramite telefono o smartphone. Quindi la creazione non deve essere fatta da desktop ma da mobile, così i visitatori sono avvantaggiati per scaricare la tua app

 

  • Rendere visibile il dispositivo (solitamente viene utilizzato o un iPhone o un Android), mantenendo un principio di attenzione 1:1 (cioè il rapporto tra i link di una pagina di destinazione rispetto al numero di obiettivi di conversione di una campagna), inserendo le informazioni basilari che colpiscono l’utente, incoraggiandolo ad “entrare” e permanere nella tua mobile landing page 

 

  • Utilizzare una scrittura semplice, immediata e molto comprensibile, così da facilitare l’utente nella lettura da mobile (dove la leggibilità ha una maggiore importanza) quindi: utilizza un layout a colonna singola, scrivi frasi significative, dividi il testo in paragrafi brevi, usa anchor text, utilizza elenchi puntati/numerati, inserisci titoli o sottotitoli parlanti 

 

  • Dosare il contrasto tra sfondo e font, considerando che da mobile una landing page può essere visualizzata ovunque (quando c’è il sole che ne impedisce la lettura ,al buio, all’ombra o in un posto chiuso con le luci artificiali)

 

  • Inserire call to action che facciano la differenza, esse possono essere la delizia della tua landing page ma nello stesso tempo diventare la croce. call-to-actionServono a convertire utenti in clienti. Magari inserendo anche: un E-Book da scaricare; una partecipazione gratuita al webinar; coupon o voucher…

 

  • Usare sticky bar(barra appiccicosa) . Parlando di conversioni tramite piccoli schermi di cellulari, potrebbe risultare difficile attirare l’attenzione dei visitatori. Entrano in gioco le “barre appiccicose” che servono a mantenere la CTA sempre in primo piano, mantenendola nella parte alta dello schermo, anche durante il suo scorrimento

 

  • Inserire i contenuti above the fold. Sono fondamentali per la conversione di utenti su dispositivi mobili, in quanto navigando da un cellulare il tempo di permanenza su uno stesso sito generalmente è più breve di quando si effettuano ricerche da desktop e le frequenze di rimbalzo sono molto alte. Per questo motivo, gli above the fold sono importanti nell’ ingaggiare l’utente a restare sulla tua pagina

 

  • Velocità, è un altro elemento fondamentale per la creazione di una mobile landing page. Il tempo di caricamento di una mobile landing page deve essere minimo, altrimenti gli utenti andranno in cerca di altre fonti. Come fare? Acquistare hosting di qualità, non trascurare questo punto “vitale” ed inserire foto non troppo pesanti, senza perdere però la loro qualità 

 

  • Immagini. Non creare una mobile landing page composta solo da lettere (testo) perché l’utente potrebbe annoiarsi. Inserire quindi immagini, video e GIF per facilitarne la lettura ed aumentare la permanenza del visitatore al suo interno.

 

  • Inserire uno spazio dedicato all’utente, chiedendo di lasciare qualche suo dato di contatto (nome, cognome, e-mail) in caso vuole ricevere informazioni o altro. Successivamente se viene instaurato un “buon rapporto” con il visitatore, si può anche fare un passo avanti e chiedere nuove informazioni. 

 

  • Introdurre Cookie e Privacy Policy aggiornate con le nuove norme GDPR (in vigore da Maggio 2018)

    privacy-cookie-policy-GDPR

  • Gestire nel modo corretto le performance della landing page pubblicata online, per venire a conoscenza delle query (cioè le interrogazioni effettuate ad un database) digitate dai potenziali clienti e per monitorare le attività e interazioni che riceve la pagina.

Esempi di mobile landing page

Vediamo nel pratico qualche esempio utile:

  1. Aaptiv, è un’app di fitness che utilizza le mobile landing page con lo scopo di attrarre datori di lavoro e coinvolgerli nell’installare un piano di benessere all’interno della propria azienda. Come funziona: abbina le offerte di benessere con grandi nomi (es.Amazon/ Starbucks); design ben curato, inserendo lo screenshot sia della versione desktop che mobile; mostra chiarezza, cioè fa parlare da solo il prodotto da pubblicizzare

    aaptiv-fitness

  2. Good Eggs, è un servizio di consegna di prodotti alimentari. La sua mobile landing page è incentrata principalmente nel richiedere attenzione al visitatore tramite immagini coinvolgenti che mostrano chiaramente il prodotto e l’offerta. goodeggs-mobile-landing-page
  3. Vernice Country Chic, negozio di articoli per pittura. Utilizza le sticky bar per tenere sempre in vista la call to action e mostra i suoi prodotti anche “all’opera”
  4. Carly, nel settore automotive, progetta la pagina di destinazione in base alla tua offerta. In primis elenca tutti i diversi marchi che è possibile acquistare, cliccando su quella a cui si è interessati ed entrare a far parte di quella specifica sezione, facilitando il visitatore nella sua ricerca, inserisce farti call to action che attraggano l’utente.
  5. Boostability, è un servizio di marketing su internet. Fornisce cosa include l’analisi del sito web, inserendo anche screenshot che aiutano il visitatore a comprendere cosa otterranno con Boostability.

 

Scopri come curare al meglio la tua strategia di marketing, scopri i nostri corsi!

  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (4 )
  • Vota!


 

Valutazione Digital Coach su Google