Seleziona una pagina

FACEBOOK REMARKETING: AUMENTARE LE CONVERSIONI

5 trucchi per potenziare il tuo strategy funnel online


Remarketing Facebook
: come impostare una campagna da zero? Potrebbe essere una lecita domanda se in questo periodo stai approcciando il mondo della pubblicità online con l’obiettivo di aumentare le vendite e trovare nuovi clienti.

All’inizio può sembrare un ambiente confusionario, ma stai certo che dopo aver imparato un paio di termini in inglese, fare remarketing Facebook ti sembrerà una passeggiata.

 

Remarketing Facebook: cos’è e perché usarlo?


Prima di capire come impostare una campagna, devi comprendere perché fare remarketing Facebook è diventato uno step indispensabile di ogni funnel di vendita online.

E’ credenza comune che l’utenza online veda un annuncio, ci clicchi sopra e compri il prodotto. Niente di più sbagliato! Chi sarebbe così stupido da acquistare un prodotto mai visto prima decidendo di spendere i propri soldi in qualche istante?

L’utente deve prepararsi psicologicamente, indagare su di te, capire cosa fai nella vita, se sei affidabile, se lo vuoi fregare oppure se sei onesto: deve anche parlarne con la moglie, col figlio, col fidanzato, addirittura con la suocera.

Cosa ne consegue? Il processo di acquisto, o funnel di vendita online, è lungo e spesso faticoso. L’utente potenziale va individuato e approcciato. In questa prima fase non si cerca di vendere qualcosa, si stringe un legame.

 

 Corso Facebook ADS

 

Solo in seguito, quando l’utente sa chi sei, cosa fai, cosa vendi e quanto buone sono le tue recensioni, potrà considerare l’idea di acquistare un prodotto da te!

In tutto questo, cosa c’entra il remarketing Facebook? Quando entra in gioco?

Il remarketing Facebook è uno step indispensabile che si colloca fra il primo approccio col cliente e l’acquisto vero e proprio del prodotto.

L’utente ha già fatto conoscenza con te o con la tua azienda, magari ha già dato un’occhiata al tuo sito web, ma non si è ancora deciso ad acquistare!

Insomma, il remarketing Facebook può essere utile per ricordare al cliente della tua esistenza!

 

 

Le tipologie di Remarketing Facebook


Esistono diverse tipologie di remarketing Facebook, ognuna in base all’utenza che vuoi raggiungere. Insieme possiamo individuarne 3 principalmente:

  1. Utenza da impressione
  2. Utenza da convincimento
  3. Utenza da carrello


La prima tipologia di remarketing Facebook, ovvero quella dedicata all’utenza da impressione, è focalizzata sul mostrare l’annuncio Facebook a tutti quegli utenti che sono capitati da poco sul tuo sito web, lo hanno sfogliato, ma non hanno acquistato nulla.

Si tratta di una potenziale clientela piuttosto acerba, composta da persone che probabilmente non hanno ancora capito davvero chi sei e cosa vendi.

Possiamo quindi proporre loro un annuncio di remarketing Facebook che, se cliccato, spiegherà chi sei, cosa fai, cosa vorresti vendere e perché sei diverso dalla concorrenza.

L’utenza da convincimento è invece composta da quelle persone che conoscono bene il tuo brand. Hanno passato ore sul tuo sito a sfogliare le pagine, magari alcuni sono già clienti, altri sono iscritti alla newsletter da qualche tempo, ma per un motivo o per l’altro, non si sono ancora convinti ad acquistare.

Si tratta di una clientela potenziale generalmente matura, ragion per cui l’annuncio dovrà avere come obiettivo una call to action, ovvero l’acquisto del prodotto.

L’utenza da carrello fa parte di una categoria ancora diversa, e comprende tutti quegli utenti che hanno aggiunto il prodotto al carrello, ma che alla fine lo hanno abbandonato senza completare l’acquisto.

Ci possono essere diversi motivi per cui un utente ci ripensa: magari si accorge dei costi di spedizione troppo alti, magari ha paura di affrontare la spesa.

Insomma, quello che consigliamo in questo caso, è di fare remarketing Facebook proponendo un annuncio contenente un codice sconto personalizzato, in modo tale da venire incontro a quell’utenza che siamo certi essere interessata al nostro prodotto.

 

Corso Facebook ADS

 

Remarketing Facebook: come funziona?


Chiaramente una buona campagna di remarketing Facebook ha alcune regole fondamentali e segue un procedimento comune.

Si tratta essenzialmente di intercettare l’utenza durante un momento di svago sul social network più famoso che esista, approcciarlo senza rovinare il suo momento di relax, e trascinarlo sul proprio sito web per proseguire o concludere il funnel che ha lasciato in sospeso.

Perché fare remarketing Facebook funziona? A differenza della pubblicità tradizionale, questo tipo di approccio è personalizzato per quel cliente tipo e la sua situazione attuale all’interno del funnel.

Insomma, non andremo mai a proporre uno sconto su un’automobile ad un utente che è appena entrato sul sito web, non sarebbe una buona strategia.

Come personalizzare l’annuncio di remarketing Facebook? Il vantaggio che dobbiamo saper sfruttare è la capacità di farsi riconoscere.

L’utente è già entrato in contatto col nostro brand: per attirare la sua attenzione, l’unica cosa che dobbiamo fare è farci riconoscere. Certamente apporre un logo e un’immagine rappresentativa della nostra attività all’interno dell’annuncio è un buon punto di partenza.

Il testo dovrà essere accattivante, sia l’headline che il text introduttivo, con frasi brevi ma efficaci. Non esagerare coi caratteri, e soprattutto, non usare frasi comuni.

 

 

Remarketing Facebook: impostare il Pixel di tracciamento


Una fase importante del processo di remarketing Facebook consiste nell’inserire il pixel di tracciamento all’interno di ogni pagina del website.

A cosa serve il pixel di tracciamento? Essenzialmente sarà utile per analizzare le performance e capire da dove arriva una determinata conversione, ottimizzando in questo modo il budget su quegli annunci che lavorano meglio!

Dove dobbiamo inserire il pixel di tracciamento? E’ doveroso inserirlo in ogni pagina del sito web, senza eccezioni!

 

Definire il pubblico di retargeting: la segmentazione nel remarketing Facebook


Come accennato il grande vantaggio del remarketing Facebook rispetto la pubblicità tradizionale è la sua capacità di rivolgersi in modo personalizzato ad ogni cliente.

Segmentare il pubblico potenziale è un processo fondamentale se si vuole proporre un contenuto su misura per ogni utente.

Con la segmentazione è possibile raggruppare tutti quegli utenti che hanno delle caratteristiche in comune e, attraverso il remarketing Facebook, fare leva su questi dettagli.

 

 

Remarketing Facebook cross-device: mobile o desktop?


Nell’era digitale che stiamo attraversando il mobile continua ad acquisire importanza. Si stima ormai che il 95% degli utenti acceda a Facebook da smartphone: il ruolo dei desktop continua il suo declino.

In una situazione del genere non è però scontato che ogni utente acceda ai social con un solo dispositivo, anzi! Potrebbe adoperare tablet o altri devices.

Diventa sempre più importante intercettare l’utente, qualsiasi device egli utilizzi!

Se per esempio si interessa ad un corso di marketing adoperando il proprio cellulare, diventa essenziale proporre l’annuncio di remarketing Facebook mentre lo stesso utente, qualche ora dopo, accede da tablet o pc. Questa pratica è chiamata remarketing cross-device.

 

Conclusione


Sapere come ottimizzare un funnel online è ormai fondamentale per ogni Digital Marketing specialist. In questa guida hai imparato quali sono le basi per organizzare una campagna di Facebook remarketing.

Se sei arrivato fin qui sei una persona determinata e meriti un premio! Abbiamo un piccolo regalo per te, una mini-guida Social Media Strategist che potrebbe salvarti in più di un’occasione. Accetta questo regalo inserendo la tua e-mail.

Riceverai gratuitamente il manuale, nella tua casella di posta elettronica, dopo pochi secondi!

 

 

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google