Seleziona una pagina

Vendere mobili online

La to do list per il tuo business online

Chi, cosa, dove, quando e perché sono le domande fondamentali per identificare le attività da considerare per vendere mobili online. Eh sì… proprio la vecchia filastrocca delle nonne o il più blasonato Cicerone ai tempi delle sue oratorie (oltre che alla regola delle 5 W di vessillo anglosassone ma, ad onor del vero, di profumo scopiazzato!) ci vengono in aiuto per focalizzare e pianificare la nostra strategia.

vendere mobili online cover

Chi vende mobili online?

Sicuramente bisogna considerare il campo di azione che è molto ampio poiché intercetta differenti tipologie di venditore e corrispondenti volumi di merce movimentata:

  1. il produttore, il rivenditore/grossista con grandi quantità di mobili e complementi di arredo su un catalogo online
  2. il privato che vuole vendere arredamento di seconda mano
  3. l’artigiano che lavora su commissione per vendere pezzi unici di artigianato
  4. il singolo privato che vuole vendere mobili online antichi

Cosa serve per vendere arredamento online?

Di cosa ha bisogno per decollare chi si appresta a vendere online queste 3 sostanziali tipologie di arredamento: mobili nuovi, mobili usati e mobili di nicchia? Di un “contenitore/struttura web” che crei sinergia tra domanda e offerta in maniera immediata, capillare, stimolante, interattiva, facilmente fruibile, costantemente disponibile e profondamente competitiva.

Quindi in relazione al volume di merce da gestire e ai budget disponibili si apre un mondo di possibilità scalabili che qui di seguito identificheremo… Beh va da sé che l’argomento sia piuttosto corposo quindi – direttamente dal milanese imbruttito – “sú bel drît e stà mja a far il berlafüss!” che tradotto significa “gambe in spalla e partiamo!”

Come sempre ci sono delle regole di gioco basilari…(come gli insegnamenti di Obi-Wan Kenobi a un vero Jedi!) per raggiungere il target nella vendita di mobili online: attirare l’attenzione, creare l’ingaggio, spingere all’azione e finalmente portare l’utente all’acquisto, fidelizzarlo con servizi come la customer care e riportarlo nuovamente all’azione!

Ecco qui la “To Do List” di un perfetto e-commerce per vendere mobili online:

  • immagini di prodotto: devono mettere subito in risalto la peculiarità, l’originalità, e quindi le caratteristiche che rendono unico quel prodotto. Ad es. potremmo  fotografare la particolare lavorazione del legno, il tipo di finitura, l’essenza del legno (massello VS compensato, teak VS abete… chi vince secondo te?) o potremmo fare ad un divano degli scatti fronte/lato/retro per far capire se è freestanding oppure no
  • schede di prodotto: ricche di descrizioni utili ad anticipare le possibili domande del cliente (specifiche dei materiali, della lavorazione, della manutenzione, delle dimensioni,…) e a persuadere all’acquisto senza toccare con mano l’articolo.
  • foto di ambientazione: per contestualizzare l’articolo con altri oggetti e vederne le proporzioni.
    PS. Non sottovalutiamo le pratica di grandi marchi di creare delle storie in scatti fotografici per stimolare una vera esperienza emozionale che coinvolga, ispiri e spinga all’azione: l’acquisto con soddisfazione è il miglior target raggiungibile

    vendere mobili online con le giuste immagini

  • servizi di spedizione + tempi di consegna: per vendere mobili online è essenziale implementarli correttamente sia lato utente che aziendale. A tal fine infatti è necessario considerare se:
      • gestire un magazzino centrale (hub) o più magazzini geo-localizzati (per alti volumi di merce da movimentare e/o di numerosi produttori/grossisti da gestire) per abbattere i costi di spedizione
      • definire la consegna lato marciapiede/al piano con montaggio (verifiche sulla geo-localizzazione, sulle caratteristiche delle unità abitative in rapporto alle dimensioni del mobile da consegnare e relativo imballo (mobili semi-assemblati e in flat pack)
      • definire il ritiro presso il magazzino (in ottica di abbattimento dei costi generali)
      • definire una tabella luoghi/tempi di spedizione in rapporto alla tipologia di consegna (consegnare un divano da 12 posti sull’Arnapurna in un villaggio che ha solo scale in corda non sarà proprio una passeggiata!)
      • creare accordi di drop-shipping: by-passando quindi la gestione di consegna (la merce che vendiamo rimarrà presso la sede del produttore/grossista che a sua volta consegnerà direttamente al cliente finale come con Google, Shopify, Oberlo app.)
  • verifica costante del prodotto tramite richiesta di campioni ai produttori: fondamentale per verificare la qualità del prodotto, la corrispondenza in base alle specifiche di produzione o alle specifiche di trasporto (es. fumigazione, merci infiammabili…)
  • diversificazione della tipologia di pagamento: a mano (sostanzialmente per realtà piccole) o online mediante protocolli di sicurezza:
      • utilizzando i “gateway di pagamento” che criptano i dati sensibili delle carte di credito durante la transazione
      • utilizzando PayPal: servizio online che semplifica ulteriormente i pagamenti web perché evita al cliente di fornire i dati della c.c. o delle coordinate del conto bancario
  • piattaforme multilingua/multivaluta per penetrare ulteriormente il mercato digitale
  • attività di customer care: per l’assistenza, informazione e supporto prima, durante e dopo l’acquisto
  • gestionali ERP (Enterprise Resource Planning): sistema integrato e modulare che pianifica le risorse d’impresa, che gestisce e integra tutti i processi di business strategici all’interno di un’azienda ( acquisti, vendite, produzione, magazzino, spedizioni, contabilità, servizi di assistenza…).  Attualmente questo sistema si è evoluto talmente (ERP Estesi) che, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie di comunicazione, permette di dialogare in real time con la propria filiera produttiva/commerciale (considerare l’azienda come un sistema aperto e profondamente integrato con il mondo esterno) e con i principali MarketPlace (es. Amazon, Ebay, FB).
    PS. Tutto ciò sarebbe una manna dal cielo per la vendita di mobili online! … Immaginiamo quanti grattacapi eviteremmo avendo la gestione sempre sotto controllo :))
  • definire eventuali rapporti con produttori/grossisti/distributori di mobili per:
      • sviluppare e consolidare la catena di approvvigionamento per ogni prodotto
      • trattare dei prezzi all’ingrosso e quindi avere maggiori margini di profitto rivendendoli singolarmente
      • per concordare il drop-shipping

vendere mobili online con sistemi ERP

  • collaborazioni o partnership con interior designer, professionisti del settore per veicolare pubblico targetizzato
  • studio approfondito dei mercati digitali internazionali sui quali trovare un nuovo target di clienti e sviluppare la corretta strategia in funzione della geolocalizzazione della proprio attività. (es. strategie ottimizzate per l’Italia potrebbero risultare catastrofiche all’estero)
  • strategie di marketing digitale—> sinergia tra attività DEM, SEO, SEM, social Mkt, analisi dei Marketplace—>per informare, condividere, ingaggiare, stimolare ad interagire costantemente, convertire (parola magica che significa vendere!) e fidelizzare.
      • identificare il target
      • acquisizione lead: alimentare continuamente il tuo DataBase di utenti e soprattutto targetizzarli impostando sul sito/social/app il Form di iscrizione alla newsletter (“comunicazioni informative” su eventi, aggiornamenti, questioni importanti …)
      • strutturare le campagne DEM (Direct Email Marketing): efficace e capillare tecnica di “comunicazione pubblicitaria” tramite email.
      • attività di brand awareness e brand reputation su social network (Social Media Strategy) 
      • fare attività di posizionamento organico su Google (SEO strategy) per essere trovati “naturalmente” (quindi non a pagamento) nei primi risultati delle pagine dei motori di ricerca (Google è il primo tra i motori di ricerca nel mondo)
      • studiare campagne ottimizzate cross-device, multi-channel, su rete wifi/normali, per iOS/Android
      • prevedere la rotazione di attività promozionali: tramite coupon, sconti temporizzati, campagne tematiche (es. green day, wood addiction), campagne free-shipping per soglie di acquisto…
      • identificare i Marketplace in target (Marketplace= siti internet, portali e piattaforme social in cui acquistare o vendere articoli e/o servizi—> es. Amazon, Ebay)… e in un attimo ci si passa dal mErcatino di Porta-Portese  a mercato digitale dell’arredamento!!! 
      • fare SEM: attività a pagamento per ottimizzare la presenza del proprio e-commerce di arredamento sui motori di ricerca. Un autentico booster soprattutto all’inizio della propria attività di vendita di mobili online, quando Google non ha ancora avuto occasione di posizionarti in modo naturale nella SERP (=tra i primi risultati delle sue pagine di ricerca).
  • attività di Real Time Bidding (RTB) & Programmatic Buying (PB): aste in tempo reale di compra/vendita di spazi pubblicitari online tramite piattaforme automatizzate che mettono in comunicazione chi compra (agenzie e inserzionisti) e chi vende (concessionarie ed editori). Attività perfetta per i brand che desiderano vendere arredamento online ad alti livelli di capitali di investimento, di performance economiche, di tempi di risposta delle campagne stesse e di targetizzazione degli annunci a precisi segmenti di pubblico ottenendo esattamente il tipo di pubblicità desiderata.

Dove, come, quando vendere online oggetti di arredamento

Come costruire un e-shop per vendere mobili online in piccole quantità

vendere mobili online: trucchi e strumentiIniziamo da chi si appresta a vendere mobili online usati, artigianali o antichi solitamente in volumi ridotti  e dunque guarda a un’attività più a carattere medio-piccolo: ha a disposizione il magico mondo dei

      1. SERVIZI ONLINE GRATUITI (disponibili sia in versione sito, app Android / iOS e device mobile)
        Si tratta di siti di annunci, o meglio di vere e proprie bacheche di annunci online dove pubblicizzare la propria merce, venire contattati privatamente per accordarsi via email/tel e vendere al prezzo desiderato. Il tutto a costo zero o comunque a costi veramente irrisori (magico mondo… dicevamo!) e grazie al quale si può dare effettivamente una spinta al nostro e-shop di mobili online.
        La logica è molto elementare e lo strumento è generalmente altrettanto pratico e veloce: si sceglie la categoria (arredamento), si inserisce l’annuncio dell’articolo in vendita, la descrizione, le immagini, il prezzo, dove è ubicato e i riferimenti per essere contattati; infine si clicca sul bottone “pubblica l’annuncio” e solitamente entro poche ore (previa verifica da parte dell’assistenza del servizio online che tutto sia in regola!) il proprio annuncio di vendita online di mobili appare sulla bacheca web! Alcuni di questi servizi permetto addirittura di fare pubblicità al proprio annuncio a pagamento!

        I più diffusi servizi online sono:
        subito.it —> pubblichi, vieni contattato, vendi… subito!
        kijiji.it  —> permette anche di spedire la merce e di pagare on line tramite PayPal
        shpock —> riconosciuta soprattutto come la “app-mercatino degli annunci” è molto popolare in tutto il mondo anche nella versione sito
        TrustPilot —> servizio che aiuta a scoprire rapidamente l’ affidabilità di un e-commerce, e/o di servizi (es. ritiro dell’usato) grazie al giudizio di utenti che li hanno già utilizzati
        etsy —> portale per vendere online articoli d’arredamento fatti a mano dove si possono pubblicare annunci a pagamento a bassi prezzi e con delle commissioni sulla merce venduta.
        eBay —> molto conosciuto in tutto il globo è un sito d’aste online che consente di pubblicare rapidamente annunci con la formula “acquista subito”. La pubblicazione degli annunci è gratuita tranne alcune funzionalità a pagamento e una commissione sulla merce venduta. Tramite la creazione di un account, si ha la possibilità di mettere in un’asta temporizzata articoli con un “prezzo di partenza” e di venderli al miglior offerente o comunque mai sotto ad una soglia minima (prezzo di riserva). In alternativa si può acquistare al prezzo “compralo subito” che è un prezzo prefissato dal venditore all’inizio dell’asta stessa o contrattarne l’importo tramite una proposta di acquisto.
        Amazon:
        1) Amazon Retail —> canale utilizzato per gestire i rapporti commerciali tra Amazon (che acquista!) e i suoi Fornitori – ad esempio di mobili – (che vendono) attraverso la piattaforma “Vendor Central”. (Ps: considera che qui il tuo cliente finale è Amazon!)
        2) Amazon Marketplace —> la piattaforma (Seller Central) che tutti conosciamo, permette a chiunque la vendita online al classico “consumatore finale” con la gestione autonoma dei prezzi dei propri prodotti. Gli strumenti di marketing e di promozione di A.M. sono messi a disposizione in cambio una percentuale sugli articoli venduti e di un piccolo abbonamento mensile.
        N.B. Talvolta i fornitori di Amazon Retail utilizzano il Marketplace proprio per introdurre nuovi articoli e per avere una maggiore gestione dei prezzi! Immagina di voler testare l’ultimo divano della tua produzione ma non hai idea di come e dove muoverti: A.M. è la soluzione giusta perché oltre a condividere il suo know-how ti consente anche di darle in gestione tutto l’apparato delle consegne (totale e/o parziale)!
        La piattaforma di Amazon risulta dunque essere perfetta per i venditori di arredamento online che vogliono aprire nuovi mercati (esteri) con una certa tranquillità.
        Google: “il motore di ricerca” per definizione, in grado di gestire circa 3.5 miliardi di ricerche al giorno! Non solo, mette a disposizione degli strumenti per aprire e mettere rapidamente la scheda del proprio negozio online sul portale stesso o anche delle piattaforme gratuite per analizzare le dettagliatissime statistiche sui visitatori di un determinato sito (Google MyBusiness, Google Analytics).
        NB. E’ dunque fondamentale considerarli TUTTI come i nostri migliori ALLEATI nella vendita di mobili online!

      2. SOCIAL NETWORK di cui i più diffusi sono:
        Facebook Marketplace (clicca su —>icona del negozio—>vendi—> articoli) —> il vero e proprio mercatino online dove vendere gratuitamente mobili (disponibile anche su app Android / iOs)
        pagina Facebook —> utile per chi ha molti followers, è uno shop interno che consente di concludere la compravendita privatamente
        gruppi Facebook —> per chi ama frequentare i gruppi a tema arredamento, dove tramite ricerca per parola-chiave si atterra direttamente all’articolo desiderato
        instagram —> solo dal 2019 e tramite profilo business collegato ad una pagina FB con vetrina già attiva è finalmente possibile vendere con questo social! Una grande occasione che oggi si presenta per il tuo business di mobili online essendo il social perfetto che identifica la sua forza primaria nel comunicare tramite immagini (super belle!)
        twitter —> per chi ha un gran seguito di followers, pubblicare annunci tramite tweet e farsi re-tweettare dagli amici permette di aumentare la propria audience e possibilità di vendita velocemente e gratuitamente!

Come costruire un e-commerce che vende articoli di arredamento in grandi volumi

Nel caso di grandi volumi di articoli e di budget a disposizione è strategico utilizzare delle vere e proprie piattaforme e-commerce open-source modellabili sulle proprie esigenze (come un sarto di alta moda!) che forniscano l’hosting, strumenti di progettazione, funzionalità di marketing e gateway di pagamento. La specifica caratteristica di piattaforma open-source (software che permette cioè il libero studio e l’apporto di modifiche di programmatori indipendenti) è fondamentale perché identifica l’affidabilità e la robustezza del sistema derivanti dal continuo miglioramento delle applicazioni sviluppate e testate da più sviluppatori. Le più famose piattaforme per strutturare al meglio la nostra vendita di mobili online sono:

  • MAGENTO ECOMMERCE
      • Un CMS (sistema di gestione dei contenuti) Ecommerce Oriented intuitivo, modellabile sulle singole esigenze e specifico per attività che muovono migliaia di articoli.
      • Peculiarità dei servizi:
      • Gestione avanzata del magazzino con digitalizzazione della logistica,
    • Integrazione con potenti gestionali:
      • CRM (Customer Relationship Management): aiuta a gestire efficacemente le relazioni con i propri clienti: è una vincente strategia di business che attraverso il conseguimento dell’efficienza organizzativa, della gestione dei processi e quindi di un alto livello di customer satisfaction, permette di aumentare il fatturato aziendale). Strategia ->alla comunicazione-> integrazione tra i processi aziendali e cliente che è sempre al centro dell’attenzione.
      • ERP (Enterprise Resource Planning): infrastruttura digitale (evoluzione dei vecchi “gestionali”) che gestisca una comunicazione snella e senza interruzioni tra tutti gli apparati dell’azienda (interni + esterni)
        • Gestione multi-lingua
        • Gateway di pagamento di massima sicurezza
        • Funzioni di contabilità-amministrazione
  • WORDPRESS+WOOCOMMERCE
    • WORDPRESS: un potente software open source facile e gratuito, per creare anche un grande sito commerciale e integrarlo con blog, form, app, gallerie fotografiche, contenuti audio, video, mailing list, blog, forum, social network, statistiche e tanto ancora.
      Mette a disposizione migliaia di bellissimi layout grafici, potenti funzionalità, e semplici configurazioni che permettono di soddisfare ogni esigenza. Inoltre funziona benissimo con Google per l’ottimizzazione SEO che sarà di strategica importanza per apparire nei primi risultati di ricerca e in generale se si vuole fare Digital Mkt!
    • WOOCOMMERCE: il più completo e utilizzato plugin di e-commerce open source per WordPress progettato per gestire sia i piccoli e-shop di articoli d’artigianato che e-commerce più grandi sia in termini di varietà dei prodotti che di volume della clientela.
      Permette ad es. di creare le pagine del negozio online in maniera automatizzata, di aggiungere, gestire i prodotti ed le loro schede dettagli, aggiornare i prezzi e le offerte temporizzate o dedicate a particolari clienti.

      Consente anche la gestione della logistica: è infatti possibile gestire le impostazioni di spedizione, applicare la tassazione, indicare la valuta d’acquisto… e cosi via. Insomma, si tratta di un plugin davvero completo e versatile, da non sottovalutare nella progettazione del nostro sito e-commerce!

  • PRESTASHOP
    Un software di e-commerce open source utilizzata in tutto il mondo!
    Potente (framework Symfony), sicura, espandibile, flessibile, personalizzabile: possiede oltre 600 funzionalità integrate, moduli e temi.
    Infine è disponibile in più di 65 lingue, consente di aprire un e-shop indipendentemente dal paese o dalla valuta dei tuoi clienti.
  • OPENCART 
    Potente applicazione open source per realizzare siti e-commerce configurabili molto rapidamente e di semplice utilizzo. Adatto a soluzioni standard e a siti di e-commerce non molto complessi ma che tuttavia mantengono un alto grado di robustezza e professionalità. Ideale perciò per piccole aziende, privati o per chi decida di avviare l’attività di vendita di mobili online investendo budget ridotti senza rinunciare alla qualità di un prodotto assolutamente professionale.
  • SHOPWARE
    Piattaforma e-commerce che concentra i suoi punti di forza nello:
    – shopping emozionale, una vera e propria esperienza digitale per i tuoi clienti grazie all’utilizzo di mirati video ed elementi grafici
    – automazione del marketing: grazie all’utilizzo dei suoi Product Streams e Customer Streams attira l’attenzione dei tuoi clienti sul giusto prodotto grazie all’approccio personalizzato su l’e-commerce e nelle newsletter studiate ad hoc
    – strumenti e integrazioni al servizio delle vendite: la priorità dei dati di vendita, l’intuitività di utilizzo, gli strumenti nativi per newsletter, SEO, gestione semplice delle merci e dei contenuti sono sicuramente decisivi per l’efficienza nella vendita di mobili online.
  • SHOPIFY 
    Una piattaforma semplice e versatile per l’e-commerce per vendere sia online che sui social o sul blog!
    Il motivo principale del successo di Shopify è che si può utilizzare il plugin Oberlo per il drop-shipping (ps. Chi acquista all’ingrosso per poi rivendere può impostare il sito e-commerce e iniziare a vendere in un batter d’occhio!)
    Infatti si tratta di una piattaforma unificata per gestire la tua attività rapidamente: layout grafico (disponibilità dei migliori temi grafici), marketing, pagamenti, checkout protetto (più di 100 gateway di pagamento internazionale), automatizzazione del processo di evasione ordini grazie alle app. per le spedizioni, inventario prodotti e dati dei clienti illimitati.

Perché usare il canale web per vendere arredamento 

Se hai ancora dubbi, ecco qui un vademecum per il moderno falegname digitale che può aiutare a focalizzare i motivi per cui creare un e-shop di mobili online è decisamente utile:

  • perché è un canale complementare che può collocarsi a fianco di un’ eventuale attività fisica andando a colmare tutti i punti deboli (es. la scarsa conoscenza e visibilità del brand oltre i confini geo-localizzati, garantire l’informazione e l’assistenza 24/24H sul prodotto andando così a fidelizzare il pubblico sia web che fisico.)
  • per ispirare, “educare” al gusto del bello, della cultura dell’artigianato italiano altamente qualificato che ne determinando un evidente valore aggiunto e veicolando una maggiore penetrazione del target.
  • per “veicolare rapidamente informazioni di valore” che intercettino quindi delle esigenze insoddisfatte (mettere al centro il rapporto con il cliente) creando fiducia e inducano all’azione (customer satisfaction —>engagement)
  • per intercettare un mercato potenziale esteri 
  •  utilizzare delle piattaforme che condividono spesso gratuitamente il proprio know-how di business digitale (Google MyBusiness – Google Analytics – Fb Business) agevolano sicuramente la nostra vendita di mobili online


Risorse gratuite 

Un piccolo aiuto per trovare consigli utili per iniziare la tua attività di vendita di arredamento online!

 

  • Rating Lettori
  • Votato 3.7 stelle
    3.7 / 5 (12 )
  • Vota!


Valutazione Digital Coach su Google