Seleziona una pagina

UTM

Cosa sono, come si fanno e perché sono importanti

Che cosa sono gli UTM (Urchin Tracking Module)

Gli UTM sono dei parametri di tracciamento utili ad analizzare e monitorare determinati dati che riguardano il comportamento degli utenti in relazione ai link (di pagine o siti web) che questi visitano.

Ecco come si presenta un link contenente degli UTM:

https://www.digital-coach.it/placement/lavori-che-si-possono-fare-da-casa/?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=lavorare-da-casa

L’inizio è semplicemente il link che si vuole visitare o condividere (in questo caso https://www.digital-coach.it/placement/lavori-che-si-possono-fare-da-casa/) e in seguito i diversi parametri che si vogliono monitorare come la sorgente (Newsletter), il mezzo (email) e la campagna (lavorare da casa esempio).

Gli UTM più importanti

cosa sono gli utm, come si creano e perchè sono importantiPer capire meglio cosa sono gli UTM è importante sapere che ne esistono di diversi tipi.

Tra i più importanti ed utilizzati troviamo:

  • UTM source: Serve a monitorare da dove arrivano gli utenti, la sorgente di traffico. Non solo ti darà indicazioni sulla piattaforma da cui deriva (come dai social, dai motori di ricerca dalle newsletter ecc), ma anche dalla sezione da cui arriva (come può essere uno specifico gruppo o una certa pagina di facebook). In questo modo avrai dei dati molto dettagliati sulle tue principali fonti di traffico.
  • UTM medium: Serve a determinare con quale mezzo della campagna stai attirando l’utenza (ad esempio tramite email marketing, social media marketing ecc)
  • UTM campaign: Questo specifica la campagna che si sta tenendo. Ad esempio se si sta facendo attività di promozione per un sito internet potresti nominarlo e riconoscerlo come “promozione sito” e differenziarlo rispetto al traffico che proviene da altre eventuali campagne in corso.

 

Altri UTM che dovresti conoscere

Link utmOltre i 3 sopra citati, esistono altri parametri UTM che possono essere utilizzati, sebbene meno comuni. Ad esempio, uno dei parametri di cui potresti avere bisogno è l’UTM term. Questo codice è utile nel caso tu voglia sapere con quale parole chiave sei stato trovato, e capire meglio con quali keyword potresti posizionarti meglio sui motori di ricerca.

Un altro codice UTM che è bene conoscere è l’UTM content. Questo codice è molto usato da chi intende effettuare degli A/B test, nello specifico è utile per ottenere dei dati su quale dettaglio attira di più e funziona meglio attraverso 2 o più varianti. Ad esempio potresti mettere a paragone, molto banalmente, quale tra 2 colori o tra 2 layout è più efficace.

Come monitorare gli UTM

Per riuscire a monitorare i tuoi UTM dovrai semplicemente accedere a Google analytics:

Vai su Acquisizione > Campagne

In questo modo riuscirai a vedere tutti i risultati dei tuoi link. Inoltre in questa sezione potrai anche trovare le informazioni generali del tuo traffico come la quantità da ciascun link, la qualità (come ad esempio il tasso di rimbalzo, il numero di sessioni e della durata media).

Da qui sarai anche in grado di vedere le tue eventuali conversioni per ogni tuo link, avendo però prima pensato a creare i tuoi obbiettivi sulla piattaforma analytics (come potrebbe essere l’iscrizione alla newsletter, chi atterra su una pagina specifica ecc). In questo modo avrai un riscontro utile sull’efficacia della campagna.

Perché usare gli UTM

Gli UTM sono uno degli strumenti più utili in ambito analisi dati. Questo perché sono strumenti molto precisi e dettagliati e se usati correttamente possono fornirti molte più informazioni rispetto agli altri metodi più tradizionali.

Ciò che questi UTM possono tracciare in più rispetto ad altri sono:

  • I gruppi social che ti portano più traffico
  • I profili social che hanno maggiori riscontri con il proprio pubblico
  • I commenti sui social che garantiscono maggiore interesse

Ma sono solo alcune delle tante possibilità che ti mettono a disposizione gli UTM, con questo strumento potrai monitorare qualsiasi cosa riguardi il traffico generato dai social.

Se ancora questi motivi non bastassero a farti capire l’utilità degli UTM, ti basti sapere che possono essere usati anche per monitorare i il ROI (ritorno sull’investimento) grazie alla sua peculiare capacità di monitoraggio dei social.

Come creare gli UTM

Ora che conosci l’effettiva importanza di questo particolare sistema di tracciamento vorrai sapere come si creano.

Esistono 2 strumenti principali che vengono messi a disposizione per crearli in modo pratico da Google e Facebook e sono rispettivamente Google url builder e Facebook url builder

creare link utm con google

Google url builder

Google, oltre a mettere a disposizione uno strumento per creare url utili a monitorare le tue campagne ads, ti consente di generare anche gli UTM.

Da usare è molto semplice, quello di cui avrai bisogno è semplicemente il link che vorrai monitorare. Ti verrà richiesto poi i parametri che vorrai monitorare (Sorgente, mezzo, campagna). Una volta inserite tutte le informazioni che vorrai controllare, il tuo link sarò pronto da essere copiato, incollato e condiviso.

Lo stesso procedimento è molto simile anche per quanto riguarda il tool di Facebook.

Conclusione

Ora che sai che questo strumento è indispensabile per la misurazione di dati concreti, e quindi per la gestione corretta di campagne ads e social, devi capire come utilizzarli al meglio. Il modo migliore per investire questi dati e far si che diano i suoi frutti, è sicuramente quello di metterli nelle mani di un web analytics manager, che saprà sicuramente come poterli usare per raggiungere obbiettivi sempre maggiori.

Come e dove imparare ad usarli?

Per capire come utilizzare gli UTM e inserirli strategicamente in un piano operativo di marketing digitale per il tracciamento e l’individuazione del tuo pubblico, non potrai fare a meno di consultare alcuni programmi formativi come:

Sav

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google