Seleziona una pagina

LA NASCITA DI FACEBOOK

Il social network creato da Zuckerberg

Il 4 febbraio 2004 avviene ufficialmente la nascita di Facebook, il social network più famoso e utilizzato in tutto il mondo al giorno d’oggi. La piattaforma offre un sistema di messaggistica (Messanger), una piattaforma video (Facebook Watch) e tanti altri servizi pensati per connettere milioni di persone ogni giorno. Il suo valore di mercato è di circa 500 milioni e vanta ben più di 2,2 miliardi di utenti attivi, ma qual’è la vera storia di questo social network?

 

Mark Zuckerberg: l’inventore di Facebook

  • Mark Zuckerberg nasce nel 1984 e già da piccolo manifesta una passione sfrenata per l’informatica e la programmazione.
  • A soli 12 anni usa Atari Basic per creare ZuckNet una sorta di messenger che permetteva di trasferire i messaggi tra reti di computer collegati tra loro. Il programma viene utilizzato per comunicare dal padre nello studio dentistico e dalla famiglia Zuckerberg stessa in casa.
  • I genitori di Mark decidono di assumere un tutor per aiutarlo a sviluppare la sua passione attraverso lezioni private, per poi incoraggiarlo a seguire corsi di specializzazione nel vicino Mercy College.
  • Al liceo diventa capitano della squadra di scherma e dimostra di essere portato verso lo studio di letteratura e materie classiche, ma il suo interesse per il mondo della programmazione e dello sviluppo di software cresce sempre più e continua a lavorare sullo sviluppo di nuovi programmi.
  • Durante il liceo crea Synapse un media player per le playlist MP3 che studia le preferenze di ogni utente. Questo suscita grande interesse in colossi come Microsoft AOL che si dicono interessati ad acquistare il programma e ad assumere Mark anche se non è laureato ma il ragazzo rifiuta e prosegue i suoi studi.
  • Dopo il diploma decide di frequentare la Harvard University, dove sviluppa prima Facemash e successivamente Facebook;.
  • Successivamente lascia gli studi e assieme a Andrew McCollum, Dustin Moskovitz, Sean Parker e Adam D’Angelo fonda la Facebook Inc

 

Quando nasce Facebook?

Tutto iniziò il 28 ottobre 2003, quando il diciannovenne studente di Harvard Mark Zuckerberg diede vita a Facemash. L’idea era quella di creare un sito dove caricare tutte le foto degli studenti del college e per farlo fu necessario introdursi in aree protette della rete universitaria. Facemash registrò 22.000 fotografie visualizzate e più di 450 visitatori nelle prime ore e il sovraccarico di dati mandò in crash i server dell’università. Il sito venne quindi chiuso e Mark accusato di aver violato la sicurezza, i copyright e la privacy individuale, con conseguente sospensione per 6 mesi.

Dopo questi avvenimenti inizia la vera e propria storia di Facebook. Lanciato il 4 febbraio 2004, il nuovo sito web registrato con il dominio thefacebook.com, venne programmato da Zuckerberg e Andrew McCollum e gestito da Eduardo Saverin a livello aziendale. Pochi giorni dopo la nascita di Facebook Divya Narendra e i gemelli Cameron e Tyler Winklevoss – altri tre studenti di Harvard – accusano Mark di truffa e intentano una causa legale che costò 65 milioni di dollari. L’accusa fu quella che Mark aveva promesso loro un aiuto nello sviluppo di un servizio di rete sociale, “HarvardConnection.com”, con l’intento di sottrarre loro l’idea e creare un sito concorrente. 

Grazie anche all’aiuto di Dustin Moskovitz per la grafica e di Chris Hughes per la promozione del sito, a marzo metà popolazione di Harvard era già registrata al servizio. Inseguito TheFacebook si espanse all’Università di Stanford, alla Columbia University e all’Università Yale. Ad aprile il servizio si allargò al resto della Ivy League, al MIT, alla Boston University e al Boston College, e successivamente si diffuse anche negli altri istituti di Stati Uniti e Canada.

 

Test-Attitudinale-Social-Media-Manager

 

Facebook Inc

Verso la metà del 2004 avvenne la nascita Facebook Inc, una corporation che permise loro di gestire al meglio (dal punto di vista finanziario) il grande successo ottenuto dalla loro idea in tutto il Nord America. Questa aveva come presidente l’imprenditore e cofondatore di Napster Sean Parker, l’informale consigliere di Zuckerberg. A giugno i fondatori del sito, assieme ad Adam D’Angelo e a Parker, si trasferirono in una casa vicino l’Università di Stanford, a Palo Alto.

Il primo investitore fu Peter Thiel, tra i fondatori di PayPal, che acquisì il 10,2% delle quote societarie con un investimento di mezzo milione di dollari. Le quotazioni di Facebook, però, salirono in fretta e quando Microsoft decise di investire nel social network, nell’ottobre del 2007, dovette impiegare 240 milioni di dollari per rilevarne appena l’1,6%.

Nel periodo tra aprile e agosto del 2005 per la cifra di 200.000 dollari venne registrato l’attuale dominio: facebook.com. Col passare del tempo chiunque fosse in possesso di un indirizzo di posta elettronica con dominio universitario aveva la possibilità di diventare utente. Il 27 febbraio 2006 il servizio divenne aperto anche per i licei e le grandi compagnie. Infine, dal 26 settembre 2006 Facebook venne esteso a chiunque avesse più di 13 anni

I ritmi di crescita non conoscono sosta: il numero di utenti continua a salire, così come il valore dei ricavi. Nel 2009, appena cinque anni dopo la sua creazione, il bilancio dell’azienda chiude in attivo, dimostrando che Mark Zuckerberg ebbe un’idea redditizia e profittevole. 

 

 

 

 

La nascita di Facebook in Italia e il suo sviluppo

Quando è nato Facebook in italia? La nascita di Facebook in Italia avviene il 14 Maggio del 2008, quando il sito viene predisposto per la lingua italiana. Ad Agosto dello stesso anno la piattaforma di Zuckerberg conta più di un milione e trecento mila visite, arrivando ad avere un incremento annuo del 961%. Inoltre durante il terzo trimestre del 2008 l’Italia fu il primo paese con il maggior incremento di utenti, raggiungendo un tasso di iscrizione del 135%.

A Ottobre 2010, secondo i dati forniti da Facebook e raccolti nell’Osservatorio Facebook, gli italiani che hanno un account su Facebook sono 17,3 milioni.

Alla fine del 2011 il numero di users italiani sono più 21 milioni, di cui 13 milioni accedono alla piattaforma ogni giorno e di questi più della metà si collegano da mobile (7,5 milioni).

Nel Maggio 2017, l’ultima misurazione registra più di 30 milioni di utenti attivi al mese di cui 24 milioni si collegano quotidianamente.

 

 

Il successo

Dal settembre 2006 al settembre 2007 la posizione in graduatoria del traffico del sito è passata dalla 67° alla 7° posizione. Dal luglio del 2007 rientra nella classifica dei 10 siti più visitati in tutto il mondo ed è il sito numero uno negli Stati Uniti per foto visualizzate, avendo un caricamento di oltre 60 milioni di immagini ogni settimana. 

Su Facebook il traffico è cresciuto a un ritmo sostenuto, fino al marzo 2010, quando ha superato per una settimana il motore di ricerca Google per numero di visite negli Stati Uniti. Il 24 agosto 2015, la piattaforma raggiunge la cifra record di 1 miliardo di utenti contemporaneamente  attivi sulla piattaforma.

In data 24 luglio 2018, Facebook ha annunciato il primo calo degli utenti attivi in Europa dopo anni, nonché un forte rallentamento della crescita a livello globale (circa +10% di utenti attivi giornalieri rispetto al secondo trimestre 2017). Facebook ha attribuito questo forte calo alla nuova regolamentazione sulla privacy UE, entrata in vigore il 25 maggio precedente.

L’indebolimento dei profitti e l’incertezza sulla crescita futura ha fatto scendere le azioni di Facebook di quasi il 20% in un giorno, il più grande crollo in termini assoluti nella storia della borsa USA.

 

Oltre a Facebook  

  • A soli 26 anni, Zuckerberg nel 2010 è considerato il più giovane miliardario del pianeta da Forbes ed è stato il personaggio dell’anno 2010 secondo la rivista TIME’s con il merito di aver creato un social network con un impatto enorme sul pianeta;
  • Nel 2012 si è sposato con la fidanzata di lunga data Priscilla Chan, hanno avuto 2 figli e vivono a Palo Alto in California;
  • Lui e la moglie sono promotori di varie attività di beneficenza in particolare tramite la “Chan Zuckerberg Initiative” a loro società che punta ad investire in cause filantropiche;
  • Nel 2010 hanno donato 100 milioni di dollari per salvare il sistema del Newark Public Schools in New Jersey;
  • A dicembre dello stesso anno Mark ha firmato il Giving Pledge assumendosi la responsabilità di donare almeno il 50% dei suoi averi in atti di beneficenza lungo il corso della sua vita;
  • Alla nascita della primogenita, lui e la moglie Priscilla decidono di scrivere una lettera in cui si impegnano a devolvere il valore del 99% delle loro azioni di Facebook (al tempo circa 45 miliardi di dollari) in beneficenza impegnandole nella “Chan Zuckerberg Initiative”;
  • Nel 2016 hanno annunciato che la CZI avrebbe investito 3 miliardi di dollari nella ricerca scientifica nei 10 anni successivi per la cura e la prevenzione delle malattie. E hanno creato la “Chan Zuckerberg Biohub”, un centro di ricerca indipendente con sede a San Francisco con a capo il rinomato neuroscienziato Cori Bargmann della The Rockefeller University.

 

 

Le acquisizioni

Dal 2007 fino ad oggi, Facebook ha acquisito una serie di aziende che gli hanno permesso di lanciare diversi servizi. Le principali acquisizioni di Facebook sono:

  • Parakey: Acquisita nel 2007, era la proprietaria di un brevetto per il trasferimento facilitato sul web di immagini e testo da dispositivi mobili;
  • Friendfeed: Acquisita nel 2009, era un aggregatore di aggiornamenti in tempo reale, acquisito per 15 milioni di dollari in contanti e 32,5 milioni in azioni, è da qui che arriva il bottone Like;
  • Snaptu: Nel 2011 Facebook decide di diventare un colosso nel settore mobile, nasce Facebook Mobile e cominciano un serie di acquisizioni per migliorare l’esperienza di navigazione su Facebook da mobile. Insieme a Snaptu arriva anche Beluga, che, con il suo sistema di messaggistica, è diventato parte integrante di Facebook Messenger App. Sempre nel 2011 vengono acquisite anche Push Pop Press (azienda specializzata nel digital bookmarking) e Gowalla (uno dei principali competitor di FourSquare per la geo-localizzazione);
  • Rel8tion: Start-up di Seattle che si occupa di targettizzazione dell’Advertising;
  • Face.com: Azienda israeliana che si occupa di software per il riconoscimento facciale;
  • Instagram: Applicazione gratuita mobile e social network fotografico che permette di scattare foto e condividerle anche su altri social;
  • Whatsapp: La più famosa app multi-piattaforma di messaggistica che permette di inviare messaggi, foto, video, documenti e registrazioni vocali ad altri utenti via internet utilizzando il proprio numero di cellulare (acquisita per 15 miliardi di dollari di cui 4 pagati in contanti e 12 tramite azioni Facebook);
  • Glancee: App per smartphone che permette di trovare persone che sono nei paraggi ed hanno interessi in comune ai nostri;
  • Storylane: Azienda specializzata in storytelling;
  • Visori Oculus.

Facebook al giorno d’oggi

Oggi Facebook conta oltre 2 miliardi di utenti attivi mensilmente e se si contano anche gli iscritti di Whatsapp, Messenger e Instagram si arriva a più di 5 miliardi. Dopo più di 15 anni dalla nascita di Facebook la sfida di Zuckerberg è quella di fare in modo che la sua comunità web venga protetta dall’odio e dagli abusi dilaganti in questi anni sia nel mondo reale che in quello del web.

Zuckerberg intende inoltre trovare un modo per limitare tutti gli usi impropri della piattaforma che ad oggi è ancora possibile fare. Riuscendo a sviluppare nuovi e migliori metodi per difendere gli utenti iscritti da eventuali comunicazioni violente e dalle possibili interferenze dei governi sono la missione del 2018.

Secondo il fondatore del più importante social network, infatti, la tecnologia deve unire e dare potere alle persone, non renderle schiave e controllate. Alla fine di questo nuovo anno sapremo sarà riuscito ancora una volta a portare a termine i suoi intenti!

 

Sei in cerca di un Corso Facebook Business o Corso Facebook Marketing frequentabile online in diretta, in aula o ancora On Demand Digital Coach fa al caso tuo! Impara come generare nuovi clienti su Facebook, aumentare fatturati o come ottene la Certificazione Facebook Blueprint.

 

CONTATTACI!

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google