Seleziona una pagina

KPI SOCIAL MEDIA

quali usare per una strategia efficace

 

I KPI Social Media sono delle metriche misurabili che devi saper monitorare, al fine di attuare una corretta strategia di social media marketing. Esistono molti KPI (Key Performance Indicator) e nel caso dei Social Media solo alcuni sono davvero indispensabili da analizzare. Il pensiero comune, quando si tratta di social, è quasi sempre “più follower ho e meglio è” oppure “riuscirò ad avere maggiori vendite”, ma non è necessariamente così, anzi è un mito da sfatare. Una quantità elevata di follower non indica necessariamente che siano di qualità, se hai 50 mila follower e le interazioni quasi a zero, vuol dire che quegli utenti non sono coinvolti e non portano a termine delle conversioni. Ora nascerà spontanea la domanda “come posso verificarne la qualità?”. La risposta è abbastanza semplice: andando a misurare i KPI Social Media! Se questo è un argomento che stuzzica il tuo interesse e reputi il mondo dei social affine alla tua persona, ti consiglio un corso Social Media Manager.

 

social media kpi cover

 

KPI Social Media, cosa sono?

I KPI Social Media sono dei valori utilizzati per misurare le prestazioni delle attività svolte sulle piattaforme social, come ad esempio una strategia di marketing. Questi KPI permettono di verificare la buona riuscita di un progetto, essendo strettamente legati agli obiettivi che hai stabilito di voler raggiungere. Per poter stabilire dei validi obiettivi ed individuare dei Social Media KPI che siano credibili, dovrai prima di tutto seguire la regola SMART (Specific, Measurable, Achievable, Realistic, Time-bound). Questo significa che dovrai avere uno scopo specifico per la tua attività, uno scopo che sia misurabile con dei dati numerici, raggiungibile e realistico, ma soprattutto legato ad un tempo determinato. Per verificare se stai seguendo davvero questa regola, basta porti delle semplici domande.

  • Ho un obiettivo specifico?
  • Il suo progresso è misurabile?
  • È veramente un obiettivo raggiungibile e realistico?
  • In quale arco di tempo devo e posso raggiungere l’obiettivo?

Se sai come rispondere a queste domande, allora puoi tranquillamente individuare i KPI Social Media che serviranno per la tua strategia.

 

KPI Social Media: quali sono i più importanti?

Dopo aver capito qual è l’obiettivo da raggiungere, verrà spontaneo chiedersi quali KPI Social Media sono davvero utili. Sebbene ci siano innumerevoli metriche da misurare sui Social Media, la maggior parte delle aziende e i brand prendono in considerazione 4 macro aree.

  • KPI Engagement: indicano quanto spesso le persone interagiscono con la tua azienda
  • KPI Brand Awareness: indicano se le persone ascoltano e vedono il tuo brand
  • KPI Lead Generation: indicano l’impatto che riesce ad avere la tua azienda in base ai tuoi potenziali clienti
  • KPI Conversion Rate: indicano se il coinvolgimento creato dalla tua azienda si trasforma in delle conversioni

Qui di seguito ti propongo un test per scoprire se il Social Media Manager potrebbe essere il lavoro adatto a te!

test social media manager

 

KPI Engagement

L’engagement è il fattore che sta alla base di qualsiasi Social Media e ha come scopo quello di coinvolgere gli utenti e creare dei legami solidi tra un brand e i suoi fan. Grazie a questo rapporto di fiducia, gli utenti in questione saranno convertibili quasi sicuramente in clienti o saranno semplicemente entusiasti di parlare del brand con degli amici, effettuando quindi un passaparola. Per misurare l’engagement vengono utilizzate svariate metriche, tra cui alcune che vengono solitamente definite vanity metrics (metriche di vanità), cioè utili ad impressionare chi ascolta o legge tali dati. Le vanity metrics sono dei dati misurabili ma non correlabili alla qualità e al successo della propria strategia. Questo non è sempre vero, proprio perché nel caso dell’engagement, come anche dell’awareness, sono dei KPI Social Media estremamente importanti da misurare e analizzare. Tra i KPI per misurare l’engagement, troviamo i seguenti.

  • Numero di visite: quante volte un utente entra nella tua pagina social.
  • Numero di follower: quanti utenti seguono la tua pagina. 
  • Numero di interazioni: quante volte gli utenti interagiscono mettendo dei like, commentando un post ecc.
  • Numero di reach: quanti utenti vengono raggiunti dai tuoi post.
  • Numero di condivisioni: quante volte vengono condivisi i contenuti della tua pagina. 
  • Numero di click: questo dato riporta quanti utenti cliccano su un tuo post, che è stato condiviso, ed infine visitano la tua pagina social.
  • Numero di registrazioni: quanti utenti portano a termine una registrazione o compilano un form, ad esempio per un’offerta in corso.

 

KPI Brand Awareness

 

kpi brand awarenessNel mondo dei Social Media è estremamente importante per un’azienda rendersi riconoscibile, distinguersi e riuscire a rendere consapevoli gli utenti della propria esistenza. Principalmente la Brand Awareness ha come obiettivo quello di riuscire ad aumentare il numero di persone che conoscono il tuo brand, come anche quello di diventare la prima scelta del consumatore nel momento del bisogno. Per poter lavorare sulla Brand Awareness bisogna fare riferimento alle KPI Social Media per l’engagement, quindi commenti, condivisioni, follower, interazioni ecc. Oltre a questi KPI per Brand Awareness, ne esistono altri da considerare.

  • Numero di menzioni: quante volte il tuo brand viene menzionato.
  • Numero di visite: quante visite arrivano al tuo sito tramite i Social Media.
  • Post per day: quanti post vengono pubblicati al giorno.

 

 

 

KPI Lead Generation

kpi lead generationLa Lead Generation è una parte fondamentale del Social Media Marketing che ha come obiettivo quello di generare dei contatti interessati alla tua attività. Una lead corrisponde ad un potenziale cliente interessato al tuo prodotto che entra in contatto con te, lasciandoti i suoi dati. Se vuoi generare delle lead devi riuscire a guadagnarti la fiducia di potenziali nuovi clienti nell’arco del tempo. Per comprendere se sei riuscito a centrare l’obiettivo, devi osservare e misurare dei KPI Social Media specifici.

  • CPC (Costo Per Conversione): questa metrica ti sa dire quanto stai pagando per una lead, cioè un utente che magari ha deciso di fornirti i suoi dati per ottenere delle informazioni gratuite (e-book, video, slide pdf ecc.) compilando un form sulla tua Landing Page.
  • CTR (Click Through Rate): questa metrica è il rapporto tra il numero dei click di un determinato annuncio e il numero di volte in cui è stato visto (Impression). Avere un CTR basso è sicuramente un campanello di allarme dal momento che questa KPI Lead Generation ti fa capire se riesci a portare traffico nel tuo sito.

 

KPI Conversion Rate

Tra i KPI Social Media di cui dobbiamo tenere conto c’è il Conversion Rate (Frequenza di Conversione). Questo KPI ci dà modo di sapere quanti, tra tutti i click, hanno veramente realizzato una conversione. Riuscire a rendere efficace una strategia di Social Media Marketing comporta il far compiere azioni di conversione alle persone che mostrano interesse verso il tuo brand o le tue attività. Questa tipologia di azioni vengono definite CTA (Call To Action). Ad esempio, una CTA è rappresentata da un bottone che chiede all’utente di compiere un’azione, l’utente viene poi indirizzato verso una landing page dove probabilmente verrà eseguita la reale conversione (ad esempio un’iscrizione ad una newsletter o un acquisto). Monitorare il KPI Conversion Rate può aiutarti a comprendere quanti follower risultano poi attivi sul tuo sito internet.

Se sei interessato al mondo dei Social Media, ti consiglio di scaricare questo e-book gratuito

 

KPI Social Media: tool di analisi forniti dai social

Per misurare i KPI di Facebook e degli altri social si può ricorrere all’utilizzo di svariati tool. Senza questi strumenti difficilmente potrai valutare e misurare le varie KPI Social Media per la tua strategia. Dal momento che questi tool sono numerosi, andremo a prendere in considerazione prima di tutto quelli che ci vengono forniti direttamente dalle piattaforme social.

 

social analytics tool

 

 

Facebook Insights

Creando una pagina Facebook per il tuo brand, hai a disposizione la sezione Insights per poter visualizzare le performance dei tuoi post. Grazie ai dati forniti da questa sezione potrai comprendere qual è il momento giusto per pubblicare i tuoi post (in base al coinvolgimento dei tuoi fan) e qual è la tipologia di contenuto che ha maggior successo. Potrai impostare il periodo di analisi in un determinato arco di tempo (un giorno, 7 giorni, 28 giorni o personalizzato) e valutare Social Media KPI importanti specialmente per l’engagement e la brand awareness.

 

Twitter Analytics

Questo strumento di Twitter ti permette di valutare le performance ottenute in un arco di tempo di 28 giorni misurando follower, impression ed engagement. Se invece vuoi conoscere l’andamento degli ultimi 28 giorni, avrai modo di visionare:

  • numero dei tweet
  • top tweet
  • top media tweet
  • numero delle impression
  • numero delle mention
  • top mention
  • nuovi follower
  • top follower
  • numero delle visite

Questi dati potrai confrontarli con quelli dei 28 giorni precedenti o addirittura con un periodo completamente differente, magari gli stessi 28 giorni ma dell’anno precedente.

 

Instagram Insights

Con un profilo business su Instagram avrai modo e maniera di visualizzare delle Social Media KPI molto utili da tenere sotto controllo. Prima di tutto avremo un’analisi socio-demografica dei follower con età, genere, paese e città di provenienza, e addirittura una Time Zone per comprendere qual è l’orario migliore in cui pubblicare i contenuti. Ovviamente avremo anche un’analisi dei follower totali e quelli guadagnati recentemente. Gli Insights di Instagram ci forniranno anche delle metriche come:

  • impression
  • attività dei follower
  • click sul sito web
  • reach

 

KPI Social Media: tool di analisi esterni

Oltre agli strumenti di analisi forniti dalle varie piattaforme social potresti prendere in considerazione di affidarti anche a dei tool esterni (gratuiti o a pagamento) che tramite i codici API dei social in questione ti daranno modo di analizzare vari KPI Social Media.

 

Cyfe

Cyfe è uno strumento di analisi che pur avendo un numero limitato di funzioni, ti dà la possibilità di analizzare l’andamento di più piattaforme social tramite un’unica dashboard (Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin, Pinterest, YouTube e molti altri). Un’altra particolarità di questo strumento è quella di poter creare dashboard diverse per ogni singolo social, ciò risulta davvero utile se si hanno più account per uno stesso social da dover analizzare. Questo tool è disponibile in versione free e a pagamento.

 

Pixel di Facebook

Il Pixel di Facebook è una porzione di codice che va inserita nel tuo sito e tiene traccia del passaggio degli utenti sul tuo sito web. Questo strumento ti permette di monitorare l’andamento e le conversioni di Facebook Ads. Per poter gestire questo tool bisogna andare poi su Business Manager o Gestione Inserzioni su desktop.

 

Fanpage Karma

Fanpage Karma è un tool disponibile in versione free e a pagamento che permette di analizzare i tuoi profili social e quelli dei competitor, per poi darti modo di poterli comparare, ma ha altre funzionalità. Questo strumento permette di monitorare cosa succede sulle piattaforme social tramite dei report giornalieri e i post alert; permette di visionare in un’unica pagina le conversazioni con i clienti dei vari canali (Facebook, Twitter, Instagram, YouTube ecc.) e di programmare e pianificare la pubblicazione dei post. Con questo tool sarai tu a scegliere quali Social Media KPI monitorare, selezionandole tra le voci disponibili, in base agli obiettivi stabiliti per la tua strategia.

In conclusione, l’analisi e il monitoraggio dei KPI nei Social Media è un passaggio fondamentale per una corretta strategia di digital marketing e non deve mai mancare. Bisogna essere consapevoli dell’obiettivo che si vuole raggiungere, solo in questo modo avrai chiaro in mente quali metriche dovrai tenere sotto controllo per non lasciare nulla al caso.

 

Valutazione Digital Coach su Google