Seleziona una pagina

SOCIAL BOOKMARKING

Cos'è e come funziona

 

Cos’è il social bookmarking? Si tratta di un processo di salvataggio di una pagina preferita su un’altra piattaforma web che ti consente di vistare la pagina salvata successivamente. In questo modo gli utenti creano elenchi di segnalibri online ai quali è possibile accedere in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo. Essere presente su un sito di social bookmarking permette ad un sito di ricevere backlink e di seguito vedremo se e come questi strumenti possono essere integrati in una strategia SEO.

Se vuoi scoprire tutte le strategie per posizionare il tuo sito tra le prime posizioni di Google, iscriviti al corso di SEO Specialist.

 

social bookmarking cover

 

Social bookmarking definizione

Cos’è il social bookmarking? Si tratta di un modo per archiviare, organizzare, cercare e gestire i segnalibri delle pagine web. Gli utenti salvano su queste apposite piattaforme i link delle pagine web a cui sono interessati o che vogliono condividere. Il meccanismo è uguale al funzionamento della barra dei preferiti creata dall’utente sul proprio browser, per avere i suoi siti preferiti a portata di mano. La differenza è che in questo caso l’elenco di siti raccolti può essere pubblico e si può condividere con altri utenti. I segnalibri possono essere privati, pubblici o condivisi con target specifici, oppure possono essere usati come motori di ricerca. La maggior parte degli strumenti di social bookmarking è organizzata dagli utenti che applicano “tag” (etichette, categorie) o parole chiave ai contenuti di un sito web. Questo significa che altri utenti possono visualizzare i segnalibri associati a un tag e visualizzare informazioni sul numero di utenti che li hanno aggiunti ai segnalibri.

 

Se vuoi sapere tutti i segreti per una link building efficace, scarica questo eBook gratuito.

 

 

Social bookmarking italiani

Essendo nati negli USA, la maggior concentrazione di siti di social bookmarking è statunitense. Tra i social bookmarking italiani, i più usati sono Badzu, Diggita, Diggitalia, ma ne esistono tanti altri. OkNotizie è stato per anni il punto di riferimento italiano del social bookmarking, fino a quando, il 1° febbraio 2017, ha chiuso i battenti, probabilmente a causa della concorrenza di Facebook e Twitter. Una realtà recente e innovativa per il panorama italiano è gambe.ro, un servizio di bookmarking che vuole essere una autorevole comunità di sviluppatori, basata su contenuti riguardanti l’informatica, i software e lo sviluppo web in tutte le sue sfaccettature.

 

Delicious social bookmarking

La condivisione in rete dei bookmark nasce concettualmente nel 1999, sebbene la pratica si affermi qualche anno più tardi. Nel 2003 Joshua Schachter crea del.icio.us, uno de primi siti di social bookmarking, acquisito da Yahoo nel 2005. Il 1° giugno 2017 Delicious è diventato proprietà di un altro sito di bookmarking, Pinboard, e successivamente è stato sospeso a favore del servizio di abbonamento annuale a Pinboard. Il menu di Delicious era composto da 7 sezioni principali posizionate sul lato sinistro dello schermo.

  • Ricerca, che consentiva di effettuare ricerche per tag, nome utente e parole chiave
  • I miei collegamenti, cioè l’elenco di tutti i segnalibri salvati
  • Rete, cioè feed di notizie social
  • Scopri, utilizzata per seguire tag relativi ai propri interessi
  • Aggiungi collegamento
  • Impostazioni

Come tutti i social bookmarking, questa piattaforma permetteva di salvare, condividere e organizzare i contenuti e i collegamenti importanti in modo da poterli trovare e navigare facilmente in seguito. 

 

Se sei appassionato alle strategia di ottimizzazione dei motori di ricerca, fai questo test e scopri se la SEO è la professione che fa per te.

 

Test SEO Specialist

 

 

Siti di bookmarking

La lista di siti di social bookmarking è davvero lunghissima e al suo interno è possibile trovare qualche nome inaspettato.

  1. Twitter, ad esempio, è uno strumento eccellente per la condivisione di segnalibri. Innanzitutto, semplicemente pubblicare link, immagini e contenuti con il tuo account significa che li avrai aggiunti tecnicamente ai preferiti. Potresti, quindi, scorrere all’indietro il tuo profilo per trovare nuovamente le risorse. Inoltre, puoi anche usare il pulsante “Mi piace” e la sezione “Segnalibri”per salvare i contenuti più interessanti. Questi segnalibri sono usati soprattutto per contrassegnare cose interessanti e tornarci in futuro.
  2. Pinterest usa l’approccio “mostra senza dire”, e la cosa funziona visti i 70 milioni di utenti. Il metodo di salvataggio dei pin permette di categorizzare i contenuti preferiti in bacheche personalizzate.
  3. StrumbleUpon è uno di più grandi siti di social bookmarking. Ogni volta che aggiungi un segnalibro a qualcosa, puoi arricchirlo di ulteriori dettagli, come ad esempio il tipo di contenuto e il suo argomento. Viene fornita una grande barra degli strumenti per semplificare questo processo, inoltre, gli utenti possono inserire i propri interessi e mostrare contenuti pertinenti.
  4. Dribbling, dedicato ai designer.
  5. Pocket è un’applicazione che permette di salvare le pagine preferite per consultarle successivamente, anche offline. Le risorse salvate si possono condividere sui social o tramite email.
  6. Digg è un sito di social bookmarking che presenta in prima pagina una serie di risorse ordinate gerarchicamente in base alle valutazione degli altri utenti. Dopo la nuova versione del 2010 molti utenti hanno abbandonato Digg in favore di Reddit.  
  7. Reddit è uno strumento di condivisione di post pubblicati dagli utenti registrati, classificati in base alle categorie e alle valutazioni degli stessi utenti.
  8. Slashdot predilige la condivisione di articoli di argomento tecnologico, con un sistema che lo rende simile ad un blog.
  9. We Heart It è un’ applicazione basata su contenuti visual.
  10. Scoop.it è un sito incentrato su professionisti, aziende e organizzazioni no profit.

 

Significato della condivisione di bookmark 

La componente privata di selezione e raccolta dei siti preferiti si trasforma in dimensione pubblica, dando origine ad un servizio di bookmarking più comodo e accessibile ad una utenza allargata. Chi meglio degli utenti in carne ed ossa può recensire e categorizzare i milioni di siti online? A differenza dei motori di ricerca, che cercano di comprendere attraverso algoritmi il contenuto delle pagine, gli utenti hanno una comprensione umana dei contenuti, i quali vengono organizzati semanticamente attraverso il tag.

social bookmarking definitionOgni sezione privata di siti interessanti viene messa a disposizione per la consultazione pubblica, tutte le “annotazioni” vengono rese navigabili attraverso un sistema comune di tag per argomento o per parola chiave. In questo modo è possibile raccogliere un’ampia comunità di utenti e queste piattaforme possono diventare una fonte attendibile per la scoperta e la navigazione di siti potenzialmente utili.

Dunque, alla catalogazione privata (barra dei preferiti personale) si è affiancato l’utilizzo pubblico di salvataggio, navigazione e ricerca dei siti preferiti. In questo modo l’aspetto privato si è evoluto, assumendo una dimensione più interessante per il digital marketing e per la generazione di flussi di traffico. La particolarità del social bookmarking sta nella varietà e creatività d’uso. Il segreto è non limitarsi ad usare solo un sito di bookmarking, ma usare i più importanti. È vantaggioso variare il più possibile le segnalazioni e a tal fine è necessario usare a rotazione strumenti di bookmarking diversi. La sola presenza sui principali servizi di bookmarking è già di per sé una valida strategia di marketing. Contemporaneamente bisogna fare attenzione a non duplicare i contenuti da promuovere sui vari siti: una strategia utile potrebbe essere quella di preparare una sintesi o un estratto relativo al documento che vogliamo archiviare, e distribuirlo sulle piattaforme di condivisione di bookmark. 

 

Social bookmarking backlinks

social bookmarking sites listApparentemente, i siti di social bookmarking possono essere un valido aiuto nella strategia di link building: puoi utilizzare il tuo profilo su una delle piattaforme di condivisione di bookmark per aggiungere ai segnalibri le pagine del tuo sito web e quindi ricevere backlink. È naturale pensare che essere presente su una piattaforma del genere, permetta di ottenere una parte dell’autorevolezza di questi siti e che questa contribuisca a posizionarsi più in alto sul motore di ricerca. In realtà, non esiste nessun segnale di questa domain authority: i link possono portare autorevolezza nella misura in cui portano anche pertinenza.

Di fatto, un link che non è attinente all’argomento, non porta alcun valore nonostante una buona reputazione da parte di Google. In sostanza, ottenere un backlink dai siti di social bookmarking non porta nessun vantaggio in termini di domain authority, poiché sono intrinsecamente irrilevanti e quindi anche i link in entrata sono irrilevanti. Dunque, non si ottengono vantaggi di ranking dai siti di bookmarking. Come afferma John Muller, Webmaster di Google, non è consigliata la strategia di utilizzare il social bookmarking per i link al fine di migliorare le classifiche, non è efficace poiché semplicemente Google ignora questi link: molte di queste piattaforme, infatti, dicono al motore di ricerca di non seguire i link ad altri siti tramite l’attributo “nofollow”.

 

Social bookmarking nella SEO

Il social bookmarking aiuta la SEO? Nonostante la pratica non aiuti nel trasferimento della domain authority tramite i backlink, è possibile che inserire il tuo sito in una piattaforma di condivisione bookmark possa migliorare il posizionamento del tuo sito. Vediamo in che modo.

  • Essere elencati su un sito di social bookmarking può generare traffico di qualità: siti web come Digg, Reddit, Delicious rappresentano una opportunità di ottenere nuovo traffico sul tuo sito web, poiché questo tipo di visitatori porta un traffico virale. Le persone che raggiungono il tuo sito tramite uno strumento di social bookmarking, sono generalmente lì perché il tuo sito web è apparso nella ricerca di argomenti a cui erano interessati. Tuttavia, alcuni di questi strumenti contrassegneranno i collegamenti ad altri siti come “nofollow”. Questo dice ai motori di ricerca di non seguire il link e quindi non trarrai alcun vantaggio da link aggiuntivi.
  • I motori di ricerca elencheranno spesso i risultati dei siti di bookmarking. Quindi, se il tuo sito è stato aggiunto ai segnalibri, questa è un’opportunità in più per comparire in SERP.
  • Essere presenti su un sito di social bookmarking può spesso portare a taggare il tuo sito su altri siti di bookmarking. Questo perché molto spesso gli utenti usano più piattaforme di raccolta di segnalibri contemporaneamente. Se sei fortunato, potrebbero trovarti attraverso uno dei siti e segnalarti su un altro: questa è una valida occasione per la promozione del tuo sito.

Una mossa intelligente è aggiungere ai tuoi contenuti un pulsante di social bookmarking per aumentare il traffico al tuo sito web. L’aggiunta di collegamenti alle piattaforme di bookmark sul blog o sul sito web semplifica il salvataggio e la condivisione dei contenuti da parte del lettori e, di conseguenza, anche la ricerca da parte di altri utenti è facilitata.

 

Pertanto, vi è un grande vantaggio nell’aggiungere un sito web ai segnalibri e condividerlo: il tipo di traffico che riceverai sarà probabilmente molto interessato e coinvolto più facilmente nei tuoi contenuti. Dunque, il social bookmarking può essere un ottimo strumento nella tua strategia di promozione del sito web, ma non rappresenta la strategia principale per migliorare la posizione in SERP.

Valutazione Digital Coach su Google