Seleziona una pagina

SITO WEB PER AGENZIA IMMOBILIARE

Come realizzarlo e promuoverlo

La creazione e lo sviluppo di un sito web per un’agenzia immobiliare è un’attività strettamente collegata al marketing turistico e territoriale. L’esecuzione di questo progetto inoltre presenta aspetti similari a quelli riscontrabili nella creazione di un sito web per bed and breakfast e nella realizzazione di siti per hotel e strutture similari. Settori da cui si differenzia per l’assenza di un sistema di prenotazione, noto come booking engine e con i quali condivide la multicanalità. 

Un’agenzia immobiliare quindi non può esimersi dal dedicare la giusta attenzione agli alloggi per le vacanze. Non che le dinamiche gestionali e promozionali siano diverse dalla vendita o dalla locazione ordinaria. Trascurare però le crescenti richieste di case  nel periodo estivo significa ignorare un trend in forte crescita da cui potrebbero derivare guadagni importanti. Per cui, che si tratti di vendere o di affittare un’abitazione in una località di mare o di montagna, occorre dedicare attenzione anche a questo settore. Per questo, nel sito di un’agenzia immobiliare non può mancare una pagina dedicata agli alloggi per le vacanze. Fatta salva la possibilità, in ogni caso, di creare un’agenzia online dedicata alle locazioni di breve durata.

Detto questo le logiche per la progettazione e la creazione del sito web per un’agenzia immobiliare tradizionale sono le stesse che ne richiede una incentrata sugli affitti per le vacanze. Il sito web per un’agenzia immobiliare infatti, a parte alcune caratteristiche base, richiede, rispetto ad altri settori, una cura particolare dell’aspetto grafico. Impegno che deve coinvolgere anche i social, con Pinterest e Instagram in testa. Un progetto complesso in cui la fase della progettazione, della realizzazione e della promozione devono essere studiate dall’inizio e interagire tra loro, se si vuole un sito che converta.

La fase di progettazione 

La realizzazione di un sito richiede una preventiva elaborazione. Prima di passare alla parte operativa è necessario fermarsi e ragionare. La domanda principale attorno a cui deve ruotare la costruzione del sito è la seguente: cosa vuole l’utente? Vedere il sito web solo come un progetto personale è una concezione che contiene al suo interno il germe del fallimento. Vediamo quindi quali sono gli aspetti da valutare, prima di passare alla fase di esecuzione del sito.

Il nome del dominio 

Sembra scontato, ma la scelta del dominio è importantissima. Meglio evitare termini lunghi e difficili da ricordare. L’ideale è puntare sulla semplicità e sul collegamento logico tra nome e attività. Scelto il domain name è il caso di accertarsi che il provider non farà problemi, se in futuro si avesse la necessità di spostare il sito su un altro hosting.

L’hosting 

La scelta dell’hosting, che offre lo spazio per pubblicare le pagine del sito web, è infatti altrettanto importante. Da preferire hosting capaci di ospitare siti dinamici e con piani diversificati, per prezzo e servizi offerti. Il sito web di un’agenzia immobiliare del resto deve poter essere gestito in autonomia da ogni agente. Egli deve essere in grado d’inserire foto e annunci dell’immobile offerto in vendita o in locazione in modo facile e veloce. Attività possibili solo con un adeguato CMS.

CMS o IDE? 

Scelto l’hosting subentra infatti un’altra scelta da compiere: CMS (Content Management System) o IDE (Integrated Development Environment) per elaborare i dati del database? Il CMS può essere utilizzato anche da chi con conosce il linguaggio informatico. L’IDE  invece è un programma che serve per progettare il codice sorgente. Il primo è più diffuso perché semplice da utilizzare. Degli esempi? WordPress e Joomla, tanto per citare i più noti. L’IDE però permette una maggiore personalizzazione e ottimizzazione del sito. C’è da dire però che oggi i CMS, se integrati con i plug in giusti, consentono di creare siti altrettanto performanti.

Banca dati

Considerata l’enorme quantità d’informazioni che deve contenere il sito di un’agenzia immobiliare il database è fondamentale per garantire velocità di caricamento e un’esperienza utente ottimale. Nel caso sia necessario potenziarlo si può ricorrere a MySQL. Si tratta di un DataBase Management System che, a fronte di una piccola spesa annuale, gestisce in modo ottimale il database.

La fase di realizzazionesito web per agenzia immobiliare 

Definiti i principali aspetti tecnici e operativi del sito, occorre costruirlo. Un sito web, se ben realizzato, si rivela un valido aiuto per contrastare la naturale oscillazione del mercato immobiliare. Il successo di ogni attività dipende infatti soprattutto dal modo in cui il prodotto viene presentato ai potenziali clienti. Chi entrerebbe mai in un’agenzia immobiliare che, già dall’esterno, si presenta male? Cosa dire poi se una volta entrati le uniche cose che si notano sono sporcizia e scartoffie? L’immagine è fondamentale anche nel web. Per le agenzie immobiliari poi curare questo aspetto è particolarmente importante. In questo caso i siti non sono degli e-commerce. Non è possibile vendere una casa online! Si tratta di vere e proprie vetrine, in cui la parte estetica e grafica hanno un’importanza fondamentale. Solo curando “il packaging” è possibile portare l’utente a compilare il form di contatto e chiedere un preventivo. Vediamo quindi quali sono gli aspetti del sito più importanti a cui dare maggiore attenzione per avere successo.

Immagini 

Il settore immobiliare è uno di quelli che si presta maggiormente a una comunicazione visuale. Chi compra casa ha bisogno di vedere il prodotto. Deve farsi un’idea delle dimensioni, degli spazi e delle potenzialità di ciò che vuole acquistare. Le persone in genere prestano molta attenzione alla luminosità dell’abitazione. Meglio quindi scattare le foto degli immobili in giornate piene di sole. Altri aspetti da considerare sono l’ordine e la pulizia. Mettere sul sito la foto di una casa sporca e disordinata non la rende certo appetibile. Chi vuole comprare casa deve potersi immaginare al suo interno. Ritratti di ambienti caldi e confortevoli riescono sicuramente a ottenere questo risultato.

Grafica responsive 

Il layout del sito per un’ agenzia immobiliare però non deve essere solo bello. Deve essere soprattutto responsive. Oggi infatti la maggior parte delle ricerche viene fatta tramite dispositivi mobile, smartphone e tablet in testa.

Form contatti e newsletter 

Come anticipato, l’obiettivo del sito web per un’agenzia immobiliare è raccogliere indirizzi e-mail e fare preventivi. Ogni scheda prodotto deve quindi contenere un form. In questo modo l’utente può contattare subito l’agenzia e chiedere le informazioni che gli occorrono. Un modo semplice e diretto per instaurare immediatamente un rapporto di fiducia. Importante anche il modulo per la newsletter, per acquisire, previo consenso, l’indirizzo e mail dell’utente a cui inviare gli aggiornamenti periodici.

mappa mobile Mappe

Fondamentali anche le mappe da inserire nella pagina “Dove siamo”. Chi è abituato vecchia maniera e vuole recarsi in agenzia in questo modo, può farlo con facilità. Le mappe però devono essere presenti anche in ogni scheda dell’immobile descritto. Un’accortezza grazie alla quale l’utente riesce a individuare la zona e il contesto in cui è inserito.

Motore di ricerca interno 

Il sito web per un’agenzia immobiliare richiede poi la presenza di un motore di ricerca interno. Esso deve consentire all’utente di effettuare ricerche mirate, grazie alla presenza di filtri adeguati.
Esso deve essere in grado di fornire risposte a tutte queste domande:
In vendita o in affitto?
Dove? Periferia o centro città?
Di quanti metri quadri? Da … a …
Casa singola, bifamiliare, villetta a schiera o appartamento?
Primo piano o attico?
Di quale fascia prezzo? Da euro … a euro …
Con o senza cantina e/o box auto?

Per agevolare questa operazione è necessario che gli immobili siano suddivisi per categorie, lavoro che si basa su un’attenta fase di catalogazione a monte. Chi cerca, ad esempio, un bilocale per le vacanze, deve poter trovare nei risultati che il motore restituisce solo quel tipo di casa. Ogni immobile deve essere quindi identificato da una foto e da una breve descrizione che ne  metta in evidenza le caratteristiche che lo rendono più appetibile.

software gestionale agenzia immobiliareSoftware per agenzie immobiliari 

Il sito per un’agenzia immobiliare vista la mole dei dati da gestire, necessita di un software gestionale. Sul mercato ce ne sono diversi, con caratteristiche similari e piani diversificati.

Miogest: una web app che non necessita d’installazione. In questo momento è offerto in prova gratuita per 30 giorni, senza obbligo di acquisto. Il costo è di 400 euro più Iva all’anno, pagabili anche in  tre rate mensili. Un investimento tutto sommato modesto, per questo software capace di semplificare tutte quelle operazioni che un agente immobiliare deve svolgere quotidianamente.

Gestim: Altro gestionale di facile utilizzo, permette di amministrare appuntamenti, telefonate, email, sms, fogli visita, feedback immobili in vendita e locazione. Interessante la funzione che consente di verificare anche la disponibilità degli affitti stagionali estivi e invernali. Grazie all’incrocio automatico esteso tra domande e offerte è possibile soddisfare rapidamente le esigenze
di ogni cliente. Come Miogest può essere utilizzato anche dai più diffusi dispositivi mobile come smartphone e tablet. Il costo varia da 450 euro a 1620 all’anno.

Realgest.it: prodotto che consente il multi invio ai principali portali immobiliari. I servizi offerti da questo software sono moltissimi, ma non è chiaro il costo annuale. Nella sezione “Quanto costa?” del sito si parla di 120 euro per connetterlo al gestionale. Si consiglia in ogni caso d’interfacciarsi con l’assistenza per chiarirsi le idee sul prezzo.

Xrem: Un software sviluppato dagli agenti immobiliari, facile e intuitivo. Il costo è un altro aspetto interessante. In questo momento è possibile provarlo gratuitamente per 30 giorni e, se ci si trova bene, passare a uno dei tre piani offerti. Il primo “Starter” costa 200 euro a semestre + Iva, “Basic” 360 euro all’anno + Iva e “Premium” 490 euro all’anno + Iva.

Gestionale Immobiliare: software gestionale ricco di funzioni. Crea brochure e virtual tour, collabora con altre agenzie, fornisce le statistiche dell’attività e tanto altro ancora. Completato il periodo di prova gratuita è possibile scegliere tra due piani: “Basic” a 400 euro all’anno e “Full” a partire da 550 euro all’anno.

Strategie marketing on site e off site 

Avere un sito e non promuoverlo è assolutamente inutile. Quasi ogni settore ha bisogno di combinare una corretta strategia di marketing onsite e offsite. Il mercato immobiliare fa eccezione a questa regola. Fanno parte delle strategie on site la SEO  la cura dei contenuti e dello snippet tanto per fare qualche esempio e la sempre più utilizzata tecnica dell’home staging. Sono invece tipiche strategie offsite la linkbuilding esterna, l’article marketing e la presenza sui social. SEO agenzia immobiliare

Seo e Local Seo 

Il fatto che un’agenzia immobiliare comunichi per immagini non significa che la parte testuale debba essere trascurata. Inutile fare un sito vetrina spettacolare, con foro di case che tutti vorrebbero comparare, se poi non lo trova nessuno. Fondamentale quindi curare la SEO, unica strada che, alla lunga, porta risultati. Il contenuto testuale per indicizzarsi deve essere originale e costruito su parole e frasi chiave pertinenti. Queste non devono essere né troppo specifiche né eccessivamente generiche e rilevanti. Evitare assolutamente di copiare contenuti di altri siti o presenti all’interno del proprio sito. Alla qualità occorre associare la quantità. No a descrizioni troppo sintetiche e neutre. Le parole utilizzate nell’annuncio devono raccontare una storia che susciti emozioni in chi legge. Completare quindi la strategia SEO con linkbuilding interna ed esterna e corretta attribuzione dei nomi alle immagini.

Il sito dell’agenzia si rivolge a un target locale? In questo caso attenzione alla Local SEO. Chi cerca casa e consulta un sito web di un’agenzia immobiliare sa già dove vuole vivere. La prima cosa da fare quindi è iscriversi a Google My Business, strumento gratuito che aumenta la visibilità del sito all’interno dei risultati organici della ricerca geo-localizzata. L’agenzia in questo modo comparirà anche su Google Maps. Considerare poi la possibilità d’iscriversi a Pagine Gialle, da cui Google attinge informazioni. Fondamentale a tal fine l’indicazione completa ed esatta dell’indirizzo della sede dell’agenzia. L’agenzia ha più filiali? Allora a ognuna deve essere una pagina dedicata, senza dimenticare l’indirizzo anche di queste sedi. Un altro modo per aumentare la visibilità è d’iscriversi a una delle Directory (Es: Tutor casa; Immobiliare.it) online che raccolgono indirizzi. Recensioni positive e link spontanei da siti autorevoli sono un altro modo per aumentare l’autorevolezza del proprio.

Home staging 

Considerare anche la possibilità di rivolgersi, se il budget lo consente, a un home staging. Si tratta di una tecnica di marketing che consiste nell’effettuare interventi migliorativi dell’abitazione per venderla prima e a un prezzo migliore. Una sorta di restyling immobiliare insomma, che richiede l’intervento di un esperto. Chi si occupa di home staging in genere, alle capacità comunicativa associa un bagaglio di conoscenze di un interior design. Il suo lavoro consiste nel dare “mettere in scena” l’abitazione o all’ufficio in vendita per renderli più attraenti.

Social marketing 

Il sito web di un’agenzia immobiliare può trarre grandi vantaggi da un’intelligente strategia social. La scelta di quello su cui investire le proprie energie per promuovere il sito dipendono dal tipo di comunicazione che si vuole instaurare con i potenziali clienti.icone social media Come per  il marketing alberghiero, la preferenza deve essere accordata ai social più in linea con il tone of voice del social o dei social di cui si vuole essere protagonisti.

Facebook ad esempio si presta a un tipo di comunicazione informale. Non è adatto per promuovere la vendita, ma per attirare l’attenzione sul sito. In che modo? Condividendo ad esempio un articolo del blog interno del sito che parla del settore immobiliare. In questo modo si trasmette preparazione e competenza.

Twitter è il social che si fonda sull’interazione immediata. Un’agenzia immobiliare che vuole sfruttare questo social deve curare la bio dell’azienda, pubblicare contenuti rilevanti, creare liste d’interesse, utilizzare gli hashtag più adeguati e le stories per raccontare l’attività.

Linkedin invece è il social più professionale. La strategia perfetta per sfruttare al meglio Linkedin si deve comporre di più azioni. Si può sfruttare developer per generare un banner da collegare alla pagina dell’agenzia. Si possono condividere sul profilo i contenuti del sito o scrivere articoli direttamente su Linkedin. Per miscelare online e offline può essere utile inserire nel biglietto da visita cartaceo il collegamento alla pagina di questo social.

Per creare una comunicazione di successo i video non possono mancare. Aprire un canale YouTube è il modo più intelligente per fare, prima di tutto, lo storytelling dell’agenzia, mostrando al pubblico le persone che ci lavorano. Può essere anche un modo diverso e di maggiore impatto per mostrare gli immobili in vendita o locazione. Attività consigliabile soprattutto se ci si occupa della vendita e dell’affitto di case per le vacanze. Chi desidera comunicare in modo più professionale può anche pubblicare interviste video di professionisti noti del mercato immobiliare.

Pinterest è un social ispirazionale, fondamentale per promuovere il sito web di un’agenzia immobiliare. Per impostare una corretta strategia è necessario tenere conto del fatto che Pinterest è un social “femminile” in cui arredamento e life style sono gli argomenti più trattati. Questo canale può rivelarsi utilissimo per promuovere la vendita o l’affitto, soprattutto di alloggi per le  vacanze. Fotografare interni ed esterni di ambienti rilassanti, curati e accoglienti può rivelarsi un modo molto efficace per attirare l’attenzione. Attraverso le board si possono creare veri e propri album fotografici da suddividere per località o singolo immobile. Le immagini così inserite, grazie a like e condivisioni possono essere diffuse sulle board di altri utenti. Un modo originale e creativo per far conoscere il proprio prodotto, senza dimenticare di collegare ogni immagine al sito web.

Instagram è un altro social in cui le immagini hanno la priorità sul contenuto testuale. Su Instagram tutti possono dimostrare la propria abilità di fotografo. Un’agenzia immobiliare può quindi trarre grandi vantaggi dal suo utilizzo. Come per tutti gli altri social però, prima d’impostare una strategia, bisogna capire quale obiettivo si vuole perseguire e il target di riferimento. Instagram può essere definito, come Pinterest, un social “emozionale”. Questa peculiarità lo rende perfetto per far conoscere il proprio brand e i valori della propria agenzia immobiliare. Compreso questo, non resta che pubblicare foto, video e stories pertinenti cercando sempre di distinguersi.

  • Rating Lettori
  • No Rating Yet!
  • Vota!


[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]