Seleziona una pagina

Quanto costa un sito web

Quanto costa un sito web

Costo sito web

Sicuramente molti di voi si saranno chiesti almeno una volta ‘Quanto costa un sito web?’ oppure ‘Quanto costa aprire un negozio online?’
Ad una domanda così semplice NON corrisponde una risposta altrettanto semplice, in quanto ci sono in gioco tantissimi fattori di cui un profano non è a conoscenza e che lo portano spesso a sottovalutare il lavoro di cui il sito visibile sul web è solo l’ultimo (apparentemente) passaggio.
Per avere un sito web che funzioni, occorrono:

  • una attenta analisi preliminare, che riguardi la persona/azienda che vuole posizionarsi sul web mediante un sito, verificando quali sono i prodotti/servizi da offrire, quali sono gli obiettivi che si vogliono raggiungere, quali sono i concorrenti già presenti sul mercato e come sono posizionati
  • in seguito, la pianificazione di una idonea strategia mirata alla penetrazione del mercato ed alla realizzazione di un progetto comunicativo
  • solo dopo l’analisi e la pianificazione della strategia si può ‘costruire’ il sito, metterlo online, ottimizzarlo per raggiungere il miglior posizionamento sui motori di ricerca
  • in seguito, sarà necessario provvedere alla sua manutenzione ed al suo aggiornamento.

Il costo di un sito può quindi variare molto a seconda di quali siano:

  • gli obiettivi che si vogliono raggiungere
  • le necessità che si vogliono soddisfare
  • i servizi che si vogliono offrire
  • la dimensione che il sito dovrà avere.

Per avere un’idea della mole di lavoro da dedicare ad analisi e strategia per costruire un sito che funzioni, puoi leggere il nostro articolo “Come creare un Ecommerce”.

sito in manutenzione

Tipologie di sito

Una volta acquisito il concetto che un sito (di successo) è l’insieme inscindibile di una serie di attività anche impegnative, occorre distinguere tra tante tipologie e ‘dimensioni’ di siti, che possono portare il suo costo da qualche centinaio a tante migliaia di euro.
Distinguiamo essenzialmente 3 tipologie di siti:

  1. Sito statico o sito vetrina: di solito non ha molte pagine; l’utente può visualizzare i contenuti forniti ma non può compiere alcuna azione sul sito, né modificare lo stato delle informazioni, appannaggio solo dell’amministratore del sito o del proprietario. L’utente può navigare tra i vari contenuti, visualizzare immagini e altri media
  2. Sito dinamico: in questo caso, l’utente può interagire dinamicamente: per esempio inserire commenti in un forum di discussione, scrivere un post in un blog, conversare in chat. I contenuti possono venire adeguati all’utente, ad esempio a seconda dell’ora di connessione, della sua lingua o del browser utilizzato. Vengono separati i contenuti dall’impaginazione del sito, consentendo una manutenzione e aggiornamento del sito semplice e veloce ed una maggior interazione dell’utente pur essendo tecnologicamente più complesso di un’implementazione statica
  3. E-commerce: qui la complessità aumenta così come il numero delle pagine e l’interazione dell’utente, il quale può non solo acquistare un prodotto e pagarlo, ma fare svariate azioni come creare ‘liste dei desideri’, lasciare recensioni, consultare i suoi ordini precedenti.

Alla crescita della complessità e della dimensione del sito corrisponde ovviamente un notevole aumento del suo costo, derivante però anche dalle ‘dimensioni’ del creatore del sito, che può essere un singolo freelance oppure una web agency di piccole o grandi dimensioni, che mette a disposizione un team di professionisti magari specializzati in diversi ambiti e quindi capaci di realizzare grossi progetti che non sono invece alla portata del singolo freelance.

www.sito

Quali sono nel dettaglio i costi di un sito Internet?

A parte l’attività di analisi e pianificazione della strategia, la ‘lista della spesa’ è composta da:

  1. Hosting e dominio: è il costo del ‘noleggio’ dello spazio web su cui ci sono i dati di un sito, oltre al mantenimento del nome del proprio dominio. Naturalmente il costo dell’hosting è variabile in base alle performance ottenibili, quali ad esempio la velocità del sito anche in presenza di molte pagine
  2. Template grafico e usabilità (Front-end): è l’aspetto grafico del sito, la struttura superficiale con cui interagiscono gli utenti, l’organizzazione visiva dei contenuti. Solitamente si paga una volta sola, quando crei il tuo sito o quando vuoi cambiarne la grafica. Utilizzando un CMS come WordPress, puoi scaricare gratuitamente o acquistare migliaia di template professionali già pronti, a meno che la grafica non venga realizzata ad hoc da professionisti
  3. CMS, Database (Back-end): fanno parte della struttura interna al sito, sono i codici di sviluppo e le funzioni con cui vengono gestiti, creati e ordinati i testi, le immagini e qualsiasi altro tipo di contenuti presenti sul sito. I migliori CMS (Content Management System) possono essere gratuiti (come WordPress) o a pagamento e in alcuni casi potrebbe essere necessario pagare per tenerli aggiornati nel tempo, in modo da assicurarne il funzionamento
  4. Testi: sono i contenuti testuali del sito, le descrizioni, gli articoli e qualsiasi altra tipologia di testo. In un sito statico la spesa viene sostenuta solo inizialmente; se invece si vuole tenere il sito aggiornato nel tempo con nuovi contenuti allora di solito si costruisce un piano editoriale con testi che periodicamente vengono realizzati da persone appositamente incaricate. Nel caso di un sito multilingue occorre considerare anche il costo delle traduzioni
  5. Immagini e video: un sito ha bisogno di foto / loghi / icone / immagini e qualche volta anche di video. Se non sono già disponibili occorre mettere in budget anche questa spesa
  6. Funzioni e applicazioni specifiche: se il sito vuole offrire delle funzioni particolari, ad esempio un comparatore di prezzi che raccoglie dati da diversi database e li confronta tra loro, oppure un servizio di tracciamento geografico per eventi e user-generated content, allora si dovrà pagare un team di sviluppatori per creare queste complesse funzioni custom
  7. eCommerce: per l’ecommerce c’è bisogno di una struttura specifica per permettere la vendita e la gestione dei pagamenti online. Oggi esistono sistemi come Woocommerce (plugin installabile su WordPress) che permettono la creazione di piccoli e medi eCommerce professionali in maniera molto semplice, riducendo sensibilmente i costi. Nel caso però di decine di migliaia di prodotti da vendere online, probabilmente Woocommerce non sarà sufficiente e occorrerà un sito creato apposta per le esigenze di quel business.

website visitatori

Costi aggiuntivi per un sito web

Nonostante tutti i costi su elencati e le attività svolte, non è detto che il sito sia raggiungibile dai potenziali clienti! Per non vanificare tutti gli sforzi fatti, è necessario:

  • già dalla fase di costruzione del sito, fare attività SEO (Search Engine Optimization), per far sì che il sito venga visualizzato nei primi risultati di Google per ricerche relative a ciò che si propone o si vende
  • eventualmente, promuovere il sito con pubblicità online e offline (a tal proposito vedi il nostro articolo ‘Come pubblicizzare un sito’ 
  • fare gli aggiornamenti del sito, sia quelli relativi ai contenuti, sia quelli relativi al CMS.

Anche questi sono costi ulteriori da aggiungere al budget…

Conclusioni

È chiaro a questo punto che non può esistere un listino prezzi per i siti web, in quanto il calcolo del costo per la sua realizzazione è strettamente legato alla sua specificità ed al mercato in cui opera. Sicuramente se si cerca il risparmio a tutti i costi non ci si può aspettare granché, perché nella maggior parte dei casi i siti più economici vengono realizzati partendo da un template preconfezionato adattato per alcuni aspetti ai gusti del cliente, ottenendo come risultato un sito che somiglierà a tanti altri e che non sarà ‘personale’, non identificherà il carattere dell’azienda.
Per consentirti di poter meglio valutare il lavoro dei professionisti del settore, come di avere idee innovative o tentare un approccio diretto alla materia, ti consiglio di seguire i corsi di Digital Coach sotto elencati:

Corso WordPress and website creation

Corso WordPress for Blogging and SEO Copywriting

Corso Magento ed E-commerce software

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]