Seleziona una pagina

Competenze Professionali

Quali sono e come inserirle nel cv per valorizzarle

 

Perché inserire le competenze professionali nel cv con precisione?

 

Le competenze professionali sono una delle sezioni più importanti del curriculum vitae di un lavoratore, forse addirittura la più considerata oggigiorno.

In un periodo in cui trovare un impiego stabile e redditizio sta diventando sempre più arduo, acquisire nuove competenze tecniche per distinguersi sta diventando fondamentale. Sono diverse le persone che decidono di migliorare le competenze professionali affidandosi a corsi di formazione come le Certificazioni sulle Nuove Professioni Digitali di Digital Coach®.

Le competenze professionali di un candidato, fino a qualche tempo fa, spesso venivano valutate superficialmente sulla base del percorso scolastico e ambito delle pregresse esperienze lavorative.

Questo ha portato ad un’eccessiva uguaglianza dei cv nel mercato del lavoro, le competenze professionali inserite nel c.v. risultavano poche e spesso troppo simili.

Social Media Manager: una professione con un’esplosione di richieste

Scopri il corso per certificarti 

DIVENTA SOCIAL MEDIA MANAGER

Molti disoccupati si sono ritrovati a domandarsi mentre aggiornavano il loro curriculum vitae:

  • quali sono le competenze professionali?
  • che competenze professionali ho?
  • quali competenze scrivere nel curriculum?
  • come migliorare le proprie competenze professionali?

Rispondere con precisione a queste domande permette di poggiare le basi per migliorare il proprio curriculum vitae inserendo competenze professionali richieste da un datore di lavoro. Magari queste capacità le si hanno già, ma semplicemente non ci si rendeva conto di averle.

Digital Coach® è una realtà in forte espansione nella formazione di disoccupati, inoccupati o lavoratori che vogliono riqualificarsi in ambito digitale. Oggi desideriamo aiutare queste categorie di persone a capire come valorizzare le proprie capacità al fine di incrementare la probabilità di arrivare ad un colloquio di lavoro e poi all’assunzione.

Vuoi vedere se hai la stoffa giusta per lavorare nel digital?

Scoprilo con un test

test professioni digitali

 

Quali sono le competenze professionali?

 

Le capacità professionali non si limitano ad un elenco di “cosa so fare” e “che strumenti so usare”. Così si possono definire le competenze tecniche o le competenze informatiche, tuttavia le competenze lavorative sono più ampie di quanto molti possano pensare.

Il mondo del lavoro distingue le capacità lavorative in:

  • hard skills: competenze tecniche verificabili e dimostrabili
  • soft skills: abilità personali trasversali.

Vediamo cosa sono e come valorizzare le competenze professionali inserite nei cv.

 

Desideri ampliare le tue abilità informatiche per fare marketing?

Scopri i nostri percorsi formativi

CORSI FORMATIVI BREVI

 

Hard Skills: mostra le competenze tecniche certificabili

 

Come già visto sono competenze tecnico-professionali acquisibili e dimostrabili in modo molto mirato e diretto, tramite un corso di formazione, delle certificazioni, un percorso scolastico oppure esperienze operative in aziende con ruoli ben definiti.

Esempi di competenze hard skills sono:

  • competenze informatiche: uso di CMS per la gestione di siti web, linguaggi di programmazione, utilizzo del pacchetto MS Office;
  • competenze organizzative: controllo qualità dei processi in base agli standard ISO, gestione della catena di produzione, degli acquisti o di un reparto industriale;
  • competenze tecniche: nello specifico le conoscenze dei professionisti, commercialisti, consulenti del lavoro, avvocati, architetti, geometri e così via.

Queste competenze sono solitamente le più semplici da inserire nel curriculum in quanto sono le più semplici da identificare ed acquisire.

Quali Competenze Professionali mettere nel CV

Soft Skills: individua le altre competenze richieste

 

Le altre competenze professionali dette soft skills sono quelle capacità che maggiormente possono distinguervi.

Sono abilità personali trasversali applicabili in più contesti lavorativi, per questo dette anche competenze trasferibili. Sono quelle altre competenze professionali che dipendono dalla cultura, dal contesto scolastico nel quale si è cresciuti, dalla personalità, dal carattere sviluppatisi con il normale decorso della vita.

Alcuni sottovalutano la descrizione di queste capacità limitandosi a darne indicazione sommaria oppure escludendole completamente dal proprio cv. Altri viceversa ostentano i cosiddetti “difetti da curriculum”, l’eccessiva pignoleria o le manie di perfezionismo, sperando di fare bella impressione anche con i difetti.

Esempi di competenze soft skills utili sono:

  • doti di leadership: abilità di coordinamento di un gruppo in attività rivolte al conseguimento di un risultato;
  • problem solving: propensione alla lucidità e freddezza nell’analizzare un problema e attuare dei meccanismi volti al trovare una soluzione;
  • competenze comunicative: riuscire ad esprimersi bene in pubblico in incontri testa a testa oppure come relatori di fronte ad una platea;
  • versatilità: riuscire a cambiare mansione all’interno di un’azienda ricoprendo sfumature diverse in un determinato contesto in breve tempo;
  • resistenza allo stress: capacità di lavorare sotto pressione, soprattutto per scadenze;
  • entusiasmo: affrontare nuove sfide e cambiamenti in modo positivo vedendo possibilità e non problemi nella diversità;
  • capacità di lavorare in gruppo: i leader che senza un gruppo capace di lasciarsi guidare sono inutili, per questo l’abilità di saper fare squadra è un valore aggiunto;
  • creatività: sviluppare nuove idee, realizzare nuovi prodotti, creare testi, innovare alcuni processi produttivi.

Individuate le capacità richieste nel mondo del lavoro che si sta evolvendo e necessita di comprendere sempre di più anche questi aspetti dei candidati. Potete farlo leggendo varie offerte di lavoro e appuntandovi quegli aspetti personali indicati come preferiti.

L’abitudine dei selezionatori è quella di cercare di percepire queste abilità personali anche dal c.v. in modo date da poter sviluppare un colloquio di lavoro il più mirato possibile.

 

Impara a migliorare il tuo profilo per le candidature online

Scarica gratis la nostra guida al personal branding

 

Le competenze professionali da scrivere nel curriculum vitae

 

Entrambe le categorie di competenze professionali sono richieste, sia quelle tecniche che quelle trasversali.

Nell’inserire le proprie competenze, specialmente quelle trasferibili, considerate l’importanza di:

  1. essere veritieri,
  2. dare un buon quadro di voi senza essere troppo vaghi,
  3. spiegare in maniera pratica come avete acquisito e rafforzato queste abilità, in modo tale da suggerire indirettamente come possono essere applicate in un contesto lavorativo.

Vediamo delle esemplificazioni per entrambe le categorie, dove inserire e come inserire le proprie capacità.

 

Inserire le capacità tecniche nel curriculum vitae

 

La prassi nei modelli europei di curricula elencando le esperienze lavorative e nella loro descrizione elencare mansioni e strumenti in maniera molto sommaria e veloce.

Di per sé questa è una buona prassi per inserire le competenze professionali nel vostro cv, ma attenzione … lo fanno tutti.

Da una parte è buono perché i possibili datori di lavoro sono abituati a leggere i curricula nelle loro parti principali, e certamente le esperienze lavorative sono tra le più viste.

Dall’altra non riuscirete davvero a distinguervi dalla massa e manterrete limitate le probabilità di arrivare al colloquio di lavoro.

Nei moderni modelli di c.v. è presente una sezione competenze solitamente indicata nella parte finale del foglio. A causa di questo molti compilano velocemente questa parte non soffermandosi nell’inserire testi ben strutturati, ma si limitano ad aggiungere qualche “extra skills” come doti musicali o veloci indicazioni di capacità pratiche acquisite.

Un chicca per valorizzare le capacità tecniche dette hard skills è inserire una buona spiegazione di strumenti e situazioni organizzative gestite in una sezione personalizzata “competenze” oppure “certificazioni”. Ad esempio:

Gestione Social Media: gestione pagina Facebook e Instagram aziendale. Ricerca nuovi argomenti, programmazione del calendario dei post, realizzazione testi e grafica con programmi quali Canva, Suite Adobe, etc. Realizzazione report periodici statistici sui risultati raggiunti dei post.

Ottimizzazione SEO Google: creazione di contenuti in wordpress posizionandoli per specifiche parole chiave e monitorando l’andamento del ranking tramite gli strumenti di analisi web (Google Analytics).

 

Spesso gli studenti di Digital Coach® chiedono come trovare lavoro nel digitale

Scarica gratis la miniguida sulle strategie per farsi notare

 

Descrivere le abilità trasversali in un curriculum vitae

 

Molti fanno fatica a rispondere alla domanda “che competenze ho?” in un cv. In alcuni modelli di curricula è presente una piccola sezione indicante “Competenze Personali”, questo spazio può essere ben utilizzato per elencare quegli aspetti della vostra personalità che ben spiegano la vostra persona.

Si trovano online anche degli interessanti configuratori di c.v. che vi permettono di inserire delle sezioni personalizzate da intitolare a vostra discrezione.

Attenzione che queste parti sono le più complesse da scrivere in quanto hanno una componente meno analitica e più trasversale.Competenze Professionali nel Curriculum Vitae

Per poter capire le proprie abilità trasversali pensate al vostro quotidiano, non focalizzandovi solo sul mondo del lavoro.

Domandatevi: il mio stile di lavoro è pragmatico e diretto oppure creativo e versatile? Amo le sfide e i cambiamenti? Lavoro bene in gruppo e come l’ho dimostrato? Quali contesti mi fanno sentire a mio agio nello svolgere attività finalizzate ad un obiettivo? Sono loquace o preferisco ascoltare?

Conoscervi bene è la partenza migliore per creare un curriculum vitae di successo.

Una volta fatto questo potrete inserire leabilità trasferibili”, ecco un paio di suggerimenti validi:

Resistenza allo stress: ho lavorato per 3 anni in uno studio professionale, questo mi ha abituato a rispettare le scadenze senza sentirmi oberato dalle stesse.

Lavorare in gruppo: partecipo settimanalmente ad allenamenti a corpo libero durante i quali i partecipanti, divisi in squadre, devono portare a termine dei task. Questo contesto mi ha aiutato molto ad interfacciarmi con le altre persone ed imparare a coordinarmi con mentalità diverse dalla mia.

Problem solving: la mia passione per le nuove tecnologie mi ha portato a testare spesso nuovi prodotti appena immessi nel mercato e riscontrarne limiti e funzionalità diverse, imparando in volta in volta da auto-didatta ad utilizzarli nonostante le iniziali difficoltà.

Come potete vedere non sono solo gli ambiti lavorativi a dimostrare le vostre competenze professionali trasversali, ma anche le vostre attività quotidiane, specie quelle che potreste considerare non inerenti a contesti lavorativi.

 

Come migliorare le proprie competenze per il lavoro?

 

Come abbiamo visto, le proprie competenze professionali possono essere acquisite in modo mirato o sviluppate in modo indiretto. Non derivano solo dai contesti lavorativi, ma si sviluppano anche con attività extra appartenenti alla normale quotidianità.

Volete migliorare le competenze digitali o le competenze informatiche? Scegliete un corso di formazione e conseguite una certificazione di digital marketing manager oppure di sviluppatori Web.

Volete riqualificarvi e acquisire nuove competenze da professionisti? Prendete parte ad un percorso di studi ad hoc e fate un praticantato.

Desiderate migliorare le vostre competenze trasversali personali? Perché non valutate dei tirocini formativi che vi mettano in condizione di svilupparle e poter quindi inserire queste migliorate competenze nel vostro cv?

Digital Coach® nei suoi percorsi specialistici inserisce sempre dei tirocini nel quale si lavora in un team formato da studenti e professionisti per più mesi, in questo modo si sviluppano non solo le competenze tecniche ma anche le capacità personali.

Altro aspetto interessante della sua attività di formazione per il mercato del lavoro è la possibilità di usufruire gratuitamente di un’ora di consulenza one to one con chiunque volesse un consiglio di un esperto sul come riqualificarsi lavorativamente.

Richiedi la tua consulenza gratuita sulle professioni digitali

Scopri come puoi riqualificarti in modo soddisfacente

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA DI CARRIERA GRATUITA

 

Valutazione Digital Coach su Google