Seleziona una pagina

PILLAR PAGE

cos'è, come si crea e che ruolo ha nella SEO

Pillar page significa letteralmente “Pagina pilastro”. Già dalla traduzione del termine inglese si può intuire cosa sia. Ma perché può rivelarsi un ottimo strumento per rendere le tue strategie di Content e Inbound Marketing vincenti? Perché riveste un ruolo importante in ottica SEO (search engine optimization)? 
Continua a leggere questa pagina e otterrai la risposta a queste domande, non prima però d’aver visto nel dettaglio cos’è una Pillar page e come si crea.

Pillar page

Se vuoi far posizionare il tuo sito internet nella prima pagina di Google, devi saper integrare correttamente la SEO con gli altri strumenti e canali di Digital Marketing. Per questo ti consiglio di dare un’occhiata alla Certificazione Web Content Manager di Digital Coach®.

 

Sei indeciso su quale sia il percorso formativo migliore per raggiungere i tuoi obiettivi?
Parla con un nostro esperto!

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA DI CARRIERA GRATUITA

 

Pillar page e Topic Cluster Model

Prima di spiegare il significato e le caratteristiche della Pillar page, è doveroso introdurre il tema del Topic Cluster Model. Questo modello non è altro che una strategia SEO che si concentra sugli argomenti anziché sulle keyword (parole chiave). E la Pagina pilastro è il fulcro del Topic Cluster Model.

Andiamo uno step indietro…se un tempo il successo di una pagina web nella SERP di Google era determinato dall’inserimento di keyword nella pagina stessa, successivamente sono entrate in gioco altre dinamiche che hanno portato alla nascita di modelli basati sui contenuti.
Se prima la keyword density era un fattore di ranking determinante, ora rivestono un ruolo molto importante la qualità e la pertinenza dei contenuti.

 

Ti piacerebbe intraprendere la carriera di Seo Specialist?
Scopri se è la professione che fa per te con il nostro Test attitudinale.

Test SEO Specialist

 

Cos’è la Pillar page?

A fronte di quanto visto finora possiamo definire la Pillar page, detta anche Pillar Content, quella pagina web che tratta un argomento principale molto vasto e si collega tramite link (Hyperlinks) ad altre pagine (Cluster content) che approfondiscono sotto-argomenti a supporto dello stesso topic principale. Sintetizzando, possiamo vederla come una guida dalla A alla Z.
Pillar content, Cluster content e Hyperlink non sono altro che i tre elementi chiave del Topic Cluster Model. Possiamo immaginare questa struttura come una grande ragnatela dove al centro si posiziona la nostra pagina pilastro.

 

Caratteristiche

Ecco le caratteristiche di una Pillar Page efficace:

  • Lunghezza: generalmente la pagina pilastro si attesta tra le 2000 e le 5000 parole e in ogni caso è più lunga di un blog post
  • Contenuto: deve essere autorevole, informativo, educativo, duraturo nel tempo e deve rientrare in una sola pagina
  • Link bidirezionali: la Pillar page deve contenere link in uscita verso il Cluster content e viceversa
  • Barra di navigazione: va prevista all’interno della pagina pilastro in modo da consentire all’utente di “muoversi” facilmente all’interno della pagina stessa, rendendo la sua User Experience agile e piacevole
Topic Cluster Model

 

Tipologie più comuni di Pillar Pages

Le due tipologie più comuni di Pagina pilastro sono:

  • 10x Content Pillar page: chiamata così perché è 10 volte migliore di qualsiasi altra risorsa disponibile su quel dato argomento. La 10x Content Pillar page assume la forma di un report o guida approfondita ed è la soluzione che risponde pienamente alle domande poste dal tuo pubblico ed offre interfaccia utente e UX ottimali su ogni dispositivo.
  • Resource Pillar page: questa pagina si collega ad una serie di contenuti interni ed esterni. Si tratta quindi più di una raccolta curata di collegamenti a risorse utili a supporto dell’argomento principale e degli argomenti correlati che una pagina con spiegazioni approfondite

Anche se differiscono sotto molti aspetti, entrambe le pagine hanno delle caratteristiche in comune:

  • il titolo H1 contenente la focus keyword
  • un’introduzione che fornisce una definizione dell’argomento generale
  • sottosezioni che trattano gli argomenti secondari principali
  • link interni
Sebbene questi siano i due tipi di Pillar page più comuni, le pagine pilastro sono molto flessibili e il Content Creator è libero di sperimentare diversi format, contenuti, argomenti e combinazioni.
 
 
 
Vuoi imparare a creare contenuti per il web? Scarica la nostra guida gratuita!
 
 
 

6 step per una pillar page di successo

Ora che abbiamo dato una definizione, visto le caratteristiche e le tipologie principali, entriamo nel vivo del discorso e vediamo come si crea una Pillar page.

Pillar page creazione

 

Basta seguire questi 6 step:

  1. Definisci un argomento: individua un argomento da trattare che sia interessante e di valore per la tua audience. Quando selezioni il topic devi già avere già ben chiari i sub-topic, ossia gli argomenti correlati che verranno trattati nel Cluster Content.
  2. Analizza la concorrenza: una volta definito l’argomento, verifica quello che fa la concorrenza e soprattutto se risponde in modo esauriente alle domande dell’utente
  3. Costruisci un sommario: il sommario dovrà contenere nei titoli le risposte alle domande dell’audience in modo da soddisfare fin da subito le esigenze del lettore
  4. Individua le keyword: individua le parole chiave e le correlate che verranno inserite nel testo in modo funzionale al risultato che si vuole ottenere
  5. Inserisci file multimediali: l’inserimento di immagini, grafiche e video contribuiscono a rendere la UX più piacevole e spezzano il muro di testo
  6. Inserisci delle CTA (call to action): la CTA ha lo scopo di far compiere un’azione all’utente al fine di ottenere una lead o una conversione (iscrizione alla newsletter, acquisto di un prodotto ecc.)

 

Ti piacerebbe scoprire tutti gli strumenti per poter scalare la SERP?
Grazie alla Certificazione SEO Manager, indicizzare e ottimizzare un sito web non sarà più un problema!

CORSO SEO MANAGER

 

Esempi di Pillar pages da imitare

Vediamo 3 esempi di Pillar content da seguire:

  • HubSpot, nel suo blog, ci presenta un chiaro esempio di Pillar page sulle Productivity Apps. Con ben 4700 parole, questo Pillar content, è una risorsa completa che soddisfa le esigenze di un vasto pubblico e copre una serie di argomenti secondari chiave, elencando diversi tipi di app tra cui gestione del tempo, produttività sul lavoro, prendere appunti e molto altro.
    Il collegamento tra pagina pilastro e cluster content è ben visibile anche grazie al fatto che la prima ha lo stesso dominio degli articoli del blog
  • Un secondo esempio è quello di Typeform sulla Brand Awareness. Questa Pillar page ha una palette colori molto gradevole ed una navigazione semplice. Il sommario ci appare immediatamente e il contenuto è chiaro e completo. Numerosi sono i link esterni e solo verso la fine della pagina iniziano a comparire link interni per supportare l’argomentazione
  • Il terzo e ultimo esempio ci porta alla guida di GatherContent sulla progettazione dell’esperienza utente (UX). Si tratta di una pagina pilastro scaricabile dall’utente lasciando il proprio indirizzo email. Il vantaggio offerto da questa tipologia di pagina è sia per l’utente finale che fa proprio un contenuto che può leggere in qualsiasi momento, sia per il sito stesso che acquisisce una lead

 

Il ruolo della Pillar page nella SEO

La metodologia di navigazione sul Web è cambiata negli ultimi anni. Se prima la nostra ricerca era focalizzata su un’unica parola (keyword), ora si è fatta più complessa e molto spesso ci troviamo a porre delle vere e proprie domande al motore di ricerca.

 

Relazione Pillar content e SEO

 

A fronte di questo, l’algoritmo di Google, il principale motore di ricerca mondiale, si è adeguato ed ha iniziato a premiare quei siti che rispondono in modo esaustivo alle esigenze dell’utente. Di conseguenza, i siti web hanno dovuto adottare una strategia di Content Marketing ed un modello tale da “piacere” a Google. Da qui la nascita del Topic Cluster Model e del suo elemento chiave, la Pillar page. Ecco il motivo per cui la pagina pilastro riveste un ruolo primario nella strategia SEO.

 

Se il mondo della SEO ti affascina e vorresti scoprirne tutti i segreti, ti consiglio di dare un’occhiata ai percorsi formativi specialistici di Digital Coach®

CORSI SEO

 

Impara a creare una Pillar page efficace

Ora che hai ben chiara l’importanza della Pillar page nel mondo del Digital Marketing, non ti resta che provare a crearla seguendo le nostre Best Practice. Così facendo eviterai errori che potrebbero penalizzare il tuo sito anziché posizionarlo in prima pagina nella SERP di Google. Imparare a costruire una pagina pilastro consente anche di dimostrare le proprie abilità nel campo del digitale. Considerando che si tratta di un settore in costante crescita, chi ha competenze specifiche può ottenere una carriera di successo!

 

Richiedi un Coaching Strategico con un nostro esperto che ti spiegherà come costruire una Pillar Page di sicuro successo!

RICHIEDI UNA CONSULENZA STRATEGICA GRATUITA

 

Che tu voglia riqualificarti oppure intraprendere una nuova strada, diventare un professionista del Digital Marketing potrebbe essere la scelta giusta per te!

 

Non esitare a contattarci per avere informazioni sui nostri corsi innovativi!

SCRIVICI PER SAPERNE DI PIÙ