Seleziona una pagina

PERSONAL BRANDING PER AZIENDE

Aumenta la tua visibilità

 

Se leggi il nome Mark Zuckerberg, a cosa pensi? Esatto, a Facebook.
E se dico Richard Branson? Bravo, è il fondatore della Virgin Records!
Sicuramente invece sai di cosa parlo, se scrivo Elon Musk! (Si, voglio guidare anche io una Tesla!)
Ma perché ne sto parlando?
Perché il Personal Branding per aziende è uno strumento ormai imprescindibile dal successo di un qualunque Business, soprattutto se online.
Sicuramente ne avrai sentito parlare, ma sai davvero di cosa si tratta?
E conosci davvero i metodi migliori per incrementare la tua visibilità online e i tuoi guadagni, riuscendo anche a divertirti?

PERSONAL BRANDING PER AZIENDE: COS’È

Personal branding per aziendePrima di tutto, dedichiamo qualche parola sul concetto di Personal Branding.
Detto in parole povere, si tratta di curare la propria immagine e reputazione personale come fossero un Brand o un marchio. In questo modo si umanizza il proprio prodotto e il target di riferimento ha un esempio concreto per conoscere i benefici ed i vantaggi di ciò che gli si propone.
Nel corso degli ultimi anni l’importanza del Personal Branding è cresciuta sempre più fino a diventare una delle strategie più adottate dalle grandi aziende, ma non solo.
Anche le Startup hanno capito quanto sia importante mostrare al proprio pubblico la persona dietro il professionista, e le campagne di Crowdfunding online sono spesso centrate su come i creatori di un dato prodotto lo usano nella loro vita di tutti i giorni.
Con la nascita e lo sviluppo dei Social Network il Personal Branding per Aziende è poi diventato ancora più potente ed efficace se si vuole aumentare il proprio Brand Awareness.

Tuttavia c’è un altro elemento di cui tenere conto oggi.
Se infatti fino a pochi anni fa bastava che solo il CEO di una azienda curasse il proprio Personal Branding, oggi non è più così.
Siamo tutti sui Social Network, la nostra Identità digitale è ormai integrata con la nostra vita e le nostre attività. 
Quindi non basta più che curi la tua immagine. 
Se vuoi davvero sfruttare al massimo il Personal Branding per Aziende devi fare attenzione anche a cosa fanno i tuoi dipendenti ed i tuoi partner.
Chiunque può infatti twittare qualcosa di inopportuno in qualunque momento.
Chiunque di noi può essere taggato su una foto imbarazzante della nostra ultima vacanza che una volta diffusa su Internet sarà impossibile rimuovere o nascondere.
Ci sono stati tantissimi casi diventati famosi di dipendenti che hanno perso il posto per situazioni come questa e che hanno creato non pochi problemi di immagine alle proprie aziende.
Capisci quindi quanto sia diventato necessario, se vuoi migliorare il tuo Personal Branding per le aziende, sapere anche cosa fanno le persone che lavorano per te e con te?

PERSONAL BRANDING PER AZIENDE: COME INIZIARE

Per fortuna, una volta che avrai capito questo ti basterà seguire alcune piccole regole per migliorare il tuo Brand Awareness.
Prima di tutto dovrai assolutamente chiederti che tipo di immagine vuoi che il tuo pubblico associ al tuo prodotto.

  • Vendi un prodotto di lusso?
  • Sei specializzato nella cucina biologica?
  • Magari ti rivolgi a dei teenagers?
  • O a dei Nerd, dato che ti sei specializzato in un preciso prodotto informatico?

Le possibilità sono varie ed è assolutamente necessario che tu capisca quale sia il tuo target.
Numerose ricerche hanno dimostrato che la tua comunicazione deve essere estremamente specifica e se questo è vero per pubblicizzare il tuo prodotto, lo e ancor di più quando si tratta di Personal Branding per le aziende.
Per fare un esempio, immagina che la tua attività imprenditoriale online si occupi di vendere prodotti vegani. Potrebbe essere sconveniente trovare una tua foto in cui hai stai divorando una fiorentina grande quanto un tavolo!
Questo per dirti che non esiste un modo che sia giusto in assoluto per comunicare con il pubblico e che capire a chi ti stai rivolgendo è fondamentale per  migliorare il tuo Brand Awareness e gestire il Personal Branding per aziende.

Una volta che avrai ben chiaro in mente questo dettaglio, devi chiederti se il tuo stile di vita e il modo in cui utilizzi i Social Network per comunicare siano dunque allineati con quelli del tuo Target. 
Le persone amano informarsi riguardo ciò su cui decidono di investire, che sia il proprio tempo o i propri soldi, e non è così improbabile che cercando informazioni su di te si imbattano anche in dettagli privati.
D’altronde ad essere sotto i riflettori sono ormai tutti i membri della tua Azienda.
Quindi ciò di cui abbiamo parlato riguarda anche loro.

PERSONAL BRANDING PER AZIENDE: COSA FANNO I TUOI DIPENDENTI QUANDO NON LI VEDI?

La prima cosa che devi assolutamente fare: assicurati che i tuoi dipendenti siano in linea con ciò che vuoi comunicare.
Potrebbe essere una buona idea, che ad esempio viene usata in Google e altre grandi aziende, stilare una lista di comportamenti da seguire e da evitare, raccoglierli in un manuale o un documento e consegnarglielo.
In questo modo detterai le regole da rispettare e avrai un ottimo strumento per ricevere un Feedback immediato di cui fare tesoro.
Per quanto riguarda l’uso di Internet è ovvio che non puoi certo impedirgli di usarlo, ma puoi insegnare loro come sfruttarlo per portare vantaggi anche all’Azienda in cui lavorano ed evitare il rischio che ti danneggino, magari inconsapevolmente.
Personal branding per le aziendeUno dei casi più famosi di come il comportamento di un dipendente può minare l’immagine dell’azienda per cui lavora è quello di Justine Sacco, una ragazza il cui Tweet razzista è diventato virale.
Per capire quanto veloce uno sbaglio possa diffondersi online, Justine ha inviato questo Tweet prima di imbarcarsi per un volo verso il Sudafrica.
Al suo arrivo più di 15.000 persone l’avevano già ritwittata, erano usciti articoli su di lei in cui venivano raccolti altri suoi tweet ”scomodi” e la IAC, la società per cui lavorava, l’aveva già licenziata.
Ti sembra esagerato?
Probabile, ma è il mondo in cui viviamo, in cui ogni nostra parola o gesto viene ”visto” da tutti.
Nessuna Azienda può sottovalutare questo aspetto.
Quindi ecco alcune regole e suggerimenti che devi seguire per integrare i tuoi dipendenti nella strategia per incrementare il tuo Brand Awareness.

PERSONAL BRANDING PER AZIENDE: I SOCIAL NETWORK

Inizia con il rispondere a questi quesiti.

  • Quali Social Network usano i miei dipendenti?
  • Quanto e come li usano?
  • Che tipo di contenuti condividono?
  • E questi contenuti rinforzano o creano problemi al mio Brand?

Personal branding per aziendePensa alla tua azienda come a una rete in cui ogni anello è un dipendente. Se un anello cede rischia di danneggiare l’intera struttura, come nel caso di Justine Sacco.
Un profilo Linkedin mal gestito può ad esempio essere ininfluente per il tuo Brand, mentre un dipendente in grado di creare connessioni efficaci e postare contenuti di valore può aumentare la tua visibilità.
Immagina quindi se tutti loro curassero efficacemente il loro profilo quanto ne potresti guadagnare!
Stessa cosa per quanto riguarda Facebook. Al giorno d’oggi le nostre vite si sono integrate a tal punto con Facebook che è difficile separare le due cose. Fa in modo che lo stile di vita che appare sulle loro Bacheche sia in linea con quanto richiesto dal tuo Brand.
Sfruttando in modo strategico l’uso che i tuoi dipendenti fanno naturalmente dei Social riuscirai a trarre un grande vantaggio per quanto riguarda la visibilità del tuo Brand.
Ricorda poi una cosa fondamentale.
Impara a controllare chi ”parla” di te su internet. Una buona attività di Digital Pr è importantissima per influenzare positivamente le decisioni dei tuoi clienti o futuri Partner ed il nostro Modulo Digital Pr può aiutarti in questo.

Questi sono solo alcuni spunti di riflessione per aiutarti a comprendere quanto il Personal Branding per Aziende sia un elemento di cui tenere conto e che i tuoi dipendenti possono influenzare, anche inconsapevolmente, la tua Brand Reputation.

  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (1 )
  • Vota!