Seleziona una pagina

Nomadi Digitali

Lavorare e vivere da remoto

Chi sono?

I nomadi digitali sono degli individui che decidono di lavorare e vivere da remoto, per rendersi liberi di viaggiare e migliorare al meglio la propria vita.

Alcuni di loro sono fotografi, grafici, web designer, analisti, blogger, scrittori, reporter freelance che hanno prestato servizio alle dipendenze di un’azienda e vogliono emanciparsi da ritmi e luoghi di lavoro stressanti.

Conducendo una vita da nomadi digitali e sfruttando la tecnologia del web, questi professionisti cambiano il proprio modo di vivere perchè:

  • Vogliono lavorare in qualsiasi posto e in qualsiasi momento della giornata;
  • Vogliono esplorare il mondo e viaggiare senza rinunciare al lavoro;
  • Desiderano non dipendere più da un’azienda e lavorare in autonomia;
  • Vogliono cambiare stile di vita senza dover cambiare professione;
  • Vogliono coltivare le loro passioni e trarne un guadagno economico;
  • Vogliono svolgere attività “lontane” dal mondo di Internet (quali ad esempio il personal trainer, il fotografo, il video-maker, l’insegnante di yoga, lo scrittore, il traduttore etc.) traendone anche benefici economici;

Sogni di diventare un esperto Freelance? Scarica qui la guida

Cosa fanno i nomadi digitali?

Il nomade digitale puoi decidere se lavorare e vivere da remoto come:

  • Blogger (gestendo siti o blog propri o di altri clienti);
  • Freelance (prestando la sua collaborazione o consulenza a distanza a differenti clienti per la scrittura di contenuti web, la gestione di campagne pubblicitarie sui Social Network, fare customer care da remoto la realizzazione di siti, del relativo aspetto grafico e così via);

Lavorare come blogger 

Se animato da tanta passione e voglia di mettersi in gioco, il nomade digitale può lavorare da remoto scrivendo articoli per il proprio Blog o quello di altri clienti.

Concentrandosi sugli argomenti che fanno parte dei suoi interessi personali (o su quelli commissionati ad hoc da un’azienda) può produrre contenuti con cadenza regolare e ottimizzati per la SEO. L’editing costante di articoli arricchisce di contenuti il blog e permette al nomade digitale di dimostrare la sua professionalità, la sua conoscenza degli argomenti e di percepire un ritorno economico offrendo i suoi prodotti o servizi agli utenti web.

Lavorare come Freelance 

I professionisti che vogliono lavorare da remoto e connettersi con aziende, agenzie o singoli clienti, possono farlo da freelance. Offrendo consulenza e servizi, lavorano in autonomia curando gli interessi del cliente, contribuendo a creare un solido rapporto di fiducia professionale tra le due parti.

Vuoi lavorare on line da remoto? Non farti scappare questa opportunità e scarica l’e-book

I requisiti tecnici per lavorare da remoto

Lavorare e vivere da remoto è ormai possibile grazie a strumenti che fino a poco tempo fa erano inesistenti. Quello da cui non possono prescindere i nomadi digitali è infatti la tecnologia. La dotazione minima include:

  • uno smartphone (per telefonare o connettersi ad internet);
  • un computer portatile;
  • una solida connessione a Internet ( Mi-Fi è un router tascabile leggero che assomiglia ad una carta di credito, con all’interno una Sim card in grado di generare una rete Wi-Fi da quella di telefonia mobile. In esso si possono collegare più dispositivi contemporaneamente);
  • Gli account di Facebook, Skype o Google (per gestire la comunicazione con i clienti);
  • Una casella di posta elettronica (che offre la possibilità di essere ingaggiati tramite email);
  • Una carta di credito, un conto corrente ( o un account Paypal per ricevere pagamenti Online);

Come trovare lavoro da remoto 

Trovare opportunità di lavoro in remoto non è facile. Per aiutare i professionisti a connettersi con le aziende, sono nati diversi siti che aggregano diverse tipologia di offerte lavorative.

Siti specializzati per freelance

Esistono delle piattaforme professionali che offrono ottime soluzioni su come trovare lavoro da remoto. Ecco una lista di siti per nomadi digitali o freelance:

  1. Jobespresso (ha un elenco costantemente aggiornato di offerte di lavoro a distanza, presso diverse aziende e start-up tecnologiche che richiedono programmatori, sviluppatori, esperti di marketing, supporto e gestione clienti, scrittori di contenuti, designer, project manager etc.);
  2. Remote Ok (contiene offerte di lavoro remoto disponibili sul web e filtrate per categoria professionale);
  3. Working nomads (offre una selezione di lavori digitali per professionisti che lavorano a distanza);
  4. We work remotely (la più grande comunità sul web con oltre 2.500.000 visitatori mensili);
  5. Remotive (una community dove i lavoratori da remoto possono interagire tra loro);
  6. Flex Jobs (per lavori da remoto, part time e freelance);
  7. Outsourcely (per nomadi digitali che vogliono lavorare con le startup);
  8. Remote.co (un ricco motore di ricerca per i lavoratori da remoto);
  9. Europe Remotely (un elenco completo di lavori a distanza per lavoratori con sede in Europa);
  10. Addlance (una lista di 30000 freelancer italiani disponibili per le aziende);
  11. com (per reclutare esperti freelance);
  12. Twago (per trovare un esperto in rete);

Social Network per lavorare da remoto

I nomadi digitali possono proporsi alle aziende anche grazie ai social Network. In questo Facebook e LinkedIn rappresentano degli ottimi strumenti per cercare lavoro da remoto.

LinkedIn

Questo social network è la piattaforma ideale per la carriera di un esperto freelance che vuole mettersi in mostra. Attraverso i contenuti pubblicati sul Blog LinkedIn Pulse, è possibile attirare l’attenzione di altri professionisti dello stesso network e rendersi più interessanti. Essere presenti su questo social significa:

  • Ottimizzare il proprio Personal Branding;
  • Ottimizzare ulteriormente la ricerca degli annunci di lavoro (tra i filtri applicabili nella ricerca di lavoro esistono due voci come remote e freelance);
  • Dimostrare autorevolezza (attraverso le proprie competenze dimostrate con gli articoli scritti e le raccomandazioni scritte da qualcuno con cui si è già lavorato);
  • Essere ottimizzati in ottica SEO (attraverso i contenuti scritti sul blog);
  • Agevolare il traffico verso il proprio sito/Blog;

Vuoi trovare clienti e opportunità di lavoro? Scarica qui la mini guida su come fare Marketing su LinkedIn

Facebook e Meetup

Creare una rete di relazioni professionali solide e durature, aiuta i nomadi digitali a trovare lavoro. Facendo Networking è possibile scambiarsi ad esempio consigli su quali strumenti online utilizzare, su quali aziende sono in cerca di risorse lavorative, quali zone evitare quando ci si sposta nel proprio itinerario di viaggio etc.

Attraverso l’iscrizione ai gruppi Facebook di nomadi digitali e freelance, si possono incontrare membri attivi che possono facilitare la ricerca di lavoro in tempi brevi. In gruppi come Digital Nomads Around The World con oltre 44 mila membri attivi da tutto il mondo, si condividono esperienze, consigli e conoscenze relative al vivere lo stile di vita da nomade digitale.

Altre piattaforme come Meetup sono molto utili per far incontrare gruppi di persone in varie località del mondo attorno a un comune interesse, come la politica, i libri, i giochi ecc. 

Vorresti conseguire una certificazione ufficiale per trovare lavoro come community manager ? Clicca qui per ulteriori Informazioni

Il Coworking e le Aziende Distribuite

Con il mondo del lavoro in continuo cambiamento, grazie alle nuove tecnologie si è diffuso un nuovo modello che permette di lavorare senza vincoli di tempo e di spazio. Se il lavoro è online, può essere svolto da casa o da qualsiasi altro luogo del mondo.  

Il coworking è un’attività lavorativa sviluppata da imprenditori di Internet nomadi alla ricerca di un’alternativa al lavorare nei bar e nei caffè o in isolamento. Si tratta di una rete sociale che condivide lo stesso ambiente di lavoro ma lavora in modo indipendente.

Chi lavora secondo questa filosofia è interessato alla sinergia che può avvenire a contatto con altre persone di talento e non vuole perdere l’interazione umana che invece procura l’isolamento quando si lavora in ufficio o da casa.

Il Coworking è anche alla base del concetto di Azienda Distribuita: si tratta di  un’impresa che non ha uffici centralizzati e i suoi dipendenti possono lavorare da casa, dai coworking o da qualsiasi luogo essi preferiscano farlo.

 

  • Rating Lettori
  • No Rating Yet!
  • Vota!


 

[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]