Seleziona una pagina

La storia di Internet ed il futuro digitale

Le 4 fasi fondamentali

La storia di internet in breve

Ti stai domandando quando è nato Internet? La storia di Internet comincia sul finire degli anni 50 del novecento, quando negli Stati Uniti si comincia a teorizzare la nascita di una rete di computer mondiale che permetta di trasmettere segnali, parole, immagini a lunga distanza. La rete informatica, che oggi conosciamo come Internet, è il frutto di diverse fasi di progresso tecnologico, legato sia allo sviluppo delle infrastrutture che dei sistemi di telecomunicazione.

Bisogna attendere gli anni 80, infatti, perché le tecnologie informatiche comincino a diffondersi in tutto il mondo e gli anni 90 per assistere alla nascita del world wide web e alla diffusione massiva della rete. Prima di cominciare a raccontare le varie tappe della storia di Internet, partiamo dalla sua definizione.

 

La storia di Internet

 

Che cos’è Internet? 

Partiamo subito dalla definizione di Internet: interconnessione di reti informatiche di accesso pubblico, che connette dispositivi o terminali di tutto il mondo. Oggi, rappresenta il più importante mezzo di comunicazione di massa, a livello globale, che offre agli utenti la possibilità di trasmettere e ricevere contenuti di qualsiasi genere. Nell’ambito delle tecnologie dell’informazione rappresenta uno dei motori trainanti dell’economia mondiale. Scopriamo ora quali sono le sue origini, quando è nata Internet ed il contesto in cui si è sviluppata.

La nascita di Internet: Arpanet

Le origini di Internet si riconducono agli inizi degli anni 60, in piena guerra fredda, quando il mondo è diviso in due grandi aree di influenza: il blocco occidentale capitalista dominato dagli Stati Uniti ed il blocco comunista guidato dall’Unione Sovietica. Le due super potenze si confrontano e competono sul piano ideologico, militare e tecnologico. L’URSS, già da qualche anno, ha lanciato in orbita il primo satellite artificiale, Sputnik, e negli Stati Uniti cresce forte il timore di un sorpasso tecnologico

In seguito al dispiegamento di missili sovietici a Cuba, si paventa sempre di più l’incombente pericolo di una minaccia nucleare. Il Ministero della Difesa americano, in continuo allarme per la tensione venutasi a creare, incarica l’ARPA (Advanced Research Projects Agency) di realizzare una rete di telecomunicazioni. Questa struttura deve garantire la circolazione delle informazioni tra le basi militari statunitensi, in modo veloce e sicuro, anche in caso di attacco nucleare.

Viene quindi creato un sistema di reti decentralizzato, privo cioè di un nodo centrale. L’obiettivo è quello di evitare che la distruzione o l’attacco di una sola rete provochi l’annientamento dell’intero sistema. Nasce così non una rete, ma un sistema di reti telematiche denominato Arpanet, che segna l’inizio della storia della rete Internet e l’avvento della terza rivoluzione industriale.

Da Arpanet a Internet

La rete Arpanet nasce ufficialmente nel 1969: il primo collegamento tra computer avviene tra la UCLA (Università della California di Los Angeles) e lo Stanford Research Institute. Dopo qualche mese vengono annessi altri due nodi: l’Università di Santa Barbara e quella dello Utah. Alla fine del 1972 i nodi connessi sono 37 e da questo momento Arpanet comincia a crescere in modo esponenziale.La storia di Internet

A partire dal 1972 già si utilizzano:

  • la posta elettronica
  • il collegamento da remoto
  • il trasferimento di file FTP (File Transfer Protocol)

e dal 1974 si lanciano i protocolli di trasmissione:

  • IP (Internet Protocol)
  • TCP (Transmission Control Protocol).

In seguito al grande sviluppo, nel 1983 il Ministero della Difesa americano, per ragioni di sicurezza, decide di destinare i programmi di ricerca a scopo militare e governativo ad un apparato chiamato Milnet. Arpa Internet subentra come strumento al servizio delle università e dei centri di ricerca.

Negli anni 90 si assiste ad un processo di privatizzazione della rete e grazie alla sempre maggiore diffusione dei personal computer che rendono collegabili centinaia di utenti, in pochi anni si dà il via alla rivoluzione tecnologica  e comincia la vera storia di Internet.

La nascita del World Wide Web

Nel 1989, Tim Berners Lee, fisico e informatico inglese, considerato oggi il padre del web, realizza all’interno del Cern di Ginevra (Centro Europeo per la Ricerca Nucleare) un sistema di condivisione di dati testuali e multimediali. HTMLDà così origine all’HTML (Hyper Text Markup Language), oggi il principale linguaggio di pubblicazione di pagine web. Basandosi sul concetto di ipertesto, consente di collegare tra loro tutti i documenti attraverso link, dando origine alla nascita del World Wide Web e all’architettura del WWW, la grande ragnatela mondiale.

La nascita dell’HTML e del WWW segna un passaggio importante nella storia di Internet. Da questo momento lo sviluppo delle tecnologie informatiche è inarrestabile. Nel 1993 nasce il primo browser Mosaic, realizzato dal NCSA (Centro nazionale statunitense per il supercalcolo). Negli stessi anni vengono lanciati i primi motori di ricerca: Aliweb, Lycos, AltaVista e Yahoo, nel 1996 HotBot e nel 1998 è la volta di Google, destinato in pochi anni a cambiare per sempre la storia della rete e di tutti noi.

La storia di Internet In Italia

La nascita di Internet in Italia è datata 30 aprile 1986, quando dal Cnuce del Cnr di Pisa parte il primo collegamento con la Pennsylvania. L’anno successivo è la volta del primo sito dominio con la denominazione geografica italiana cnr.it. Bisogna attendere il 1992 per vedere entrare a far parte del dizionario italiano la parola Internet. Da quel momento lo sviluppo è stato inarrestabile.

La storia moderna di Internet e la rivoluzione digitale del Web 2.0

Con il termine Web 2.0, preso in prestito dal mondo dello sviluppo software, si intende la seconda fase del web, caratterizzata dalla possibilità di interagire con i contenuti dei siti. Questa fase risulta in contrapposizione a quella precedente, definita Web 1.0 meno interattiva e più statica. È la presenza di blog, chat e forum dapprima e la nascita dei social network o social media poi, a segnare l’inizio di questa nuova fase della storia del web. Gli utenti da meri fruitori diventano autori in grado di pubblicare e commentare oltre che di condividere e diffondere.

La nascita dei social media

Non a caso il termine Web 2.0 appare per la prima volta nel 2005, un anno dopo la nascita di Facebook che ha rivoluzionato la storia di internet. Quello stesso anno in cui a San Francisco, tre ragazzi danno origine a Youtube, Social mediaacquisita nel 2006 per 1.650 milioni di dollari da Google, che in quegli stessi anni è già il principale motore di ricerca al mondo.

Soprattutto grazie anche al lancio nel 2007 del primo iPhone, in pochi anni LinkedIn, Facebook, Twitter e YouTube crescono in maniera esponenziale, cambiando per sempre la storia di Internet e la vita di milioni di utenti: cambiano il modo di interagire e di relazionarsi, il modo di fare informazione e politica e il mondo del business.

Milioni di utenti cominciano ad utilizzare quotidianamente Linkedin per cercare lavoro, trovare nuovi clienti, stringere relazioni professionali. Sempre più aziende fanno uso di questi canali per creare il proprio brand online ed investono ingenti capitali per lanciare campagne di marketing nella rete. Nuovi specialisti del settore dal Community Manager al Social Media Manager, al Digital Marketing Specialist si affacciano nel mondo del lavoro.

La storia di internet e il futuro digitale: quali nuovi scenari?

Assistenti vocali e/o virtuali come Siri di Apple, Cortana di Microsoft, Alexa di Amazon, smartphone in grado di riconoscere il proprietario attraverso i tratti fisionomici, vocali o attraverso l’iride. Ancora, servizi di assistenza nati per prevedere i comportamenti di acquisto degli utenti: sono solo alcuni degli esempi che sfruttando l’Intelligenza Artificiale intelligenza artificiale(AI) stanno ancora una volta rivoluzionando la storia di internet e cambiando la vita di tutti noi.

Che cos’è l’Intelligenza artificiale?

L’AI intesa come la capacità da parte di una macchina di eseguire funzioni cognitive simili alla mente umana, come ragionare, parlare, imparare, negli ultimi anni ha fornito un contributo importante alla scienza informatica. Con l’Intelligenza Artificiale è possibile analizzare grandi quantità di dati e ottenere soluzioni rapide e più efficaci rispetto a quelle che diversi cervelli umani messi insieme sono in grado di produrre.

In particolare l’AI sta mostrando recentemente tutta la sua potenza all’interno dell’industria dell’online, tanto da essere ormai alla base di numerose strategie di web marketing di molte aziende. L’area di impiego maggiore è sicuramente quella che riguarda il comportamento degli utenti, mostrando un continuo progresso dell’interazione uomo-macchina.

L’importanza dell’AI ed il suo impiego nell’online

Un’azienda che certamente usa AI è Amazon, che analizzando abitudini d’acquisto, cronologie, pagine visitate, tempo di permanenza e tasso di abbandono, senza algoritmi riesce a creare delle correlazioni e a personalizzare l’offerta e la percentuale di sconto di ciascun utente. Attraverso l’analisi predittiva è cioè in grado di formulare giudizi e previsioni che sino a qualche anno fa erano prerogativa dell’uomo.

Dal Machine Learning all’apprendimento del linguaggio naturale, l’AI è ormai inconsapevolmente una presenza costante nella nostra vita. Quali saranno gli scenari futuri è difficile prevederlo. Certamente dalla nascita di Arpanet alla rivoluzione digitale dei nostri giorni la storia di Internet è stata una straordinaria storia di progresso scientifico e tecnologico. Il resto bisognerà inventarlo.

Risorse utili

Di seguito vi segnaliamo alcune risorse tra le più interessanti, utili ad approfondire la storia di Internet, dalla sua nascita alla sua evoluzione:

Per approfondire la storia di Internet in Italia consigliamo:

  • Il futuro trent’anni fa. Quando Internet è arrivata in Italia  a cura di Abba e di Arturo di Corinto

Per quel che riguarda  la storia di Internet per bambini segnaliamo:

Ed infine una risorsa utile per studiare la storia di Internet in inglese:

  • A Brief History of the Future. Origins of the Internet by John Naughton

I corsi di Digital Coach

Se vuoi approfondire i temi riguardanti l’Intelligenza artificiale, il suo impiego nel digital marketing e l’impatto che sta avendo nella vita di tutti noi ti suggeriamo il corso Location Based Marketing in cui vengono approfondite le tecniche e gli strumenti che permettono di raggiungere il corretto target di utenti in funzione della loro geo-localizzazione. Viene presentata inoltre, una panoramica sull’interazione dei social media con il mondo del Mobile Marketing Geolocalizzato, una delle ultime evoluzioni nel progresso della storia di Internet.

Se hai qualche domanda da porci o desideri ricevere informazioni sulla nostra offerta formativa, clicca sul bottone in basso! 

Richiedi informazioni, brochure e listino prezzi

 

 

  • Rating Lettori
  • Votato 4.1 stelle
    4.1 / 5 (15 )
  • Vota!


Valutazione Digital Coach su Google