Seleziona una pagina

GUTENBERG WORDPRESS

Alla scoperta dell'editor a blocchi

Cos’è Gutenberg WordPress?

Gutenberg è il nuovo editor a blocchi di WordPress, preinstallato sul CMS a partire  dalla versione 5.0, per le versioni precedenti invece, era necessario installare il plugin.

Gutenberg WordPress prende il nome da Johannes Gutenberg creatore di una macchina per la stampa a caratteri mobili. L’obiettivo degli sviluppatori è semplificare l’utilizzo del CMS anche a chi si affaccia a WordPress per la prima volta adottando il sistema a blocchi.

L’editor di Gutenberg, ad oggi permette non solo la scrittura di articoli e pagine complesse, ma anche di creare magnifici layout, portando gli utenti ad una esperienza di pubblicazione notevole, ma vediamo ora un pò più nel dettaglio cosa permette di fare, questo fantastico editor.

Gutenberg Blocchi Editor

Quando accediamo al back-end di WordPress del nostro sito, cliccando su modifica sotto le varie pagine o articoli si apre l’editor a blocchi di default. Selezionando quella voce come mostrato nell’immagine, possiamo accedere all’Editor WordPress Gutenberg, utilizzando il sistema a blocchi. Per chi invece non si trova a suo agio utilizzando questo sistema, può ancora utilizzare il vecchio editor scaricando il plugin Classic Editor.

gutenberg wordpress

Come funziona Gutenberg WordPress

All’interno dell’articolo, vediamo questa struttura particolare e cliccando sull’icona “+” possiamo aggiungere nuovi blocchi e scegliere tra moltissime alternative. Se nel Classic Editor per inserire elementi aggiuntivi al testo era necessario avere conoscenze di programmazione HTML e CSS, ora con Gutenberg non è più necessario.

L’editor a blocchi, da la possibilità di aggiungere con facilità una serie di elementi: immagini, testo, formattazione, widget, layout, file audio, video e molto ancora, utilizzando il funzionale sistema del Drag & Drop. Attraverso l’uso delle frecce posizionate sulla sinistra vicino a ogni blocco, possiamo anche selezionare più blocchi contemporaneamente e spostarli in una sola volta. Ecco l’esempio di un articolo creato con i blocchi di Gutenberg WordPress.

editor a blocchi

Gutenberg WordPress vs Classic Editor

Con il rilascio di WP 5.0, come già annunciato in precedenza, tutti avranno come versione predefinita del CMS, l’utilizzo del nuovo editor senza però rinunciare alla possibilità di avvalersi del Classic Editor. Questo significa dover decidere quale editor utilizzare sulla base delle nostre esperienze.

Per capirlo, è importante sapere come funzionano entrambe le soluzioni. Ad esempio, per chi desidera un sito ricco di contenuti multimediali senza utilizzare codici HTML o CSS, potrebbero trarre un vantaggio dall’utilizzo dell’editor WordPress di Gutenberg, mentre per i siti con una configurazione più semplice o per chi a buone conoscenze del linguaggio di programmazione, il classic editor è sicuramente il più indicato. Per chi non sapesse ancora bene come funziona l’editor Gutenberg, può provare questa live demo per capire al meglio come funziona.

Guida a Gutenberg WordPress 

Iniziamo a capire quali sono le varie funzioni dell’editor a blocchi di WP. Gutenberg è basato su “blocchi” trascinabili, ed è progettato per la creazione di layout più moderni e accattivanti. Ogni blocco è personalizzabile attraverso un elenco di opzioni come dimensione, colori e posizionamento dello stesso.

Elementi che rendono unico Gutenberg e le differenze con il Classic Editor

Una delle maggiori differenze tra i due editor si trova nell’interfaccia. Con il sistema del drag and drop puoi spostare o posizionare un blocco a tuo piacimento all’interno della pagina e gli altri blocchi si sposteranno di conseguenza, questo ti permetterà di suddividere le sezioni in colonne o creare immagini a tutta larghezza.

gutenberg mutlimediale

Un altro vantaggio di Gutenberg è di sfruttare di più gli elementi multimediali, ciò nonostante se sei abituato a digitare il testo all’interno dell’editor classico e non hai intenzione di utilizzare tutte le funzioni avanzate, allora l’utilizzo di Gutenberg sarà sicuramente più frustrante che utile.

Sicuramente ci vorrà del tempo per capire come utilizzare le numerose impostazioni di Gutenberg e posizionare i blocchi, se stai già lavorando con un team o un cliente non avvezzo ai cambiamenti, potrebbe essere più semplice continuare a lavorare con l’editor classico. Infine, il fatto che Gutenberg sia un così grande cambiamento comporta alcuni aspetti negativi ad esempio:

  • Editor poco intuitivo e complesso
  • Non ancora completamente accessibile
  • Alcuni plugin non ancora compatibili con il nuovo editor

Anche se ad oggi, ormai l’editor a blocchi di WordPress è sempre più compatibile ai vari plugin esistenti e ha sempre più funzioni disponibili aumentando la fruibilità dello stesso. Gli aspetti positivi dell’editor Gutenberg sono:  

  • Nuovi strumenti per l’editing visivo (layout dinamici e contenuti multimediali)
  • Drag and drop per lo spostamento di contenuti all’interno della pagina
  • Riduzione dell’utilizzo di plugin aggiuntivi
  • Conoscenze di HTML e CSS non necessarie

In che modo disabilitare Gutenberg WordPress

PLUGIN CLASSIC EDITOR

Nonostante ormai sia utilizzato da moltissimi utenti, non si può ignorare il fatto che al momento una buona parte della community di WordPress non sia pronta a utilizzare il nuovo editor, quindi la soluzione ottimale è di ripristinare l’editor precedente con il plugin ufficiale del editor classico. Il procedimento è davvero molto semplice e richiede pochi passaggi:

  1. Vai alla dashboard di WP sotto la voce plugin aggiungi nuovo e digita nella casella di ricerca la parola chiave Classic Editor, selezionate il primo risultato, premere installa e quindi attiva.
  2. Successivamente recatevi nelle impostazioni impostazioni di scrittura, dove si presentano due opzioni:classic editor
  • una relativa alla scelta del tipo di “Editor” predefinito da utilizzare
  • un’altra è quella di consentire il cambio di editor da parte degli utenti.
  • Selezionare Classic Editor per la prima opzione e “si” per la seconda, salvate le impostazioni.

Dobbiamo sapere però, che Classic Editor è destinato a scomparire visto che i fondatori di WordPress stanno spingendo al massimo l’editor a blocchi tralasciando i possibili aggiornamenti del vecchio.

PLUGIN DISABLE GUTENBERG

Nonostante sia consigliato l’utilizzo del plugin Classic Editor per disabilitare il nuovo editor di Gutenberg, una seconda soluzione alternativa per ripristinare l’editor classico originale è il plugin Disable Gutenberg. In pratica fa la stessa cosa, ovvero disabilita l’editor dei blocchi (completamente o selettivamente per articoli, pagine, ruoli, tipi di contenuto e template dei temi) e lo sostituisce con il Classic Editor con alcune funzionalità aggiuntive:

  • Nasconde TUTTE le tracce di Gutenberg e ripristina l’editor classico
  • Disattiva il fastidioso annuncio del widget “prova Gutenberg” dalla bacheca
  • Ripristina la schermata modifica articolo
  • Supporto delle funzionalità: metabox, TinyMCE, pulsanti quicktags e molto altro

disable gutenberg

Come scritto nelle righe precedenti funziona allo stesso modo del Classic Editor ma è completamente configurabile, abilita o disabilita Gutenberg ripristinando il Classic Editor dove necessario. Per chi non è ancora pronto ai grandi cambiamenti di Gutenberg questo editor è molto utile quando vorresti disabilitarlo per specifici articoli, pagine o template di temi, infatti ti permette di sostituirlo con l’editor classico dove vuoi.

Se sei interessato a lavorare nel mondo digitale ma non sai ancora se l’attività di Web Content Editor è adatta alle tue esigenze, allora partecipa al nostro test carriera attitudinale e scoprilo subito.

PARTECIPA AL TEST

 

Valutazione Digital Coach su Google
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]