Seleziona una pagina

GUIDA WORDPRESS

dai primi step a un sito web

 

 

WordPress: perché usarlo

Oggi ti voglio parlare di WordPress, di cos’è, a cosa serve e perché è incredibilmente utile, sia che tu voglia lavorare in proprio o come dipendente in un’azienda.

WordPress è un software gratuito che serve a creare e gestire siti web, è il più diffuso al mondo, difatti oltre il 20% dei siti oggi online sono stati realizzati tramite questo CMS (Content Management System). Altra caratteristica sorprendente, è che questo tool è open source, ovvero è a disposizione della comunità dei programmatori, i quali possono sviluppare delle soluzioni free, o a pagamento, che ne migliorano le funzionalità, come temi e plugin.

Sogni di lavorare a progetti digitali nel web marketing? Per iniziare, di sicuro dovresti acquisire le competenze digitali necessarie e considerare di conseguire un Master in Web Markeking.

Se vuoi dare vita a un sito internet, o se intendi operare nel marketing digitale, ti consiglio assolutamente di imparare a utilizzare questo strumento. In primis, perché ti rende indipendente da programmatori, grafici, consulenti esterni, non solo nella fase di creazione, ma anche in quelle di gestione e modifica. Ciò significa che usarlo ti permetterà di risparmiare molte risorse, soldi e tempo che altrimenti dovresti impiegare nell’interazione con altri interlocutori.

 

 

Trovi più di 100 video su Youtube e oltre 60 podcast!

 

Come funziona? È più semplice di quanto si possa pensare! Spesso, le persone credono che si debba per forza essere abili nel programmare per realizzare pagine web, ma in realtà un sito di WordPress si gestisce con semplicità grazie a una dashboard molto intuitiva. Da un lato avrai il backend, che si può definire “il retrobottega”, cioè la parte dove risiede il software con cui gestisci l’interfaccia che vede l’utente, che invece è detto frontend.

All’interno del backend, trovi tutta una serie di funzionalità “pronte all’uso”, che ti danno la possibilità di:

  • creare nuove pagine
  • gestire i contenuti delle persone che scrivono all’interno del blog
  • realizzare la parte di e-commerce
  • dare accesso a nuovi utenti
  • ottimizzare la SEO
  • organizzare la parte dei media: immagini, foto e video che sono ospitati nel sito

 

Fare tutto questo è più semplice di quanto tu possa pensare, ti faccio un esempio: se guardi la Landing Page mostrata nel video, vedrai una pagina ricca di grafica, molto lunga e articolata. Potresti pensare che sia davvero difficile realizzarne una e che da solo tu non possa farcela. In realtà, con WordPress potrai farlo, perché non hai bisogno di essere un programmatore per gestire pagine web di questo tipo.

Se hai un e-commerce, dovresti avere una o più pagine come questa e le puoi amministrare abbastanza facilmente anche attraverso il visual builder per WordPress. Quest’ultimo è uno strumento drag&drop (=trascina e aggiungi) che con pochi clic ti permette di:

  • editare il contenuto della pagina,
  • modificare il testo,
  • inserire o togliere immagini,
  • creare o sostituire i video,
  • cambiare i titoli
  • aggiugere e duplicare icone e altri elementi
  • sostituire i colori, grazie a una comoda tabella con le tavolozze

 

guida-wordpress-cms

 

Come vedi, selezionando gli elementi all’interno del menu mostrato nel video, c’è la possibilità di modificare qualunque elemento che fa parte della pagina, quindi è evidente che non c’è bisogno di essere un programmatore né un grafico per utilizzare questo strumento. Con questo tool si può diventare autonomi nella creazione e nella gestione di un bellissimo sito web!

Oltretutto all’interno di WordPress puoi anche farti aiutare da altre persone perché, attraverso il menù utenti, puoi dare l’accesso ad altri users, i quali possono scrivere degli articoli, modificare le pagine e fare diverse altre operazioni, come ad esempio ottimizzare il sito per i motori di ricerca.

In sintesi, questo è uno strumento che ti semplifica la vita, riduce davvero di molto i costi e i tempi, ma soprattutto ti rende autonomo nel realizzare siti internet. In più, ti consente di rendere ogni sito web adatto a fare qualunque cosa, in particolare grazie al mondo dei plugin WordPress, che sono dei software aggiuntivi con molte possibilità di utilizzo.

La maggior parte dei plugin è gratuita, o ha prezzi modici. Si tratta di piccoli pezzi di codice aggiuntivi che arricchiscono le funzionalità del tuo sito web: per esempio, se vuoi dare la possibilità ai tuoi utenti di prenotare un prodotto, o prendere appuntamenti, con il giusto plugin saranno autonomi nel farlo. Per fare questo, e moltissime altre cose, ti basterà cercare i plugin che ti servono nella libreria WordPress, installarli e configurarne le funzioni.

 

Guida WordPress

In questa guida WordPress potrai scoprire tutte le potenzialità e le caratteristiche di questo CMS (Content Management System).

Online è possibile trovare diverse tipologie di guida WordPress in italiano: 

  • guida all’installazione di WordPress (con indicazioni precise sui requisiti WordPress base di installazione e istruzioni su come scaricare e installare WordPress in locale, piuttosto che su come installare WordPress su Aruba, su Register o su altri servizi di hosting e provider più o meno specializzati in questo CMS); 
  • guida all’utilizzo di WordPress (che spiega come si usa WordPress operativamente, una volta installato e configurato nei suoi elementi base, come installare plugin WordPress per arricchire le sue funzionalità standard e come concretamente fare un sito con WordPress); 
  • guida Yoast SEO per WordPress o altri SEO plugins WordPress (utile per la gestione del posizionamento sui motori di ricerca, quindi per indicizzare un sito WordPress e farne la sua ottimizzazione SEO).

 

Guida-wordpress-cover

 

Nella nostra WordPress guida in italiano affronteremo, in aggiunta, i seguenti argomenti:

  • WordPress themes (cioè i temi WordPress)
  • WordPress plugin.

 

Cos’è WordPress

Se l’intento è capire cos’è WordPress e se questo CMS sia la scelta giusta per creare il tuo blog o il tuo sito, un primo passo in questa direzione è rappresentato dalla lettura di questo articolo, che di fatto è un manuale WordPress gratuito. Successivamente si può pensare di approfondire l’argomento per capire meglio WordPress come funziona seguendo, per esempio, il corso base WordPress for blogging and SEO Copywriting oppure il corso WordPress avanzato online di Digital Coach®.

WordPress è una piattaforma open-source sviluppata in PHP/mySQL, distribuita con licenza GNU; questo vuol dire che il download di WordPress è completamente gratuito ed effettuabile da chiunque, ti basterà collegarti al sito ufficiale WordPress.org Italia – il sito di WordPress italiano – dove troverai il file del CMS e tutta la documentazione relativa. In questa guida WordPress spiegherò il funzionamento di questo sistema di gestione dei contenuti che è facile, veloce ed intuitivo per inserire, modificare o cancellare news, immagini e documenti.

Nel caso in futuro avessi bisogno di aiuto,  potrai sempre ricorrere al sito ufficiale dove è presente un blog nel quale vengono comunicate tutte le notizie inerenti al mondo di WordPress oltre a un utilissimo forum, che consente di relazionarsi con altri professionisti, nella ricerca di soluzioni a problemi e nuove idee. Per dirla tutta questo è il CMS più utilizzato per la creazione di siti web e per la creazione di blog in quanto uno dei più facili da comprendere se supportato da una buona guida WordPress come questa.

 

 

Le potenzialità della piattaforma

Attraverso questa guida WordPress è possibile capire come creare un sito web, un blog o pagine internet senza avere particolari competenze tecniche. Partendo da un template WordPress professionale, usando moduli e plugin specifici e le giuste competenze tecniche, le possibilità di creare si estendono potenzialmente all’infinito.

 

 

 

Come creare un sito con WordPress

Per prima cosa comprare uno spazio web ed un dominio. Le offerte di hosting WordPress sono infinite. Esistono anche tipi di host ottimizzati per il funzionamento di WordPress.

Dovrai poi scaricare la piattaforma WordPress. Il download è gratuito ed effettuabile dal sito ufficiale in Italiano (al link che ti ho segnalato in precedenza).

Fatto? Bene, ora puoi installare WordPress sul server host. È un’operazione piuttosto semplice, basta seguire le istruzioni che il CMS offre e compilare correttamente i campi richiesti durante la fase di installazione. Alcuni host come Aruba hanno già la piattaforma preinstallata.

Infine, con un po’ di pratica prenderai dimestichezza con la dashboard e personalizzare il tuo sito.

Un’alternativa economica è usare la piattaforma gratuita su wordpress.com, con un bel po’ di limitazioni, ma col vantaggio di avere un sito WordPress gratis; un’altra alternativa è scaricare un emulatore di server come EASYPHP, WAMP o XAMP (scegliete quello che vi piace di più), installarlo e lavorare con WordPress il vostro sito in locale.

 

Guida WordPress: la dashboard 

La dashboard WordPress è la pagina principale dell’interfaccia grafica, detto anche backend, dalla quale è possibile modificare e creare le pagine dinamiche del sito o blog che vuoi realizzare. Contiene un menù principale con le voci di base: Bacheca (Dashboard), da cui è possibile accedere alle funzionalità principali del sito. Vediamole di seguito:

VIDEO-TUTORIAL_WORDPRESSArticoli – in cui è possibile scrive, modificare o cancellare i testi che verranno pubblicati

Media – da cui gestire i file audio, video e immagini

Pagine – dove è possibile vedere l’effettiva composizione delle pagine del sito web o blog

Commenti – contiene i commenti scritti dagli utenti registrati

Aspetto – consente di caricare, selezionare e personalizzare il tema WordPress da usare per la realizzazione del sito

Plugin – gestisce i plugin installati

Utenti – gestione degli utenti registrati

Strumenti – funzionalità aggiuntive e implementabili

Impostazioni – consente la gestione generale del tema

A queste voci principali se ne aggiungono altre, ogni volta che viene aggiunto un nuovo componente, un plugin o un nuovo tema.  

 

Come fare SEO in WordPress

La piattaforma WordPress è strutturata in modo da poter applicare le best practice per il posizionamento organico di un sito internet, detto anche SEO. Il posizionamento organico prescinde assolutamente dall’utilizzo di un CMS WordPress o di altri; ogni sito, o meglio ancora ogni pagina web, è un caso a sé stante. Di conseguenza, il modo di apportare modifiche cambia in base alla situazione che ci si presenta davanti e non è detto che riesca al primo colpo. Ci sono tante regole da rispettare in questa disciplina e ognuna di esse ha una propria rilevanza. Qualche consiglio sicuro che è possibile dare in questa guida WordPress però esiste:

  • Creare dei contenuti molto interessanti e di valore riguardo l’argomento trattato.
  • Link in ingresso e in uscita dal tuo sito.
  • Avere un dominio autorevole e quindi una forte reputazione.
  • Google preferisce un protocollo https ad un normale http

 

SEO-wordpress-guidaSaper fare SEO significa posizionare le proprie pagine nelle primi risultati di ricerca su Google. Inoltre, può essere d’aiuto installare plugin come SEOby Yoast, il vero fuoriclasse della sezione plugin SEO WordPress. Ecco alcune cose che consente di fare questo potentissimo plugin:

  • Aiuta nella creazione e modifica dello snippet di ogni singola pagina o post nel caso di un blog. L’anteprima dello stesso si trova nel back-end con la sigla Yoast SEO, insieme ad alcuni consigli: immettere la keyword nel title SEO (più che un consiglio io aggiungerei che è obbligatorio inserirla) e istruzioni sul numero di parole da cui devono essere composti Title SEO e Meta description.
  • Consente di ottimizzare la pagine per i vari social network come Facebook, LinkedIn o Twitter in modo che possano essere condivise e visualizzate al meglio.
  • Permette di creare una sitemap, ovvero una mappa dove inserire tutti gli url contenuti nel sito in modo tale da agevolare la lettura del sito da parte degli algoritmi Google.

 

 

Guida WordPress: Plugin

In questa guida WordPress parliamo anche di plugin. Un plugin è un componente che viene aggiunto al CMS con lo scopo di modificare o estendere le funzionalità del Tema. Lo scopo del plugin è proprio quello di permettere ai visitatori del sito e all’amministratore, di eseguire operazioni in modo diverso da quello previsto da WordPress base o integrare una nuova funzionalità. Esempi di plugin possono essere:

Plugin Social
Tra i più utilizzati possiamo menzionare Share This, Share Buttons by Add to Any, Social Login, Social.

Plugin Facebook
Facebook wall and social integration offre ampie possibilità di personalizzazione grafica attraverso l’area di gestione. È disponibile anche in versione PRO (a pagamento).
WP Facebook FanBox consente invece di integrare il feed della vostra pagina Facebook all’interno del vostro blog basato su piattaforma WordPress.

Plugin Google Maps
Mettere mappe Google su WordPress è molto semplice. Puoi farlo manualmente usando i codici forniti da Google maps o attraverso i plugin. Alcuni Plugin che puoi utilizzare sono WP Google Maps che mi permette di inserire mappe “semplici” ma può essere usato anche per creare mappe con diversi punti di interesse (per esempio attività) per far sì che l’utente possa trovare quello più vicino a sé.

Plugin Slide show
Tra i tanti vi consigliamo NetGEN Gallery, uno dei plugin WordPress gratuiti in assoluto più popolari per creare una WordPress Gallery. Oltre a generare gallerie di thumbnails, NextGEN Gallery permette anche di inserire, nelle proprie pagine, slider di immagini. È inoltre possibile personalizzare lo slideshow per WordPress, modificando dimensioni, velocità, ordine delle immagini.

 

wordpress.org

 

Plugin Ecommerce 
Vi consigliamo WooCommerce. Sicuramente tra i più popolari e professionali pur essendo gratuito. Questo plugin e-commerce mette a disposizione funzionalità avanzate per amministrare e gestire prodotti, tassazione, metodi di pagamento, coupon, offerte e molto altro. Inoltre ha un pannello di analisi dal quale poter monitorare con facilità le performance del tuo negozio online. WooCommerce può essere totalmente personalizzato e ha diversi sistemi di pagamento integrati, tra cui PayPal.

Plugin Revolution slider
Vi consigliamo LayerSlider:  Ha una vastissima gamma di animazioni sia 2D che 3D, 13 modelli preimpostati e centinaia di opzioni di personalizzazione.  È possibile aggiungere qualsiasi contenuto: immagini, testo, html, video YouTube, Vimeo  o HTML5. Tra l’altro è SEO friendly, consentendo di costruire markup semantico con attributi personalizzati per facilitare l’indicizzazione dei motori di ricerca.

Plugin WP Smash
Questo plugin consente di ottimizzare le immagini del vostro blog, rimuovendo dati e byte non necessari, riducendone notevolmente il peso e non intaccando la qualità dell’immagine. Cosi facendo avrete un sito velocissimo e le prestazioni dei blog non verranno minimamente intaccate.

Plugin WP Super cache
Un ottimo strumento che vi consentirà di migliorare le performance del sito, diminuendo fino al 50% il tempo di caricamento. Un sito che carica più velocemente avrà infatti una minore bounce rate, ovvero i visitatori rimarranno sulle pagine per più tempo. Grazie a questo plugin potrete ottimizzare non solo i tempi di caricamento della piattaforma WordPress, ma anche quelli relativi alla permanenza degli utenti.

Plugin Form contatti WordPress
Ne esistono veramente un infinità! Quale scegliere? Come trovarli? Provate a digitare nella barra di ricerca di un browser Best WordPress plugin e Google vi farà scoprire un mondo infinito. Oppure puoi leggere I migliori 8 form contatti WordPress. Il nostro consiglio è quello di usare sempre materiale certificato e collaudato.

È anche possibile realizzare un sito multilingua WordPress per rivolgersi ad un pubblico internazionale ed aumentare il traffico verso i tuoi contenuti.

 

 

 

Come modificare un tema WordPress

I plugin WordPress non sono l’unico modo per migliorare l’aspetto del sito, esistono anche i Widget che sono blocchi di codice HTML che permettono di aggiungere funzionalità alla sidebar. Alcuni di questi sono presenti di default in WordPress come: ricerca, calendario, contact form. Altri invece vengono forniti attraverso l’installazione di nuovi plugin, per trovarli basta selezionare nel back-end del sito “Aspetto”, sotto la voce widget. Con conoscenze di HTML5 e CSS3 è possibile rivedere il markup del sito web direttamente dal template WordPress. Grazie alla possibilità di override l’intero codice del tema può essere riscritto. Ovviamente ci vorrà una ottima conoscenza di javascript e PHP. Anche il Database di supporto può essere riscritto o modificato. Come ve la cavate con le Query?

Un altro elemento importante di cui trattare in questa guida WordPress è la possibilità di intervenire sul codice javascript e sul markup attraverso le librerie del framework di supporto. La maggior parte dei temi sfruttano Foundation framework. Ma non è l’unico. Potreste trovare Bootstrap framework, Gantry framework o Genesis framework, ed altri. Ogni tema WordPress è correlato del relativo materiale informativo, quindi è facile scoprire quale framework utilizza e sfruttarlo per raggiungere il risultato desiderato.

 

I vantaggi del CMS

  • wordpress-guidaWordPress è un sistema multilingua, sia dal lato utente che da quello amministrativo;
  • La piattaforma consente la creazione di un sito dinamico e soprattutto, grazie all’utilizzo dei framework, di temi responsive;
  • Utilizza un’interfaccia utente graficamente piacevole, semplice ed intuitiva, con accesso protetto da password;
  • Permette di aggiornare il sito web grazie alla presenza di un database di contenuti, correggerlo e arricchirlo di pagine in pochi click;
  • Consente la pubblicazione dei post e pagine via web, email, applicazioni desktop e mobile;
  • La piattaforma WordPress permette la registrazione degli utenti multilivello e protezione dei post via password, attraverso il modulo Login;
  • Ha la possibilità di gestire i commenti ante o post moderazione dell’amministratore;
  • Consente l’utilizzo di efficaci plugin per arricchire e perfezionare il sito. L’installazione di un Plugin SEO WordPress ad esempio aiuterà a migliorare il posizionamento delle pagine;
  • Questo CMS può contare su un’infinità di temi WordPress professionali pronti, a pagamento ad un prezzo irrisorio;
  • Non necessita di un’installazione su pc, perché si tratta di un’applicazione server;
  • L’utilizzo di questo CMS consente di risparmiare tempo e denaro e questa Guida WordPress aiuta a prendere confidenza con la piattaforma.

 

Guida WordPress: indicazioni

 

Esistono per WordPress istruzioni in italiano?

Voglio ricordarti che sul nostro sito oltre questa guida WordPress, sono disponibili diverse pagine e articoli di approfondimento relative a WordPress.

In rete esistono vari WordPress tutorial e molte informazioni alla voce “guida WordPress in italiano”. Tuttavia le release di WordPress diventano sempre più frequenti. Se, quindi, per capire cos’è WordPress può essere sufficiente utilizzare le informazioni reperibili in rete, per capire come funziona WordPress, oltre a lavorarci costantemente, ti consiglio un Corso WordPress, con il quale potrai scoprire le funzionalità di base e quelle dei plugin più famosi e diffusi. 

Una volta imparato come si usa WordPress base ogni modulotemaplugin aggiunto vi servirà per capirne maggiormente le funzionalità e per poterlo utilizzare al meglio. Se può interessarvi potreste anche puntare a diventare addirittura un wordpress specialist.

Come abbiamo già ricordato sono disponibili per WordPress istruzioni in italiano. Possono facilitare alcuni utenti a intraprendere un percorso inizialmente introduttivo poi dettagliato su come si installa, configura e si utilizza questo CMS.

 

Come scegliere un tema WordPress

Leggendo questa guida WordPress, capirai che è importante sapere a che attività fare riferimento e qual è l’obiettivo del sito.

Il primo consiglio utile è quello di scegliere un tema professionale. Un tema personalizzato ha un costo elevato e potrebbe non essere necessario.

Un tema free potrebbe non avere le caratteristiche e farci spendere troppi soldi per l’aggiunta dei plugin necessari al corretto funzionamento. Uno dei vantaggi di usare WordPress è che esistono milioni di Temi di vario tipo e di ottima qualità ad un costo irrisorio. Ma attenzione scegliere fra tutti questi temi può diventare un enorme perdita di tempo!

Se non avete esperienza come Web Designer guardate i siti dei concorrenti. Sono ottimi elementi di spunto e vi danno la possibilità di capire cosa può essere utile, quali funzionalità potrebbero servire. In ogni caso sui siti degli sviluppatori o intermediari (envatomarket) i temi sono raggruppati per categoria. Il tema da scegliere deve rispondere ad alcune caratteristiche:

  • Scegliete un tema Search Engine Friendly.
  • Se manca un po’ di esperienza ricordatevi di scegliere un tema con supporto tecnico.
  • Deve essere compatibile con gli standard XHTML, HTML5 e CSS3;
  • Deve essere compatibile con i browser (Explorer, Firefox, Safari, Crome, Opera);
  • Meglio un tema Responsive (automaticamente adattabile a tutti i device);
  • Il tema deve essere provvisto di tutta la documentazione per utilizzo e installazione. Meglio se ci sono anche i file PSD.

 

Bene, ora sei pronto ad effettuare il download del tema WordPress, procedere con l’installazione e iniziare a lavorare!

 

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google