Seleziona una pagina

FORMAZIONE E INNOVAZIONE

Le chiavi di crescita per un'azienda

La formazione professionale è indispensabile per poter cogliere nuove opportunità lavorative e contribuisce all’innovazione di un’azienda stessa. Per questo motivo la formazione è un vero e proprio investimento per le aziende essendo un vantaggio in termini economici, di produttività e redditività.

Ciò però avviene soltanto quando le aziende pensano e riescono a strutturare correttamente un buon progetto di formazione.

Realizzazione intervento formativo

Realizzare un intervento formativo efficace in impresa per assicurare un ritorno della grande mole di investimento richiede una buona progettazione attraverso le seguenti tre fasi.

Analisi dei fabbisogni formativi

Se gli obiettivi dell’impresa non sono chiaramente individuati la formazione risulterà inutile. Identificati gli obiettivi strategici, è necessario procedere alla loro articolazione, fino all’individuazione dei bisogni specifici di coloro che parteciperanno al corso di formazione.

La progettazione e realizzazione dell’intervento formativo

La progettazione della formazione interna all’azienda è un’attività cruciale, che non si può ridurre alla sola scelta dei contenuti. Prima di identificare questi ultimi, è necessario fare una scelta che riguarda gli approcci all’apprendimento e, di conseguenza, le prassi didattiche.

Gli approcci comportamentali possono essere di due tipi:
• Approccio comportamentista: si focalizza sulla trasformazione e condizionamento del comportamento, derivante dall’associazione ripetuta nel tempo fra stimoli e comportamenti attivati in risposta agli stimoli;
• Approccio costruttivista: questo approccio determina una trasformazione non solo del comportamento; porta innanzitutto a un cambiamento al livello cognitivo negli individui. Questo cambiamento risulta più stabile e duraturo di quello del comportamento.
Scegliere poi le prassi didattiche, in base all’approccio di apprendimento scelto, significa scegliere i metodi, le durate, i format, le tecniche, le sequenze temporali e i luoghi della realizzazione dell’intervento.

Valutazione della formazione

Al termine del periodo di formazione bisogna avere modo di valutare il corso, per capire se gli obiettivi strategici ce ci si era posti sono stati raggiunti. La modalità di valutazione delle essere specificatamente progettata e risulta un aspetto particolarmente critico, essendo rilevante ma al tempo stesso complesso.
• Rilevante: con la valutazione si può dimostrare se e quanto la formazione possa essere stata una leva strategica per l’innovazione dell’azienda;
• Complessa: non si sono diffusi molti strumenti specifici per svolgerla nel modo migliore.

Per valutare adeguatamente, la progettazione di una valutazione deve avere a oggetto il cambiamento permanente dell’individuo e la sua coerenza rispetto agli obiettivi strategici dell’impresa, riassunti poi nella prima fase della progettazione della formazione.

Innovazione tecnologica

Molto spesso accade però che non solo le aziende ma gli stessi istituti di insegnamento, come le Università, non investano su una formazione funzionale alle esigenze del mercato e delle nuove innovazioni.
L’innovazione tecnologica degli ultimi due decenni, che ha portato alla nascita della cosiddetta Industria 4.0, richiede delle competenze digitali nel mondo lavorativo, ma varie ricerche e studi dimostrano l’inadeguata formazione degli studenti universitari in merito a queste.
L’Italia deve investire su una ben progettata formazione in ambito tecnologico per le nuove generazioni, in quanto chiave per il progresso e l’innovazione delle imprese e dello Stato stesso.

Abbiamo parlato di formazione come innovazione per una azienda, soprattutto in ambito tecnologico. Vuoi cercare la migliore formazione sul digitale prima di arrivare sul lavoro? Cosa aspetti! Scopri subito tutti i Master e Corsi di Digital Coach.

Master e Corsi Digital Marketing

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google