Seleziona una pagina

Creare una Newsletter

Uno degli aspetti principali che riguardano il mondo del Web Marketing è legato soprattutto alle newsletter, compreso nella materia dell’e-mail Marketing. Ma cos’è una newsletter?

Una newsletter è una sorta di aggiornamento informativo periodico che un’azienda, un blog, un sito e-commerce, invia per email ai propri contatti per tenerli aggiornati su novità, iniziative, promozioni. Gli iscritti alla newsletter entrano dunque nella lista dei contatti, costituita da coloro che hanno deciso di fornire il proprio indirizzo e-mail, in seguito ad una richiesta, tramite una landing page o spontaneamente.

Una newsletter ti permette di mantenere una comunicazione diretta e costante con un pubblico potenziale, soprattutto fa in modo che i messaggi arrivino nell’ordine di tempo esatto in base all’attività svolta sul sito o per mano dell’azienda stessa tramite iniziative che possono riguardare novità di prodotto, recensioni dei clienti, promozioni in determinati periodi dell’anno.

Creare una newsletter con MailChimp:

Immagine 1

Il software più utilizzato al mondo è senza dubbio MailChimp, la tecnica più popolare nel mondo dell’email marketing per la creazione di newsletter di qualità. MailChimp è un grande strumento non solo per la creazione e la gestione di newsletter, ma anche per annunci e landing pages, ed è completamente gratuito a patto che non superi i 2000 iscritti e 12.000 mail mensili. Esiste anche la versione a pagamento più completa, ma la versione free è un’ottima soluzione dato che non ci sono limiti restringenti. I suoi punti di forza sono:

  • design personalizzato per la tua newsletter
  • autoresponder,  ovvero un sistema che permette di inviare una richiesta di informazioni e di ottenere una risposta automatica
  • segmentazione dei tuoi iscritti in base ai criteri che più ti interessano
  • tracciamento dei risultati, vale a dire le interazioni della tua lista contatti con le email
  • A/B Testing delle tue campagne e molto altro ancora…

Integrare MailChimp con WordPress:

Un altro grande vantaggio di MailChimp è sicuramente quello di poter essere collegato a WordPress, che essendo il CMS più utilizzato al mondo, grazie a tale vantaggio, amplia il suo bacino di potenzialità. Una volta che hai creato la tua newsletter hai bisogno di inserire il form per iscriversi sul tuo sito web, per permettere ai visitatori che lo vorranno di restare in contatto con te. Con MailChimp puoi generare un codice da copiare ed integrare nel tuo sito in WordPress. Ciò è possibile tramite vari plug-in, uno tra tutti Easy Forms for MailChimp. Se usi questo, ecco i passaggi da seguire:

  • Accedi al tuo account MailChimp, seleziona Extras e poi API Keys
  • Seleziona Register and manage your apps per generare una chiave che ti permetterà di associare il tuo sito al tuo account
  • Copia la chiave API generata nel menu del backend alla voce Easy Forms
  • Torna al backend del tuo sito e dal sottomenu di Easy Forms seleziona Settingsincolla nel modulo la API key
  • Dal sottomenu di Easy Forms seleziona ora Opt-in forms
  • Crea un nuovo form per le iscrizioni, inserisci il nome del form, una descrizione e seleziona la lista di contatti associata: a questo punto premi su Create. Riordinalo e premi su Update form
  • Sulla destra il plugin ti mostra lo shortcode da copiare e incollare in qualsiasi punto del sito tu voglia mostrare il form per l’iscrizione alla tua lista contatti

Grazie a questa procedura semplice e veloce, è possibile permettere a due degli strumenti più potenti e più usati nel Web di collaborare tra di loro. Se invece non hai un sito web ma quello che cerchi è una maniera tradizionale per creare newsletter da mandare ad amici e parenti, ecco tramite Gmail, un esempio di come fare.

Creare Newsletter con Gmail:

Risultati immagini per gmail

Collegati alla pagina principale di Google Contatti, accedi al tuo account Google e seleziona nella schermata “Scegli un account“. Dopodichè, posiziona il segno di spunta accanto ai contatti da aggiungere nella tua mailing list, fai clic sull’icona dell’etichetta presente in alto a destra e scegli l’opzione “Crea etichetta” dal menu che compare. Inserisci, il nome da attribuire all’etichetta nel campo Crea etichetta e clicca sul pulsante OK per completarne la creazione.

 

Una volta appreso cos’è una newsletter e quali sono i procedimenti standard da seguire, risulta fondamentale capire come sfruttare uno strumento così potente come l’email marketing per generare conversioni e aumentare lead. E soprattutto scegliere le linee guida da seguire nel tuo percorso. E’ importante ricordare che creare una newsletter è fondamentale per avere una connessione con il tuo publico e per generare profitti sempre migliori per il tuo business.

scegli una piattaforma professionale: la scelta della piattaforma o del tool su cui iniziare a lavorare è l’opzione di default. Così come vagliare tramite una ricerca su Internet le migliori risorse per aiutarti nel tuo processo di creazione. Alcuni tool come MailChimp, GetResponse, AWeber, Newsletter2Go, ActiveCampaign, a tal proposito, sono molto consigliati per indirizzarti verso la scelta migliore in base alle tue preferenze. 

  • aggiorna e controlla il tuo database: per creare una newsletter che funzioni, assicurati di aver creato e segmentato il database di indirizzi e-mail che ti ritrovi. Controllare periodicamente il database aiuta a prevenire eventuali problemi dovuti al cambio di indirizzi e-mail da parte dell’utente che dunque non leggerà mai il tuo messaggio di posta elettronica, o ancora, evitare di mandare e-mail ai contatti disinteressati dei tuoi servizi, i quali, nella maggior parte dei casi, i tuoi messaggi serviranno solo a riempire la casella dell’utente di spam. 
  • decidi gli utenti a cui inviare la newsletter e il suo formato: non tutti i tuoi contatti potrebbero aver bisogno dello stesso servizio che decidi di offrire in un determinato periodo. Per questo è fondamentale, dopo aver segmentato il database, decidere la destinazione dei tuoi messaggi, in modo che arrivino sempre alla lista degli utenti interessati senza il rischio, come abbiamo visto in precedenza, di riempire inutilmente caselle di spam di clienti indifferenti. Dopo aver fatto ciò, assicurati di aver scelto il formato, se solo testo, o in HTML.
  • una grafica efficace per la tua newsletter: che comprende a sua volta elementi come tema, template, personalizzazione e struttura. Ma andiamo per ordine. Nella grafica subentra la creatività e l’intuizione che bisogna avere quando si arriva a questo punto. A dir la verità non è un problema enorme dato che la maggior parte di software e tool specializzati prevede numerosi temi e template per tutte le necessità, ma è inevitabilmente importante sapere come utilizzare tali strumenti. Ad esempio, se sei proprietario di un ristorante è opportuno scegliere temi che prevedano richiami a quel tipo di attività, come piatti, contorni, cibi. In modo da essere più diretto e coerente possibile. Il tema, così come il logo, avendo una veste grafica, è la prima cosa su cui l’occhio si posiziona in questi casi, quindi fai molta attenzione, e ricorda che non è importante avere competenze approfondite in materia per poter creare un’ottima veste grafica. In seguito, concentrati sul discorso sulla personalizzazione della newsletter. una pratica comune nell’email marketing, poichè è provato che i messaggi personalizzati attirano maggiormente l’attenzione rispetto alle email anonime. Fondamentale è in questi casi cercare di “umanizzare” il brand e avvicinare il più possibile gli utenti tramite richiami come: “Gentile cliente“, “Caro Stefano“, “Salve Sig. Bianchi” etc. Dulcis in fundo, la struttura dei messaggi, che include header, un corpo e un footer. Il primo contiene il logo del brand, il secondo come suggerisce il titolo stesso, è la colonna vertebrale della struttura dell’email: essa deve avere un ottimo titolo, un testo ben scritto e di forte impatto, in modo tale da essere considerati già da subito. Infine il footer, adibito a contenere il tuo indirizzo, l’email, il telefono e i pulsanti per i social e in generale quello che passa inosservato sul sito web.
  • accorgimenti finali: una volta che hai finito l’impostazione della tua newsletter, presta un po’ di tempo ad alcuni espedienti utili alla tua strategia. Verifica se l’inserimento di emoji è produttivo o meno, senza esagerare, fai A/B test per verificare se tutti gli elementi scelti hanno senso e funzionano, prova le call to action, i colori e le immagini, analizza le campagne e le metriche corrispondenti, ma soprattutto sii regolare. Stabilisci tramite un calendario i giorni di pubblicazione, in base agli orientamenti e alle necessità del tuo sito.

 

  • Rating Lettori
  • No Rating Yet!
  • Vota!


[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]