Seleziona una pagina

CREARE UN SITO CON WORDPRESS

Creare un sito con WordPress, anche partendo da zero, è senza dubbio un’ottima scelta in ragione, soprattutto, della facilità di utilizzo di questo CMS che lo rende accessibile anche a utenti che non hanno conoscenza di Html o altri linguaggi di programmazione. Diverse possono essere le finalità che ti spingono a creare un sito web: potresti voler creare un blog con WordPress, piuttosto che un sito vetrina di promozione (sito aziendale), o creare un sito e-commerce con WordPressper la vendita di beni e/o servizi.  

Nell’articolo che segue troverai tutte le informazioni per poter creare un sito da zero con WordPress: quale piattaforma scegliere e perché, come creare un sito web gratis con WordPress grazie all’utilizzo del sito Altervista oltre all’accesso a una guida completa. 

 

Quale piattaforma scegliere per creare un sito con WordPress?

In base alla natura ed entità del tuo progetto prima di metterti all’opera dovrai fare alcune importanti valutazioni.

Il tipo di investimento che sei disposto ad affrontare, sia in termini economici che in termini di tempo: imparare a creare un sito con WordPress è abbastanza facile ma richiede comunque un minimo di studio e di pratica. Sei disposto a dedicarci tempo e cervello?

A chi intendi rivolgere il tuo sito? A te e pochi amici o familiari? A un pubblico più vasto?

La tua presenza online sarà prevalentemente statica o fortemente dinamica?

A seconda del costo e del grado di flessibilità che vorrai scegliere potrai ricorrere a due differenti piattaforme.

 

WordPress.com: zero sforzo zero flessibilità.

Se può soddisfarti una soluzione gratis, basic ma poco flessibile puoi optare per WordPress.com. Questa rappresenta la versione freemium di WordPress e per un primo approccio potrebbe sembrare la soluzione più semplice, in quanto server e hosting sono forniti da WordPress gratuitamente e la configurazione iniziale è molto immediata. 

Prima di scegliere questa piattaforma per creare un sito con WordPress devi però essere consapevole delle numerose limitazioni che comporta: per esempio, non è possibile usare i plugin, così come non si possono installare temi esterni.  Non puoi avere accesso ai file del tuo sito, il che impedisce di apportare anche la minima modifica al codice. Non potrai eseguire backup e trasferire il sito su un altro hosting non sarà affatto impresa facile. Anche l’ottimizzazione in termini SEO sarà molto più difficile, in quanto non avrai il supporto di alcun plugin dedicato a questo scopo.

Se desideri un maggiore controllo delle personalizzazioni esistono dei piani premium che non consentono però una grande flessibilità se non a livello di CSS, e a quel punto incominciano a non essere più concorrenziali con le soluzioni self hosted. 

Consigliamo la piattaforma WordPress.com solo per la realizzazione di siti o blog amatoriali

 

WordPress.org: via libera a siti web più ambiziosi

Stiamo parlando della versione open source del CMS che consiste in un software scaricabile che ti permetterà la massima personalizzazione del tuo sito il quale potrà evolversi nel tempo fino a permetterti, con un’adeguata strategia, di “monetizzare” i tuoi sforzi.

Il software deve essere scaricato dal sito WordPress.org e va installato su uno spazio web che un hosting provider ti mette a disposizione gratuitamente o a pagamento.

Prima di mettere le mani in pasta, installare WordPress, e creare insieme il tuo primo sito o blog ti invitiamo a leggere con attenzione la nostra guida per creare un sito con WordPress pensata per essere semplice ed esaustiva oppure scarica la miniguida per averla a portata di mano.

 

 

Hai letto la guida? Sei pronto?

Un altro consiglio prima di cominciare: se come immaginiamo ti stai affacciando da poco al mondo del web marketing scarica il nostro glossario per orientarti in modo più consapevole e professionale in questo mondo sempre più complesso e affascinante.

 

 

 

Creare un sito WordPress con Altervista.

Molti di noi hanno iniziato a fare pratica con WordPress utilizzando Altervista  che permette di creare un sito web gratis con WordPress con l’unico svantaggio che, se non vuoi acquistare un indirizzo web personalizzato al costo di 18 euro l’anno, al nome del sito si aggiungerà l’estensione altervista.org formando così un dominio di terzo livello del tipo www.ilnomedeltuosito.altervista.org.

Questo non conferisce sicuramente un’aspetto professionale al tuo sito, ma ti offre il vantaggio di fare tutte le sperimentazioni che vuoi utilizzando il CMS a 360° senza spendere un centesimo.

Una volta collegato al sito Altervista.org, da “Crea sito” nella homepage, inserisci il nome del tuo Sito Web WordPress nel relativo campo.

Non sai quale nome dominio scegliere? Ti consiglio di leggere come scegliere un dominio efficace, dove troverai spunti e dritte per scegliere il nome del tuo sito.

Scelto il nome del dominio, clicca “continua”. A questo punto compila il form con i dati personali richiesti, quindi clicca su “prosegui”.

Riceverai una email di conferma della registrazione, nella quale cliccando sul link evidenziato, approderai alla pagina di benvenuto.

Dovrai quindi scegliere se creare un sito con WordPress in locale  da “Gestione file”, o sul server di Altervista da “Attiva WordPress”.

Nella pagina successiva ti verrà chiesto nuovamente di inserire il nome del tuo sito e il tuo indirizzo email.

Ti verrà quindi inviata una seconda email che contiene le credenziali di accesso e un link diretto alla “Bacheca” o pannello di amministrazione del tuo Sito Web WordPress. Per accessi successivi ti consigliamo di salvare il link nei preferiti e in modo tale da poterlo facilmente richiamare e inserire i dati del tuo account.

 

Sporchiamoci le mani e creiamo il nostro primo sito WordPress

Wordpress temi widget pluginSe, come ti abbiamo consigliato,  hai già letto la nostra guida e scaricato la miniguida, forse questo paragrafo ti sembrerà superfluo, ma pensiamo di fare cosa utile ribadendo i concetti principali che dovrai acquisire per poter procedere al fine di mettere la tua prima bandierina su un’isoletta del web.

Vedrai: la soddisfazione che ne trarrai sarà valsa la pena di fare un po’ di fatica in questa fase iniziale. 

Prima di  creare un sito con WordPress ne abbiamo definito la struttura, scegliendo la piattaforma più adatta alle nostre esigenze, definendo con mente strategica il nome del dominio, scegliendo il servizio di hosting che abbiamo ritenuto migliore (nel caso avessimo optato per questa soluzione..

Vediamo ora come curarne l’aspetto grafico e come inserire e pubblicare i contenuti di tuo interesse attraverso la creazione/uso dei seguenti elementi:

 

Temi o WordPress Template

Ogni sito WordPress richiede che sia presente almeno un  tema all’interno del proprio sistema di gestione dell’aspetto del sito web. Se non ne viene scelto uno specifico utilizzerà il tema di default.

Che cos’è un tema esattamente?

Il tema è quel software aggiuntivo che si occupa di definire quello che in gergo tecnico si chiama frontend vale a dire lo stile grafico, oltre che la navigazione(usabilità) di un sito WordPress. In pratica è l ‘abito del sito, ne definisce il design e lo stile, i font e relativi stili, i colori, la posizione e il tipo di widget disponibili, il layout delle pagine e tutti i dettagli stilistici in generale.

Al giorno d’oggi è  molto importante fare attenzione all’aspetto responsive del tema, vale a dire alla sua capacità di adattare istantaneamente il sito allo schermo che lo sta visualizzando, sia esso orientato orizzontalmente oppure verticalmente, offrendo per ogni dispositivo la migliore esperienza utente possibile.

Ricordiamo che l’algoritmo di Google adotta ormai la logica del mobile first, vale a dire privilegia i siti in base alla loro versione mobile. E’ molto importante scegliere bene il tema prima di iniziare a realizzare il sito per evitare di dover fare una versione ad hoc in un secondo tempo.

Dal menu della bacheca posto a sinistra, seleziona in ordine le voci “Aspetto”, “Tema” e “Aggiungi nuovo”.

In relazione al tipo di blog o Sito creato, scegli il tema che preferisci e procedi con l’installazione da “Installa”.

Per modificare il tema di default, devi però attivare il tema da “Attiva”, mentre per eliminarlo devi prima disattivarlo.

Ulteriori personalizzazioni possono essere apportate in relazione al tema scelto dalla voce “Personalizza”, che trovi sempre nel menu della bacheca.

Per quanto riguarda il reperimento dei temi ti possiamo consigliare i seguenti siti: Themeforest, ElegantThemes, StudioPress.

 

Pagine

La pagina è l’elemento fondamentale per creare un sito con WordPress.

La caratteristica della pagina è quella di essere un componente in genere statico (le informazioni inserite non variano nel tempo) nei siti web e dinamico nei blog, nella quale vengono normalmente mostrati in ordine cronologico (dal più recente al più datato) gli articoli che abbiamo pubblicato nel tempo.

Per creare una pagina ex novo seleziona dal menu della bacheca “Pagine”, quindi “Aggiungi pagina”, segui poi le medesime indicazioni di seguito riportate per gli articoli.

 

Articoli

L’articolo è l’elemento principe di ogni blog. 

Dal menu selezionare in ordine “Articoli” e “Tutti gli articoli”. Troverai di default “il tuo primo articolo” che potrai modificare o cancellare, mentre per crearne uno nuovo clicca su “aggiungi nuovo”.

Inserisci il titolo in alto e il testo nell’editor in basso, modificando lo stesso tramite i relativi pulsanti.

L’editor presenta anche una modalità di visualizzazione “Testo”, nella quale puoi operare modifiche al codice Html nel caso ne avessi bisogno. Se vuoi, puoi anche aggiungere foto da “aggiungi media” o video da YouTube incollando sulla pagina il relativo URL, o assegnare una “categoria” al tuo articolo operando con le solite modalità a partire dalla selezione dal menu della relativa voce.

Le categorie WordPress sono un ottimo modo per organizzare i contenuti sul tuo sito. Offrono la possibilità ai visitatori di approfondire contenuti pertinenti, fornendo anche un modo per strutturare i contenuti per una migliore indicizzazione della ricerca.

Le categorie organizzano i tuoi contenuti e offrono accesso diretto agli argomenti sul tuo sito web. Aiutano i lettori a trovare rapidamente i post pertinenti.

Per evitare di confondere i tuoi lettori con troppe categorie, ti consigliamo di limitarne il numero allo stretto necessario dopo un’attenta analisi dei contenuti che intenderai pubblicare.

Definito il tuo articolo sul tuo blog o sito, clicca su “salva bozza” e rivedi con anteprima e/o “Pubblica”. 

 

Menu di navigazione

Permette di navigare facilmente all’interno del tuo Sito Web WordPress.

Per crearlo, da “aspetto” seleziona “menu”. Spunta le pagine che vuoi nel menu e clicca su “aggiungi al menu”. La disposizione delle voci di menu e la creazione di “sotto menu”, può essere fatta semplicemente trascinando l’elemento nella posizione da assegnare.

 

Widget

I widget sono dei componenti grafici (o gadget) che arricchiscono molto il tuo blog o Sito.

Sono esempio di widget i format per i contatti (optin form), i collegamenti ai social e per le recensioni, o ancora pulsanti per permettere ai visitatori del tuo Sito Web WordPress di compiere determinate azioni (call to action).

Per inserirli vai su “aspetto”, quindi “widget” e trascina con il mouse quello scelto nell’area della pagina in cui vuoi che si visualizzi. Ricordati di cliccare infine su “Salva”.

 

Plugins

Sono dei software che permettono di aggiungere nuove funzionalità al tuo Sito Web WordPress.

Attualmente WordPress ti permettere di scegliere tra circa 40.000 gratuiti ed altri 100.000 circa a pagamento.

Per inserire un plugin procedi con le consuete modalità, ricordandoti di attivarlo o  disattivarlo per il suo utilizzo/eliminazione.

 

Editor: come tornare al Classic Editor

Dopo aver introdotto il concetto di plugin, vorremmo spendere qualche parola aggiuntiva sull’editor di WordPress. Fino a metà dicembre del 2018 l’editor standard che supportava nel creare un sito WordPress nelle sue varie componenti, era un classico editor tipo WYSIWIG con la possibilità di accedere anche in modalità testo per poter operare direttamente a livello html. 

Con la release 5.0  l’editor core è stato sostituito con il nuovissimo Gutenberg WordPress che stravolge completamente l’impostazione del concetto classico di editor sostituendolo con la soluzione a blocchi. Non si tratta di un plugin si tratta proprio dell’unico editor utilizzabile.

Le opinioni su Gutenberg WordPress sono contrastanti e forse è ancora troppo presto per tirare le somme. Certo è che chi era abituato ad editare in modo tradizionale spesso si è trovato impreparato al passaggio al nuovo editor anche perchè avrebbe dovuto rivedere tutto il proprio sito, magari già online da anni, per adattarlo.

Voi che vi accostate ora al mondo WordPress testate quindi il nuovo editor e cercate di trarne vantaggio, ma se proprio non dovesse fare al caso vostro, sappiate che potete sempre tornare alla versione precedente utilizzando l’apposito plugin ufficiale di WordPress dal nome esplicativo Classic Editor che sarà manutenuto e supportato almeno fino al 2022, o oltre se sarà necessario.

Per utilizzare il plugin scaricatelo qui e installatelo come un normale plugin.

Dopo di che seguite le seguenti indicazioni

Per avere l’editor classico come opzione, ma utilizzare il nuovo editor a blocchi di default, selezionate le seguenti impostazioni nel plugin:

Default editor for all users: Block Editor

Allow users to switch editors: Yes

Per avere l’editor classico di default, ma comunque vedere l’editor a blocchi come opzione, selezionate le seguenti impostazioni nel plugin:

Default editor for all users: Classic Editor

Allow users to switch editors: Yes

Per avere l’editor classico come unica opzione per il tuo sito, selezionate le seguenti impostazioni nel plugin:

Default editor for all users: Classic Editor

Allow users to switch editors: No 

 

Opportunità di guadagno

Creare un sito con WordPress può nascere come un esperimento ma in poco tempo, e te lo auguriamo, il tuo blog o Sito Web potrebbe non bastarti come semplice presenza online e potrai decidere di mettere a frutto il tuo impegno e la popolarità che pian piano ti sarai guadagnato decidendo di  monetizzare attraverso la pubblicità sito wordpress opportunità di guadagnoaderendo a dei programmi di affiliazione (Affiliate Marketing), oppure offrendo consulenze.

Un altro scenario possibile potrebbe essere che il tuo business è essere maturo da richiedere un sito e-commerce realizzabile con Magento.

In questi casi potrebbe inoltre servirti acquisire una più approfondita conoscenza di WordPress e delle tecniche di Search Engine Marketing (SEO), ai fini di una maggiore visibilità e un migliore posizionamento del tuo sito nelle SERP (Pagine dei risultati dei motori di ricerca).

A questo punto le tue competenze, o quelle dei tuoi collaboratori, se ne hai, dovranno necessariamente ampliarsi e diventare trasversali rispetto al mondo del digital marketing. Non ti basterà più sapere utilizzare soltanto WordPress, dovrai diventare un vero e proprio digital marketer. La nostra scuola è il luogo ideale dove formarsi a 360° oppure specializzarsi in uno o più ambiti. 

VUOI DIVENTARE UN ESPERTO WORDPRESS O UN DIGITAL MARKETER COMPLETO?

 

  • Rating Lettori
  • Votato 4.9 stelle
    4.9 / 5 (15 )
  • Vota!


Valutazione Digital Coach su Google