Seleziona una pagina

Costo gestione campagne Adwords

Le tipologie di pagamento più adottate dalle agenzie di Web Marketing

Se la tua azienda sta valutando di attivare una campagna di annunci a pagamento (detta PPC – pay per click-) su Google per promuovere il proprio sito o vendere i propri prodotti/servizi è fondamentale che si rivolga a professionisti del web marketing o ad agenzie specializzate in grado di pianificare e gestire correttamente questo tipo di attività. È fondamentale allora considerare un aspetto non sempre chiaro a chi non è del settore: il costo complessivo di una campagna Adwords comprende:

  • costo della campagna Adwords (costo pubblicitario Google)
  • costo di gestione della stessa (consulenza Web Agency o professionista Adwords)

 

Gestire una campagna Adwords: quanto costa?

Sapere fin da subito a quanto ammonta il costo dell’agenzia o del consulente che avete scelto per gestire le vostre campagne di adv è molto importante: è quindi fondamentale farvi mettere in preventivo il prezzo che l’agenzia web o il consulente fissa per la gestione delle vostre: le cifre possono infatti variare dalle poche centinaia fino alle diverse migliaia di euro al mese, a seconda del budget della campagna e dell’esperienza dei tecnici Adwords. Le principali tipologie di contratto presenti sul mercato sono le seguenti:

• pagamento a percentuale,

• pagamento a risultato,

• pagamento a tariffa fissa.

Ognuna di queste tipologie ha aspetti positivi e negativi. Vediamoli insieme.

Costo fisso per la consulenza (o a tariffa)

L’agenzia può proporvi di gestire una o più campagne Adwords per un certo numero di mesi definendo un costo fisso per la consulenza. Il costo mensile dei clic (quello che abbiamo definito come “costo Google”) è quindi a parte e direttamente a carico vostro. Il pagamento a tariffa fissa è forse il più semplice: l’agenzia si fa pagare un importo stabilito sulla base di una tariffa oraria o giornaliera, indipendentemente dal budget investito. Facciamo un esempio: l’agenzia reputa che occorrano 4 ore al mese per gestire le vostre campagne e, tariffando ogni ora a 50 €, voi spenderete 200 € al mese. Questa cifra si andrà ad aggiungere al budget stabilito da investire online.

PRO: è la modalità più trasparente: non sovradimensiona né sottodimensiona l’impegno, e mette al riparo da rischi di investimento. CONTRO: se il budget che avete messo a disposizione è basso, il costo di gestione della campagna rischia di essere più alta della spesa per la campagna di annunci stessa. Pensateci.

 Pagamento a percentuale

Con il pagamento a percentuale, la tariffa di gestione applicata dall’agenzia corrisponde a una percentuale del budget investito per la campagna AdWords. Ad esempio, se l’agenzia applica una tariffa mensile del 15% e voi spendete in un mese 3.000 € in AdWords, l’agenzia staccherà una fattura di 450 €. Spesso questo tipo di contratto prevede il versamento di una somma cosiddetta di “avviamento campagna”.

PRO: questa modalità di pagamento è chiara e senza sorprese.

CONTRO: se il budget da voi investito in AdWords è basso, è possibile che la tariffa di agenzia sia sottodimensionata rispetto alle reali necessità della campagna. Ad esempio, se l’investimento è pari a 1.500 € e la commissione applicata dall’agenzia è pari al 10%, la spesa dovuta per il servizio sarebbe di 150 €, che rischiano effettivamente di essere troppo pochi. Allo stesso modo, se il budget del cliente è molto elevato, la fee dell’agenzia rischia di essere eccessiva rispetto all’impegno richiesto.

Costo a percentuale sul fatturato

Uno dei grandi vantaggi del web è quello di poter attribuire ogni singola vendita ad un preciso canale di acquisizione. L’agenzia potrebbe proporre al committente una retribuzione mensile pari ad una percentuale del fatturato generato da Adwords nel mese precedente, una sorta di provvigione. Questo genere di contratto è particolarmente calzante nel caso di campagne rivolte a siti e-commerce.

Pagamento a risultato

Con il pagamento a risultato, l’agenzia fattura in base a quanti obiettivi (conversioni) raggiungono le vostre campagne AdWords. L’agenzia può assumersi interamente l’onere delle spese per la campagna AdWords, chiedendovi una cifra concordata in precedenza per ogni lead. In altri casi, siete voi clienti che vi accollate interamente le spese di AdWords e, in aggiunta, pagate all’agenzia una fee per ogni conversione, che avrà un importo inferiore rispetto all’esempio precedente. Nel primo caso, l’agenzia può ad esempio chiedervi 20 € per ogni lead e pagare di tasca propria le tariffe AdWords, definendone autonomamente il budget. Nel secondo caso, voi pagate la tariffa AdWords ed ad esempio 2/3 € per ogni conversione.

PRO: La tariffa con pagamento a risultato può essere molto conveniente per l’agenzia e, contemporaneamente, vi tutela dai rischi di non ricevere lead e di non generare vendite, soprattutto se l’agenzia si assume l’intero onere dell’investimento.

CONTRO: Finanziando interamente la campagna AdWords, l’agenzia corre il rischio di spendere in annunci ma non generare lead, quindi vendite, quindi profitti.

Quale contratto Adwords preferire?

Non è facile dirlo. Molto dipende molto dal settore, dal prodotto/servizio, dal tipo di campagna, dal budget totale e dalla sua durata. Riassumendo quanto detto prima, è possibile dire che un contratto a costo fisso per la consulenza permette di evitare brutte sorprese: il budget complessivo viene fissato ad inizio campagna e il costo Google è a carico dell’azienda, che può quindi controllarlo e verificare l’andamento della spesa in qualsiasi momento, quindi molto trasparente. Entrambe le tipologie di contratto a percentuale hanno il vantaggio di essere stimolanti sia per l’azienda che per l’agenzia che si occuperà della gestione della campagna: per entrambi il guadagno è legato alla qualità della campagna. La proposta di un costo unico che non permette di avere controllo sui costi parziali potrebbe risultare un po’ meno trasparente rispetto ai precedenti. Questo tipo di contratto richiede un rapporto di grande fiducia da parte dell’azienda nei confronti dell’agenzia.

Vuoi imparare e gestire campagne Google AdWords?

Scopri il corso SEM BASE

[wprs-box]

Valutazione Digital Coach su Google