Seleziona una pagina

CORPORATE STORYTELLING

Emozionare con i contenuti

Corporate Storytelling

Cos’è lo Storytelling per aziende ?

 

Quando si parla di Corporate Storytelling si fa riferimento a una strategia di comunicazione da sempre utilizzata dalle aziende di successo per corporate storytellingdistinguersi ed esaltare il proprio brand.

Il termine Corporate Storytelling indica l’arte di saper raccontare l’anima e i significati dell’azienda, narrando storie che mettono in relazione i valori dell’impresa con i potenziali clienti, i consumatori e i dipendenti. L’obiettivo è quello di costruire un rapporto positivo, una connessione anche emotiva tra l’azienda e il pubblico di riferimento, attraverso il racconto di una storia coinvolgente.

Ma facciamo un passo indietro. 

Che cosa si intende per storytelling? E’ un concetto nuovo? in quali contesti si usa? Ecco per te una breve definizione di storytelling: 

E’ l’arte di raccontare storie usata come strategia di comunicazione persuasiva, utilizzata in ambito non solo aziendale, ma anche  politico ed economico

Quindi parliamo di narrazione persuasiva finalizzata a creare un forte legame emotivo con lo spettatore.

Possiamo allora dire che il Corporate Storytelling è un potentissimo strumento usato anche per il personal branding e basato sulla costruzione di una narrazione. Generalmente alla componente testuale si aggiunge quella visiva, fondamentale sul Web. In questo caso si parla di Visual Storytelling, un concetto strettamente legato anche a quello di Content Marketing. Sicuramente il video si è imposto come un canale privilegiato per il Corporate Storytelling. Se realizzato bene, infatti, il video ha in sè tutte le caratteristiche necessarie per la migliore comunicazione online. 

 

Corporate Storytelling: perchè fa la differenza

 

corporate storytellingDopo avere visto la definizione di corporate storytelling, cerchiamo ora di capire quali benefici può portare ad un’azienda.

Innanzitutto diciamo che il compito dello storytelling è quello di dichiarare, attraverso una narrazione efficace, i valori e l’identità del brand. Detta così la questione potrebbe suonare ancora poco chiara e infatti, per chiarirti le idee, ho pensato di inserire più avanti un paragrafo dedicato a 3 famosi esempi di corporate storytelling.

Ma prima di passare al prossimo step ti chiedo di fare ancora un piccolo sforzo. Immagina un racconto classico, magari una fiaba, e pensa a come è strutturato. Di solito ci sono un protagonista, un aiutante magico, un antagonista e un premio finale che l’eroe deve ottenere.

Benissimo, ora prova ad applicare questi concetti alla strategia di comunicazione di un’azienda e scoprirai come si può creare un rapporto di empatia tra il brand e il suo pubblico.

Non è un mistero infatti che la presenza di personaggi reali e verosimili all’interno di una narrazione contribuisca a coinvolgere emotivamente lo spettatore. Se la storia raccontata rispecchia in qualche modo il vissuto, gli obiettivi e i sogni del pubblico di riferimento, allora il corporate storytelling ha fatto centro. Ma ora vi starete chiedendo: “In tutto questo racconto che ruolo gioca l’azienda?” Molto semplice: il ruolo dell’aiutante che magicamente risolve i problemi dei suoi utenti! 

Corso Digital Storytelling

 

Storytelling vs Interruption Marketing

 

E’ facile capire come il corporate storytelling introduca un nuovo modello di marketing, opposto a quello tradizionale dell’interruption marketing. In quest’ultimo caso infatti l’utente viene interrotto nella fruizione del contenuto da uno o più messaggi pubblicitari non richiesti (il nome banner ti dice qualcosa?). Come immagino avessi già intuito si tratta di un modo di fare marketing più invasivo e per certi versi datato. Sicuramente è agli antipodi rispetto all’idea che ruota invece attorno ad una strategia di content marketing e di storytelling.

Nel corporate storytelling infatti il messaggio aziendale è già inserito all’interno della storia. Un buona strategia, seguita dai migliori storytellers in circolazione, consiste ad esempio nell’attrarre lo spettatore verso il contenuto, e non viceversa. In questo modo l’utente diventa spettatore, e gli sembra di assistere ad uno spettacolo piacevole ed emozionante, a volte indimenticabile. Proprio come nei video di cui sto per parlarti.

 

Corporate Storytelling: 3 esempi di successo

 

Dopo avere visto insieme un pò di teoria, voglio presentarti ora tre casi di aziende che hanno usato con successo lo storytelling marketing per il proprio brand. 

Mettiti comodo, stiamo per passare in rassegna 3 esempi di corporate storytelling molto interessanti. Sto parlando di Nike, di Apple e dell’italiana Alce Nero.

 

corporate storytellingNike

Come primo esempio di storytelling aziendale ho scelto Nike. Da sempre infatti è attenta all’uso della narrazione per creare un’immagine forte del brand. Già a partire dagli anni Novanta, quando a mettere la faccia per la casa produttrice di scarpe sportive era niente di meno che Michael Jordan. Il recente spot “The Chance” racconta la storia di un ragazzo motivato dal desiderio di diventare giocatore di calcio, pronto a qualunque sacrificio pur di coronare il suo sogno. La narrazione è affidata al grande regista Spike Lee, niente male vero?

 

corporate storytellingGoogle

Al secondo posto di una classifica ideale troviamo Google. Il colosso di Mountain View non ha certo bisogno di presentazioni, eppure con i suoi spot è stato capace di narrare in maniera emozionante l’utilità che il motore di ricerca può avere per le persone. Lo spot “Reunion” è davvero coinvolgente: un uomo anziano confida alla giovane nipote il suo più grande desiderio, rivedere l’amico d’infanzia dopo tanti anni. Ed ecco che, grazie al semplice uso del motore di ricerca di Google, il sogno si trasforma in realtà. Qui il corporate storytelling si rivela la scelta migliore: la tecnologia acquista un volto umano e aiuta gratuitamente le persone. Da Google del resto ci saremmo potuti aspettare di meno?

 

corporate storytellingAlce Nero

E veniamo ora ad un bell’esempio di storytelling d’impresa nostrano: Alce Nero. La nota azienda, che rappresenta oltre 1000 agricoltori e produttori biologici, ha deciso di raccontarsi attraverso il progetto “Cibo Vero”. Qui i professionisti del biologico presentano la propria storia in brevi video che vanno così a comporre una sorta di mosaico. Da questa idea è nato anche un libro, incentrato appunto sui concetti di “rispetto per la terra” e “naturale”. Non c’è dubbio che i valori del brand siano più che mai chiari e che lo storytelling sia stato lo strumento ideale per illustrare una scelta di campo che è prima di tutto una scelta etica.

 

Le competenze per fare Corporate Storytelling

 

Se si vuole fare del brand storytelling aziendale il proprio mestiere, bisogna partire dal presupposto che non basta raccontare una storia. Occorre sviluppare una visione strategica che tenga conto dei seguenti punti:

 

  • Devi chiederti: “Quali sono i valori dell’azienda che voglio comunicare?”
  • Rifletti bene sul pubblico a cui intendi rivolgerti
  • Quali obiettivi e risultati vuoi raggiungere con il corporate storytelling?
  • Sei in grado di creare una narrazione anche complessa in grado di coinvolgere emotivamente il tuo pubblico?
  • Visual Storytelling: al centro della tua strategia dovrai inserire video e immagini di alta qualità

 

Si tratta di una serie di competenze di varia natura, di cui abbiamo parlato nel dettaglio in un’intervista a Sonia Milan. Alcune puoi averle innate, altre dovrai acquisirle attraverso l’apprendimento e la pratica sul campo. Il corporate storytelling rappresenta una grande opportunità per chi sa sfruttarla, ma non ci si può improvvisare. Ecco perchè è vivamente consigliato partire da una formazione specifica e strutturata.

 

Corporate Storytelling: i corsi di Digital Coach, leader in Italia

 

corporate storytellingDigital Coach propone un corso di Digital Storytelling rivolto a neolaureati, aspiranti Storytellers, freelance, piccoli imprenditori, blogger e giornalisti. L’obiettivo del percorso formativo è quello di fornire tutti gli strumenti necessari per avviare una proficua carriera nel mondo del Corporate Storytelling. Per chi ha già un’azienda, magari una piccola impresa o una startup, il corso può rivelarsi estremamente utile: avrà infatti l’opportunità di conoscere tutti i segreti per raccontare e promuovere con successo il proprio business. 

Non sei ancora convinto? Digital Coach, oltre ad essere Google Partner certificato, è leader in Italia nel settore della formazione Web Marketing. Se sei alla ricerca di un ottimo corso Corporate Storytelling a Milano oppure online, ecco alcune buone ragioni per scegliere quello di Digital Coach:

  • comprenderai tutte le fasi di un’attività di Digital Storytelling: partire dall’idea/brand per arrivare al racconto
  • imparerai a creare contenuti professionali avvalendoti dei migliori tools disponibili sul mercato
  • scoprirai come si crea e si sviluppa una narrazione di successo potenzialmente virale
  • apprenderai dai migliori specialisti tutti i segreti che concorrono a dare vita a un progetto di Storytelling di successo
  • sarai in grado di creare una brand identity per le aziende e per te stesso

Come già detto il corso è fruibile sia in aula a Milano, sia online e on demand: sarai tu a scegliere la modalità più adatta alle tue esigenze. Se seguirai il corso in aula avrai la possibilità di entrare in contatto con molti aspiranti Storytellers come te, con i quali potrai costruire un solido network. Se invece lavori e sei impegnato durante il giorno, ti consiglio la versione online serale del corso, oppure la formula on demand. In entrambi i casi avrai accesso alle più aggiornate conoscenze nel mondo del visual storytelling e del corporate storytelling.

A te la scelta!

 

    Sei interessato? clicca qui sotto!

Corso Digital Storytelling

 

Se vuoi saperne di più sui master e i corsi di Digital Coach:

Scopri tutti i master e i corsi!

 

  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (6 )
  • Vota!


[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]