Seleziona una pagina

Come pubblicizzare la propria attività

Idee e strategie per le 7 domande più frequenti

Quali sono le attività necessarie per pubblicizzare la propria attività? Questa è la domanda a cui molti liberi professionisti e imprenditori cercano di rispondere ogni singolo giorno per aumentare il numero di clienti e il fatturato. Già prima dell’avvento di internet non era un compito facile, ora invece gli strumenti a disposizione sono più alla portata di mano, anche con piccoli budget, ma è diventato difficile orientarsi su quelli giusti.

 

come pubblicizzare la propria attività

 

Quando un imprenditore, un libero professionista o un freelance vuole capire come fare le pubblicizzare la propria attività, ci sono una serie di domande frequenti che si pongono. Ne abbiamo raccolte 7.

Per ognuna abbiamo indicato delle indicazioni su quello che puoi fare e su azioni da compiere per ottimizzare tempo, energie e soldi. 

 

Qual è il primo passo per pubblicizzare la propria attività?

Non puoi pensare di iniziare a pubblicizzare la tua attività se non hai chiaro in testa cosa vuoi vendere e quale target. Il primo passo infatti, prima ancora di iniziare le azioni di marketing, digitale o tradizionale, è quello di definire la tua strategia. Pubblicizzare la propria attività è un obiettivo non troppo specifico, quindi per prima cosa sarebbe utile tradurlo in obiettivi raggiungibili e misurabili. Ad esempio:

  • aumentare i tuoi clienti utilizzando il web
  • riposizionare il tuo brand già esistente sul mercato
  • fidelizzare i tuoi clienti sul tuo e-commerce
  • lanciare un nuovo servizio 

Una volta definito l’obiettivo, devi capire qual è il tuo cliente tipo, ovvero la Buyer Personas. In sostanza devi definire il tuo target, i suoi interessi e i suoi bisogni. Ti rivolgi ad un mercato B2B o B2C? Il tuo cliente su che tipologia di social network si trova? Che siti frequenta? Si può raggiungere solo mediante l’online o anche attraverso canali fisici? È interessato all’acquisto di prodotti oppure sta cercando un consulente che gli risolva qualche problema?

Porsi queste domande e trovare le risposte in linea con la propria attività da promuovere è necessario per poter definire la propria strategia e ottimizzare le proprie risorse. Pubblicizzare un’attività sul web infatti è possibile attraverso una serie di strumenti che devono essere utilizzati in maniera sinergica e coordinata. Solo così si possono raggiungere buoni risultati e avere un ROI (Return on Investment) positivo dalle azioni messe in campo.

 

Come pubblicizzare un’attività sul web?

Subito dopo aver definito la tua strategia, il passo successivo pubblicizzare la tua attività su web è quello di creare il tuo sito. Questo rappresenta la tua casa online ed è il mezzo principale con cui acquisire professionalità e autorevolezza agli occhi del tuo potenziale cliente.

Puoi inserire al suo interno tutte le informazioni che servono ai clienti per entrare in contatto con te, mettere una descrizione dei tuoi servizi per promuoverli alle persone interessate e magari inserire anche un portfolio di lavori già svolti in passato.

pubblicizzare attività web

Non sai da dove partire per realizzare il tuo sito? Non preoccuparti. Puoi tranquillamente utilizzare un CMS gratuito, come WordPress. Attraverso questa piattaforma, puoi tu stesso procedere alla scrittura e alla modifica dei tuoi contenuti, anche se non hai alcuna competenza informatica. Ricordati che rendere il tuo sito web fruibile anche da dispositivi mobili è fondamentale, e in caso rivolgiti a professionisti del settore. Ad esempio potresti frequentare il nostro corso WordPress per capire come si fa.

Ovviamente una volta fatto il sito, devi fare in modo di portarci dei visitatori interessati. E qui hai 3 opzioni:

  1. Impari a posizionare il sito sui motori di ricerca, attraverso la SEO (Search Engine Optimization). Così puoi fare in modo che per le parole chiave legate alla tua attività il sito risulti nelle prime posizioni di Google
  2. Ti affidi alla pubblicità a pagamento di Google, quindi fai attività di SEM (Search Engine Marketing), spendendo del budget per fare in modo di portare velocemente persone a conoscere la tua attività
  3. Sfrutti il potere del networking e l’utilizzo dei social per fare pubblicità gratis su internet

Per quanto riguarda i primi due punti, puoi trovare informazioni nel nostro corso SEO e nel corso SEM. Vediamo invece ora come fare pubblicità gratis alla propria attività.

 

Come fare pubblicità gratis su Internet?

Quando si vuole pubblicizzare la propria attività spesso si è alla ricerca di modi per farlo ottimizzando il proprio budget il più possibile. Non di rado capita che si voglia trovare addirittura dei modi fare pubblicità gratis su Internet. Ma è davvero possibile?

Certamente i risultati che si possono ottenere investendo sono migliori e più veloci, ma all’inizio, quando magari si è ancora in fase di startup, è giusto anche provare altre strade. Cosa si può fare allora?  

La attività più indicate in questa fase sono quelle legate alla Digital PR. Ovvero quelle attività che ti permettono di far conoscere il tuo brand per poter promuovere la tua azienda a persone interessate. Non è un’attività facile, bisogna selezionare accuratamente blog, magazine, eventi in cui far circolare il tuo nome. Ed è poi molto utile diffondere la tua immagine utilizzando il Digital Storytelling. Crea la tua storia per raccontare la tua attività utilizzando anche contenuto in più formato, ad esempio immagini, testo e video. 

Puoi utilizzare la tua storia per diffondere il più possibile il tuo brand alle persone giuste. Puoi distribuirlo sui tuoi canali social, che puoi aprire gratuitamente, puoi contattare blogger del tuo settore o di settori complementari al tuo e proporre di scrivere dei contenuti per loro in cambio di un link verso il tuo sito web.

E non dimenticarti di contattare giornalisti e riviste interessati alla tua storia. Queste persone sono sempre in cerca di contenuti da pubblicare, quindi tuffati: racconta la tua attività in modo diverso dai tuoi competitor

Pubblicità gratis su internet con le Digital PR

Trova le persone più in linea con i tuoi servizi utilizzando Linkedin oppure cercando sui motori di ricerca altri siti correlati alle tue attività. Contatta queste persone via mail, personalizza più che puoi il messaggio a seconda del destinatario, e proponiti. Non avrai nulla da perdere e tutto da guadagnare.

E gli altri social network invece? Vediamoli.

 

Come pubblicizzare un’attività su Facebook?

La prima cosa che devi fare per pubblicizzarti su Facebook, dopo aver definito le tue Buyer Personas, come visto prima, è quella di aprire la tua Fan Page. Inserisci il tuo nome, la descrizione dei tuoi servizi, due belle immagini per la copertina e l’immagine di profilo. E poi lavora con dedizione alla pubblicazione di contenuti

Fino a qualche tempo fa, le pagine pubbliche avevano buone possibilità di ricevere visite semplicemente dai contenuti organici, cioè gratis. Ora la visibilità per chi non fa utilizzo di contenuti sponsorizzati è molto diminuita, per questo è necessario che tu metta da parte del budget per investirlo nella piattaforma, se vuoi davvero pubblicizzare la tua attività su Facebook.

In che modo puoi farlo? In almeno 4 modi diversi:

  1. Promuovi la tua pagina, in modo da acquisire fan in target con i tuoi servizi
  2. Ottieni visualizzazioni del video in cui presenti la tua azienda e la tua storia
  3. Metti in evidenza i post, magari quelli in cui pubblicizzi una tua case history di successo
  4. Porta visite al tuo sito web, così da poter avere un contatto diretto con le persone interessate alla tua attività.

L’obiettivo finale infatti è quello di portare i tuoi potenziali clienti a lasciarti un loro contatto, preferibilmente l’email, così da poter interagire direttamente con te, senza più passare da Facebook. Questo ti permette di poterli contattare con uno strumento che non è a pagamento, al contrario delle Facebook Ads.

Per fare ciò puoi utilizzare una pagina del tuo sito, detta landing page, su cui puoi chiedere al potenziale cliente di lasciare il proprio indirizzo mail in cambio di un contenuto di valore. 

Il rapporto con queste persone deve essere coltivato e mantenuto, continuando a dare informazioni e contenuti valore per aumentare la tua credibilità e la loro fiducia nei tuoi confronti. Puoi fare in modo che vedano determinate pagine del tuo sito web, delle case history di altri clienti che hanno lavorato con te in passato, o semplicemente informarli su offerte e occasioni adatte al loro caso specifico.

 

Come promuovere la propria azienda su Instagram?

Instagram è un social network molto in voga negli ultimi tempi, soprattutto nel target di giovani e giovanissimi. Può essere usato come un diario dei propri scatti fotografici, ma può essere anche uno strumento per pubblicizzare la propria attività e i propri servizi. Sia che tu sia un imprenditore o un libero professionista, Instagram ti consente di utilizzare il visual storytelling per raccontare i tuoi servizi e i tuoi prodotti. Devi però utilizzarlo evitando alcuni errori grossolani.

Intanto cerca di creare un feed attraente, mantenendo un tuo stile visuale che sia riconoscibile, con immagini di qualità, e magari anche un layout grafico standard con il tuo logo in evidenza. Racconta la tua storia, i particolari della tua attività attraverso le immagini. 

Promuovere azienda Instagram

Non ti limitare però soltanto a questo. I social network hanno infatti il loro punto di forza nella rete sociale che mettono a disposizione dei loro iscritti, per cui interagisci con altre persone. Cerca persone che possano essere interessate a ciò che fai, metti like e commenti anche alle loro foto. In questo modo ti farai notare, e se il tuo feed è curato e ben fatto, i tuoi follower aumenteranno.

Se per caso qualcuno ti dovesse proporre di comprare follower, non accettare. Quello che conta infatti sono i follower reali, perché sui social quello che davvero conta è l’engagement, ovvero le interazioni con te. E i follower comprati, che spesso sono dei semplici bot, non possono interagire. 

Come per Facebook, anche su questo social è importante pubblicare contenuti frequentemente, anche ogni giorno. Pubblica foto che possano essere di interesse e di ispirazioni per i tuoi follower, e se proprio non riesci a pubblicare ogni giorno, puoi anche ripubblicare foto di altri, magari citando l’autore e usando questa tecnica per nutrire le tue relazioni digitali.

Infine, ricordati di usare gli hashtag, ovvero le parole chiave descrittive delle tue immagini, più in linea con quello che pubblichi. Così aumenterai la probabilità di essere trovato dai tuoi potenziali clienti. Una volta che saranno sul tuo feed, visto che su Instagram non è possibile inserire link, potranno leggere la tua bio per decidere se diventare tuoi follower oppure no.

Cosa è la bio? Sono quelle poche righe messe a tua disposizione per descrivere chi sei e che cosa fai, e quindi convincere un utente di passaggio a rimanere aggiornato su tuoi contenuti convertendolo in follower. In questa descrizione puoi inserire un solo link ed è l’unico modo per portare direttamente da Instagram traffico verso il tuo sito web. 

Se per caso vuoi sapere come comportarti per pubblicizzare la propria attività locale su Instagram, oltre a tutto questo, c’è anche un’altra  piccola attenzione da non dimenticare. Nella tua bio infatti una best practice è quella di inserire il luogo e l’indirizzo della tua attività.

 

Vendere consulenza online: come promuovere i propri servizi?

Qualora tu sia un esperto in un determinato campo e voglia sapere come pubblicizzare un servizio di consulenza online, ecco la risposta per te. La chiave in questo è nel personal branding. Pubblica il tuo sito web personale e apri tutti i profili social necessari per intercettare il target a cui ti rivolgi. Puoi vendere le consulenze online dal tuo sito, anche se fatto da te in autonomia con WordPress. Magari agganciando un sistema di pagamento, e poi facendo le sessioni tramite videochiamata su Skype.

Quello che conta è che tu riesca attraverso i canali web e social a tua disposizione a dimostrare esperienza, competenza e affidabilità. Per farlo il modo migliore è di interagire e offrire del contenuto e delle soluzioni gratuite in uno dei seguenti modi:

  • Pubblica articoli sul tuo blog, in cui mostri la tua preparazione
  • Scrivi un ebook e regalalo in cambio della registrazione alla tua newsletter
  • Invia una newsletter almeno settimanale a tutti gli iscritti
  • Organizza un webinar gratuito su una tematica specifica di tua competenza
  • Pubblica dei video online (su youtube o sui social) in cui affronti un argomento specifico della tua attività

Queste attività ti consentono di diffondere il tuo brand personale, che deve essere specifico e coordinato su tutte le piattaforme online in cui tu sei iscritto e sei raggiungibile dai i tuoi potenziali clienti.

L’ultimo passo per vincere la diffidenza iniziale del cliente nel comprare un servizio di consulenza online potrebbe essere quello di offrire una mini sessione gratuita, magari di 30 minuti, in cui tu offri la tua competenza, abbassando le barriere iniziali e dimostrando personalmente il tuo valore.

 

Ho un business locale: idee per promuovere l’attività?

Ti trovi in questa situazione: sei alla costante ricerca di nuovi clienti e di metodi per fidelizzare quelli che hai. Promuovere la tua attività locale segue le stesse logiche di quanto scritto finora.  Devi essere presente su web e sui canali social, soprattutto Facebook (Instagram dipende dal tuo settore di attività).

C’è però una cosa molto importante da aggiungere. Per promuovere la tua attività, se hai un business locale, devi assolutamente essere presente su Google My Business. Attraverso questa piccola attenzione puoi:

  • essere presente su Google Map
  • avere una scheda descrittiva che compare in alto sulla destra quando i tuoi potenziali clienti ti cercano si Google da pc
  • essere in cima alle ricerche da smartphone per le parole chiave legati alla tua attività, nei dintorni della tua posizione geografica

Cosa mettere in questa scheda? Innanzitutto i tuoi contatti, quindi orari di apertura, indirizzo, numero di telefono, mail. Ma soprattutto cerca di avere il più alto numero di recensioni.

Promuovere attività business locale

Offri un incentivo ai tuoi clienti per lasciare una recensione positiva sulla tua azienda e sui tuoi servizi. Queste sono la più importante forma di pubblicità gratuita che puoi avere per aumentare i tuoi clienti e il tuo fatturato.

Eventualmente, oltre a tutto questo, puoi anche sfruttare la stampa locale e i micro-influencer che si rivolgono ad un pubblico in linea con quello che vuoi attrarre nel tuo locale.

 

Come pubblicizzare un sito e-commerce?

E se tu non volessi offrire un servizio di consulenza online, se non volessi aprire un’attività locale ma volessi soltanto pubblicizzare un ecommerce? Cosa fare? Le buone norme che abbiamo dato sulla presenza sul web rimangono valide.

Ci sono però alcune specificità da aggiungere che possono fare la differenza per te se vuoi vendere prodotti online. In particolare vediamo 3 indicazioni:

  1. Come per la promozione dell’attività locale, a maggior ragione per l’ecommerce, il miglior modo per attirare nuovi clienti sono i vecchi clienti. Quindi devi prevedere assolutamente dello spazio per le recensioni, i testimonial, foto, video e testimonianze reali di clienti soddisfatti di aver acquistato i tuoi prodotti. Questo abbatte molto la diffidenza dei potenziali clienti, che non hanno la possibilità di toccare con mano il prodotto prima di ordinarlo dal tuo sito.
     
  2. Utilizza il retargeting. Cosa vuol dire? Non è detto che i tuoi potenziali clienti atterrano sul tuo sito, vedono un determinato prodotto e concludono l’acquisto tutto in un solo momento. Probabilmente questo avverrà in momenti separati. Quello che devi fare è tracciare, con gli appositi strumenti, il percorso dell’utente e pubblicizzare i tuoi prodotti agli utenti che si trovano a metà di questo percorso. Potresti mandare una mail per ricordare di completare l’acquisto dei prodotti che hanno messo nel carrello e poi non hanno più comprato. Oppure  mostrare le tue campagne di marketing su Facebook soltanto alle persone che negli ultimi 7 giorni hanno visualizzato un determinato prodotto sul tuo sito senza poi comprarlo. Questo è l’obiettivo del retargeting: mostrare alle persone giuste ciò che potrebbe interessare loro, sulla base dei loro comportamenti passati, cercando di ricavarne il maggior profitto possibile.
     
  3. Crea video-tutorial per mostrare al tuo pubblico come funzionano i tuoi prodotti. Puoi fare questi tutorial magari su prodotti specifici per cui la resistenza all’acquisto online è maggiore, e magari coinvolgere anche qualche tuo cliente soddisfatto in questo processo. Il video lo puoi caricare su Youtube, magari inserirlo poi in qualche articolo del tuo blog, e diffonderlo attraverso i social. Sicuramente se il video è esplicativo questo contenuto sarà apprezzato e può aiutarti a vendere più prodotti.

 

Conclusioni

Abbiamo visto 8 domande che generalmente si fanno le persone che voglio capire come pubblicizzare la propria attività. Attraverso l’online abbiamo visto che i modi sono tanti, anche a seconda della tipologia di business e di clientela che si vuole attrarre. Servono intraprendenza, una corretta strategia di business e le giuste competenze. Tutte cose che puoi apprendere nel nostro Master per Digital Marketing Manager! Che ne dici di dare un’occhiata al programma?

Scopri il Programma ORA

  • Rating Lettori
  • Votato 4.8 stelle
    4.8 / 5 (3 )
  • Vota!


Valutazione Digital Coach su Google