Seleziona una pagina

CHIEF GROWTH OFFICER

Chi è, cosa fa e quali competenze deve avere

Chief-growth-officer

  • Stai cercando di comprendere chi sia e che ruolo abbia il Chief Growth Officer all’interno di un’azienda?
  • Ti stai chiedendo che competenze abbia un CGO o come fare per svilupparle?

Bene. In questa pagina darò risposta ai tuoi quesiti facendo luce su tutto ciò che compete questa nuova figura professionale del Chief Growth Officer.

 

 

Chi (non) è e cosa fa un Chief Growth Officer

 

Il profilo del CGO ha generato ultimamente parecchio scalpore sul web, dopo che le strategie di marketing della Coca Cola hanno visto sostituire il Chief marketing officer con, appunto, un Chief Growth officer.
Da allora vi è ancora molta confusione a riguardo: si parla molto, infatti, di Hacking marketing, o di Hacking growth o addirittura di Startup growth, tutti termini e ambiti che tuttavia esulano la sfera operativa del nostro CGO. Vediamo perché:

Il Chief Growth Officer non si occupa infatti di far crescere Startup in tempo zero con tassi del 200% annui, tanto meno di applicare mere strategie di marketing volte alla crescita; opera piuttosto in grandi realtà aziendali (vedi Coca-Cola) che hanno brand authority e prodotti/servizi già ben consolidati, dove quindi la sua figura è chiamata a svolgere un diverso e ben più arduo compito: la crescita aziendale in tutto il suo insieme.

 

Come riesce a far crescere un’azienda?

 

La sua posizione ai vertici della piramide lo pongono a rispondere direttamente al CEO e ad abbracciare tutte le branche aziendali, ma si sa..da grandi poteri derivano grandi responsabilità! Per soddisfare l’insaziabile esigenza di costante crescita richiesta da aziende di un certo spicco, infatti, il Chief Growth Officer è chiamato a trovare soluzioni per ottimizzare le vendite, il marketing – digitale e tradizionale – il prodotto/servizio e tutti i processi che li uniscono.

 

CGO

Per riuscirci passa al vaglio tutte le dinamiche di mercato (quindi anche quelle fuori dal mercato in cui opera) e fa una cosa che solo i Grandi hanno compreso essere il fulcro per continuare a crescere in contesti del genere:

Dedica attenzione maniacale ai bisogni e alle preferenze dell’utente con l’obiettivo di comprendere sempre più quali siano i suoi gusti e agendo di conseguenza sulla base di tali analisi.

Mette cioè al centro dell’attenzione il cliente finale, andando a studiare cioè il buyer personas ideale e le sue esigenze online ed offline, così che, come abbiamo visto, solo allora,vada ad ottimizzare strategicamente le componenti sinergiche alla buona riuscita dell’obiettivo: la crescita aziendale.

Tutto questo gli è possibile perché è proprio l’utente ad esser cambiato negli ultimi anni e con lui le sue abitudini all’acquisto.
Oggi pensaci, senza nemmeno essercene resi conto siamo diventati utenti che al momento dell’acquisto sappiamo (o possiamo sapere) vita morte e miracoli dell’azienda a cui ci stiamo rivolgendo e del suo prodotto/servizio: navighiamo senza fermarci al primo risultato di ricerca, vogliamo e troviamo tutte le informazioni che riteniamo utili, cerchiamo recensioni, pareri, pregi e difetti e condividiamo a nostra volta l’esperienza (positiva o negativa) sia offline con amici e parenti, sia online tramite i canali social e le recensioni. Pretendiamo insomma sempre di più perché abbiamo modo di selezionare ciò che si avvicina esattamente alle nostre esigenze.

Il nuovo atteggiamento più indipendente e consapevole dell’utente, si traduce in una grande opportunità per le aziende che sposano una visione incentrata sul cliente; difatti,tale modello di business sfrutta anche lo studio delle “tracce” lasciate dagli utenti durante la navigazione, che vanno a formare l’enorme mole di Big Data utili al Chief Growth Officer e al suo team per “ascoltare” con precisione esigenze, bisogni e desideri del cliente finale e agire, solo poi, su prodotto/servizio, marketing, vendite ecc.

 

Quali competenze deve avere un Chief Growth Officer

 

Il Chief Growth Officer, dall’alto del suo ruolo, deve saper coordinare tutti i vari meccanismi che ruotano attorno al core business aziendale. Tra questi vi sono competenze digitali imprescindibili per un CGO, necessarie sia per comprendere, sia per coordinare il team digitale. Tra le digital skills possiamo citare:

 

Come sviluppare le competenze digitali del Chief Growth Officer

 

Come si suol dire “nessuno nasce imparato”, ma ogni cosa richiede formazione ed esperienza che ci permetta di affrontare necessità ed ostacoli e perché no: realizzare le nostre ambizioni. Un Chief Growth Officer ha seguito proprio questo tipo di percorso: formazione professionale e tanta, tanta esperienza lavorativa poi in azienda in diversi settori. Un ottimo punto di partenza è il percorso formativo offerto da Digital Coach, partner ufficiale Google, che da oltre 10 anni forma, riqualifica, certifica e, in base alle necessità, inserisce nel mondo del lavoro studenti, impiegati aziendali, imprenditori e liberi professionisti.

 

Per diventare un Chief Growth Officer, il percorso formativo offerto da Digital Coach più indicato per acquisire tutte le competenze necessarie è il Master Start Up Program, che prevede:

 

  • 171 ore di formazione tenute da 30 professionisti del settore
  • 4 mesi di Work Experience in Digital Coach
  • Partecipazione ad un Digital networking event
  • 33 ore di coaching diviso in :
    • 11 ore di Business Plan creation
    • 7 ore di Digital strategy
    • 7 ore di Online store / Website creation
    • 8 ore di orientamento

Come frequentare lo Start Up Program

 

Lo Start Up Program di Digital Coach si svolge in sede a Milano, a pochi minuti a piedi da Porta Garibaldi, dal lunedì al giovedì. Se non puoi abbandonare il posto di lavoro o semplicemente Milano è per te fuori mano non preoccuparti, abbiamo pensato anche a questo, offrendo 3 diverse modalità di partecipazione:

 

  • Corso in Aula: le lezioni si svolgono appunto in un aula appositamente dedicata, fornita di tutti gli strumenti hi-tech necessari, con la possibilità di interagire durante la lezione, conoscere personalmente i professionisti che le presenziano, chieder loro chiarimenti e maggiori informazioni e conoscere nuove persone con cui condividere e confrontarsi.
  • Corso Online: seguirai le lezioni live durante lo svolgimento negli orari di lezione comodamente da casa dal tuo PC, potendo interagire allo stesso modo col docente durante le lezioni, porre domande e intervenire.
  • Corso On Demand: potrai rivedere la registrazione delle lezioni comodamente da casa, quando vuoi tu sin dal pomeriggio successivo alle lezioni, con la sola differenza che mancherà la parte d’interazione. Ma non preoccuparti, abbiamo pensato anche a questo! Potrai porre le tue domande ed ottenere tutte le risposte di cui hai bisogno sui gruppi Digital Coach creati ad hoc sui Social come Linkedin e Facebook.

Fissa un rapido appuntamento telefonico oppure partecipa alla sessione (aula/online) di presentazione dei corsi!

  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (2 )
  • Vota!


[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]