Seleziona una pagina

Tutti hanno uno smartphone, secondo delle recenti indagini ben il 95% della popolazione italiana, con circa 1,5 contratti telefonici ciascuno. Un dato incredibile e il 42% degli utenti, tra i 18 e i 29 anni, con connessione dati, ha installato l’applicazione di messaggistica WhatsApp. Sulla piattaforma, nel mondo, ci sono oltre 1,5miliardi di utenti mensili, e il numero è in continua crescita. WhatsApp è l’alternativa più popolare agli sms in 109 paesi e viene utilizzata in circa il 60% del mondo.

Questo numero di utenti è maggiore di qualsiasi piattaforma di social media, ad eccezione della proprietaria, ovvero Facebook. Ogni giorno tramite WhatsApp vengono inviati circa 50 miliardi di messaggi, 1 miliardo di video, 4.5 miliardi di foto e 80 milioni di GIF.

Fu creata nel 2009 da Jan Koum e da Brian Action, due ex impiegati di una delle aziende digitali più importanti dell’epoca, ovvero Yahoo.

Nel Febbraio del 2014, Mark Zuckerberg acquista WhatsApp per 19 miliardi di dollari e questo cambio di proprietà determina una svolta epocale per un’applicazione nata esclusivamente per mettere in contatto le persone. Il 2016 è l’anno delle rivoluzioni e viene introdotta la sicurezza end-to-end: attraverso questo sistema le conversazioni diventano sicure e ciò consente agli utenti di divulgare dati sensibili come numero di telefono, localizzazione e cosi via.

Il perché del successo di WhatsApp e delle altre piattaforme di messaggistica, ad esempio Telegram, è spiegato con il fatto che la maggior parte degli utenti desidera un contatto individuale e diretto, motivo per cui queste applicazioni sembrano avere la meglio rispetto ai social network tradizionali.

Da qui l’idea di sfruttarle come media per attività di marketing.

 

WhatsApp come strumento di marketing

Esistono numerosi motivi per cui è consigliabile implementare WhatsApp come parte degli strumenti di marketing per le aziende, cominciando dal fatto che l’applicazione è gratuita e il suo utilizzo, come descritto, è cosi diffuso che probabilmente il tuo target è sicuramente tra i suoi utenti.

Grazie alle sue funzionalità hai la possibilità di comunicare direttamente in tempo reale con i tuoi clienti, sia in modalità uno-a-uno, che uno-a-molti, potendo creare gruppi e liste fino a 256 membri, divenendo così uno strumento perfetto per organizzare eventi, inviare brochure, offerte speciali, audio, link e video della tua attività.

Le attività di marketing effettuate tramite WhatsApp garantiscono un alto tasso di partecipazione con circa il 95% dei messaggi che viene aperto e letto entro i tre secondi dalla ricezione.

Consapevoli di questa tendenza, Zuckerberg e la sua squadra hanno aperto le porte alle aziende rilasciando una versione professionale di WhatsApp dedicata alle realtà imprenditoriali.

 

WhatsApp Business

whatapp business

I maggiori utilizzatori sono quelli relativi a business locali, che hanno puntato principalmente sul customer care e sull’invio di messaggi promozionali via chat, oltre, che sulla creatività, ottenendo visibilità e coinvolgendo i clienti.

Tali realtà imprenditoriali si nutrono di relazioni fiduciarie solide e durature nel tempo e ciò consente di instaurare un rapporto di continuità all’interno sia verso i clienti, che verso la filiera distributiva. Le relazioni del processo di vendita costituiscono così la cosiddetta brand experience che permette a ogni consumatore di vivere la realtà aziendale e di immedesimarsi, allo stesso tempo, nei valori che caratterizzano il brand.

Si possono inviare uno o più file nei formati Word, Excel e Pdf, nonché generare una mappa geografica che indichi la nostra posizione geografica. Inoltre, come è già avvenuto su Messenger, Whatsapp può essere integrato con i bot in modo tale da consentire alle imprese di creare sistemi automatizzati in grado di gestire le richieste dei clienti. Attraverso questi strumenti è possibile unire l’account con una pagina Facebook e gestire le richieste dei clienti da un unico pannello di controllo.

Quasi sicuramente in futuro, Whatsapp sarà in grado di supportare anche diversi formati pubblicitari e ciò consentirà, a chi gestisce l’assistenza clienti, di inviare offerte promozionali senza far leva sul numero di telefono di ogni singolo utente. L’advertising su WhatsApp può essere un’opportunità per tutte quelle imprese che operano in mercati di nicchia in quanto consentirà di raggiungere i profili più interessanti e di comprendere i loro gusti e le loro abitudini.

 

Come comunicare via WhatsApp

Vediamo in che modo possiamo comunicare su tale piattaforma:

  • Chat individuale

  • Broadcast

  • Gruppi

Le chat uno-a-uno o individuali sono utilizzate perlopiù per l’assistenza clienti, si possono così mandare messaggi, chiamare o video-chiamare o anche inviare frammenti di registrazione audio. Ovviamente è possibile corredare il tutto con foto e video allegati.

Le liste broadcast sono molto interessanti, ma, per funzionare, gli utenti devono aver memorizzato nella propria rubrica il numero del mittente. A quel punto si può inviare un messaggio e questo andrà agli utenti della lista e, se rispondono, entrerà nel nostro telefono come un messaggio normale individuale. Le liste di broadcast sono limitate a 256 contatti.

Le chat di gruppo consentono di inviare messaggi con un gruppo, sempre massimo di 256 persone, contemporaneamente condividendo messaggi, foto e video. Tutti i partecipanti alla chat di gruppo possono interagire e vedere anche le risposte degli altri utenti.

 

Le multiple opzioni di WhatsApp

 

Con WhatsApp è possibile:

  • fornire risposte rapide;

  • ricevere richieste di prenotazioni;

  • inviare offerte esclusive;

  • inviare le indicazioni stradali della nostra sede;

  • inviare le novità inerenti ai prodotti e ai servizi offerti;

  • monitorare i risultati ottenuti.

 

WhatsApp, quindi, non è una semplice applicazione di messaggistica istantanea in quanto attraverso un uso appropriato delle sue funzionalità, può diventare un efficace strumento per la gestione dei clienti.

 

Se stai pensando di integrare WhatsApp nella strategia digitale del tuo business e vuoi saperne di più puoi approfondire l’argomento leggendo il libro Whatsapp Marketing: Strategie ed Esempi Per Utilizzare La Chat Come Strumento di Business di Alessandra e Maria Rosaria Gallucci, edito da Flaccovio editore.

 

 

Martina Cacace on Linkedin
Martina Cacace
Sono una studentessa appassionata di Digital Marketing, con l'obiettivo di diventare freelance. Attualmente faccio parte del Team Digital PR. per Digital Coach.