Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.9 stelle
    4.9 / 5 (71 )
  • Vota!


COS’É LA RIVOLUZIONE DIGITALE?

 

Cosa si intende per rivoluzione digitale? Vediamo di rispondere a questo interrogativo analizzando il fenomeno della digitalizzazione e come questa possa essere utile per dare una svolta alla propria carriera lavorativa.
Indagheremo anche sull’impatto che ha avuto la rivoluzione delle nuove tecnologie nel business e per le aziende.

Che tu sia un lavoratore dipendente, un libero professionista o un imprenditore con l’obiettivo di innovare la propria attività sei coinvolto. Con l’avvento della digital revolution è possibile riqualificarsi e aggiornare le proprie competenze verso nuove frontiere occupazionali: le Professioni Digitali.

Come vedremo la ripercussione riguarda:

  • il mondo del lavoro
  • l’economia
  • la comunicazione
  • i social network
  • la didattica
  • settori diversi tra loro come: sanità, agricoltura, arte

 

 

Rivoluzione Digitale vuol dire il passaggio graduale da una tecnologia elettronica analogica a tecnologie elettroniche digitali, di cui il principale protagonista è Internet e gli strumenti che lo adoperano, come computer o telefoni cellulari digitali.

Questa rivoluzione ha cambiato in maniera significativa il nostro approccio alla cultura, al mondo del lavoro, al modo in cui passiamo il tempo libero.

In tutti gli aspetti della vita sociale, la digitalizzazione dell’informazione è diventata indispensabile, un elemento chiave che ha modificato anche il modo di interagire con il prossimo.

Con l’avvento dell’era digitale, infatti, si evolvono le modalità di accesso alle informazioni. Mutano i mezzi con cui accediamo ai contenuti informativi, si trasforma il modo in cui i media, le aziende o personaggi pubblici comunicano con il proprio pubblico, attraverso il sito web o blog piuttosto che i canali social. 

Nei possibili scenari futuri ipotizzati, la rivoluzione digitale è un evento storico di cui facciamo parte e che sta trasformando la società in tutti i suoi aspetti; così come il rapporto tra le persone e il mondo del lavoro, che offre oggi nuove possibilità di occupazioni legate al mondo digitale.

 

La rivoluzione digitale è un’opportunità: dai una svolta alla tua attività e investi nel cambiamento!

 

Evoluzione informatica

 

Il progresso di diffusione informatica ha spianato la strada verso Internet, che è subito diventato l’asse centrale delle tecnologie digitali. Tutta l’industria 4.0 si basa sull’innovazione apportata dallo sviluppo delle reti e l’automazione dei meccanismi, così come l’intero sistema comunicativo a cui siamo abituati oggi si regge sulle rivoluzionarie connessioni stabilite dalla rivoluzione internet in questo campo.

Figure come l’ingegnere informatico poggiano le fondamenta sul rinnovamento quattro punto zero. Grazie alla realtà aumentata e all’accesso da remoto questi “operai digitali 4.0″ possono velocemente intervenire presso tutti gli impianti e supportare il lavoro a distanza. I sistemi di sorveglianza stessi garantiscono un aiuto maggiore.

Fa un “certo effetto” pensare che solo 50 anni fa veniva inaugurato in Italia il primo corso di laurea in informatica all’Università di Pisa e oggi sentiamo parlare di:

  • intelligenza artificiale
  • machine learning
  • blockchain
  • big data
  • Internet of Things

Dopo la rivoluzione industriale, tra qualche anno nei libri di storia si studierà come siamo riusciti a interconnettere macchine e uomo. Ad estrarre e imparare dai dati elaborati per migliorare la comunicazione, l’empatia con il cliente, la usability di tutte le interfacce touch. In questi anni assistiamo ad un rapido sviluppo della robotica, con il conseguente punto di domanda, in parte filosofico, sul destino della classica forza lavoro.

Gerd Leonhard nel suo libro “Technology Vs Humanity” parla di “minaccia di disumanizzazione” riferendosi al rischio che “software e AI prendano decisioni al nostro posto disabituandoci a compiere delle scelte autonome.” L’interrogativo che sottolinea è: ” fino a che punto vogliamo arrivare a fidarci delle macchine?”

 

rivoluzione digitale

 

Nuove tecnologie digitali

 

Il progresso tecnologico ha reso il mondo una piattaforma “digitalmente rivoluzionata”, permettendo a persone e industrie di evolvere più velocemente. Ha consentito alle aziende di aumentare la loro produttività, ma allo stesso tempo ne ha amplificato la competitività.

Tutto ciò ha reso chiara alle imprese l’impellenza di mantenersi flessibili ai cambiamenti e sensibili agli sviluppi tecnologici. Ne deriva una grande responsabilità dell’uso che le companies fanno di questa tecnologia per ottenere il successo.

Quando si parla di rivoluzione digitale, non bisogna eleggere al ruolo di protagonista la tecnologia e basta, ma considerare ad ampio titolo le persone che sono la vera chiave per accrescere il valore della trasformazione e la sua sostenibilità.

Complessivamente la cultura digitale deve permeare all’interno delle organizzazioni rendendo il personale che ne fa parte più informato e predisposto al cambiamento.

 

tecnologia-digitale

 

Settori coinvolti dal fenomeno digitale

 

Economia

Le nuove tecnologie digitali intervengono in tutti i settori in primis l’economia e la finanza per via della modifica delle reti distributive globali che ora includono una portata maggiore di prodotti e servizi con tempi di approvvigionamento molto più stringati. O ancora: lavorare online da casa, lo smart working e i progetti crowdsourcing lanciati dalle aziende che spingono ad una organizzazione del lavoro più flessibile e all’abbattimento dei costi. Anche nell’emisfero delle banche l’innovazione è predominante. Basti pensare ai robo advisor che offrono una consulenza finanziaria digitale e all’abitudine consolidata soprattutto da un pubblico giovane di approcciarsi all’istituzione unicamente attraverso home banking.

 

Servizi per i cittadini

La pervasività della rivoluzione tecnologica digitale si insinua anche in ambiti che apparentemente ci potrebbero sembrare ancorati a paradigmi poco digitalizzati. Parlo di pubblica amministrazione, ad esempio con l’abbandono della modulistica cartacea, di servizi ai cittadini con la diffusione della banda ultralarga, fibra ottica e videosorveglianza per garantire tutela della sicurezza. Consideriamo anche i primi esperimenti di robot per la consegna a domicilio della spesa e dei prodotti acquistati online o in store. Possiamo annettere, inoltre, attività ricreative come l’arte museale con mostre che valorizzano l’interattività grazie alla realtà aumentata. 

 

Sanità ed healthcare

Per avere un senso tangibile dell’investimento complessivo che comporta la digital transformation possiamo nominare anche i progressi nel campo della medicina e della sanità. Dai wearable, braccialetti utili soprattutto per chi fa sport, alle evoluzioni tecnologiche che intelligenza artificiale e deep learning possono apportare alla relazione col paziente e alla ricerca in campo riabilitativo. Agevolano una progressiva responsabilizzazione dell’utente e mappatura delle proprie condizioni sempre accessibili e monitorate. Anche nell’ambito healthcare parte dell’approccio rivoluzionario consiste nella gestione dei dati avvalendosi della tecnologia.

 

Agricoltura

Altro settore soggetto a innovazione digitale è l’agricoltura. In campo agricolo sono fondamentali le nuove tecnologie per aumentare la produttività non a discapito della sostenibilità verso la quale l’attenzione e la coscienza pubblica si stanno animando. Si è sempre alla ricerca di come migliorare macchine agricole e attrezzature intelligenti che permettano di aumentare il profitto. Aspetti regolarmente discussi dalla legislazione europea.

 

rivoluzione elettronica

 

Era digitale nella comunicazione

 

L’epoca digitale ha dato il via a un nuovo modo di comunicare, diverse interazioni tra individuo e organizzazioni. I computer digitali, oltre a introdurre un linguaggio comune (bit), hanno influenzato le persone nella vita quotidiana.

L’interconnessione tra mercati nazionali ed esteri ha radicalmente modificato lo scenario lavorativo, grazie allo sviluppo globale dell’informazione e all’accessibilità in ogni momento da diverse piattaforme (tecnologia cloud-based). Da un punto di vista più personale gli individui hanno visto investire il loro privato da infinite possibilità di socializzazione, ad esempio con i social media come Facebook, Youtube, LinkedIn, Instagram.

Questo ha anche portato alla diffusa transizione delle telecomunicazioni creando modi innovativi di lavorare e socializzare. La rivoluzione digitale ha completamente trasformato il modo in cui l’informazione si è dispersa in vari settori del globo, fornendo alle imprese le basi per andare oltre il mercato nazionale, verso mercati internazionali, aumentando le interconnessioni nel mondo. Queste sono alcune conseguenze della tecnologia della comunicazione.

La tematica della trasformazione digitale è piuttosto innata per i nativi digitali, ma certo incuriosisce anche un’audience più matura, che ha assistito alla sua rapida evoluzione. A tal proposito Alessandro Baricco affronta a modo suo la rivoluzione digitale nel suo libro “The Game”.

 

mondo-digitale

 

MONDO DIGITALE: COSA CAMBIA?

 

Cosa significa e che impatto ha nella quotidianità? Sotto il cappello della nuova dimensione digitale assistiamo al cambio di modelli di business e al nostro modo di prendere le decisioni di acquisto. Il nostro stile di vita è cambiato, è più libero, più veloce e in parallelo tutto è più misurabile.

Ogni investimento pubblicitario da parte delle aziende, qualsiasi comunicazione deve essere mirata alla propria nicchia di mercato. Per questo il digitale rappresenta un’opportunità anche per le piccole e medie imprese, oggi come nel futuro, perché rende accessibile la strada del successo anche a chi dispone di un budget limitato. Possiamo dire che la rivoluzione digitale è per tutti

 

E-commerce e centri commerciali online 

 

Se pensiamo alla sfera del sales advertising ci rendiamo conto di come l’attenzione si sia trasferita anche a livello di marketing. Da radio, giornali, affissioni, televisioni ai social network come youtube, linkedin, ai siti web e alla presenza sui motori di ricerca.

E’ fondamentale riuscire ad assicurarsi visibilità su internet perché tutto si sta spostando in rete. Il primo pensiero ricade sul commercio elettronico. Sempre più le città moderne come Milano si svuotano di negozi rimpiazzati da locali dove andare a mangiare e bere perché ormai gli acquisti si fanno online sugli e-commerce.

Non “servono” più le persone che fisicamente vendono e ci consigliano i prodotti, il metodo di valutazione e decisione si è modificato. Il mutamento delle abitudini di consumo accompagna il cambiamento del mercato del lavoro che sempre più esige competenze digitali e preparazione. Nel caso dei centri commerciali online le figure professionali digitali richieste per effetto della rivoluzione sono ad esempio e-commerce specialist o user experience designer. O ancora, social media manager capaci di ottenere performance efficaci sui nuovi canali.

Si parla sempre più di prodotti digitali, di software, di app, l’UE sta spingendo per un adeguamento delle direttive in modo da garantire maggiori tutele anche per i consumatori di questo genere di bene. Al pari dei prodotti acquistati per vie classiche quindi il futuro implica recessi e rimborsi anche per merci meno tangibili come quelle digitali.

 

mondo informatico

 

Digitalizzazione delle aziende

 

Il percorso di trasformazione digitale della propria azienda è ormai un’esigenza diffusa. Innanzitutto appartiene all’emisfero della “digital culture” che ogni imprenditore dovrebbe padroneggiare per avere successo nel presente e nei prossimi anni.

Come valuti l’impatto di questa trasformazione per la tua attività?

 

Scopri come migliorare la tua azienda online:

 

TUTTO SULLA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

 

Prodotti, servizi e visibilità in rete

Un primissimo step riguarda la “smaterializzazione” dei prodotti messi online. Un esempio pratico concerne l’eliminazione della documentazione cartacea a favore dei file salvati su sistemi Cloud.

Altri passi per mantenere la competitività, come abbiamo in parte toccato, sono riassumibili nella cura della presenza aziendale online attraverso sito web e nell’attenzione rivolta alla comunità di riferimento del brand.

 

Vendita tramite shop online

Per quanto riguarda la vendita su internet sono numerose le best practice indicate per aprire e amministrare con profitto il proprio negozio virtuale. Anche in questo caso la tecnologia svolge un ruolo importante perché grazie a software gestionali è possibile automatizzare una grossa mole di procedure e ridurre allo stesso tempo la percentuale di errore “umano”.

A tal proposito la legge di bilancio ha approvato il Voucher per la digitalizzazione delle PMI per agevolare i processi di diffusione della cultura digitale soprattutto per le piccole e medie aziende che spesso partono da situazioni più svantaggiose. Dettagli sul sito del MiSE.

 

Leadership e management digitale

Di pari passo la trasformazione digitale nelle imprese comprende anche una serie di competenze di cui la figura del leader deve disporre per fronteggiare il cambiamento. Un interessante articolo di Forbes commenta una ricerca condotta proprio su questo tema. Una buona leadership deve passare dalla capacità di coinvolgere, avere una visione predittiva del mercato e delle tendenze, una cospicua abilità di problem solving e soprattutto l’idoneità a comprendere le evoluzioni tecnologiche. Questo ultimo è un requisito che sottolinea la differenza tra il management tradizionale e il leader digitale.

 

Lavoro del futuro a rischio automazione?

 

Come abbiamo accennato rivoluzione digitale significa anche automazione. Ma cosa comporta? Vuol dire forse che vi è il rischio di eliminare la manodopera umana a favore dei robot e dell’intelligenza artificiale? Vediamo come questo pericolo non sussista se viviamo il progresso tecnologico nella giusta direzione.

Artificial Intelligence, così come gli altri applicativi quali machine learning e deep learning intervengono a sostegno dell’evoluzione. Stanno creando una grande modifica al nostro modo di vivere basti pensare alle automobili, agli algoritmi che regolano Instagram o Facebook o alle serp di Google. Questo non vuol dire che “avranno la meglio sul cervello umano”, ma che dipende dall’uso che ne facciamo.

Le aziende dovranno adottare soluzioni di automazione avvalendosi ad esempio di bot che allevino i processi ripetitivi. Ma tutto questo rappresenta una minaccia per il mondo del lavoro?

Una ricerca condotta dall’Università di Londra ha evidenziato come per le companies di grandi dimensioni la tecnologia sia a supporto del lavoro. Quindi sembra che non ci sia il rischio di sostituzione. Identificano nell’automazione la strada per aumentare la produttività e un aiuto nelle proprie mansioni.

Il mondo del digitale cresce molto celermente e richiede professionalità preparate e specializzate. L’offerta di lavoro in questa ampio settore è tutt’altro che trascurabile. Rappresenta un’opportunità anche per un pubblico femminile che spesso, soprattutto in Italia, risente della predominanza maschile sia nel management che nell’ambito informatico e tecnologico. Ecco, in campi come quello dell’AI si parla anche di quoziente “emotivo”, quindi di quelle qualità come l’empatia e la creatività di cui solitamente le donne sono portatrici.

 

la rivoluzione digitale nella didattica

 

RIVOLUZIONE DIGITALE NELLA DIDATTICA

 

Grazie all’evoluzione digitale anche la scuola ha subito una profonda trasformazione. L’E-learning, l’apprendimento in remoto tramite l’uso di Internet, è un’evoluzione diretta dei sistemi di studio classici. Molte scuole di formazione offrono oggi la possibilità di frequentare corsi o master online usufruendo delle possibilità offerte dalla rete, senza perdere la qualità del contenuto informativo originario. Anzi, per merito della internet revolution vengono valorizzati gli aspetti di dinamicità e interattività, con l’impiego di contenuti multimediali specifici per la comprensione. Approfondisci come fare business con il content marketing.

La formazione in ambito digitale è la chiave per dare una svolta alla tua carriera. Digital Coach è la scuola di formazione professionale, per privati e aziende, leader in Italia nel Digital Marketing. Con un’esperienza decennale e un’offerta di percorsi formativi sempre aggiornati, Digital Coach ti preparerà per attuare una rivoluzione digitale nella tua vita professionale. Purtroppo nelle istituzioni italiane ci sono ad oggi solo timidi esperimenti di didattica innovativa che fanno pratica con le nuove tecnologie informatiche.

Per eccellere nel digitale e arrivare a svolgere al meglio una professione digitale devi cercare la struttura che ti fornisca gli strumenti concreti e operativi per imparare il mestiere.

 

Il percorso di formazione per imprenditori

 

Se sei un imprenditore e possiedi un’azienda potresti aver bisogno di un percorso completo che comprenda le aree del Web Marketing, del Social Media Marketing e dell’E-commerce. Digital Coach offre un percorso formativo, il Master in Digital Marketing, composto da 168 ore di formazione in 29 discipline legate al Digital Marketing, insegnate da professionisti del digitale. Qualora lo si desideri, è compreso nel master la Work Experience, un praticantato reale della durata di 4 mesi in un team di lavoro in cui potrai sperimentare quanto imparato. Il Master è frequentabile sia in aula (a Milano) che online da remoto, ed è disponibile anche la modalità on demand con cui è possibile seguire le videoregistrazioni delle lezioni. Sono disponibili inoltre, sessioni serali e sessioni diurne, studiate per venire incontro meglio alle tue esigenze.

 

INFO MASTER DIGITAL MARKETING

 

Valuta tutta l’offerta formativa per la tua azienda e se è iscritta a Fondimpresa puoi scegliere i corsi nel catalogo accreditato

 

INFO CORSI PER INNOVARE LA TUA AZIENDA

 

I percorsi di formazione per privati

 

Per i lavoratori dipendenti o i liberi professionisti esistono molteplici alternative di approfondimento. Se desideri diventare un freelance nel digitale Digital Coach offre la Digital Coaching Certification, un percorso formativo composto da 168 ore di lezione con integrati un totale di 29 moduli formativi suddivisi in: 10 discipline dell’area Web marketing, 5 dell’area E-Commerce e web marketing advanced ed altri 14 dell’area Social Media. Nella Digital Coaching Certification è compreso un praticantato reale della durata di un anno nelle seguenti aree:

  • SEO
  • Visual, Web Design & Video
  • Social Media Marketing
  • Inbound Marketing
  • Content Marketing
  • Web Analytics

Il percorso è frequentabile sia in aula (a Milano) che online da casa, ed è disponibile anche la modalità on demand con videoregistrazioni delle lezioni. Sono disponibili inoltre, sessioni serali e sessioni diurne, studiate per tutte le diverse esigenze.

A conclusione dei vari percorsi formativi verranno rilasciati:

  • la Certificazione delle competenze, in cui sono elencate le competenze tecnico operative acquisite, gli strumenti e software utilizzati.
  • il Certificato di Profitto e frequenza, in cui si certificano la frequenza effettiva e il voto conseguito nell’esame finale

 

SCOPRI IL DIGITAL COACHING CERTIFICATION

 

Per saperne di più su date di partenza dei corsi, modalità di frequenza, e altro ancora, contattaci! Siamo a tua disposizione.

 

nuove tecnologie nella didattica

 

LA RIVOLUZIONE DIGITALE: PRO E CONTRO

 

Vantaggi e svantaggi della rivoluzione tecnologica e digitale sono spesso sulla cresta dell’onda come papabili temi d’esame o argomenti per le tesine scolastiche. Questo avviene forse per sollecitare un momento di riflessione ai ragazzi nativi digitali che crescono senza una storia pre-digitale.

Sin dalle origini, l’impatto di questa rivoluzione ha apportato numerosi benefici in termini di:

  • sviluppo
  • informazione
  • comodità

Pensiamo alla geolocalizzazione, allo shopping online, ai servizi per le persone con disabilità.

Allo stesso tempo la predominanza dei sistemi di comunicazione contemporanei, dei social network, sono talvolta sfociati in manifestazioni di bullismo o di varie forme di abusi. Questa constatazione suggerisce perché sia interessante solleticare l’attenzione dei teenager e stimolarli ad un uso critico e proficuo dei diversi touchpoint. Detto ciò il diffondersi di una cultura digitale interviene in primis per abbattere il divario, il gap che inevitabilmente contraddistingue le diverse generazioni. In secondo luogo per le attività commerciali e le aziende in generale affinché restino competitive in un mercato in continuo mutamento.

La rivoluzione digitale è molto “democratica” nel senso che si rivolge a tutti.

Le rivoluzioni che hanno segnato la storia sono sempre state settoriali: riguardavano singoli aspetti della vita dell’uomo.

La digital revolution è più totalizzante, abbraccia tutti i lati della nostra quotidianità: dal lavoro al tempo libero. Non possiamo esimerci dalla sua pervasività nella nostra routine giornaliera.

Pensiamo a quanti contatti manteniamo attraverso i social o ai servizi che intervengono nel rendere piacevole il nostro free time. Ecco perché ogni tanto si sente parlare di consigli per evitare di incappare nei sintomi del tecnostress. Un disagio psico-fisico, uno stato d’ansia di chi non riesce a gestire il sovraccarico informativo e non resiste alla tentazione di controllare compulsivamente se ci sono novità.

Come ogni rivoluzione però il tratto comune è ancora la presenza e il ruolo delle persone.

Per tornare ai vantaggi per un lavoratore dipendente o un libero professionista in particolare ci sono nuove opportunità di occupazione o l’aggiornamento di quelle preesistenti al mondo digitale. Sono numerose le aziende che cercano professionisti in grado di gestire gli aspetti Digitali e Social del proprio business, come dipendenti o come consulenti esterni.

 

CONCLUSIONE

Formarsi nel Marketing online rappresenta un ottimo modo per aprirsi a nuove posizioni lavorative ed essere più appetibili alle aziende o per mantenere alti i livelli di perfomance della propria attività grazie all’aggiornamento e all’evoluzione tecnologica.

In base alle attitudini personali, è consigliabile specializzarsi in uno dei tanti settori del Marketing Digitale. Un approccio analitico al mondo del lavoro, ad esempio, è preferibile nelle discipline come la SEM o la Web Analytics. Uno spirito più creativo, invece, è preferibile nelle discipline che si occupano di creare contenuti come il Content Marketing. Capacità di leadership è utile per ricoprire ruoli manageriali come Digital Marketing Manager o Inbound Marketing Manager, etc.

Formarsi nel Digital Marketing, come abbiamo visto, è essenziale tanto per le imprese quanto per un lavoratore che voglia cambiare professione e affermarsi nel mondo digitale. Conoscere, comprendere e utilizzare tutti i canali messi a disposizione dalla rivoluzione digitale, aiuterà a dare una svolta significativa alla tua carriera professionale

 

 

Luca Papa VIDEO E CONTENUTO A CURA DI LUCA PAPAlinkedin_badge

Digital Marketing Manager Presso Digital Coach.

Sono Digital marketing manager di Digital Coach, formatore Google e consulente su tematiche di web marketing. In Digital Coach coordino l’attività di tutti i professionisti che svolgono docenza e insegno per Digital Coach e per Google discipline di Digital marketing quali Digital strategy, Inbound Marketing, SEM, Personal Branding.

Francesca Di Adamo TRASCRIZIONE A CURA DI FRANCESCA DI ADAMOlinkedin_badge

Sono attratta da tutto ciò che riguarda la comunicazione, in particolare dal mondo del digital marketing. Laureata in ambito comunicazione, amo le favole, i racconti e quello che fa sognare.

 

Luca Papa on FacebookLuca Papa on LinkedinLuca Papa on Youtube
Luca Papa
Digital Marketing Manager presso Digital Coach
Sono Digital marketing manager di Digital Coach, formatore Google e consulente su tematiche di web marketing. In Digital Coach coordino l'attività di tutti i professionisti che svolgono docenza e insegno per Digital Coach e per Google discipline di Digital marketing quali Digital strategy, Inbound Marketing, SEM, Personal Branding.