Seleziona una pagina

Film e libri di fantascienza hanno creato nell’immaginario collettivo un futuro surreale, fatto di un’intelligenza artificiale basata sui robot. In realtà, non serve viaggiare nel tempo o con la fantasia, perché l’artificial intelligence (AI) è già entrata nelle nostre vite, più di quanto tu possa immaginare. Essa avrà un impatto enorme su molteplici aspetti del quotidiano, sia sul modo di vendere che su quello di fare marketing.

A dire il vero, l’ascesa di questo fenomeno impatterà anche sulla nostra salute, sul modo in cui ci muoviamo e anche su tante altre attività che ognuno di noi svolge ogni giorno.

 

Trovi oltre 100 video su Youtube e oltre 60 podcast!

 

 

Cos’è l’Artificial Intelligence (AI)

 

Cos’è l’intelligenza artificiale e come funziona? Per dare una definizione semplice dell’AI, possiamo dire che è un qualunque programma in grado di eseguire dei task basati su decisioni che emulano il comportamento dell’intelligenza umana.

Difatti, si tratta di diverse nuove tecnologie che consentono ad algoritmi e software di imparare a pensare, agire e comportarsi come gli esseri umani, con lo scopo di sostituirli in alcune attività o di aumentarne le potenzialità.

Ma ciò non significa che un domani i nostri posti di lavoro saranno “rubati” dalle macchine, anzi questa tecnologia ne sta già creando di nuovi e altre professioni si stanno evolvendo grazie ad essa.

intelligenza artificialePerciò, non dobbiamo avere alcun timore, anzi bisogna essere capaci di cogliere le nuove possibilità che si prospettano, poiché l’artificial intelligence rappresenta una grande opportunità di crescita nella trasformazione digitale e un’innovativa fonte produttiva per moltissimi business.

Per questo, ti consiglio di ampliare le tue competenze digitali, frequentando un Master in Digital Marketing di Digital Coach per essere sempre in linea con le nuove richieste del mercato lavorativo.

A questo punto ti starai chiedendo: in quali industries è presente l’AI? Da tempo, le sue applicazioni hanno permeato diversi settori, come:

  • medicina
  • logistica
  • digital marketing
  • mobilità
  • processi produttivi su scala industriale
  • finanza

 

 

 

Quali sono i tipi di Intelligenza Artificiale

 

Facciamo subito alcuni esempi pratici per vedere il funzionamento dei sistemi di artificial intelligence e approfondire i tre principali tipi che esistono. 

 

Machine Learning

La prima tipologia di cui ti voglio parlare è il machine learning, che poi probabilmente è anche la più interessante, poiché è il tipo di intelligenza artificiale atto a riprodurre il meccanismo di apprendimento della mente umana.

 

artificial intelligence intelligenza umanaTi sei mai chiesto come mai, mentre stai ascoltando della musica su Spotify, all’improvviso ti vedi proporre un artista nuovo, o delle canzoni che non hai mai sentito prima e che però sono in linea con i tuoi gusti musicali?

Questo accade perché l’algoritmo di Spotify ha potuto osservare la musica che hai riprodotto per centinaia di ore ed è stato capace non solo di capire cosa ti piace, ma anche di prevedere i tuoi gusti futuri.

Tramite il tuo comportamento, la tecnologia è riuscita ad apprendere e pronosticare quello che probabilmente potrebbe piacerti in futuro.

Ti starai chiedendo, com’è possibile? I sistemi di machine learning, anche detti di apprendimento automatico, sono dotati di reti neurali artificiali (neural network) che ricalcano le reti neurali biologiche del cervello umano.

Parliamo di modelli matematici capaci di adattarsi ai differenti stimoli esterni che ricevono. Questi input non sono altro che big data che vengono codificati e al cui interno sono individuati pattern che permettono alla macchina di fare previsioni future. Quando avviene un uso massiccio di tale modello, entrano in gioco le reti neurali profonde e si entra nel campo del deep learning.

 

 

test professioni digitali

 

 

Neuro-Linguistic Programming (NLP)

Il secondo esempio che voglio mostrarti si basa sul NLP, il Neuro-linguistic programming, ovvero quell’area dell’artificial intelligence che si occupa di studiare il linguaggio naturale umano e tradurlo in istruzioni che siano comprensibili da un algoritmo, affinché a sua volta possa eseguire i task richiesti.

In questo caso, quando noi chiediamo per esempio a Siri, o a Google Assistant, di guidarci verso un ristorante di cui non conosciamo l’indirizzo esatto, la macchina deve tradurre la nostra voce in indicazioni intelligibili per gli algoritmi.

Inoltre, il sistema deve essere programmato per ricevere queste informazioni, elaborarle al fine di calcolare la strada più rapida e più veloce, tra centinaia di possibili combinazioni che potrebbe avere a disposizione. Alla fine qual è il risultato? Che il sistema opera la scelta più intelligente per le necessità che noi abbiamo espresso.

 

Image Recognition

Facciamo un altro esempio, incentrato sulla terza branca dell’intelligenza artificiale: l’image recognition. Hai mai sentito parlare delle Tesla, cioè le automobili che negli Stati Uniti viaggiano autonomamente, senza la guida di un essere umano? Come è stata realizzata questa cosa?

Ciò è possibile perché le vetture Tesla hanno tra le 6 e le 12 videocamere installate, grazie alle quali la loro tecnologia riesce a riconoscere gli elementi intorno al veicolo a 360°. Infatti, collegate a queste telecamere, c’è un sistema che è stato istruito per identificare gli impedimenti e distinguere gli esseri umani dalle auto. Oltre a fare la distinzione tra i tipi di ostacoli, l’algoritmo può prendere decisioni di guida basate su queste immagini. Difatti si tratta di una guida automatica e intelligente.

 

Perché si parla sempre più di AI

 

Negli ultimi anni, l’artificial intelligence è diventato un vero e proprio trend. Si potrebbe pensare che sia una scienza piuttosto recente, ma in realtà la sua nascita risale alla fine degli anni ’50, mentre le sue basi teoriche sono state gettate addirittura nel 1936, dalle ricerche di Alan Turing sulla computazione. Se questa materia ti affascina e pensi che potresti sfruttarne il potenziale per sviluppare un tuo business, potresti frequentare un Corso sull’Intelligenza Artificiale.

Ma come mai l’argomento AI ha visto un’impennata negli ultimi 3-4 anni? Qui di seguito, ti sottopongo le due ragioni principali.

 

Big Data

La prima ragione è che oggi, grazie all’online, abbiamo a disposizione una quantità di dati enorme, talmente grande che fa apparire infinitesimo il numero di informazioni che potevano essere collezionate nel passato.

Questi big data sono indispensabili affinché l’intelligenza artificiale possa funzionare bene: possiamo affermare che siano il suo motore. Infatti, dato che l’AI si basa su modelli matematici, statistici e informatici, più input ha a disposizione e più è veloce nell’apprendimento, e precisa negli schemi predittivi.

 

intelligenza artificiale big data

 

Investimenti e nuove linee di business

La seconda motivazione della rapida crescita dei sistemi di apprendimento automatico dipende dall’investimento di alcuni grandi colossi economici americani. Più precisamente ci riferiamo a California, Silicon Valley e grandi aziende come Google, Amazon, oltre a società di nicchia, che stanno concentrando i propri investimenti, attuali e futuri, nel potenziamento della tecnologia di artificial intelligence.

Si tratta di grosse somme di denaro investite nel settore, ma perché e quali sono i vantaggi dell’AI per le attività economiche? L’idea di base è che il business sarà guidato da questa novità, come la finanza e moltissimi processi produttivi.

 

Vuoi Trovare una Strategia Digitale efficace per la tua azienda?

RICHIEDI IL TUO COACHING STRATEGICO GRATUITO

 

 

Sviluppi dell’Artificial Intelligence

 

Sulla base degli ingenti capitali investiti della big company che abbiamo citato, possiamo chiederci quale sarà il futuro dell’intelligenza artificiale? Nei prossimi anni, potremmo aspettarci cose come il fatto che gli home assistant quali Siri, Google Home, o Alexa potranno aiutarci in diverse attività, come:

  • cucinare
  • ascoltare musica
  • guardare la televisione
  • ricevere le previsioni meteo
  • gestire il calendario degli appuntamenti, le email, e così via

 

intelligenza artificiale apprendimento automaticoContinuando con gli esempi di AI, in un futuro non troppo lontano, avremo la possibilità di acquistare la spesa e riempire il nostro frigo, tramite una semplice interazione con Alexa. A sua volta, l’home assistant, essendo integrata con i servizi di Amazon (in quanto suo prodotto) potrà fare la spesa per conto nostro.

In più, possiamo tranquillamente immaginare una situazione in cui i nostri elettrodomestici e collaboratori domestici saranno parzialmente sostituiti da robot in grado di pulire la casa, preparare da mangiare, capire cosa va ordinato, quali cibi mancano in casa e così via.

Avremo la possibilità poi di prevenire l’insorgere di malattie attraverso un’analisi di dati dei nostri esami medici. Una capacità di determinazione probabilistica assai superiore rispetto alle possibilità di calcolo e previsione degli strumenti diagnostici odierni.

 

I calcolatori possono incrociare e trovare pattern tra i big data, con estrema precisione e tempi ben più ridotti rispetto all’esecuzione dello stesso task da parte dell’uomo. Naturalmente, i medici non saranno sostituiti, ma il loro lavoro sarà supportato e velocizzato dai sistemi di apprendimento automatico.

Oltre a ciò, dobbiamo considerare anche gli sviluppi nell’ambito della mobilità. Allora, viaggiare su un’automobile che non ha bisogno di essere guidata non ci sembrerà più una “cosa da film”, anche perché, come abbiamo visto prima, è una possibilità già reale.

Le applicazioni dell’intelligenza artificiale sono davvero tantissime e in settori disparati: business, prodotti di marketing e vendite di
servizi. Per questo motivo, è una di quelle opportunità da non lasciarsi sfuggire. Bisogna anticipare i cambiamenti, anziché subirli, per essere pronti per quando ci sarà da cavalcare l’onda.

 

Luca Papa VIDEO E CONTENUTO A CURA DI LUCA PAPAlinkedin_badge

Digital Marketing Manager Presso Digital Coach.

Sono Digital marketing manager di Digital Coach, formatore Google e consulente su tematiche di web marketing. In Digital Coach coordino l’attività di tutti i professionisti che svolgono docenza e insegno per Digital Coach e per Google discipline di Digital marketing quali Digital strategy, Inbound Marketing, SEM, Personal Branding.

Martina-Santoro-digital-coach

TRASCRIZIONE A CURA DI MARTINA SANTOROlinkedin_badge

Laureata in Lettere e orientata ai numeri, ho seguito il percorso Digital Certification Program e ora lavoro come Digital Marketing Specialist in una Startup innovativa. La mia è una formazione continua, per stare sempre al passo con l’evoluzione digitale.

Luca Papa on FacebookLuca Papa on LinkedinLuca Papa on Youtube
Luca Papa
Digital Marketing Manager presso Digital Coach
Sono Digital marketing manager di Digital Coach, formatore Google e consulente su tematiche di web marketing. In Digital Coach coordino l'attività di tutti i professionisti che svolgono docenza e insegno per Digital Coach e per Google discipline di Digital marketing quali Digital strategy, Inbound Marketing, SEM, Personal Branding.