Seleziona una pagina

Chi è, cosa fa e come diventare consulente digitale?

Queste sono solo alcune delle domande a cui troverai risposta leggendo questo nuovo blog post sui consulenti digitali.
Come vedremo, è una figura con un profilo a T, in quanto deve possedere una buona conoscenza di tutte le discipline del digital-marketing ed essere verticale nel settore in cui intende vendere i suoi servizi di consulenza sul web.

Guarda il video per conoscere le 6 idee migliori per offrire la tua attività di consulenza digitale.

Trovi + di 100 video sul mio canale YouTube e oltre 60 podcast su Spotify.
Iscriviti ai link sotto!

 

Come diventare consulente digitale

 

Come anticipato, la formazione per essere un bravo consulente digitale presenta un iter meno lungo e ricco di insidie rispetto ai tradizionali percorsi e lavori offline. È un percorso formativo della durata di uno o due anni, dopo i quali puoi iniziare ad offrire la tua attività di consulenza nelle discipline del marketing digitale.

 

Vuoi approfondire questi argomenti per diventare un consulente digitale?

SCOPRI IL CORSO

 

Sono 3 i motivi principali per cui preferire un’attività consulenziale in ambito digital rispetto ai carriere lavorative tradizionali:

  • è un mondo nuovo che richiede un aggiornamento costante;
  • non ci sono normative stringenti e percorsi di praticantato professionalizzanti come avviene per avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro o giornalisti;
  • c’è la possibilità di mettere subito in pratica le tue conoscenze imparando anche dall’esperienza, il cosiddetto learning by doing.

Ovviamente, come potrai intuire, la crescita professionale del digital consultant dipende molto dalla bravura e dalle competenze effettivamente maturate nel corso del tempo. Inoltre, nella formazione del consulente digitale è importante non rimanere indietro, ma restare continuamente aggiornato su case study, strategie e tool.

Bene, ma concretamente cosa fa il consulente digitale? In quali aree può offrire la sua consulenza?

Continua a leggere perché ti mostrerò le migliori 6 idee per fare consulenza sul web.

1. SEO

Il consulente SEO (Search Engine Optimization) è specializzato nel posizionamento e nell’ottimizzazione dei contenuti sui motori di ricerca, come Google e Bing. È una figura dotata di una buona conoscenza del mondo del marketing online e possiede delle competenze avanzate su aree tematiche correlate all’ottimizzazione per i motori di ricerca:

  • content marketing
  • copywriting
  • blogging
  • UX/UI Design

Inoltre, bisogna dire che si occupa di una disciplina sfaccettata, perché presenta sia elementi umanistici che tecnici (legati al mondo della programmazione). Nella nostra scuola, numero uno nella formazione sulle discipline digitali, puoi conseguire anche la Certificazione SEO Specialist, necessaria per fare il consulente digitale in quest’area con una certa credibilità.

 

2. Advertisingconsulente digitale ads

I servizi dei consulenti digitali in ambito Ads sono tra i più richiesti secondo le ultime ricerche di mercato, tra cui la nostra Digital Marketing Trends. Il mondo dell’advertising online è molto variegato, perché esistono molti canali e strumenti sui quali le aziende fanno affidamento per promuovere le attività digitali:

• Google
• Facebook
• Linkedin
• YouTube
• TikTok

Il consiglio che posso darti è conoscere bene queste discipline, ma specializzarti in attività di consulenza solo in 1-2, perché stiamo parlando di servizi molto specifici. Una metafora calcistica può venirci in soccorso: un bravo attaccante conosce le regole del calcio in generale per comprendere come poter rendere più efficace la sua prestazione in campo. Parimenti, un bravo advertiser padroneggia i diversi strumenti e canali digitali, in modo tale da soddisfare i bisogni dei clienti.

 

3. Social media

La terza idea per realizzarsi come consulente digitale è quella del social media manager freelance. Un professionista abile nella gestione dei social-media comunica con i clienti per conto di un’impresa, gestisce la community online e cura la produzione di contenuti multimediali da veicolare al target di riferimento.

Sei interessato al mondo del social media marketing?

SCOPRI I CORSI

 

Inoltre, è bene che un consulente digitale dei social media dimostri grande empatia, nonché la giusta dose di curiosità verso i nuovi trend.

 

4. E-Commerce

Diventare un consulente digitale per eCommerce richiede una formazione di altissimo livello. Nella nostra scuola puoi trovare il Master eCommerce dedicato al mondo della vendita online e altri corsi singoli con cui puoi studiare le transazioni sul web:

  • e-commerce software e Magento;
  • normativa sul commercio sul web;
  • strategie e management per la vendita online;
  • digital strategy.

Possiamo definire l’attività di consulenza per e commerce come l’olimpo del digital-marketing, poiché c’è una concorrenza molto alta ed estremamente skillata in termini di competenze e strategie. Per esempio, i consulenti eCommerce devono essere capaci di ideare funnel che portino i clienti a convertire.

 

 

 

5. Inbound Marketing e Lead Generation

Si tratta di una tipologia di consulente digitale poco conosciuto, ma di vitale importanza per il successo di un’impresa. È un professionista che ha una competenza estremamente trasversale sulle discipline del marketing online, con un focus specifico su processi, strategie etecniche efficaci per indurre ad un acquisto online, oppure offline.

Attraverso una strategia di Inbound e Lead Generation orchestrata da un consulente digitale, una realtà imprenditoriale può farsi trovare e ingaggiare l’utente che naviga in rete. Se ti interessano queste dinamiche, puoi dare un’occhiata alla Certificazione Inbound Manager.

 

6. WordPressconsulente digitale WordPress

Sogni di realizzare siti web, pur non essendo un programmatore? Presumibilmente, vuoi diventare un consulente digitale di WordPress, il CMS (Content Management System) più utilizzato al mondo. Molti ex studenti della nostra scuola hanno intrapreso questa carriera professionale, senza essere esperti di design o di codice.

Creare siti con un CMS può essere un’attività che determina buoni guadagni, in quanto molte aziende, startup e PMI non hanno mezzi economici sufficienti a ricorrere ad un programmatore professionista, mentre possono permettersi un consulente digitale WordPress che impiegherà meno tempo e meno risorse economiche per realizzare il sito web.

 

Vuoi intraprendere la carriera della consulenza digitale,
ma non sai in quale settore?

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

 

 

Con quali clienti lavora un consulente digital

 

Un digital consultant ha un ventaglio di soluzioni lavorative invidiabile. Innanzitutto, la prima distinzione va fatta tra i consulenti digitali che scelgono di esercitare la libera professione e coloro che si legano ad una specifica azienda.

Nel primo caso, se intendi fare questa professione in maniera continuativa, devi aprire la partita IVA e potrai prestare la tua attività consulenziale per una o più imprese, dalle aziende più strutturate alle startup, passando per le piccole e medie imprese (PMI).

Se, invece, scegli la strada del dipendente, sarai legato da un contratto ad un’unica realtà imprenditoriale. Inoltre, è bene considerare che negli ultimi tempi ci sono molti professionisti dei lavori tradizionali (avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, fisioterapisti, etc..) che richiedono l’aiuto di consulenti per digitalizzare le loro attività, il loro business.

 

Quanto guadagna un consulente digitale?

 

Lo stipendio di un consulente di marketing digitale dipende dalla seniority e dalla tipologia di azienda verso cui vengono prestati i servizi.

retribuzione digital consultantDopo questa doverosa premessa, per orientarci possiamo prendere come spunto Accenture, nota multinazionale di consulenza strategica, che parla di una RAL media che si aggira tra i 37000-41000 euro lordi annui. Ma anche gli annunci pubblicati su LinkedIn, professional network per eccellenza, ci restituiscono una situazione simile.

Secondo Glassdoor.it si parte come Junior Digital Marketing Consultant con una retribuzione media di 26.076 euro per poi arrivare alla soglia indicata più su (37-41 mila euro lordi annui).

Inoltre, come anticipato, la complessità aziendale e le mansioni attribuite possono influire direttamente sulla retribuzione. I consulenti digitali che offrono servizi per PMI e startup, di solito, percepiscono uno stipendio più basso rispetto quelli che lo fanno con aziende più strutturate.

 

Gli strumenti dei consulenti digitali

 

Qualsiasi consulente digitale che si rispetti possiede la sua cassetta degli attrezzi in cui figurano i tool tecnici e quelli per migliorare l’operatività e la gestione dei clienti. Questo paragrafo si focalizza proprio su questi ultimi, individuando tre grandi aree di software che potrai approfondire anche nel corso digital consultant.

La prima macro-area è composta dagli strumenti di agile project management, che consentono di gestire in maniera più efficace le attività di un consulente digitale.

  • Asana: consente di seguire i progetti in maniera intelligente, favorendo la collaborazione tra team, o tra cliente e consulente;
  • Miro: la creazione di lavagne collaborative online può dare una mano ai clienti nella spiegazione delle proprie idee, riducendo al minimo le incomprensioni;
  • Trello: facilita l’organizzazione del lavoro dei consulenti digitali, permettendo di suddividere i task e creare delle checklist, in modo da tenere sempre sotto controllo il flusso dell’operatività.

La seconda macro-area è quella dei software che facilitano l’organizzazione e lo svolgimento degli appuntamenti da remoto:

  • Book like a boss: con questo tool puoi fissare riunioni e call;
  • Google Meet, Jitsi, Microsoft Teams, Skype, Whereby: sono tutti programmi che permettono gli incontri a distanza tra azienda e consultant.

Infine, nell’ultima macro-area ci sono programmi per registrare lo schermo del pc, nonché inviare guide, tutorial, appunti e molto altro ancora:

  • Descript: è un editor audio/video collaborativo che funziona come un documento, in quanto permette la trascrizione, la registratore di schermo, la pubblicazione normale e multitraccia completa.
  • Loom: strumento freemium che offre la possibilità di catturare e registrare lo schermo del pc.

 

Come scegliere il giusto digital consultant

 

Non è facile riconoscere un consulente digitale competente da uno improvvisato. Abbiamo tre strumenti che possono venirci in soccorso, i primi due basati sulla web reputation.

 

 

Il primo è LinkedIn, il professional network che abbiamo citato in precedenza. Per cercare il professionista che fa al caso nostro, possiamo digitare la keyword “consulente digitale” nel motore di ricerca della piattaforma, selezionando il filtro “Persone”.
Presumibilmente, i primi consulenti digitali sono posizionati meglio sulla piattaforma, perché maggiormente autorevoli. Se sei un’impresa che sta cercando un digital consultant, ti consiglio di analizzare attentamente il profilo del candidato, andando a caccia degli elementi di social proof (formazione, esperienze lavorative, certificazioni, case study, referenze).

Un altro strumento per scegliere il giusto consulente digitale è Google. Il motore di ricerca, attraverso la navigazione in incognito, permetterà di trovare i blog con i migliori professionisti della consulenza digitale. Infatti, nelle migliori posizioni della SERP (la pagina dei risultati di ricerca su Big G) ci saranno i consulenti digitali che curano meglio il personal branding, offrendo servizi all’altezza delle aspettative dei clienti. In questo caso, può essere opportuno dare un’occhiata al portfolio presente sul blog.

Infine, se ritieni che questi due strumenti non siano sufficienti, puoi sempre contare sull’apporto umano e professionale di un consulente digitale della nostra scuola. I nostri consultant digitali sapranno consigliarti al meglio.

 

Scegli il giusto digital consultant

PRENOTA UNA CONSULENZA GRATUITA

 

Francesco Pompeo intervistaTRASCRIZIONE E OTTIMIZZAZIONE A CURA DI  FRANCESCO  POMPEOlinkedin_badge

Giornalista pubblicista classe ’94 con una forte passione per il calcio e il digital-marketing. Prima di approdare nell’universo digitale ho collaborato con tv e giornali offline. Oggi creo contenuti per siti web e per i profili social. Non ci credi? Mettimi alla prova!

Luca Papa on FacebookLuca Papa on LinkedinLuca Papa on Youtube
Luca Papa
Digital Marketing Manager presso Digital Coach
Sono Digital marketing manager di Digital Coach, formatore Google e consulente su tematiche di web marketing. In Digital Coach coordino l'attività di tutti i professionisti che svolgono docenza e insegno per Digital Coach e per Google discipline di Digital marketing quali Digital strategy, Inbound Marketing, SEM, Personal Branding.
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]