Seleziona una pagina

Le tendenze nella comunicazione degli ultimi 3/6 mesi ci dicono che l’organizzazione di eventi o conferenze non può più prescindere da un live tweeting. Per capire meglio il significato di questa forma di comunicazione in forte crescita, abbiamo intervistato Irene Schillaci, Social Media manager e community manager esperta nel settore culturale e turistico.

 Quali sono i vantaggi di un live tweeting per un’azienda?

Comunicare in tempo reale ciò che accade durante un evento offline, tramite Twitter, è fondamentale per creare un legame tra azienda e clienti. Condividere un’informazione di valore può trasformare un follower in cliente. Bisogna ricordare che occorre una soglia di attenzione molto alta e una pianificazione accurata per estrapolare i concetti fondamentali dell’evento e poterli restituire in maniera chiara all’audience che non è presente.

 Gli elementi essenziali per creare un piano di live tweeting efficace?

Il primo passo è pianificare le azioni da svolgere e, se si ha un team a disposizione, suddividere i compiti. Ci sarà chi si occupa esclusivamente di rilanciare i contenuti dell’evento, chi risponde alle domande per stimolare le conversazioni, chi gestisce eventuali commenti negativi prima che possano degenare in una crisi. A tale proposito è bene stabilire in anticipo le linee guida per la gestione crisi e reagire eventualmente con tempismo.

Altro elemento cruciale è la conoscenza dei relatori ospiti dell’evento: chi sono, di cosa parleranno, i loro account twitter. Creare una lista di monitoraggio per ogni relatore aiuterà a tenere sotto controllo tutte le conversazioni generate dai loro interventi, anche nel caso in cui, chi li cita dimentichi di inserire l’hashtag dell’evento o ne utilizzi uno non ufficiale. Le liste di monitoraggio sono molto utili anche per coinvolgere gli influencer del settore, riconoscere e tenere a bada gli eventuali disturbatori. Un consiglio che mi sento di dare è quello di tenere pronto un account di supporto nel caso di sospensione dell’account ufficiale. A me è successo e il piano B preparato è stato fondamentale per evitare la crisi.

 Quanto è importante la scelta dell’ hashtag e quali sono i possibili impatti del live tweeting sui followers dell’account aziendale?

L’hashtag viene utilizzato da Twitter per indicizzare i contenuti all’interno della piattaforma. Scegliere il giusto hashtag è la prima cosa a cui pensare, per consentire a tutti gli interessati di partecipare attivamente al live tweeting e consentire una rapido monitoraggio delle conversazioni.

Un hashtag efficace deve essere breve, intuitivo (richiamare l’evento), semplice da ricordare e facile da scrivere per evitare errori di battitura. Il mio consiglio è di monitorare gli hashtag simili al vostro per rendervi conto di eventuali errori di chi vi sta seguendo e poterli correggere.

Riguardo ai possibili impatti sui vostri followers possiamo dire che, se le informazioni condivise durante un live tweeting sono utili e di valore, il numero dei follower potrà crescere. Un buon modo di aumentare l’engagement è quello di aggiungere foto e video come consiglia anche Twitter sul suo blog

Allo stesso tempo altri follower potrebbero non avere interesse all’evento e ai suoi contenuti. Per evitare di infastidirli è buona norma avvisare che si parteciperà ad un live tweeting in modo da consentire ai non interessati di silenziare temporaneamente l’account. Altre buone norme sono quelle di ringraziare per i retweet, menzionare i relatori quando si riportano le loro parole, scusarsi per eventuali fraintendimenti e rispondere ad eventuali domande.

twittalo

 I vantaggi di un LIVE TWEETING con @ireschilla by @DigitalCoachIT http://bit.ly/1L0Koli

Quali sono le competenze necessarie per un live tweeting e quanto costa?

Occorre velocità, capacità di sintesi e una buona grammatica. Le variabili di costo sono davvero tante e vanno valutate con il cliente del progetto. Le domande specifiche a cui rispondere, per fare un preventivo accurato, sono ad esempio: il tipo di evento, la durata, gli argomenti complessi o accessibili, l’affluenza stimata. Ci sono poi temi organizzativi come la struttura del team di agenzia o la presenza di consulenti freelance, i canali di diffusione dei contenuti, la pianificazione o meno di una fase di lancio e/o di follow up. 

Per chiudere questa panoramica sul live tweeting, hai un case study che ti sta particolarmente a cuore da raccontarci?

Un caso a cui sono particolarmente affezionata è il live tweeting durante l’evento Beach&Love organizzato da Salvatore Russo nell’estate 2014. L’idea di organizzare un evento formativo in spiaggia, con tutte le potenziali problematiche connesse, è stata una scelta folle ma vincente. L’hastag dedicato #beachandlove già nelle prime ore dell’evento si è posizionato nei top trend italia di Twitter rimanendoci per 9 ore!

     

 

RICHIEDI RISORSE GRATUITE

Se desideri ricevere RISORSE GRATUITE, AGGIORNAMENTI, INTERVISTE ED OFFERTE DI LAVORO NEL DIGITALE ti basta indicare i tuoi interessi/obiettivi e la tua email nel form sottostante.Ti invieremo contenuti allineati ai tuoi interessi e ti garantiamo che non cediamo ne cederemo a terzi il tuo indirizzo e-mail .

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Monica Foti on sabyoutubeMonica Foti on sabtwitterMonica Foti on sablinkedinMonica Foti on sabgoogle
Monica Foti
20 anni di esperienza nel marketing management dei media, presso le principali aziende editoriali italiane fra cui: Mondadori, Rizzoli, Editrice La Stampa. Dal 2005 consulente marketing strategico nel settore media e Marketing sportivo. Oggi Digital strategist, content manager, seo specialist.