Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (1 )
  • Vota!


Fonte: networkdisuccesso.com

Chi non si è mai posto almeno una volta questa domanda? Ma innanzi tutto bisogna chiedersi cos’è un blog oggi e quale utilità può avere. Inizialmente il blog era nato come uno strumento “digitale” dove ognuno scriveva le proprie esperienze, avventure, quasi in sostituzione del diario cartaceo. Oggi la concezione del blog è molto cambiata. Esistono ancora blog personali ed amatoriali, ma si stanno diffondendo sempre di più i blog professionali (tant’è che anche le aziende spesso ne hanno uno). Vediamo ora quali caratteristiche deve avere un blog per avere successo ed essere redditizio. – Come accennato deve essere un blog professionale, non amatoriale – Deve offrire contenuti di qualità, dettati dall’ esperienza personale e da cosa si conosce bene in un determinato ambito. – Di conseguenza deve essere ben studiato e non improvvisato. 

Cosa significa oggi aprire un blog di settore?

Innanzi tutto significa fare un’attenta analisi della concorrenza, per decidere se cimentarsi o meno in questa avventura. Se si vuole aprire un blog in un settore già molto affollato, sarà ovviamente più difficile entrarvi, farsi conoscere ed apprezzare. Mentre al contrario, se si è specializzati in una nicchia poco conosciuta sul web e non c’è ancora nessuno in rete che ne parla, sicuramente si avranno più possibilità di avere successo. Il blog dovrebbe avere la funzione di farsi conoscere per quello che si è e si sa, tramite articoli, foto e video. Quando gli utenti capiscono il nostro valore, cominciano a fidarsi di noi e ad interagire con noi tramite il blog stesso. In tutto questo processo è necessario non avere fretta e costruire relazioni durature, in modo graduale.

Per quanto riguarda gli strumenti da utilizzare oggi non è necessario conoscere in modo approfondito i linguaggi di programmazione: ci sono piattaforme CMS (o di content management) create appositamente per gestire il proprio blog con facilità, anche se inizialmente è sempre consigliabile farsi aiutare da chi è più esperto per non commettere errori. Una  più diffuse piattaforme di CMS, molto utilizzata per i blog professionali, è senz’altro WordPress.

Come rendere redditizio il blog?

Una volta che si avrà una buona interazione con gli utenti, e di conseguenza una buona indicizzazione da parte di Google legata ai contenuti, si può iniziare a creare il primo infoprodotto (che può essere un e-book, un audio-corso in formato mp3, dei video da far scaricare, in base alle diverse finalità del blog stesso). Vediamo quali caratteristiche devono avere gli infoprodotti. Innanzi tutto devono aiutare a risolvere un problema al potenziale cliente, devono rendergli la vita migliore, devono insegnare a fare qualcosa o a farla meglio (in meno tempo, spendendo meno soldi o lavorando di meno). La maggior parte dei clienti desiderano poter avere il loro infoprodotto subito dopo la transazione (o la registrazione). L’idea di dover aspettare fa perdere l’entusiasmo a molti e questo, spesso, si traduce in mancate vendite (o lead). Al contrario, un infoprodotto in formato digitale che può essere scaricato subito, venderà di più e meglio (o permetterà di ottenere più lead).

Ad ogni modo, teniamo presente che, per avere un blog di successo ed iniziare a monetizzare, ci possono volere anni. Il percorso non è certo semplice e privo di insidie ma se si riesce a trasmettere il proprio valore agli utenti ed essere considerati un punto di riferimento nel proprio ambito/settore, si possono ottenere grandi soddisfazioni.  

Olivia Ramonda
Master in Digital e Social Media Marketing DIGITAL COACH
Linkedin: it.linkedin.com/in/oliviaramonda/
Facebook: www.facebook.com/olivia.ramonda  

 

Olivia Ramonda