Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (1 )
  • Vota!


Webmaster termine inglese, ma usato anche nella lingua italiana, indica generalmente colui che progetta, costruisce o gestisce un sito web e ne cura il posizionamento, studiando il mercato online. Tale figura, che nasce con il World Wide Web, assume molteplici mansioni  in relazione al target aziendale ed al budget disponibile. Oggi, per la rubrica Lavori e professioni digitali ho intervistato Manuela Budelli, Webmaster per Peugeot Italia, che oggi ci racconta come da customer service è diventata Webmaster.

divina_recchiaChi è il Webmaster e che cosa fa?

manuela_budelliIl Webmaster come lo intendiamo oggi, è una figura ben diversa da quella che operava negli anni ’90/2000. Nell’era digital social, il Webmaster è una figura complessa, che si occupa di creare business e trasformare le opportunità che internet offre in profitti per l’azienda. Durante la mia carriera ho potuto vedere nuove tecnologie nascere e altre sparire, permettendo a noi webmaster di rendere possibili progetti che fino a pochi mesi prima erano impensabili. L’obiettivo di un webmaster è quello di individuare i migliori brand del settore, organizzare la presentazione dei prodotti, calcolarne un prezzo mirato e competitivo ed organizzare campagne promozionali soprattutto per i prodotti nuovi. Dobbiamo anche saper gestire al meglio le campagne SEM con l’integrazione dei report di Analytics e le implementazione dei Google Tag Manager.

divina_recchiaChe competenze deve possedere un Webmaster?

manuela_budelliSe te le elenco oggi, te ne dico sicuramente meno di quelle che ci saranno domani. Scherzi a parte, parlandoti della mia esperienza in Peugeot, impresa multinazionale con un brand da tutelare, sicuramente è fondamentale la conoscenza di tutti i tool e i CMS che la casa madre mette a disposizione. Questa conoscenza va alimentata giorno dopo giorno; si tratta di una formazione continua e costante, che troppe volte si scontra con gestionali obsoleti e difficilmente integrabili con le nuove applicazioni web e spesso porta alla nascita di problemi che ci complicano il lavoro. In nostro soccorso però abbiamo tutti gli strumenti che Google mette a disposizione, nello specifico Google Webmaster Tool, indispensabile per migliorare le performances del nostro sito. Trovo che sia anche fondamentale tenersi aggiornati sulle novità e partecipare a corsi di formazione ed approfondimento che, lo IAB (Interactive Advertising Bureau), mette a disposizione e comunque seguire il lavoro degli esperti del settore può rivelarsi una mossa vincente.

divina_recchiaDescrivici un po’ il lavoro del Webmaster?

manuela_budelliIl lavoro del Webmaster non è così facilmente descrivibile, difatti spesso varia da azienda ad azienda. Sicuramente l’elemento che accomuna tutti i Webmaster è l’affrontare sfide diverse in molteplici settori: vendite, marketing e relazioni esterne. Un webmaster deve essere capace di comprendere le esigenze dei colleghi, raccogliere le informazioni e poi pubblicarle per il cliente finale. L’ importante è che queste informazioni siano fruibili, funzionali e portino al raggiungimento dell’obiettivo finale: un ritorno economico per il nostro cliente. Ogni call-to-action (chiamata all’azione) utilizzata per l’utente finale sul nostro portale, è un passo avanti verso il raggiungimento  del nostro scopo, ma attenzione,  il copia e incolla di testi di comunicati stampa on-line con lo scopo di attirare l’attenzione sul nostro sito hanno poco valore. Bisogna usare per esempio Google Webmaster Tool per capire quali possono essere i contenuti più utili per il cliente  e farli risaltare nella pagina. Sempre più spesso il webmaster diventa anche analista web, deve difatti analizzare tutti i dati di traffico del clienti, saperne valutare andamento e qualità ed eseguire il percorso a ritroso per individuare i gap comunicativi che non hanno portato l’utente a raggiungere lo scopo finale, che sia questo acquistare un prodotto, lasciare un commento o mettere un “mi piace” ad un link.

divina_recchiaChe strumenti deve saper usare?

manuela_budelliCome ti dicevo prima i tool ed i CMS delle aziende vanno utilizzati al meglio, ma questi variano da azienda ad azienda, anche se più o meno sono sempre gli stessi. Se devo parlare in generale, indispensabile per il mio lavoro è Google webmaster tool, che mi aiuta nel migliorare la comunicazione con i clienti con lo scopo di ottenere sempre più Lead e per molte altre attività e Google Analytics, che permette di tracciare un andamento delle migliorie fatte valutando quelle che sono le azioni da intraprendere a livello di marketing e comunicazione.

divina_recchiaCon quali altri professionisti interagisci?

manuela_budelliPer ottenere un ottimo risultato è importante relazionarsi al meglio con tutti i reparti aziendali, a seconda di quello che è l’obiettivo. Mi spiego meglio: se bisogna lanciare un nuovo prodotto o realizzare delle campagne promozionali che portino clienti, mi dovrò interfacciare con il reparto marketing per studiare pubblicità, slogan ed immagini atte ad invogliare l’utente all’acquisto. Se bisogna rendere più fruibile il sito per un utente che ha già acquistato, mi relazionerò con il post-vendita per capire dove intervenire e rendere più piacevole e facile la user experience sul sito. Se vanno inseriti nuovi concessionari e nuove informazioni su di essi mi relazionerò con l’ufficio clienti. Soprattutto in quest’ultimo periodo sto lavorando molto con l’ufficio clienti perché sempre più importante diventa il creare un percorso che porti l’utente finale al concessionario più vicino, navigando sempre all’interno del sito Peugeot od approdando su siti di agenzie nate per affiancare i concessionari in questa nuova sfida digitale.

divina_recchiaQuale può essere lo stipendio medio di un Webmaster?

manuela_budelliQuesta domanda non ha una vera e propria risposta, poiché molteplici sono i fattori che concorrono alla definizione dello stipendio di un webmaster. È sicuramente una figura nata recentemente, che ha ottime prospettive di crescita, che permetteranno di raggiungere stipendi più elevati di quelli percepiti oggi, i quali si aggirano attorno ai 1500/2000 euro mensili.

divina_recchiaDa quali aziende arrivano le maggiori offerte di lavoro per questa posizione?

manuela_budelliRitengo che oggi la figura del webmaster sia fondamentale nella gestione di un’attività commerciale on-line. Le aziende che decidono di investire in questa branca del commercio in modo intelligente e consapevole, ricercano figure come webmaster, SEO specialist, sviluppatori e le realtà più grandi anche e-commerce project manager. Ti direi quindi che oggi le offerte di lavoro potrebbero venire da ogni tipologia di azienda,  da quelle a conduzione familiare fino alle multinazionali come nel mio caso. Puoi cominciare dal corso SEO base.

 

Divina Recchia
Da Mediatore Linguistico a Social Media Marketing&SEO Coordinator.
Nata nel lontano 1983 a Vigevano in provincia di Pavia,e vissuto per diversi anni nella ridente Mortara, gli svariati studi mi hanno portato a spostarmi un po' di qui e un po di là. Fino a trasferirmi per un anno a Milano, dove ho scoperto quel mondo che sarebbe stato il mio futuro: il Digitale.
Partita con l'idea di viaggiare per il mondo,studiando una varietà di lingue dall'Inglese al Giapponese - con un breve parentesi tra Tedesco e Spagnolo;alla fine il destino mi ha portato a viaggiare in ogni caso ma nella rete globale di Internet.
Ormai da quasi un anno, arricchisco le miei giornate tra social,blog e scalate verso l'ottimizzazione dei siti web (SEO).