Seleziona una pagina

Viviamo in una società sempre più attenta ai temi della sostenibilità. In ambito legislativo sono diversi gli interventi che mirano a veicolare l’economia verso un impiego intelligente delle risorse disponibili al fine di migliorare la condizione sociale ed economica dei cittadini e la salute del pianeta. All’interno di questo panorama, anche a seguito del fenomeno Greta Thunberg, si stanno sempre più affermando i cosiddetti green influencer, figure in grado di influenzare l’opinione pubblica e di sensibilizzare gli individui a una maggiore responsabilità e attenzione alle questioni ambientali. Sono persone particolarmente attive sui social media, dotate di una certa autorevolezza e reputazione nel campo dell’ecosostenibilità e dunque capaci di orientare le scelte e comportamenti altrui.

Ti interessi di sviluppo sostenibile, sei attento ai temi del riciclo creativo e della lotta allo spreco? Scopri come diventare un green influencer! Attraverso il Corso Influencer Marketing di Digital Coach®, acquisirai le competenze necessarie per svolgere la tua attività in modo professionale e remunerativo.

 

L’identikit del perfetto green influencer

In occasione della prima edizione dei Top Italian Green Influencers, GreenStyle, magazine dedicato ad ambiente, salute e benessere, energie rinnovabili, sviluppo sostenibile ed ecologia, ha condotto uno studio che ha permesso di tracciare una prima mappatura dei profili social italiani impegnati a diffondere i principi dello sviluppo sostenibile, arrivando a individuare le caratteristiche che vanno a identificare il profilo del perfetto green influencer italiano.

In base alla ricerca, il green influencer italiano, spiega Matteo Campofiorito, direttore editoriale di GreenStyle, è “un attivista, con un forte legame con la vita reale e un’elevata coerenza nel comunicare i temi della sostenibilità tout court”. Inoltre si distingue da quelli stranieri per l’adozione di uno stile di comunicazione più orientato al glam e al lifestyle.

Lo studio ha portato all’individuazione di circa 50 profili green che sono stati divisi e inseriti in 4 macro categorie in base agli argomenti affrontati:

  • Economia Circolare
  • Mobilità Sostenibile
  • Cibo Sostenibile
  • Lifestyle

Dall’analisi del numero dei follower, delle interazioni e della reputazione online e offline, sono stati poi scelti i top green influencer italiani e assegnate le menzioni speciali per ogni categoria.

 

Top Italian Green Influencers

Vediamo nello specifico chi sono i green influencer italiani che si sono meglio distinti nel trasmettere l’importanza di vivere in una società sostenibile.

 

green influencer italianiTop Green Influencer dell’anno

Il titolo di Top Green Influencer dell’anno è stato assegnato al noto attore romano Alessandro Gassmann che ha lanciato su Twitter il progetto #GreenHeroes, attraverso il quale si impegna a diffondere ogni settimana le storie dei cosiddetti “eroi verdi”, ossia singole persone, aziende e comunità che portano avanti attività sostenibili, ecologiche e partecipano allo sviluppo economico del territorio.

 

Circular Economy

Il premio della categoria Circular Economy è stato conferito all’avvocato e giornalista pubblicista Alfonso Pecoraro Scanio. In passato Ministro delle Politiche Agricole e, durante il secondo governo Prodi, dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è oggi presidente della Fondazione Univerde, impegnata a diffondere la cultura ecologista e la green economy in Italia. È stato anche promotore della campagna online che ha portato la pizza napoletana a diventare patrimonio immateriale dell’umanità. La menzione speciale è stata assegnata a Lucia Cuffaro, presidente del Movimento per la Decrescita Felice, che da tempo si dedica alla sensibilizzazione contro gli sprechi e si occupa di promuovere il benessere in chiave bio.

 

Cibo sostenibile

Top Influencer per la categoria Cibo Sostenibile è la scienziata ambientale Lisa Casali. Testimonial di MSC Pesca Sostenibile e del WWF per l’alimentazione sana e sostenibile, la Casali è esperta di cucina sostenibile e autrice del blog Ecocucina dove dispensa consigli e pubblica ricette per cucinare a impatto zero, promuovendo un’alimentazione sana e sostenibile. Il riconoscimento speciale è stato conferito a Lorenzo Lombardi, fondatore e direttore del programma televisivo Vegan is Better e Responsabile Eventi Nazionali LAV.

 

Lifestyle

Tessa Gelisio è stata eletta miglior green influencer Lifestyle. Conduttrice televisiva, blogger, ambientalista italiana, è anche la fondatrice dell’associazione forPlanet Onlus che si occupa dello sviluppo di progetti per la conservazione ambientale degli ecosistemi naturali in continuo deterioramento e della promozione di pratiche e prodotti per uno sviluppo sostenibile della società. All’interno della stessa categoria è stato assegnato un ulteriore riconoscimento a Camilla Mendini, designer di professione che dal 2015 si interessa di moda sostenibile pubblicando diversi contenuti su Instagram e Youtube.

 

test social media manager

 

Mobilità sostenibile

Vincitore della categoria Mobilità Sostenibile, è il giornalista e blogger Luca Talotta esperto di sostenibilità ambientale applicata, in particolar modo, al mondo automotive. Un altro premio è andato ad Andrea Bertaglio, giornalista freelance da sempre attento ai temi ambientali e che da qualche anno si occupa di mobilità elettrica e sostenibile.

 

Rising Star

Lucia Valentina Nonna, autrice del libro Diario di una famiglia vegan, è la Rising Star scelta e premiata in collaborazione con BloggerItalia, la principale piattaforma italiana dedicata a blogger e digital influencer. Sul suo account Instagram e sul suo blog, condivide ricette e suggerimenti per adottare uno stile di vita sostenibile. È anche co-founder della piattaforma virtuale Rete Zero Waste, nata con l’intento di promuovere e diffondere uno stile di vita a rifiuti zero. Le Rising Stars, ossia stelle nascenti, sono personaggi del web con meno di 100.000 followers, che non possono per tale ragione ancora definirsi dei veri e propri influencer ma che stanno ad ogni modo crescendo rapidamente sui social. 

 

Quali green influencer seguire su Instagram?

Gettando un occhio fuori dalla nostra penisola, sono numerosi gli influencer che si sono assunti il compito di sensibilizzare il mondo sulle problematiche ambientali. Di seguito alcuni dei principali green influencer da seguire su Instagram:

 

  • Greta Thunberg (@gretathunberg). Influencer ambientalista svedese, Greta è un’attivista di 16 anni candidata al Nobel per la Pace e diventata celebre per la sua lotta a tutela dello sviluppo sostenibile. Di fronte ai catastrofici incendi avvenuti nelle foreste svedesi nell’estate del 2018, Greta decide di protestare contro il governo svedese per denunciare le gravi conseguenze del riscaldamento globale e l’assenteismo degli Stati davanti ai problemi generati dal cambiamento climatico. La protesta ha ispirato i giovani di tutto il mondo e si è tradotta in una serie di scioperi scolastici che hanno portato alla nascita di un vero e proprio movimento, il #FridaysForFuture, che ha visto migliaia di persone scendere in piazza, in più di 110 Paesi, per chiedere ai governi di dichiarare lo stato di emergenza climatica.

 

 

 

  • Bea Johnson (@zerowastehome). È l’autrice del bestseller Zero Waste Home. Il libro è stato tradotto in 26 lingue e propone soluzioni domestiche a impatto zero. Bea Johnson è stata una delle prime green influencer ad aver promosso, attraverso il suo profilo instagram, una vita basata su zero sprechi.

 

  • Immy Lucas (@sustainably_vegan). È la fondatrice del Low Impact Movement, volto a educare alla sostenibilità, dispensare consigli su come ridurre gli sprechi, e a promuovere uno stile di vita vegano.

 

  • Alex e Tyler Mifflin (@thewaterbrothers). Tyler e Alex sono due fratelli protagonisti di una serie di documentari sull’eco-avventura nel corso dei quali affrontano diverse problematiche legate all’ambiente come l’inquinamento da plastica e la pesca eccessiva proponendo soluzioni per proteggere le risorse del nostro pianeta.

 

  • Lauren Singer (@trashisfortossers). Newyorkese laureata in Studi Ambientali, Lauren è diventata un punto di riferimento internazionale per la lotta agli sprechi. È famosa per essere la pioniera del movimento zero rifiuti. Ha infatti deciso di vivere una vita a spazzatura zero documentando il tutto all’interno del suo blog Trash is for Tossers, sul quale offre anche consigli pratici per produrre meno rifiuti. Attivissima su instagram, ad oggi è seguita da circa 337mila follower.

 

  • Tolmeia Gregory (@tollydollyposh). Da quando aveva 11 anni gestisce il blog Tolly Dolly Posh, dove scrive di moda etica e sostenibile. Sul suo profilo Instagram fornisce ulteriori suggerimenti su come vestirsi in maniera consapevole per ridurre l’impatto dell’industria della moda sull’ambiente senza rinunciare allo stile.

 

Come e perché diventare un green influencer

Se anche tu ti interessi di sviluppo sostenibile e desideri diventare un “influencer green”, devi innanzitutto imparare a utilizzare in maniera professionale le social platform da te scelte per dare spazio e forma alla tua comunicazione.

 

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA DI CARRIERA GRATUITA

 

Quali social platform preferire

Instagram è senza dubbio uno degli strumenti maggiormente in voga tra gli influencer di professione. Questo non significa che rappresenti il canale di comunicazione migliore per chiunque: molti influencer, ad esempio, sono nati su Youtube, altri ancora hanno raggiunto la popolarità attraverso i loro blog. Pertanto, per svolgere in modo professionale la tua attività di green influencer, dovrai scegliere con attenzione la piattaforma più adatta alle tue esigenze.

Nella scelta della tua social platform dovrai porti una serie di interrogativi:

  • Chi è il tuo pubblico? 
  • Dove si trova la nicchia di persone che vuoi raggiungere e quanto tempo spende sulla piattaforma?
  • Quali canali utilizzano gli influencer della tua stessa nicchia? 
  • Quale tipo di contenuto vuoi produrre?

Trovare la risposta a queste domande è il primo passo per scegliere su quale piattaforma lavorare. Il secondo sarà quello d’imparare a padroneggiare la tua piattaforma e, all’occorrenza, quello di capire come integrarla con le altre al fine di sviluppare una strategia di marketing e comunicazione efficace.

Per conoscere a fondo le funzionalità delle diverse social platform, comprendere come comunicano tra loro, e sviluppare così la tua strategia, un consiglio è quello di diventare padrone delle tecniche e degli strumenti del Social Media Marketing e formarti come Social Media Manager.

 

Produci contenuti di valore

Un bravo influencer deve cercare di diversificarsi dalla concorrenza, dimostrandosi una persona originale e creativa. Di conseguenza, generare contenuti di qualità e attinenti al proprio settore diventa determinante per avere successo. Creare dei buoni contenuti ti aiuterà a migliorare la tua reputazione e autorevolezza e ti farà percepire come affidabile dai tuoi follower.

 

test professione web content editor

 

Sviluppa una rete di contatti efficace

Connettiti con altri influencer e dai vita a collaborazioni per far conoscere la tua attività. Crea un rapporto di fiducia e di partecipazione emotiva con i tuoi follower e non dimenticare di interagire con loro rispondendo alle reazioni, ai commenti e alle domande che ti verranno poste. Lavorare sulla componente affettiva e sulla creazione del tuo network professionale ti servirà per costruire delle relazioni di valore e durature nel tempo.

 

Monitora la tua crescita

Misurare i risultati delle proprie performance è un aspetto fondamentale se si vuole fare un uso professionale delle diverse piattaforme e capire dove e in che modo conviene spingere. Sarà ad esempio necessario calcolare l’engagement rate, ossia il tasso di coinvolgimento del pubblico, per verificare l’efficacia della tua strategia e capire, tra i tuoi contenuti, quali sono quelli di maggior successo.

 

 

 

Ama ciò che fai e fallo bene

Come ormai avrai capito, anche il “mestiere dell’influencer per l’ambientenon può essere improvvisato. Avere una passione e “renderla visibile” non è sufficiente, la tua audience deve identificarsi con i valori che incarni e vuoi comunicare. Per diventare un bravo influencer devi ragionare in modo strategico:

  • Pensa al tipo d’immagine di te che vuoi veicolare. Quest’ultima dev’essere coerente con il messaggio che hai intenzione di trasmettere.
  • Fissa degli obiettivi da raggiungere.
  • Guardati attorno. Studia i trend del momento inerenti al tuo settore, creane di nuovi, monitora la comunicazione dei tuoi competitor e individua il tuo valore differenziante.
  • Costruisci il tuo piano editoriale. Stabilisci quando, come e cosa pubblicare in base a un’analisi continua dei dati.
  • Sii perseverante. Non esistono risultati facili e immediati.

Ricorda sempre che per essere influente all’interno della tua nicchia di riferimento hai bisogno di acquisire una certa autorevolezza e sviluppare una solida reputazione. Mostrarsi competenti e credibili nel proprio settore, è la condicio sine qua non per catturare l’attenzione dei brand con i quali ti piacerebbe avviare delle collaborazioni e per alimentare il rapporto di fiducia con i tuoi follower.

 

APPROFONDIMENTI

 

Intervista a una green influencer per l’ambiente

 

Per meglio esplorare il mondo dei green influencer, abbiamo intervistato Federica Gasbarro, influencer per l’ambiente e studentessa di biologia di soli 25 anni, che in poco tempo ha catturato l’attenzione di tanti giovani, e non solo, esponendosi in prima persona a difesa dell’ambiente. È stata definita dai media la Greta Thunberg italiana, diventando un esempio per molti. Attraverso i suoi canali social, in particolar modo Instagram, si preoccupa di sensibilizzare quotidianamente le persone alle problematiche ambientali pubblicando foto, stories e brevi video con piccoli accorgimenti quotidiani per contribuire a migliorare la salute dell’ambiente.

Federica è una ragazza sveglia e molto semplice nel suo modo di approcciarsi all’altro. Questo ha portato tanti ragazzi e ragazze, che condividono i suoi stessi valori, ad empatizzare con la sua persona.

In questa breve intervista le abbiamo chiesto cosa significa essere un influencer per l’ambiente, qual è il miglior modo per avvicinare le persone a tutto ciò che ruota attorno al mondo dell’ecosostenibilità, e il contributo che il digitale può dare nel comunicare i temi ambientali.

Adotti uno stile di vita sostenibile e vorresti diventare un green influencer ambiente?
Scopri quale comunicazione adottare e come impostare una strategia vincente attraverso il nostro corso!

Influencer Marketing

 

 

chiara garoffolo

Chi è un green influencer?

federica gasbarro green influencerIl green influencer è una persona che condivide il proprio stile di vita green e cerca di far passare un contenuto a chi lo segue e magari ispirarlo, perché no, a uno stile di vita più sostenibile.

 

 

 

chiara garoffoloQual è il tone of voice che un influencer per l’ambiente utilizza per comunicare?

federica gasbarro green influencerChiaramente è diverso rispetto ad argomenti che non sono la sostenibilità, i cambiamenti climatici e via dicendo. Sono tematiche molto corpose, a volte anche noiose, quindi si deve cercare di far passare il contenuto ma allo stesso tempo non annoiare chi ascolta o chi segue.

 

 

 

chiara garoffoloQuali sono i canali online che usi per sensibilizzare le persone?

federica gasbarro green influencerIl canale che prediligo è Instagram dove sono anche maggiormente seguita e nel quale condivido le mie giornate, spunti green, e le esperienze che mi portano un po’ in giro per il mondo sempre legate alla tematica clima, cambiamenti climatici, come le COP e i summit.

 

 

 

chiara garoffoloChe fare per essere un influencer ambiente?

federica gasbarro green influencerPrima di tutto bisogna informarsi da fonti scientifiche riconosciute. Dopo aver capito il problema, si può modificare quello che è il proprio stile di vita e a quel punto, ma solo a quel punto, iniziare a parlarne nei propri canali social. Diciamo che le persone si accorgono quando di fronte non hanno una persona limpida o che non ha fatto suo un determinato stile di vita.

 

 

Corso Content Marketing and Blogging

 

 

chiara garoffoloTre ingredienti per una cultura green-friendly?

federica gasbarro green influencerBisognerebbe puntare ad una cooperazione tra cittadini e istituzioni. Partire dalle scuole ed educare i più piccoli ad uno stile di vita sano, i quali sicuramente cresceranno nel modo giusto ed educheranno a loro volta anche i più grandi che, non avendo avuto a disposizione le stesse risorse, si trovano a sbagliare non volendo.

 

 

chiara garoffoloCome guadagnare autorevolezza e reputazione online?

federica gasbarro green influencerCon azioni concrete. Le parole insegnano ma gli esempi trascinano e allora solamente comportandosi in accordo con ciò che si dice si guadagna autorevolezza.

 

 

 

Corso Web Reputation & Social Media Monitoring

 

 

 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Annacarla e Simona  Travel Influencer  personal branding promuovere se stessi

 

Chiara Garoffolo on Linkedin
Chiara Garoffolo
Mi chiamo Chiara Garoffolo. Sono laureata in "Editoria e Giornalismo" e ho una laurea magistrale in "Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa". Da sempre appassionata del mondo digitale, mi occupo principalmente di SEO e Content Marketing. Attualmente sto completando il mio percorso all'interno di Digital Coach. Ciò mi sta permettendo di ottenere una preparazione completa nei diversi ambiti del Digital Marketing.
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]