Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (8 )
  • Vota!


Food Blogger: chi è? Se vuoi scoprirlo leggi questa mini guida. Ti spiegherò come fare per diventare un famoso food blogger, ti dirò chi in Italia ha fatto di questo mestiere un business, come ad esempio Chiara Maci e Simonetta Cherubini e ti svelerò alcuni trucchetti per avere successo come food blogger su Instagram.

Sei pronto? Cominciamo!

food blogger

Food Blogger: significato

Il termine Food Blogger, ovvero l’unione delle parole Food (cibo) e Blog (diario di rete) viene usato per la prima volta in America nel 1997. Il primo blog di cucina si chiamava “Chow” ed era un luogo virtuale in cui era possibile scambiarsi opinioni sui luoghi in cui andare a mangiare (una sorta di TripAdvisor dedicato al Food).

Attualmente Chow è una realtà imprenditoriale affermata, tanto da contare ben 22 dipendenti.

In Italia, invece, a dare il via al foodblogging è stato “Cavoletto di Bruxelles” aperto nel 2005.

Oggi essere un food, o una food blogger (si tratta di un termine che negli ultimi anni ha assunto una connotazione prevalentemente femminile specialmente nel Bel Paese) significa avere un sapere innato sull’universo “cibo” abbinato ad un’autentica passione. Sono oltre 2.000 gli esperti virtuali e non in Italia in questo settore, i più dei quali hanno trasformato quello che era un semplice hobby in una professione a tutti gli effetti. 

Quello di food blogger nella nostra Nazione è diventato un mestiere talmente importante che, il 9 aprile del 2016, è stata costituita a Roma l’AIFB, L’Associazione Italiana Food Blogger.

Come diventare Food Blogger: 10 regole

Cosa bisogna fare per diventare Food Blogger ma, soprattutto, per essere un famoso food blogger? Occorre rispettare e seguire dieci semplici regole. Vediamole insieme!

  1. Credici! Non stai giocando, ma hai deciso di investire in un vero e proprio lavoro. Quindi applicati giorno e notte senza mai perdere di vista il tuo obiettivo: guadagnare
  2. La quantità del tuo impegno e della tua dedizione saranno direttamente proporzionali alla possibilità di riuscita del progetto. Il successo non arriva per caso.
  3. Definisci il tuo target ideale. A chi ti stai rivolgendo? A chi stai parlando? Vuoi diventare un foodblogger per casalinghe o per palati fini? Una volta individuato il tuo pubblico dovrai scegliere il tone of voice ottimale per essere credibile e creare la tua community di riferimento. Immagina cosa vorrebbero leggere i tuoi utenti e, di conseguenza, scriviglielo. 
  4. Scrivi contenuti di qualità. Oggi avere un blog significa content marketing e content marketing significa produrre contenuti di qualità. Non puoi pensare di emergere facendo copia e incolla da questo o da quel sito sperando di non “essere beccato” e di essere ritenuto comunque interessante perché ti chiami pinco pallino. La vera differenza sia che si tratti di un blog riguardante il food, che si parli di travel blogging o di fashion, la fanno i contenuti. Sii originale, fresco ed accattivante; produci più articoli alla settimana e condividili sui tuoi canali social.
  5. I tuoi contenuti non devono essere solo interessanti, ma anche indicizzati SEO. Proprio così, non puoi pensare di scrivere articoli senza tener conto delle regole basi del SEO Copywriting. Tutto ciò che è su Google esiste, ecco perché devi fare in modo di essere visibile sul motore di ricerca più famoso al mondo. Come fare per esserci? Scrivi per essere trovato impostando le parole chiave fondamentali per il tuo business.
  6. Elabora un calendario editoriale dei tuoi post. La programmazione e la pianificazione sono tutto per un blogger; definisci le tempistiche e rispetta le scadenze. Inoltre, fai in modo di trovare il tempo di elaborare una presentazione del tuo food blog così da poterla inviare ai tuoi contatti per farti conoscere in modo professionale.
  7. Impara dai più bravi. Studia gli altri food blogger, carpiscine i punti di forza, sviluppali, falli tuoi e rielaborali in modo vincente. 
  8. Usa delle belle immagini. Un food blog che si rispetti deve avere una grafica accattivante. Le fotografie per questo genere di blog hanno lo stesso potere dei contenuti, anzi: si può dire che viaggino a braccetto. Quando descrivi una ricetta non dimenticarti mai di accompagnare alle parole la successione in immagini della stessa.
  9. Fatti conoscere. Chiedi ospitalità a blogger che hanno più esperienza di te, fai linkbuilding, crea newsletter e partecipa a contest ed eventi offline. Sporcati le mani e gioca bene tutte le tue carte.
  10. Fai un buon uso dei social network. E’ importante creare una community attiva intorno al tuo brand; posta con regolarità e privilegia i canali visivi. Fai un buon uso di Instagram. 

Chiara Maci e Simonetta Cherubini: esempi di successo

chiara maciChiara Maci è la food blogger più amata dagli italiani. Tutti la cercano, tutti la vogliono. Quando nel Bel Paese si pensa a Food Blogger, si pensa a Chiara Maci. Il blog a cui ha dato vita con la sorella Angela si chiama “Sorelle in pentola”, ma la celebrità la food blogger l’ha raggiunta quando è entrata a far parte della giuria del programma di cucina di La7d “Cuochi e fiamme”, condotto dallo chef del Gambero Rosso, Simone Rugiati.

Oggi è autrice e curatrice dell’omonimo blog Chiaramaci.com 

Laureata in Giurisprudenza, Chiara Maci ha scelto la passione per i fornelli, opzione quantomai azzeccata: solo su Facebook, infatti, la food blogger supera quota 456mila “mi piace”.

simonetta cherubiniSe Chiara Maci è il top, Simonetta Cherubini non è certo da meno. Con il suo blog, Simonetta’s Kitchen è rientrata, infatti, nella playlist delle dieci miglior foodblogger romane al mondo.

Come guadagna un food blogger di successo? Sponsorizzando i prodotti che utilizza all’interno di una ricetta o integrando con banner pubblicitari i propri video. All’inizio è possibile arrivare a guadagnare già 400 euro al mese.  

Food Blogger e Instagram

Non solo fashion: oggi il futuro di Instagram è Food. Sono moltissimi infatti i (o, meglio, le) food blogger che hanno trovato fortuna grazie al social iconografico per eccellenza. 

Del resto in un momento storico quale quello attuale dove i format televisivi legati al cibo vanno per la maggiore e gli chef sono diventate autentiche star, non poteva esserci un minor riscontro dal social sharing

Ma come per diventare food blogger famosi occorre seguire delle regole, altrettanto è necessario fare per diventare esperti food blogger su Instagram.

Ecco i 10 punti che devi rispettare se vuoi avere successo su Instagram:

  1. Pubblica immagini di qualità. Oggi siamo tutti fotografi ed è solo con la qualità che si può fare la differenza. Le belle fotografie verranno apprezzate, condivise e commentate, generando il famoso engagement ovvero il coinvolgimento, che tutti desideriamo.
  2. Pubblica in modo coerente e organico. Se si possiede una pizzeria e nel proprio profilo vengono postate foto di pizze, arancini e calzoni, non ha senso inframmezzarle con quelle del proprio cane o dell’amica del cuore. La propria gallery deve raccontare una storia, deve rappresentare un continuum.
  3. Pubblica frequentemente e segui un calendario editoriale prestabilito. Per creare il giusto engagement e mantenere viva la community nonché l’attenzione sul proprio profilo, è sufficiente una foto quotidiana.
  4. Posta ad orari strategici. In base ai like ottenuti cerca di capire quando i tuoi utenti sono online e sono maggiormente attivi sui social e, di conseguenza, scegli un contenuto che possa fare presa in quel determinato lasso temporale. 
  5. Fai dialogare i tuoi social. Non limitarti ad Instagram, fai in modo che esso comunichi anche con gli altri tuoi profili, da Facebook a Twitter passando anche da Tumblr e G+. 
  6. Filma e diventa regista di te stesso. Pubblicare video, storie (sequenze di foto e video temporanee abbellite con emoticons e testi) e contenuti in diretta, è un modo per farsi notare da un pubblico molto più vasto della propria platea di seguaci.
  7. Cerca i tuoi “simili” e cattura la loro attenzione. Su Instagram è bene mantenere un contatto continuo non solo con i propri seguaci, ma soprattutto con tutti quelli che condividono i medesimi interessi.
  8. Trova un influencer e fatti aiutare nel far conoscere il tuo canale. Intercettare le persone giuste, non necessariamente delle celebrità a livello mondiale, può rappresentare una grande cassa di risonanza per il tuo profilo.
  9. Sfrutta la geolocalizzazione. Inserire la propria posizione può essere cruciale per identificare utenti con gli stessi interessi che si trovino o si siano trovati recentemente in un determinato locale della propria zona.
  10. Usa gli hashtag. Inutile nasconderci dietro ad un dito: gli hashtag sono la bibbia di Instagram. Di cosa si tratta? Di specifiche parole precedute dal cancelletto (#), che identificano un argomento a beneficio di tutti coloro che ne sono attratti. Degli esempi sul tema? #food è presente ad oggi in 200 milioni di post, #foodlover in 9 milioni di pubblicazioni e #foodblogger in quasi 7 milioni. Certo utilizzare hashtag troppo popolari ha la controindicazione che il post caricato con quella parola si perderà nel mare magnum di tutte le altre pubblicazioni, ecco perchè è bene mixare hashtag più generici con hashtag più specifici. Dulcis in fundo, crea un hashtag personalizzato. In questo modo il tuo profilo e le tue pubblicazioni saranno subito identificati. 

Food Blogger Famosi: gli imperdibili

Abbiamo già detto di Chiara Maci e di Simonetta Cherubini. Sei soddisfatto? Io no, perchè ci sono molti altri foodblogger che devi tenere in considerazione per aver successo col tuo spazio virtuale dedicato al cibo. Andiamo a scoprire insieme quali sono i food blog del momento. 

Per Pop-Up Magazine, nella sua personalissima classifica redatta a giugno del 2016, la top ten del food è totalmente in rosa. Al primo posto troviamo, ovviamente Chiara Maci, seguita da Mysia col suo omonimo blog e i suo 200mila fa su Facebook; sul terzo gradino del podio troviamo Cherubini, mentre in quarta posizione ecco spiccare Alessia Bianchi con “Le dolcezze di Nonna Papera”. Quinta in classifica Paola Sucato volto noto di Donna Moderna e sesta Lisa Casali conosciuta ai suoi follower col soprannome di “Lisca”: con il suo blog, Ecocucina ha spopolato grazie a ricette fatte soprattutto con le parti di scarto, come gambi e torsoli, proponendo piatti a costo (quasi) zero. Al settimo posto troviamo, invece, “Scorza d’arancia” di Claudia Magistro e all’ottavo “Farina, Lievito e Fantasia” di Ramona Pizzano. Chiudono la top ten Ornella Daricello con “Gialla tra i fornelli” e Lucia Arlandini con “Ti cucino cosi”.

E su Instagram? Sul social iconografico le gerarchie vengono letteralmente sovvertite. Vediamo, infatti, quali sono i profili da seguire. 

Tra gli account da non perdere vi è sicuramente “A Gipsy In The Kitchen”, un loveblog che racconta storie d’amore, di cibo e di moda attraverso le parole della padrona di casa Gipsy: Alice Agnelli.  Al secondo posto troviamo finalmente un duo tutto al maschile: “Gnambox” di Riccardo e Stefano. Infine, ecco “Un biscotto al giorno” di Monica Papagna. 

Ti piace cucinare? Ti piace scrivere? Non aspettare oltre: è tempo di diventare food blogger!

Michela Trada on FacebookMichela Trada on GoogleMichela Trada on LinkedinMichela Trada on Twitter
Michela Trada
Giornalista, content marketing consultant
[i]
[i]
[i]
[i]