Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (2 )
  • Vota!


  L’ E-commerce Project Manager (in italiano”responsabile  del progetto e-commerce”) è una figura molto complessa. Ha un ruolo di gestione operativa, ma non solo; è responsabile della valutazione, pianificazione e  realizzazione del progetto di vendita online. L’intento dell’E-commerce Project Manager è quello di raggiungere gli obiettivi di progetto, assicurando il rispetto dei costi, dei tempi e della qualità per soddisfare il cliente. Sarà il lavoro del futuro? Scopriamolo insieme. Oggi, per la rubrica Lavori e professioni digitali, abbiamo intervistato Valentina Sala, stimata e-commerce project manager, oltre che esperta di Web Marketing e Social Media, per questo vi consiglio di scoprire le sue pagine social in Twitter e Google+.  Autrice di alcuni articoli sull’e-commerce tra cui vi segnalo “E-commerce: su misura è meglio!“.

  divina_recchia

Chi è l’E-commerce Project Manager?

valentina_sala

L’E-commerce Project Manager, in Italia denominato “responsabile di progetto” è una  figura chiave per la realizzazione di un e-commerce aziendale; ha difatti l’incarico di realizzare il progetto mediante una strategia di  sviluppo ed il successivo mantenimento degli obiettivi prefissati. Le migliori strategie si fondano su un marketing pianificato attraverso analisi di mercato specifiche. L’E-commerce Project Manager può essere a seconda delle dimensioni dell’azienda o una figura esterna alla società committente o interna alla stessa.

divina_recchia

 

Puoi parlarci della job description dell’e-commerce project manager?

valentina_salaSono diversi i punti che un E-commerce Manager deve definire per la realizzazione di un sito di vendita online. Innanzitutto va definita la strategia d’azione che andrà ad affiancarsi ad un’analisi di mercato e ad un business plan mirato che ci permetta di rendere il nostro sito competitivo e facilmente gestibile. Un e-commerce manager deve sapersi destreggiare tra i migliori e più efficaci  strumenti di web marketing, reportistica e raggiungere con questi i più alti profitti possibili per il cliente.

divina_recchia

 

Quale può essere lo stipendio medio di un E-commerce Project Manager?

valentina_salaPer rispondere alla domanda quanto guadagna l’E-commerce Project Manager bisogna analizzare diversi aspetti; in Italia,essendo in ritardo lo sviluppo dell’e-commerce rispetto ad altri paesi europei e non, l’e-commerce manager è una figura che si sta affermando soprattutto negli ultimi anni. Lo stipendio ovviamente sarà rapportato alla dimensione del progetto, alle abilità dell’e-commerce manager stesso, alle mansioni affidategli e alla grandezza dell’azienda committente. A grandi linee ti posso dire che una retribuzione lorda può oscillare dai 30.000 agli 80.000 euro, mentre ad oggi l’estero potrebbe offrire stipendi più elevati.

divina_recchiaChe competenze deve possedere un E-commerce Project Manager?

valentina_sala

Questa è sicuramente una delle domande più importanti. Parlandoti della mia esperienza personale,  posso dirti che una conoscenza ampia, specifica ed approfondita degli strumenti di web marketing, sia mobile che on-site, è fondamentale. Come per i negozi fisici, anche in questo caso,la conoscenza del retail da parte dell’E-commerce Manager è di estrema importanza. Mediante tale conoscenza potremmo definire diverse parole chiave che, con lo studio del KPI ( Key Performance Indicator)  e altri  parametri forniti da Analytics e strumenti simili, ci permetteranno di capire se il progetto  che stiamo realizzando è efficace o può essere migliorato. Questo ci aprirà la strada per  un’ottima  indicizzazione, che dovremo poi mantenere nel tempo mediante campagne Adwords, SEO, E-mail marketing ed altri tool atti a farci individuare criticità piccole o grandi per meglio organizzare il progetto e-commerce.

divina_recchia

 

Prima hai accennato ai tool, quali bisogna saper padroneggiare al meglio?

valentina_salaLo strumento più importante da conoscere e padroneggiare è Analytics; che dialogando direttamente con Google, ci permette di incrociare e confrontare dati per eseguire analisi  approfondite del mercato e dei comportamenti degli utenti web all’interno del nostro sito.  Essenziale è anche conoscere quali sono i prodotti più venduti, i colli di bottiglia che si presentano durante il processo d’acquisto e dunque correggerli per garantire all’utente una navigazione facile ed intuitiva. Oltre agli strumenti di statistica, possiamo utilizzare, per la promozione del nostro sito, piattaforme di e-mail marketing, portali social e contenuti coperti da copyright al fine di portare il cliente alla call to action.

divina_recchia

 

Da quali aziende arrivano le maggiori richieste di lavoro?

 

valentina_salaNell’arco della mia esperienza lavorativa di circa 10 anni, le richieste di creazione di siti e-commerce si sono molto diversificate. Inizialmente era un mercato di nicchia, riservato ad aziende multinazionali strutturate con un efficace organizzazione  che rendeva più semplice  la costruzione di un rapporto  B2C (business to customer). Al giorno d’oggi, invece, le maggiori richieste arrivano da medie e piccole imprese che, soprattutto in questo periodo di crisi, cercano di aumentare il giro d’affari mediante la vendita on-line. Tra i settori che più puntano sull’e-commerce troviamo: abbigliamento, tecnologie ed ultimamente agenzie viaggi e food. Questi ultimi soprattutto promettono importanti sviluppi futuri.

divina_recchia

 

Come si diventa E-commerce Project Manager?

valentina_salaBella domanda! Quando mi sono affacciata in questo mondo, vi erano ancora poche scuole che  tenevano corsi di economia rivolti all’e-commerce. Si parlava più che altro di Web  Marketing. Col passare del tempo, ho potuto constatare che sono nati percorsi di studio mirati all’e-commerce, corsi on-line specifici per la gestione di progetti di vendita on-line e strumenti di comunicazione molto efficaci.  Sicuramente l’esperienza in questo campo resta fondamentale per conoscere i costi, le strategie per risparmiare, le problematiche che si devono affrontare ed altre abilità che un percorso di studi solo teorico non può dare. Bisogna dire che anche se l’e-commerce oggi viene visto come una forma di commercio ancora poco diffusa, in realtà fa parte delle abitudini di acquisto di una larga percentuale di consumatori. Esiste un back-end molto complesso che definisce dall’inizio alla fine un percorso d’acquisto logico e strutturato che richiede da parte delle aziende committenti notevoli investimenti. L’organizzazione di una logistica efficiente, un coordinamento di spedizioni e  l’approvvigionamento di materiali sono step fondamentali da non sottovalutare; ed è qui che entra in gioco la figura dell’E-commerce Project Manager.

divina_recchia

 

Con quali altri professionisti interagisci?

valentina_salaUn E-commerce Project Manager è a stretto e costante contatto con tutti gli altri professionisti che lavorano sul progetto e-commerce. Dal responsabile della logistica, che si occupa della movimentazione dei prodotti venduti, al reparto IT che comprende programmatori  e sviluppatori, che traducono le idee in codice, dai designer che definiscono gli standard visivi del sito, ai buyer che effettuano gli acquisti e possono essere o i proprietari stessi per piccole aziende o buyer professionisti per aziende più grandi, fino ad arrivare ai vari copywriter e ai gestori dell’e-mail marketing.

divina_recchia

 

Ci descriveresti un po’ il tuo luogo di lavoro?

valentina_salaPer quanto concerne il mio lavoro, ho lavorato in grandi aziende strutturate con open space dove ci si poteva interfacciare direttamente con i vari reparti del progetto per rendere più efficiente il lavoro. Esistono comunque realtà più piccole, che si affidano ad un E-commerce Manager esterno, che può lavorare tranquillamente da casa, interfacciandosi con i vari responsabili in conference-call. Resta comunque il fatto che per massimizzare i risultati è quasi indispensabile avere un contatto con gli  oggetti che si andranno a vendere, visitando magazzini e toccando con mano i prodotti che poi verranno venduti online.

 Se l’articolo ti è piaciuto forse potresti essere interessato a scoprire altre professioni digitali come quella del Digital Marketing Manager e del Web Designer.

Scopri come diventare competente nel settore dell’e-commerce con il Corso E-commerce Specialist

 

Divina Recchia
presso
Da Mediatore Linguistico a Social Media Marketing&SEO Coordinator.
Nata nel lontano 1983 a Vigevano in provincia di Pavia,e vissuto per diversi anni nella ridente Mortara, gli svariati studi mi hanno portato a spostarmi un po' di qui e un po di là. Fino a trasferirmi per un anno a Milano, dove ho scoperto quel mondo che sarebbe stato il mio futuro: il Digitale.
Partita con l'idea di viaggiare per il mondo,studiando una varietà di lingue dall'Inglese al Giapponese - con un breve parentesi tra Tedesco e Spagnolo;alla fine il destino mi ha portato a viaggiare in ogni caso ma nella rete globale di Internet.
Ormai da quasi un anno, arricchisco le miei giornate tra social,blog e scalate verso l'ottimizzazione dei siti web (SEO).