Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.9 stelle
    4.9 / 5 (22 )
  • Vota!


Come creare un blog di moda e diventare fashion blogger

 

Be different! Think digitally!

Se il tuo sogno è sempre stato quello di apparire nella top ten delle migliori fashion blogger del momento sappi che fashion blogger non si nasce ma si diventa! Creare un blog di moda non è impresa da poco! Ogni giorno migliaia di ragazze e ragazzi con il pallino per la moda decidono di aprire un blog di moda per le motivazioni più varie. Cara aspirante Chiara Ferragni, se vuoi sapere come creare blog di moda di successo, diventare beauty blogger e salire in vetta alle classifiche sappi che non ti basterà avere una mamma fotografa, un fidanzato imprenditore e una chioma dalle cinquanta sfumature di Blondsalad. Distinguersi dovrà essere il tuo nuovo mantra! 

 

come creare blog di modaAbout Ida Galati | Fashion blogger & Beauty Reporter

 

Se vuoi trasformare la tua passione per la moda in una professione di successo fa della perseveranza, la tua personalità e la passione per i social e la moda la tua strategia d’attacco. Non affannarti a imitare le tue rivali, piuttosto prendine ispirazione, proprio come ho fatto io scegliendo e volendo fortemente la fashion blogger e beauty reporter Ida Galati per raccontarvi curiosità e retroscena del fashion blogging e spiegarvi al meglio come iniziare a creare un blog di moda vincente e proficuo prendendo ispirazione da una professionista.  

 

 

Simonetta FavaleDa psicoterapeuta a blogger di successo: cosa ti ha portato a cambiare vita e ad aprire un blog di moda?

 

Ida GalatiLe circostanze da una parte e l’insoddisfazione dall’altra. Se avessi dato retta a “Ida bambina”, avrei intercettato sin da subito il mio posto nel mondo, ma ho sempre pensato fosse più nobile riparare cuori spezzati – intraprendendo la carriera della psicoterapeuta – piuttosto che esprimere la mia creatività esplosiva. Ho sempre adorato cantare e sono sempre stata un’appassionata di computer: a 15 anni trascorrevo  pomeriggi interi davanti al computer riflettendo su cosa avrei potuto farci, non sapevo ancora che creare un blog di moda sarebbe stata la mia strada.

Ma avevo deciso che sarei diventata una psicoterapeuta e non potevo “scombinare i miei piani”. Così ho proseguito negli studi e non ho mollato neanche una volta, sebbene ne sentissi un grande bisogno. Ho iniziato a lavorare come psicoterapeuta, poi ho conosciuto quello che sarebbe stato il mio futuro marito ed è iniziato uno dei capitoli più belli e più intensi della mia vita: Londra. Era l’occasione che aspettavo, quella di mollare, azzerare tutto e darmi l’opportunità di trovare la mia vera passione. A 30 anni ho iniziato a guardarmi dentro, a sperimentarmi e finalmente in un angolino nascosto ho trovato le mie vere passioni – la scrittura, la moda e i social – e ho deciso di creare un blog di moda: lestanzedellamoda.

Ho costruito grandi cose grazie ad alcune semplici intuizioni e tutto è partito dalla condivisione di un mio pensiero molto lungo su Facebook, dalla persona giusta che lo ha notato e dalla proposta di scrivere per il suo magazine italiano online di moda e life style inglese. Nel giro di poco tempo – solo dopo 10 giorni dalla mia permanenza a Londra – mi sono ritrovata con un pass da International Press per la London Fashion Week e la mia vita è diventata un susseguirsi sfilate, poi il corso di Fashion Journalism per imparare a scrivere articoli da giornale e di Social Media for Fashion a Londra, un master in Italia, il blog nel 2013 – la mia più grande fortuna – le docenze, Glamour.it, la mia web agency StandOut Fashion Project, dove sono Co-founder e Web Editor insomma, da allora non mi sono più fermata e le mie passioni sono diventate il mio lavoro.

 

Simonetta FavaleMoltissime aspiranti fashion blogger sognano di fare il tuo lavoro. Iniziamo a entrare nel vivo dell’intervista: raccontaci di come creare un blog di moda.

Ida GalatiAldilà dei tecnicismi, prima di tutto ci vogliono alcune capacità fondamentali per diventare fashion blogger o diventare beauty blogger. Personalità. Gusto. Intelligenza. Perseveranza. Passione per i social. Non menzionerei l’abilità della scrittura necessariamente; se vuoi aprire un blog di moda ma la scrittura non è mai stata il tuo forte, il consiglio è quello di fare personal branding e adottare diversi escamotage per esprimerti al meglio: scatti interessanti, una buona selezione di stili, video di te stessa. Insomma: devi saperti distinguere! Se ti piace scrivere, apri un blog! Prima si iniziava dal più amatoriale blogspot, ora consiglio di partire con WordPress a tema gratuito e poi, appena la audience, i contenuti e tutto il resto inizia a decollare e a prendere forma, di personalizzarlo acquistando anche un dominio personale. Per i temi più all’avanguardia consiglio Themeforest, un portale che raccoglie tanti template e utilità professionali destinati alla creazione di siti web.

L’idea di creare un blog in generale e di creare un blog di moda in particolare è sempre legata all’ambizione di osservarne il successo ma la sua popolarità dipende da molti fattori imprescindibili, tra i più importanti: la struttura, i contenuti e il design. Ad esempio: un sito con pagine eccessivamente pesanti da caricare è penalizzato dai motori di ricerca e di conseguenza dagli stessi utenti a cui potrebbero interessare i contenuti, come un blog dal layout e i colori più accattivanti è certamente più interessante da seguire, senza parlare dei contenuti che sono e resteranno sempre il motivo principale per cui un utente continui a seguirti.

Se vi piace comunicare in video munitevi di treppiede, due luci e un microfono. Pensate alle storie che volete raccontare, imparate a montare un video e poi lanciatevi. Ma che il progetto e il vostro approccio siano originale!

Creatività è inventare, crescere, assumersi dei rischi, rompere regole, fare errori e divertirsi. (Mary Lou Cook)

Se vi piace Instagram basta un buon telefono (meglio quello che ha anche la modalità ritratto che sfoca lo sfondo) e un buon gusto per la fotografia. Fate anche un piccolo corso per principianti e “rubate con gli occhi” dagli altri account Instagram che vi piacciono o vi rappresentano particolarmente, lasciandovi ispirare per il vostro (è così che ho iniziato anche io a dare forma al mio profilo Instagram lestanzedellamoda).

Come creare blog di moda esempi

 

Simonetta FavaleLa tua è una carriera che va aldilà del fashion blogging. Quanto è stato importante avere un blog di moda ai fini della tua carriera come fashion blogger?

Ida GalatiIl mio blog lestanzedellamoda è stato e resterà sempre al centro della mia carriera: è necessario alimentarlo continuamente se non si vuole deludere la propria audience e continuare a “star simpatici” al tanto temuto algoritmo di Google. Ho imparato come indicizzare al meglio il mio blog sui motori di ricerca in ottica SEO e come promuoverlo sui miei social seguendo un accurato piano editoriale strutturato day by day e, nel giro di poco tempo, ho dato una nuova svolta alla mia carriera:  dopo aver ricevuto una serie di richieste da parte di aziende che volevano facessi la stessa cosa per i loro blog è nata la mia web agency tutta al femminile StandOut Fashion Project, specializzata in digital PR e influencer marketing. È sempre grazie al blog che sono stata chiamata a insegnare blogging e web editing presso master e corsi prestigiosi e a scrivere per Glamour.it. Prima cercavo di fare tutto da sola, adesso ho un ufficio, una socia in affari, 3 ragazze che lavorano per noi: progetti di innovazione digitale hanno bisogno di team coesi e performanti! Io supervisiono il lavoro e continuo a lavorare sul mio personal branding e a fare tanta formazione per me stessa e per gli altri.

Simonetta FavaleCon l’avvento dei social media, quali strategie hai dovuto mettere in campo e sono necessarie oggi per mantenete alto il numero di conversion e impression sul tuo blog?

Ida GalatiLa risposta più corretta è social media marketing! Ho dovuto scrivere meno e scattare di più per alimentare con criterio la mia gallery di Instagram. Ho iniziato a monitorare le conversioni e a studiare quali immagini e quali post attirassero più audience e generassero maggior engagement tra gli utenti. Ho iniziato ad analizzare i miei competitors e il loro posizionamento digital e sui social. Uno degli obiettivi della mia digital strategy è stata comprendere i fattori di successo digitali e individuare tutti i canali attraverso cui raggiungere la propria audience per ottimizzare i risultati. Per questo, stando alle previsioni e ai social trends del futuro, ho recentemente aperto anche il canale YouTube de lestanzedellamoda. I video-blog (detti vlog) saranno il futuro dell’essere social!

 

Come creare blog di moda da casa

 

 

Simonetta FavaleNon si vive di soli sogni: illuminaci su come e quanto guadagna una fashion blogger?

Ida GalatiCi sono tantissimeimodi per guadagnare con un blog di moda, prima di tutto i post sponsorizzati sul proprio blog e/o sui propri social media in cui parliamo alcuni brand o prodotti. Per dirne altri: partecipazioni agli eventi, fare la testimonial per prodotti beauty o brand di abbigliamento e calzature, partecipare alle presentazioni di libri di moda, presenziare come beauty reporter a eventi di livello nazionale (la settimana scorsa, a proposito, ero al Festival di Sanremo come beauty reporter): più hai seguito e più il tuo cachet aumenta. Le blogger con un buon seguito (dai 20k ai 100k follower su Instagram) possono arrivare a guadagnare anche dai 5k€ ai 10k€ al mese per un solo post su Instagram creato in collaborazione con un brand che per un periodo si appropria della tua immagine per sponsorizzare i suoi prodotti e per parlare di loro, ma è un dato molto soggettivo e mai costante visto che la maggior la parte delle collaborazioni con i brand non sono mai continuative. Per salire fino ai 18-21k€ conta molto essere dei personaggi noti anche al di fuori del mondo della moda, magari per merito di alcune esperienze televisivi rilevanti, oppure di una storia d’amore  – basta osservare Chiara Ferragni che dopo la relazione con Fedez e ora la dolce attesa è salita a più di 11,7 mln di followers su Instagram.

 

Simonetta FavaleQuali sono le carte vincenti per diventare una blogger di successo e le competenze necessarie per diventare una fashion blogger professionista come te?

Ida GalatiInnanzitutto personalità! In un mercato così saturo devi fare la differenza, devi inventarti una storia da raccontare intorno a te e al mondo che ami che è quello della moda e devi renderla più originale possibile. Devi essere molto perseverante, senza mollare ai primi “no” e alle visite pari a 0 dei primi mesi. Devi studiare moltissimo (social media, scrittura, styling, storia della moda e tutto sui fashion brands) ma soprattutto avere passione e tanta motivazione. Poi c’è l’intraprendenza: il fashion blogging richiede doti imprenditoriali, capacità di rischiare e di rendere il proprio lavoro un business vero e proprio, e avere il coraggio e l’entusiasmo di farsi aiutare in quest’avventura. Valentino, ad esempio, se non avesse avuto al suo fianco Giancarlo Giammetti, mente razionale ed economica dell’omonimo brand nonchè esperto di economia e commercio, non sarebbe diventato quello che oggi tutti conosciamo per il suo incredibile e a volte indomabile estro creativo e l’inesperienza nel mondo del commercio. Anche io ancora oggi frequento corsi di formazione e specializzati per migliorarmi come imprenditrice.

 

Simonetta FavaleCara aspirante fashion blogger, è giunto il momento di aprire il blog di moda che hai sempre sognato! Approfitta della competenza di esperti del settore scegliendo uno dei corsi specializzati di Digital Coach e metti subito in campo la digital strategy più stilosa del web!

L’uomo che sposta le montagne comincia sempre portando via i sassi più piccoli. (Confucio)

 

Simonetta Favale on Linkedin
Simonetta Favale
Mi occupo di comunicazione e di strategia d'impresa e i miei punti di forza sono sempre stati la curiosità, l'ironia, l'ambizione, la fantasia e la scrittura. Adoro circondarmi di persone creative, possibilmente con il "pallino" per la moda come me, che sanno prendersi poco sul serio restando con i piedi per terra. Mi sto specializzando nel Digital Marketing per arricchire le mie competenze professionali e perchè voglio che il marketing e la comunicazione digitale siano il mio futuro.
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]