Seleziona una pagina

Grazie all’esplosiva espansione del mondo digitale, sono nate nuove figure professionali. Una di queste è il Biddable Media Manager!

Grazie a Simonetta Azzarito di Evolution People scopriremo moltissimi dettagli su questa nuova professione digitale! Approfondiremo anche come lei sia arrivata a fare questo lavoro grazie alla giusta formazione. Se il mondo dell’advertising ti affascina, è molto importante per te sapere che formarsi al meglio è indispensabile. A tal proposito ti sarà indubbiamente d’aiuto il Corso Digital Marketing Manager.

Hai dei dubbi sulla strada che vuoi intraprendere per fare carriera nel digitale? Affidati a un nostro esperto del settore!

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA DI CARRIERA GRATUITA

 

de luca lorena digital

Chi è il Biddable Media Manager e cosa fa?

 

simonetta azzaritoCon Biddable Media si intende qualsiasi tipo di media o spazio pubblicitario sul web acquistato in tempo reale su una piattaforma fornita da terzi. Il Biddable Media Manager è una figura che si occupa di costruire, monitorare e gestire le campagne pubblicitarie online dei brand dell’azienda cliente in Real Time Bidding. Quest’ultimo è “un’asta in tempo reale” in cui molteplici acquirenti competono per l’acquisto delle impression (le visualizzazioni) nei diversi spazi pubblicitari disponibili. Per questo tipo di attività, il biddable media manager lavora attraverso dei software molto sofisticati che utilizzano degli algoritmi molto complessi che solitamente vengono denominati DSP (Demand Side Platform). Questi programmi possono collegarsi a un numero quasi infinito di siti web per riuscire a creare una campagna di advertising che raggiunge il giusto utente al momento e nel posto giusto.

real time bidding biddable media manager

Grazie alle piattaforme che abbiamo a disposizione, possiamo selezionare un target ristretto che potrebbe essere interessato a un brand che ancora non conosce. In seguito studiare una strategia, con banner e video, per scatenare in lui l’interesse e poi portarlo alla conversione. Esse ci danno anche la possibilità di impostare il budget che vogliamo investire, ossia quello prefissato con il nostro cliente advertiser. Discutiamo insieme sugli obiettivi che dobbiamo raggiungere e in base a essi scegliamo la strategia giusta e il corretto target a cui indirizzarla che corrisponde al profilo del nostro potenziale utente interessato. Su queste piattaforme i dati vengono aggiornati in tempo reale, e in seguito alle nostre campagne promozionali, analizziamo i dati registrati e vediamo se la nostra strategia sta funzionando o meno, e quindi decidiamo se cambiarla oppure perfezionarla.

 

Sei curioso di sapere qual è il tuo profilo digital? Scoprilo in pochi minuti!

test professioni digitali

 

de luca lorena digital

Quali skills deve avere un esperto biddable?

 

simonetta azzaritoConsiderando il ruolo che svolgono i Biddable Media Manager, una delle caratteristiche che devono avere è l’essere versatili. Quando iniziamo a studiare una strategia digitale dobbiamo sempre partire da zero. Capire quali sono gli strumenti migliori che si sposano con gli obiettivi del nostro advertiser:

 

  1. chi è l’utente in target?
  2. dove cerca le informazioni?
  3. con quali strumenti digitali interagisce?

Di conseguenza non esiste una ricetta standard per il perfetto “Media Mix” ma bisogna sempre crearne una nuova, su misura. Questo è importante perché ci permette di avere una mente aperta, di ragionare sempre in modo diverso e nuovo per poi offrire la migliore soluzione al nostro cliente inserzionista.

Un altro requisito fondamentale è quello dell’essere sempre aggiornati sugli strumenti, perché cambiano frequentemente. Un esempio èskills di un esperto biddable Google: continua a proporre novità ed evoluzioni dei propri prodotti, sia in campo di gestione campagne Biddable, ma anche a livello di analisi dei dati. In questo caso specifico riusciamo ad avere sempre più informazioni e sempre più dettagliate sul lavoro da svolgere.

Un aspetto molto importante per questa figura professionale è quello dell’essere organizzati. Quando iniziamo a sviluppare una campagna promozionale online dobbiamo necessariamente analizzare una serie di informazioni dettagliate che ruotano intorno all’azienda (dove opera, se ha più brand, ecc) per poi poter adattare e personalizzare il corrispondente advertising.

È inoltre necessario capire quali sono i suoi obiettivi per poi proporre la strategia più corretta. Per noi, tutto ruota intorno al Real Time Bidding, ossia alle aste in tempo reale da dover monitorare di continuo. I risultati vengono aggiornati all’interno delle nostre piattaforme quasi istantaneamente. Analizzandoli, capiamo come sta performando la campagna pubblicitaria e pertanto possiamo decidere in maniera tempestiva se cambiare rotta oppure spingere ancora di più nella stessa direzione.

Inoltre è fondamentale essere degli “ottimi traduttori” in quanto dobbiamo saper leggere i dati, che corrispondono agli effettivi risultati da raggiungere. Non sono solo numeri da dare al cliente a fine mese, bensì delle informazioni concrete e misurabili (numero di click, di impression) che dobbiamo essere in grado di rileggere e tradurre per riuscire a reimpostare la strategia. Sono la nostra arma per essere vincenti rispetto agli altri!

 

 

de luca lorena digital

Che strumenti digitali utilizza maggiormente?

 

simonetta azzaritoGli strumenti che utilizzano i Biddable Media Manager sono tantissimi. Tra quelli più conosciuti ci sono le piattaforme fornite da Google e Facebook (per la parte social).

Per quanto riguarda Google, non intendo solo Google Ads, ma anche altre piattaforme di RTB, Real Time Bidding che ci mettono a disposizione una serie di algoritmi predittivi, molto più elaborati di quelli standard. Essi ci permettono di gestire le campagne display e video utilizzando Ad Exchange

Ad Exchange sono delle piattaforme che ci permettono di usufruire di una serie di inventari di target. Sono il luogo in cui c’è lo scambio di informazioni tra chi pone la domanda (quindi chi utilizza una DSP – Demand Side Platform) e chi può offrire uno spazio pubblicitario. Questo poi viene gestito da altre piattaforme, di cui non si occupano i Biddable Media Manager, che si chiamano SSP (Supply Side biddable media manager cosa faPlatform).

Un’altra piattaforma fornita da Google, ma che non riguarda il sistema delle campagne, bensì l’analisi dei dati è Google Campaign Manager. La utilizziamo ogni giorno ed è una delle piattaforme per noi più importanti. Ci permette di monitorare quello che accade alle nostre campagne pubblicitarie online a partire dalle impression della nostra inserzione (la visualizzazione) fino alla conclusione del percorso di conversione (il momento in cui l’utente entrerà nel sito e sceglierà di acquistare o aderire ad un servizio). Mentre con Google Analytics potremmo analizzare solo quello che avviene dopo che l’utente è entrato nel sito web. Senza le informazioni riguardo al percorso dell’utente prima del click, le nostre campagne Bidding perderebbero il loro scopo e si vanificherebbe la percezione di quanto siano davvero importanti. 

Poi vi è Facebook Business Manager con il quale vengono gestite le campagne pubblicate su Facebook stesso, Instagram e Audience Network, che racchiude i siti affiliati che danno la possibilità di sfruttare i dati proprietari della piattaforma su siti web esterni. E altre piattaforme per il Programmatic che riguarda il mondo a cui appartiene anche il Real Time Bidding.

 

 

de luca lorena digital

Con quali figure professionali collabora?

 

simonetta azzaritoAll’interno dell’agenzia, il team del Biddable Media Manager è costituito da un puzzle. Il gioco di squadra e il perfetto incastrarsi delle varie figure professionali, è indispensabile per la soddisfazione delle richieste del cliente. Inoltre, la comunicazione tra i vari componenti del gruppo di lavoro è fondamentale affinché vengano ideate campagne online strategiche e di successo.

All’interno di questo puzzle abbiamo l’Account Manager, ossia il contatto diretto con il brand. Inizialmente raccoglie il “brief”, cioè una serie di informazioni dettagliate riguardanti il cliente:

  • dove opera;
  • qual è il suo business;
  • quali sono i suoi obiettivi;
  • in quanto tempo li vorrà raggiungere.

Da questi fattori parte un’analisi di mercato insieme al resto del team, che include i Biddable Media Manager, che permetterà di capire qual è il bacino di utenti che si dovrà colpire e quanto è ampio. In base a tutti questi fattori verranno prese decisioni importanti per le strategie future e per il budget da investire che dipenderà da:

  • quante persone potrebbero essere interessate al nostro prodotto;
  • tipo di concorrenza.

Nella lista delle figure professionali che collaborano con il biddable media manager c’è anche:

  • la parte che si dedica al PPC (Pay Per Click) quindi i SEM Specialist;
  • coloro che si dedicano unicamente ai Social Media;
  • i grafici che sviluppano tutta la parte grafica e visual della campagna pubblicitaria online;
  • i developer che sono fondamentali perché si occupano dell’inserire all’interno del sito web i tracciamenti (tag o pixel) che poi permetteranno alle varie piattaforme di andare a tracciare ciò che accade sia all’interno del sito che attraverso le nostre inserzioni. La qualità del nostro lavoro si basa su questo. 

 

 

de luca lorena digital

Come formarsi per Biddable Media Manager?

 

simonetta azzaritoGrazie allo sviluppo del settore digitale, e delle conseguenti nuove figure professionali, sono aumentati tantissimo i corsi universitari dedicati al marketing digitale. Io ho conosciuto questo mondo entrando in contatto con Digital Coach®, dove ho frequentato il Master Digital Marketing. Qui ho avuto la giusta formazione imparando come muovermi nel settore del Biddable che per me era completamente nuovo e da esplorare. Ad oggi il mio lavoro è diventato il mio “gioco preferito” in quanto è divertente e stimolante perché ogni giorno c’è sempre qualcosa di nuovo da fare.

 

de luca lorena digital

Quanto guadagna mediamente?

 

simonetta azzaritoLa RAL di un Biddable Media Manager è molto variabile perché molto spesso varia in base al fattore “seniority”. Si parte dalla figure junior per poi arrivare a compensi molto alti e interessanti che possono raggiungere i 45.000,00 € lordi annuali per una figura senior. Io lavoro in questo settore da 7 anni e so di avere ancora molta strada da fare, sotto ogni punto di vista. Sono consapevole del fatto che il livello senior si raggiunge con calma, dopo molti anni di esperienza. Io personalmente ho trovato la mia isola felice, ma in generale, essendo questo un mondo che offre sempre molte opportunità lavorative, è molto comune cambiare lavoro per preferire quello che offre un guadagno più gratificante. Inoltre, la “seniority” e il merito vengono spesso riconosciuti e corrisposti con una crescita professionale e remunerativa.

 

Vuoi dare una svolta alla tua vita?

Scopri in che modo il digitale sta rivoluzionando il mondo del lavoro
e come farsi trovare e scegliere nell’era del Social Recruiting. 

PARTECIPA AL WEBINAR GRATUITO

 

 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

CRM Manager Marketing programmatic advertising

Lorena De Luca
Appassionata di Digital Marketing, lingue straniere e viaggi.
Esperienza in ambito manageriale lavorando in Spagna, Inghilterra e Portogallo. Corso di Specializzazione in Traduzione preso in UK.
Esperta di SEO & Content Marketing, al momento practitioner nel team di Marketing Automation presso Digital Coach. Felicissima ed entusiasta di questo percorso!
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]