Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (11 )
  • Vota!


L’Affiliate Marketing rappresenta oggi un settore in continua evoluzione e dalle caratteristiche vincenti. Ciò è valido per le giovani imprese nate in piena era digitale cresciute a pane e analytics, ma anche per la grande impresa imperniata su un modello di Marketing differente o ancora lontano dal mindset digitale, in condizione oggi di dover fare necessariamente i conti con le nuove frontiere generate dai canali digitali. 

Cristina Cirillo, giovane Affiliate Marketing Manager per MotorK, ci racconta nel dettaglio cosa fa un Affiliate Marketing Manager e quali sono i tool necessari per chi oggi volesse intraprendere questa affascinante strada.

Mente analitica, buona propensione alle relazioni, soft skills e una considerevole dose di creatività sembrano elementi imprescindibili, secondo la dott.ssa Cirillo. La conoscenza capillare di mezzi digitali quali gli analytics, SEO e SEM, le DEM, le Affiliation Platforms ed excel utilizzato ad un livello più che avanzato, sono il pane quotidiano di un Affiliate Marketer.

 

 Chi è l’Affiliate Marketing Manager?

E’ la figura che si occupa a 360 gradi della gestione e del coordinamento interno degli affiliati (o publisher), nonché dei loro siti e/o database al fine di pianificare vari tipologie di campagne Adv che possono essere di : Direct Email Marketing, Video, Display, Seo, Sem, Native. Il rapporto tra i due attori è un ingaggio di tipo commerciale chiamato nel mondo digital “a performance”, basato esclusivamente sulla remunerazione dei risultati ottenuti e soprattutto sul ROI (ritorno degli investimenti); lontano quindi dalla logica del modello d’impostazione precedente focalizzato sull’ esclusiva brand awareness. L‘Affiliate Marketing Manager fa da intermediario tra i canali del publisher e gli obiettivi di prenotazione della campagna che si vuole erogare e, soprattutto, commercializzare.

 

Quali competenze deve avere?

Per quanto riguarda le competenze, un Affiliate Marketing Manager deve essere analitico, empatico, intuitivo, sempre proattivo alla continua ricerca di nuovi affiliati e soprattutto deve avere delle spiccate doti relazionali.

Inizialmente si cercano gli affiliati (se non si ha un portfolio già creato) e ci si propone per l’attivazione della collaborazione attivando tutta la parte contrattuale.

Successivamente si attiva l’aspetto tecnico quindi capendo le esigenze da parte di entrambi di come “tracciare” l’andamento delle campagne pubblicitarie e ad analizzarne le perfomance.

L’analisi delle performance è fondamentale per capire il pricing più o meno alto con cui remunerare l’affiliato. Infatti egli va premiato e incentivato quando merita,  va redarguito e ammonito quando non segue le indicazioni o quando, come purtroppo a volte succede, si hanno dei risultati bassi di campagna. Diciamo quindi “educato”, un po’ come un bimbo nei primi anni di crescita.

 

Quanto guadagna un Affiliate Marketing Manager (remunerazione media) ?

Ci sono molte variabili che determinano uno stipendio medio per un Affiliate Marketing Manager. Sicuramente gli anni di esperienza e l’azienda di appartenenza giocano un ruolo fondamentale per la determinazione dello stesso (tra i 40.000 e i 80.000 euro lordi annui. Fonte Glassdoor ndr).

 

 

Quali sono gli strumenti necessari per svolgere correttamente il task?

Sicuramente una buona conoscenza del pacchetto Office, in particolar modo Excel, una conoscenza generica di html e tanto amore per la comunicazione via Skype.

Importante, inoltre, è saper utilizzare i diversi pannelli d’invio e di analisi andamento campagne (potrei citarne alcuni dei migliori ma rischierei di fare pubblicità anche qui…).

 

Cosa l’ha resa Affiliate Marketing Manager? Cosa consiglia di studiare a chi volesse perseguire questa strada?

Sicuramente per buona parte la fortuna e la scelta di intraprendere un percorso lavorativo che fin da subito è coinciso con le mie skills e con il mio sogno nel cassetto di quando ero bambina:inventare pubblicità per i gelati!

Sebbene diverso il mio lavoro quotidiano, si è avvicinato comunque a questo desiderio d’infanzia in ottica più matura: l’approfondimento dei vari settori pubblicitari ben diversi tra loro chiude il cerchio di una conoscenza ampia della strategia generale Adv.

Tanta caparbietà, curiosità e volontà di mettersi in gioco sono elementi che giocano un ruolo fondamentale nel mio lavoro e che mi spingono a ricercare sempre nuovi e stimolanti obiettivi.

Per quanto riguarda gli studi, ho conseguito una laurea in Marketing e Comunicazione d’Impresa, che potrei definire come l’ingrediente fondamentale, il traguardo da cui tutto ha avuto inizio, seguito dall’acquisizione di una serie di competenze digitali che oggi si possono acquisire attraverso i vari Master dedicati attualmente sul mercato.

 

Donatella Manzocchi
Interprete, traduttrice, sognatrice patologica e dipendente da ogni forma di creatività. Credo nella 'diversity' come forma naturale di crescita personale.
Scrivo per bisogno primario, e credo fermamente che... Content is King.
[index]
[index]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]