Seleziona una pagina

acquisire-competenze manageriali innovativeDiventare un manager digitale è un percorso che presuppone una totale riqualificazione e ridefinizione delle proprie competenze, anche da parte di figure professionali già specializzate nel panorama lavorativo attuale.

In questo articolo comprenderai:

  • la natura delle competenze manageriali
  • la loro grande diversificazione
  • come acquisire nel digital marketing.

Scopri in che modo sviluppare le competenze innovative del marketing digitale attraverso le certificazioni sulle nuove professioni digitali di Digital Coach®.

 

 

Cosa sono le competenze manageriali

 

Per competenze manageriali si intende la facoltà di poter disporre in maniera produttiva e funzionale delle proprie caratteristiche professionali, ma sopratutto la capacità di guidare e condurre altre figure verso obiettivi specifici e di performance. Entra quindi in gioco un’ottica lavorativa di team, dove il manager assume il fondamentale ruolo di coordinare il lavoro dei rispettivi membri e garantirne la coesistenza, in un’ottica di raggiungimento dell’obiettivo finale.

Con l’avvento della digitalizzazione del mondo lavorativo sono nate nuove competenze manageriali digitali, che presuppongono un uso critico e specialistico delle tecnologie della società dell’informazione unitamente ad abilità di base dell’uso del computer, creando così reti comunicative e collaborative tramite Internet.

Secondo l’Osservatorio delle competenze digitali, questo cambiamento ha imposto un ripensamento dei processi e dei servizi ma sopratutto delle conoscenze e delle competenze, che dovranno essere possedute da tutta la cittadinanza digitale partendo da un livello base, per poi arrivare a competenze specialistiche e di E-leadership che associano alla cultura digitale particolari attitudini e talenti.

Ecco che entrano quindi in gioco le Hard Skill, cioè le competenze tecniche di base che riguardano in primis i social, che stanno cambiando la loro comunicazione e necessitano di punti di riferimento professionali come il Social Media Manager per avviare un business strategico, arrivando poi al mondo social e dell’analisi di dati tipica dei Big Data.

 

Scopri come migliorare le tue abilità manageriali attraverso i Digital Jobs

ISCRIVITI AL WEBINAR GRATUITO

 

 

Quali competenze manageriali acquisire

 

Da qualche anno ormai il mondo si sta dirigendo verso una digitalizzazione del lavoro e dei relativi ruoli che ne fanno parte. Fondamentale diventa quindi essere al passo con questo mutamento, maturando nuove competenze lavorative e professionali che ci consentano di essere in grado di metabolizzare questa nuova realtà e sopratutto aggiornarsi per essere ancora competitivi sul mercato. Questo è vero sopratutto per chi ambisce a ricoprire posizioni manageriali, diventando consapevole delle proprie risorse e abilità innate, per poi perfezionarle e adattarle al digitale.

 

Soft Skill e competenze manageriali trasversali

 

Con lo sviluppo del mondo digitale le aziende sono diventate sempre più sensibili e interessate ad avvalersi di professionisti dotati di competenze manageriali trasversali, meglio dette Soft Skill.

competenze professionali managerialiA differenza delle Hard Skill che vengono acquisite durante il proprio percorso accademico e scolastico, le Soft Skill rappresentano quei tratti e quelle abilità innate di cui si è già in possesso e che si possono continuare a perfezionare, consentendone un’applicazione in diversi settori ed indispensabili per formare e guidare team volti al raggiungimento di un obiettivo.

Porre in risalto da parte di una risorsa le proprie competenze trasversali di fronte ad un’azienda, rappresenta un valore aggiunto determinante, in quanto quest’ultima riuscirà a prendere in considerazione le peculiarità salienti e adattare il soggetto all’area lavorativa più indicata. Inoltre, l’azienda ragionerà anche in un’ottica evolutiva a livello lavorativo della risorsa che inserirà, in quanto essa essendo in possesso di Soft Skill rilevanti, potrà riposizionarsi in team lavorativi differenti in maniera produttiva e soddisfacente. Lavorare quindi sul carattere, sull’intelligenza emotiva e sullo sviluppo della consapevolezza dei propri manager, diventa per l’azienda un primario interesse che porta un grande ritorno in termini di prosperità e di affari.

Le principali Soft Skill che un manager deve possedere possono avere carattere personale, quindi riguardare attitudini di sé e del proprio self-improvement, oppure carattere relazionale; ecco le principali e le più caratterizzanti:

  • Autostima: credere sempre in se stessi e nelle proprie abilità.
  • Gestione dello stress: cioè la capacità di autoregolazione personale della fatica e la capacità di evitamento di situazioni di burnout, da poter raggiungere l’obiettivo prefissato supportando e guidando il proprio team.
  • Comunicazione: avere idee valide non è sufficiente se non si è abili nel comunicarle efficacemente, ecco perché è fondamentale possedere capacità espressive.
  • Leadership: diventare il punto di riferimento di un team, motivandolo e mediando tra le diverse personalità che lo compongono tale da garantire il raggiungimento dell’obiettivo prefissato con la massima armonia e produttività.
  • Pianificazione: capacità di avere una visione di medio – lungo periodo e di organizzare il proprio lavoro e quello del proprio team in maniera logica e coerente con le aspettative.
  • Pensiero laterale: riuscire a risolvere un problema o a superare un ostacolo imprevisto, utilizzando una soluzione diversa da quella comunemente ritenuta la più accreditata, utilizzando una tecnica non collaudata e uscendo dal seminato.

 

Fai il test e valuta le tue competenze e attitudini

professioni del digitale test attitudinali

 

Il manager del futuro deve prima di tutto acquisire un mindset proattivo, volto ad evitare l’obsolescenza e ad affrontare una società digitalizzata in continuo mutamento.

 

Le competenze manageriali digitali

 

Sulla base delle competenze manageriali di base sopra citate, si costruiscono e si sviluppano le seguenti Soft skill digitali:

  • Consapevolezza: essere in grado di sviluppare un senso critico in grado di raccogliere, selezionare e gestire gli innumerevoli dati e informazioni presenti nel web tramite i dispositivi tecnologici.
  • Knowledge networking: la facoltà di organizzare e condividere il patrimonio di informazioni all’interno di reti e comunità virtuali.
  • Virtual Communication: prevede la capacità di gestire la comunicazione e le relazioni sui canali digitali in modalità one to one o one to many, attraverso i media digitali contemporanei come videoconferenze o applicazioni di messaggistica istantanea.
  • Digital Team Working: con l’avvento dello smartworking, la diffusione del lavoro in gruppo in ambiente digitale ha avuto un grande impatto sull’organizzazione del lavoro, ma soprattutto sulla produttività che da individuale è diventata collettiva. Questa skill quindi, prevede di essere efficaci nell’utilizzare gli opportuni strumenti digitali con l’obiettivo di raggiungere obiettivi prefissati, attraverso una collaborazione a distanza.
  • Digital Problem Solving e Creativity: nel web sta avvenendo un’esplosione di nuove creazioni di contenuti, conoscenze e tecnologie, fenomeno che richiede le capacità di risolvere problemi complessi attraverso strumenti e soluzioni digitali, ma sopratutto di integrare le competenze pregresse a nuovi contenuti digitali.
  • Digital Influence: Il personal branding, cioè la capacità di far conoscere il proprio lavoro e la propria figura professionale, è indispensabile per esercitare una buona digital influence per influenzare e orientare il comportamento dei propri interlocutori.

Tutte queste Soft skill devono essere integrate con alcune competenze manageriali di base e di natura personale, come la leadership e l’intelligenza emotiva, che consentono di interfacciarsi in maniera efficace ad un team di lavoro e comprenderne le peculiarità e individualismi, arrivando successivamente ad un focus specifico e ad una gestione delle priorità in vista di un obiettivo.

 

Scegli la Certificazione Manageriale più adatta alle Tue esigenze di Carriera

CORSI ONLINE CON CERTIFICAZIONI

 

 

Come diventare un manager digitale

 

Diventare un manager nel digital marketing implica seguire un iter formativo specializzante, avvalendosi del supporto di un esperto, che ci possa supportare e guidare in questo processo di trasformazione.

 

La formazione

 

È diffusa l’errata convinzione nel comune pensare, che una formazione universitaria, sopratutto di carattere informatico ed ingegneristico, conferisca le competenze tecniche e professionali necessarie per considerarsi un manager digital a tutti gli effetti.
In realtà è necessario un corso oppure un master, che ci specializzi in maniera tecnica e mirata sulla professione da manager digitale e che ci permetta di lavorare su casi realtà aziendali reali e concrete. Si parte da una formazione di base che consenta al futuro manager di comprendere il mondo del digitale a 360 gradi, in quanto tutte la varie aree che lo compongono sono in stretta correlazione e sinergia fra di loro. Una volta acquisita una visione d’insieme, ci si concentra sull’approfondimento e il miglioramento delle Skills di riferimento, sviluppando quindi competenze manageriali digitali specifiche.

 

Il coaching

 

Il coaching per un percorso manageriale personale è fondamentale, in quanto a differenza di un corso dove si apprendono delle nozioni, il coach analizza l’ambiente in cui il futuro manager dovrà muoversi, rapportandolo con le sue criticità da colmare e con la capitalizzazione del talento in suo possesso. Il primo step è il lavoro sul Mindset, cioè sulle convinzioni limitanti e depotenzianti che spesso e volentieri caratterizzano la psicologia e la forma mentis dei futuri manager e imprenditori, andando a trasformarle in fiduciose e realistiche prospettive di carriera di medio – lungo periodo. Successivamente insieme al coach, si imposta un percorso di crescita organizzato su una scala di task da portare a termine entro un lasso di tempo stabilito inizialmente, in modo tale da dare una cadenza costante al lavoro di apprendimento, ma soprattutto una scadenza prefissata al processo di specializzazione. Una volta concluso questo percorso, si vanno a perfezionare o rivedere i punti carenti e a valorizzare i punti di forza.

 

La pratica

 

Superato il periodo di apprendimento, ecco che la pratica è l’elemento cardine per essere appetibile agli occhi dei recruiter. Ecco che in questa fase svolgere lavori o progetti concreti e reali che implichino un utilizzo delle proprie Skill in relazione al raggiungimento di obiettivi, è l’unico metodo per imparare una professione e comprendere come funzioni il mondo del lavoro e le sue dinamiche. Possedere infatti un portfolio di progetti e attività svolte verificabili e dimostrabili, rappresenta la chiave per essere presi quantomeno in considerazione dalle aziende.
Questi elementi, uniti ad una Certificazione Specialistica, determinano i prerequisiti essenziali per ambire ad una posizione manageriale nel mondo del digitale. 

 

Suggerimenti e Consulenza di Carriera

 

Come abbiamo visto, per acquisire competenze manageriali non basta una laurea universitaria o una specialiastica, poiché sono titoli di studio che influenzano solo marginalmente le nostre attitudini innate, cioè le Soft Skill. Una volta ottenute le competenze di base vi è poi la fase del loro trasferimento nel settore digitale, per consentire al manager di poter utilizzare nel loro pieno potenziale le Skills pregresse. Il processo finale, nonché il più importante, è quello di elaborare un piano personalizzato e pratico, elemento fondamentale per essere competenti e credibili agli occhi di un’azienda e sul mercato.

 

SCOPRI IL COACHING DI CARRIERA

 

Articoli Correlati:

Digital marketing manager conoscenze abilita competenze 7 LAVORI DEL FUTURO

Valutazione Recensioni Opinioni Digital Coach su Google Recensioni Digital Coach su Google