Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.8 stelle
    4.8 / 5 (12 )
  • Vota!


Come diventare web designer? In che cosa consiste il lavoro del web designer? Quanto guadagna? Ne abbiamo intervistato, leggiamo cosa ci racconta.

Il web designer è un professionista al  quale si richiedono competenze molto ampie. Deve conoscere a fondo:

  • le regole della comunicazione
  • la strategia e lo sviluppo del brand
  • il design e le interfacce grafiche

Deve saper essere un interlocutore anche sugli aspetti più tecnici: codici e reti ad esempio, anche se questi temi vengono poi delegati ai web developer. Oggi, per la rubrica lavoro e professioni digitali, abbiamo sentito Carlotta Silvestrini,  espertissima di Joomla! e imprenditrice che ci ha illustrato molto bene il lavoro del web designer, in Italia e lo stipendio medio in diversi contesti.  

 

 monica-fotiChi è il web designer?

web-designer-carlotta-silvestrini-lavoro-stipendio Il web designer è l’esperto che progetta in maniera strategica le interfacce web. Non va confuso con il web developer che sviluppa i siti, lato codice. Il web designer è più artista e stratega.  
 

 

monica-fotiCome diventare web designer?

web-designer-carlotta-silvestrini-lavoro-stipendioSecondo me la strada migliore per diventare web designer è fare tantissima pratica. Si può scegliere un certo tipo di formazione che, a livello universitario però non viene garantita da nessuna parte. Ci si può avvicinare alla professione con corsi che supportano la parte più strategica come corsi di comunicazione o corsi di sviluppo web relativi a specifiche piattaforme. Io, per esempio, ho scelto di specializzarmi in Joomla! Bisogna leggere moltissimi libri e praticare molto. Provando, sbagliando e risolvendo problemi. Oggi sembra tutto molto semplice, ma la complessità è invece davvero elevata e richiede molta esperienza.
 

monica-fotiIn cosa consiste il lavoro del web designer ?

carlotta-silvestrini La gestione  della relazione con i clienti occupa sempre la prima parte della mia giornata. In prima persona mi occupo della strategia, del design, della brand identity e della comunicazione.Tendo invece a delegare gli aspetti più operativi dello sviluppo. L’ultima parte della giornata, fino alle due di notte, mi occupo con il mio team degli aspetti più delicati relativi ai siti e ai server. Si lavora moltissime ore al giorno, sia per poter sviluppare un giro di affari tale da potersi sostenere sia per poter garantire un ottimo livello di qualità della prestazione su tutti i dettagli.  

 

 monica-fotiQual è lo stipendio medio in Italia ?

web-designer-carlotta-silvestrini-lavoro-stipendio

Lo stipendio per il lavoro di web designer è un tema davvero delicato, in un Paese come il nostro. Mi sento di dire che questa non è una professione ideale per l’Italia. Se parliamo di un web designer in azienda, dipendente, qui in Emilia Romagna, parliamo di uno stipendio mensile medio tra i 1.200 e i 1.500 €. In Lombardia i livelli crescono sicuramente, anche fino a 1.800 € al mese. Va tenuto conto che all’estero, ad esempio in Australia, un web designer senior come me può arrivare tranquillamente fino a 8.000 dollari al mese. In Nord Europa ci si attesta intorno a una cifra tra i  3.500 e i 5.000 € al mese. Se invece parliamo della retribuzione di un web designer free lance , in Italia, bisogna acquisire moltissimi contratti e clienti se vuoi arrivare ad un livello intorno ai 2.000€ netti al mese. Un free lance ha bassi costi fissi: un computer e una buona connessione e può lavorare ovunque. Ci sono poi le spese vive come le bollette e i costi variabili dei collaboratori essenziali. L’aspetto positivo è che ci si può avvicinare alla professione senza la necessità di impiegare capitali.
 

monica-fotiCon quali professionisti ti interfacci ?

web-designer-carlotta-silvestrini-lavoro-stipendioMi piace interfacciarmi con tutti i ruoli coinvolti nel progetto, quando progettiamo un sito. Tutti devono capire cosa stiamo facendo. Non possiamo limitarci agli addetti marketing o all’imprenditore se vogliamo trasmettere la qualità del lavoro. Il progetto, una volta lanciato, sarà gestito internamente e tutti devono conoscerlo a fondo. Di solito mi interfaccio con la direzione e con la comunicazione per definire le linee guida. Infine vengono coinvolte le funzioni interessate da questa nuova identità sul web.
 

 monica-fotiQuali competenze di base si devono possedere ?

web-designer-carlotta-silvestrini-lavoro-stipendio Oggi, per emergere, bisogna verticalizzare moltissimo. Bisogna avere una competenza top in almeno uno o massimo tre argomenti. Il mercato lo richiede e lo remunera. Fino a 5 anni fa si poteva fare tutto da soli. Oggi, ad esempio, la SEO è una disciplina specifica in cui non puoi fare a meno di uno specialista. Ci si può specializzare in aspetti relativi alla comunicazione oppure alla UXD, aspetti relativi alla user experience dei siti. Occorre, in ogni caso, avere un’infarinatura di tutte le discipline e poter essere un interlocutore su tutti gli aspetti. Una volta definita la tua specializzazione devi andare a fondo e spingere in quella direzione. Suggerisco anche di diffidare delle soluzioni a “360°” che ti offrono un pacchetto completo. Bisogna aggiornarsi costantemente e affrontare questo costante apprendimento con umiltà, consapevoli che non si è mai davvero arrivati. 

Ringraziamo Carlotta per averci dato utilissime indicazioni su una delle professioni più conosciute del web.

Come abbiamo avuto modo di constatare, il web designer è oggi una professione molto diversa da quella di un decennio fa. Le competenze digitali non si limitano all’utilizzo di tool e software di grafica del web, perché la digitalizzazione delle imprese non è solo fare il sito bello e accattivante, come avveniva tra la fine degli anni ’90 e gli anni 2000.

Oggi il web designer ha una preparazione e delle competenze professionali più trasversali che gli servono per avere un approccio olistico nella realizzazione di un sito web o di un progetto grafico-digitale di più ampia scala. Deve tenere conto indubbiamente dell’obiettivo imprenditoriale che oggi non è solo essere accattivanti, ma è creare una risorsa digitale che attragga il traffico generato dalle altre attività di digital marketing a compiere un’azione.

Oggi il web designer è un professionista che ha elevate conoscenze e competenze in canali che gli permettano di attuare una strategia digitale in autonomia. Il design rimane la sua principale skill, certo, ma deve essere in grado di contestualizzarlo in un processo di funnel che viene innescato dalle sue (o di altri colleghi) capacità di comunicazione digitale.

Per approfondire un potenziale percorso formativo da seguire consulta i seguenti Corsi e Master:

Leggi le opinioni su Digital Coach.

Monica Foti on sabyoutubeMonica Foti on sabtwitterMonica Foti on sablinkedinMonica Foti on sabgoogle
Monica Foti
20 anni di esperienza nel marketing management dei media, presso le principali aziende editoriali italiane fra cui: Mondadori, Rizzoli, Editrice La Stampa. Dal 2005 consulente marketing strategico nel settore media e Marketing sportivo. Oggi Digital strategist, content manager, seo specialist.