Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.6 stelle
    4.6 / 5 (72 )
  • Vota!


Perché scegliere un Curriculum Infografica

 

Studente? Laureato? Disoccupato? Se ti stai chiedendo come migliorare o come scrivere un curriculum vitae vincente, questo è l’articolo che fa per te.

Scoprirai che il formato cartaceo è ormai superato e profili social non bastano più. La parola d’ordine quindi? Creatività.

Il curriculum si è evoluto, accanto al classico formato Europass c’è tutto un altro mondo di cv creativi, “stilosi” e originali, che rientrano nella categoria di curriculum infografica. Ti sorprenderà sapere, poi, che oltre a Linkedin esistono moltissimi altri siti con cui creare un curriculum online, molto più versatili e innovativi.

Passiamo all’etimologia della parola: l’infografica è una tecnica che si basa sulla fusione di due discipline, l’informatica e la grafica. Cosa cambia? Il modo di presentare le informazioni. In un curriculum con infografica si utilizza un linguaggio diretto, grafiche accattivanti, schemi e forme. In poche parole, l’impatto visivo è tutto e questo formato si rivela un biglietto da visita perfetto per farsi notare da aziende, che solitamente ricevono migliaia di cv classici.

Nonostante l’uso convinto del formato europeo del Curriculum Vitae (Europass per intenderci), è in atto una disputa tra critici e sostenitori. Perfetto per mascherare le poche esperienze formative e lavorative, il cv cartaceo permette di evitare l’effetto “foglio bianco”, al contrario però il rischio è quello di cadere nello stereotipo dei campi precompilati e nella banalità della lista della spesa.

Per quanto riguarda Linkedin, la discussione si fa ancora più accesa. Non si parla di un semplice sito o formato, ma della rete professionale più grande al mondo. È vero, Linkedin offre il vantaggio di incontro tra domanda e offerta, ma non sempre si rivela un posto sicuro. Le truffe sono dietro l’angolo, così come gli account e le aziende fasulle. Inoltre, anche Linkedin si limita ad una piattaforma standardizzata che non permette di spaziare con la stessa creatività del curriculum infografico, a meno che non si opti per soluzioni “premium” e pagamento.

Contrariamente, grazie alla sua facilità di lettura e all’immediatezza con la quale le informazioni saltano all’occhio anche del recruiter più pignolo, il curriculum con infografica sta prendendo sempre più piede tra brand italiani e internazionali, in linea con la rivoluzione comunicativa digitale degli ultimi tempi.

 

 

L’infografica: un Curriculum 2.0

 

Questo tipo di curriculum è particolarmente indicato per i web designer, i web marketing, i media in generale o per chi vuole semplicemente fare un cv fuori dagli schemi. Il personal branding in questo caso è una della parole chiave, oltre alla necessità di spiccare tra tutti i professionisti del web.

Buone notizie però, per scrivere un curriculum utilizzando l’infografica non serve essere esperti editor o designer. Grazie all’utilizzo di timeline, tabelle, istogrammi e diagrammi, questo formato permette alla risorsa di comunicare in modo efficace tutte le informazioni necessarie, riducendo al minimo la parte testuale e di conseguenza la lunghezza stessa del curriculum. Nella compilazione, infatti, si possono inserire foto o immagini perfette per attirare l’attenzione del lettore e facilitare lo scrolling della pagina.

In ogni caso prima di cimentarsi nella creazione di un curriculum vitae infografico è bene tenere a mente alcuni principi base:

  • Nonostante sia un formato peronalizzato un cv infografico non sostituisce del tutto il classico cv tradizionale, né la lettera di presentazione (cover letter).
  • Ricorda, non è una gara a chi crea il template più bello.
  • Non bisogna esagerare con i layout, ma puntare sulla qualità delle informazioni.
  • Non incolpare la grafica se il risultato non è positivo, i contenuti fanno la differenza.

 

Vuoi saperne di più? Vediamo allora insieme i vantaggi, gli svantaggi e le regole per creare un curriculum con infografica.

Curriculum infografica: Vantaggi

 

Immediatezza:

Tra i principali vantaggi del curriculum infografica, l’immediatezza è senza dubbio un plus. Attraverso disegni, schemi e grafici si può indirizzare l’attenzione del lettore su un punto particolarmente saliente e volgere così la conversazione o il colloquio conoscitivo a tuo favore.

 

Innovatività:

All’interno di meeting, riunioni, brainstorming e presentazioni di progetti personali, il curriculum infografica è un’arma vincente in termini di innovatività. Se sei un creativo, un web designer, un grafico potresti pensare di utilizzare il tuo stesso cv allegando project work e lavori, invece di usare la solita presentazione su Power Point.

 

Sinteticità:

Funzionale, cartaceo, cronologico, infografico, la lunghezza del curriculum non dovrebbe mai superare le due pagine. Con poche immagini si posso raccogliere tutte le esperienze pregresse, e/o  raccontare in maniera divertente se stessi.

 

Autovalutazione:

Come rendere il tuo visual cv ancora più interessante? Non solo schemi e grafici, con l’ infografica si ha la possibilità di confermare le proprie certificazioni/traguardi attraverso l’inserimento di stelle (come nel caso di Doyoubuzz), elenchi puntati originali, miniature e così via.

 

Personal Branding:

Il curriculum infografica può essere un buon modo per definire una propria strategia di promozione online: consente di creare condivisioni legandosi ai principali social network tra cui, Twitter, Google+ e Pinterest, importare link esterni o inserire il link all’interno di un blog, e addirittura riportare recensioni di ex collaboratori o clienti.

 

Curriculum infografica: Svantaggi

 

L’interpretazione dei grafici:

Se da un lato il curriculum con infografica facilita la lettura e ci obbliga a sintetizzare in pochi punti chiave il nostro profilo, dall’altro mette completamente in secondo piano il contenuto testuale e l’approfondimento lasciando spazio alla sola interpretazione dei grafici, più o meno soggettiva.

 

La leggibilità del testo:

Terza parola chiave: buon gusto. L’originalità porta quasi sempre a sfondi o colori che compromettono la leggibilità del testo, talvolta con combinazioni raccapriccianti. Senza contare che le immagini e i grafici potrebbero rendere il file più pesante e difficile da rilevare dai software.

 

Non consigliato per tutte le posizioni:

Importante, ma non fondamentale, il curriculum infografica è un formato non proprio indicato per tutte le professioni. In linea di massima rientrano in quelle non consigliate le figure inerenti alle Scienze giuridiche e Scienze sociali.

Per essere sempre informato, clicca sulla pagina del blog di Digital Coach e nella sezione “lavoro digitale” scopri le professioni del momento. 

 

6 Semplici regole per creare un Visual Cv efficace

 

  1. Definisci l’obiettivo e il target di riferimento
  2. Raccogli foto, immagini, loghi e fonti
  3. Pianifica la palette di colori e il progetto grafico
  4. Scegli le fonti e le informazioni più salienti
  5. Crea un percorso visuale che orienti l’attenzione sui punti più salienti
  6. Inserisci autovalutazioni e link social di riferimento

 

 

6 template gratis di curriculum infografica da scaricare

 

Esistono diversi siti Internet e template gratuiti da scaricare che permettono di creare il tuo curriculum utilizzando gli strumenti dell’ infografica: basta scegliere il template di partenza, apportare modifiche ai colori, inserire fotografie, immagini, schemi e il gioco è fatto.

Una volta terminato il lavoro di compilazione e modifica del layout, alcuni siti consentono poi di condividere il proprio curriculum con infografica online, oppure di salvarlo in formato PDF. Tra le altre opzioni, a differenza del formato word e Europass, i siti online permettono di creare più template con un unico account e rendere disponibile il modello per ogni tipo di occasione. 

Ovvio, un pizzico di dimestichezza con la grafica e il linguaggio HTML  non guasta mai, ma con un po’ di gusto e fantasia è possibile realizzare dei cv davvero originali e creativi.

Vediamo alcuni tools più da vicino:

 

Visualize.me e VisualCV: il meglio di Linkedin in un curriculum creativo

 

Sia con Vizualize.me e VisualCV basterà accedere con le proprie credenziali dell’account Linkedin, scegliere il template più indicato al target finale e allegare il link a qualsiasi social o email di presentazioni per avere un CV creativo.

In particolare, Vizualize.me, è una piattaforma online che sfrutta il linguaggio HTML 5 e Javascript. Non spaventatevi, il sito permette a chiunque di realizzare un curriculum vitae con un’infografica efficace e d’effetto in pochi semplici passi. Oltre a temi accattivanti, si possono inserire bubble chart, language maps, pittogrammi e timelines.

Un punto a sfavore? Consente di trasformare l’infografica in file pdf solo a pagamento.

 

curriculum-vizualizeme curriculum-visualcv

 

Professionale, pratico e gratuito nella versione Trial, VisualCv rispetto agli altri tool potrebbe sembrare leggermente più complesso. Tra le funzionalità principali, questa piattaforma aggiunge la possibilità di creare una propria landing page e monitorare i risultati delle visualizzazioni. Non preoccuparti delle impostazioni in inglese, sfrutta l’occasione per apprendere qualcosa in più da riproporre in fase di selezione.

 

Kickresume: la semplicità del Visual CVcurriculum-kickresume

 

Dopo la chiusura di Re.vu e l’acquisizione di Vizify da parte di Yahoo, questo software potrebbe essere considerato un diretto competitor per i template più esigenti. Kickresume, nella sua versione base, offre una ventina di layout gratuiti dalla grafica accattivante, puntando sulla semplicità e la praticità. Si può accedere tramite la propria email o attraverso l’account Linkedin, Facebook o Google +. Permette di scaricare template predefiniti con immagini, grafici, icone e simboli lasciando la possibiità di cambiare il font e i colori. A metà strada tra il modello classico e il curriculum infografica, Kickresume offre l’opportunità di creare anche una cover letter personalizzata.

Una particolarità? Se il curriculum vitae è scritto in inglese, effettua un controllo grammaticale automatico.

 

Kinzaa, personalizza ed esprimi le tue preferenze

 

Anche con Kinzaa è possibile accedere tramite le credenziali Facebook o importare i propri dati dal profilo Linkedin. Tra tutti gli altri template, Kinzaa concentra la magia dell’infografica per mettere in risalto le capacità dell’ utente e del suo percorso lavorativo. Dopo la compilazione guidata e obbligatoria degli step, all’interno del curriculum vitae verrà creato un grafico a torta personalizzato in base alle proprie competenze. A differenza di altre piattaforme, consente di esprimere anche le preferenze sull’ambiente di lavoro, durata della giornata lavorativa, dimensioni del team nel quale si vuole entrare a far parte, dress code, le abitudini quotidiane e così via. Anche in questo caso, però, bisogna avere un po’ di dimestichezza con le istruzioni in inglesi.

 curriculum-kinzaa

 

Doyoubuzz, per un cv online o cartaceo

curriculum-doyoubuzz

Nella sua versione base non a pagamento, Doyuobuzz permette di creare cv online o di portare il proprio cv cartaceo o Europass su una pagina personale aggiungendo al testo immagini, autovalutazioni, video e audio. Più precisamente, nell’area add content, sotto al menu Portfolio si possono inserire file in word, pdf e presentazioni, ancora più in basso nel collegamento Import si trovano link (Linkedin, Viadeo) ai quali agganciarsi, mentre nel menu design si può scegliere tra una vasta gamma di grafici. Per i più competitivi, con la versione premium si possono inserire file multimediali senza limiti e statistiche avanzate sulle visualizzazioni del profilo.

Ovviamente, dopo le piattaforme in inglese, il francese sarà un gioco da ragazzi.

 

Canva, la creatività dell’infografica curriculum-canva

Canva, che tu sia un programmatore informatico, un web designer, un social media manager, uno sviluppatore di app o semplicemente curioso, avrai sentito parlare di Canva come un’applicazione online utile per modificare foto, creare template, biglietti da visita, presentazioni. Non tutti sanno che in realtà nel sito c’è la sezione Curriculum che consente di scaricare layout preimpostati (gratuiti e non) facilmente modificabili e personalizzabili attraverso icone, point bullets e grafici, ma soprattutto consente di modificare e aggiungere filtri incredibili alle immagini.

 

 

 

 

Come rendere accattivante un Cv con poche esperienze

 

Mettendo da parte le competenze tecniche, il curriculum vitae è il nostro biglietto da visita e va confezionato nei migliori dei modi. Ma come catturare l’attenzione dei recruiter se si hanno poche esperienze da mostrare?

A tal proposito, il curriculum infografica volge a favore di chi vuole riqualificarsi nel digitale o di chi non ha mai lavorato, ma soprattutto è perfetto per giovani menti, studenti e neolaureati, con molte esperienze formative alle spalle.

Come abbiamo visto, infatti, esistono vari template e modelli gratuiti da scaricare ed è chiaro che grafici e immagini aiutano a riempire facilmente “gli spazi vuoti” delle attività lavorative mancanti. Oltre ai soliti consigli su come inserire soft skills, competenze comunicative e informatiche, ci sono altre piccole accortezze che meritano di essere menzionate per rendere un cv infografico “young” accattivante agli occhi di un HR.

  • Frena l’idea di allegare diploma di maturità, certificato di laurea e altri attestati. La sezione formazione è stata già compilata
  • Viviamo nell’era social per eccellenza, sfrutta la potenzialità dei collegamenti social e non limitarti a lasciare solo la mail e il numero di telefono
  • Se sei reduce di un percorso universitario avrai sicuramente partecipato a progetti e lavori gruppo. Non avere paura di allegarli nell’area Portfolio e inserisci un collegamento ipertestuale ai file pdf.
  • Sembra scontato, ma aggiungi una foto (e una sola!) di te stesso più o meno della grandezza della foto profilo di Facebook. Professionale, possibilmente.
  • Hai solo 2 esperienze lavorative? Sfrutta la potenzialità della grafica e dei colori per attirare l’attenzione sull’attività più inerente alla posizione per la quale ti stai candidando.
  • Ultimo, ma non per importanza: non preoccuparti di avere pochi contenuti, pianifica al meglio le informazioni testuali e segui un percorso chiaro e lineare.

 

Hai scelto il template per il tuo curriculum con infografica? Ora puoi scoprire come fare la tua prima esperienza lavorativa e approfondire i programmi dei master per disoccupati.

Giulia Gennari
Le lingue sono la mia passione, il Digital Marketing la mia strada. Il mio sogno? Vivere viaggiando.
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]