Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 3.1 stelle
    3.1 / 5 (7 )
  • Vota!


Solo qualche anno fa sarebbe stato quasi impossibile riuscire a trovare un annuncio di lavoro che recasse la dicitura Social Media Specialist. Nonostante i social network iniziassero ad affacciarsi anche in Italia e piattaforme come YouTube, LinkedIn e Facebook continuassero la propria scalata verso il successo a suon di visualizzazioni e utenti iscritti, era quasi impensabile per un’azienda italiana credere che la gestione della propria Community richiedesse un ruolo dedicato, un dipendente con tanto di contratto fisso, ticket pranzo e ferie pagate! Per fortuna le cose sono cambiate sensibilmente in questi due anni e la figura dell’esperto in Social Media è ad oggi una tipologia di impiego consolidata e riconosciuta da tutti, potremmo quasi dire indispensabile, considerato la diffusione dei social network nella vita privata e lavorativa di ognuno. Ma chi è davvero il Social Media Specialist e cosa fa? Quali competenze deve avere, quale percorso formativo e soprattutto, come si diventa Social Media Specialist?

Oggi, per la rubrica Lavori e professioni digitali, abbiamo intervistato Marina Pitzoi, social media specialist, community manager e blogger, autrice dell’omonimo blog marinapitzoi.com.

 

 

ioContent

 Chi è e cosa fa il social media specialist?

Marina

Principalmente il social media specialist, all’interno dell’azienda o nel caso del freelance, va a curare tutta una serie di canali social per l’azienda non solo per creare una community, ma anche per permettere all’azienda di fare branding attraverso i social media. Questo può avvenire soprattutto dopo un’attenta analisi attraverso dei tool. Dopo di che va a creare un piano editoriale con dei contenuti, tanto è vero che il social media specialist deve essere anche in grado di capire quali sono i contenuti adatti per l’azienda. I contenuti possono assumere diverse forme, principalmente scritti o visual. Il contenuto visual oltretutto può assumere varie sfaccettature quali immagini, gif, video. Quindi per questo è necessario prima analizzare la rete non solo in termini di conversazione, ma anche in termine di keywords per permettere all’azienda di crescere online e di comunicare al meglio la mission e i prodotti e servizi che intende promuovere.

ioContent

 Che competenze deve possedere un social media specialist?

Marina

Di solito i social media specialist devono conoscere al meglio le piattaforme social quali: Facebook, Twitter, Linkedin, Google+, Instagram e Pinterest. Certo, ognuno poi ha una sorta di specializzazione. Oltre le piattaforme social è necessario conoscere tutta una serie di tool: tool di analisi e tool di management. Dev’essere anche in grado di interfacciarsi con diverse figure del web tra cui web marketing manager o il community manager, anche se in alcuni casi social media specialist e community manager vanno di pari passo. Ha anche competenze di pubbliche relazioni, comunicazione e di organizzazione aziendale perché è necessario che il social media specialist capisca al meglio le dinamiche interne ed esterne all’azienda, in modo da creare e comunicare una strategia attraverso i social media nel migliore dei modi e nell’interesse dell’azienda.

ioContent

 Che tipo di tool deve saper usare un social media specialist?

MarinaSe parliamo di tool di analisi, ci sono dei tool per monitorare le conversazioni e la rete come Google Alert e Social Mention. Si potrebbe anche monitorare un prodotto o servizio che l’azienda vuole promuovere attraverso gli hashtag delle conversazioni su Twitter ad esempio con Tweetdeck. Poi ci sono tutta una serie di tool legati al management dei social media come Hootsuite, Postpick (tra l’altro tutto italiano), Postplanner (molto utilizzato per le campagne su Facebook o per la gestione di un singolo account Facebook).

ioContent

 Quanto guadagna un social media specialist?

MarinaUn social media specialist all’interno di un’azienda potrebbe guadagnare intorno ai 1000/1200€ netti al mese, questo chiaramente dipende dalla grandezza dell’azienda, mentre se si parla di freelance, dipende dalla grandezza del progetto, dagli obiettivi dell’azienda, però dare un cifra precisa per quanto riguarda i freelance non è risposta facile.

 

ioContent

 Da quali aziende arrivano più offerte di lavoro?

Marina

Le offerte arrivano da aziende anche molto diverse tra loro, sempre molto ambiziose con degli obiettivi medio-grandi quindi vanno ad ingaggiare un social media specialist o danno l’incarico ad un freelance, chiaramente con un beneficio per l’azienda nel medio-lungo periodo. Per quello che è la mia esperienza sono sempre aziende molto ambiziose.

 

ioContent

 Da dove lavora un social media specialist?

Marina

Dove c’è il wi-fi! 🙂 Potrebbe lavorare ovunque, nel senso che un social media specialist può lavorare in mobilità. Molti di noi operano molto da mobile curando profili social di aziende che lasciano libertà sul luogo di lavoro. E molti di noi lavorano da casa.

 

ioContent

 Come si diventa social media specialist?

MarinaPer diventare social media specialist è necessario aver frequentato corsi riguardanti i social media, ma avere anche una costanza nella formazione personale seguendo i blog nazionali e internazionali in modo di rimanere sempre informati sulle dinamiche delle piattaforme di social media. Se vogliamo essere puntigliosi alcuni social media manager tra i migliori hanno una laurea in comunicazione o economico-aziendale.

ioContent

 Con quali altri professionisti interagisce il social media specialist?

MarinaSicuramente con il web developer, il digital pr e altre figure aziendali. Nel caso ci trovassimo in un’azienda medio-grande: con il web marketing manager, community manager, digital pr. Il social media specialist deve conoscere anche il business plan aziendale, quindi deve interagire anche con il reparto economico-finanziario dell’azienda, proprio per questo spesso ritengo che il social media specialist debba avere anche una formazione economico-aziendale per capire quanto budget l’azienda può dedicare a quel tipo di attività.

 

Dai un’occhiata al Master Social Media Marketing o ai singoli moduli come quelli del corso Facebook Community o Facebook Ads.

 

Stefano Belli on sabtwitterStefano Belli on sabpinterestStefano Belli on sablinkedinStefano Belli on sabinstagramStefano Belli on sabgoogleStefano Belli on sabfacebookStefano Belli on sabemail
Stefano Belli
Nutro un amore viscerale per tutto quello che è internet, tecnologia e innovazione. Una tesi scritta nel 2011 studiando il fenomeno della "social innovation" cioè di "internet come fattore di innovazione", soprattutto grazie ai social. Sono una persona che ama studiare, informarsi ed evolvere! Seguitemi sui social!