Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.7 stelle
    4.7 / 5 (31 )
  • Vota!


consulente-facebook

Consulente Facebook: ti piacerebbe poterti definire così?
Sei drogato di social network e ami passare tutto il tuo tempo libero (e non solo quello) su Facebook? Bene, mi dispiace deluderti, ma questo non fa di te un esperto di Facebook advertising.

Eppure è un peccato, dato che questo lavoro – tra i più richiesti ed in crescita negli ultimi anni – potrebbe darti grandi soddisfazioni. Anzi, se pensassi di farne proprio il tuo nuovo lavoro?
Ma andiamo con calma e cerchiamo innanzitutto di capire, tra le varie professioni social, come si colloca questa figura.

Consulente Facebook: chi è costui?

Come anticipato, per ricevere il tanto agognato titolo di esperti di Facebook, non basta, ahimè, bighellonare tutto il giorno sul social condividendo o commentando allegramente i post degli amici, ma bisogna formarsi adeguatamente, perché è un lavoro piuttosto complesso.

Il consulente Facebook è, infatti, colui che si occupa di gestire le Pagine Facebook dei clienti e, in particolare crea e gestisce campagne pubblicitarie su Facebook. Il suo compito è aiutare le aziende a vendere strategicamente sul social network, ottimizzando campagne di Facebook Ads e siti web attraverso tecniche di Inbound marketing, ovvero quella “modalità di marketing centrata sull’essere trovati da potenziali clienti”.

consulente-facebook

Ma come mai questa figura sta diventando così richiesta ultimamente?
È presto detto: Facebook, fondato nel 2004 da quel geniaccio di Mark Zuckerberg, è il social network più potente del mondo.

Ti butto lì qualche numero, giusto per farti un’idea: nel 2016 Facebook ha registrato circa 1 miliardo e 591 milioni di utenti attivi al mese, cioè il 38% della popolazione online. Gli USA come al solito detengono il primato essendo il Paese con più iscritti: ben il 51% della popolazione, ovvero 157 milioni di persone.
Anche l’Italia però non scherza, dal momento che nel 2016 sono stati registrati più di 28 milioni di utenti attivi al mese, in crescita di circa tre milioni rispetto all’anno precedente. In pratica una penetrazione di circa il 96% se si considera che gli utenti mensili di internet sono stimati in circa 29 milioni (Dati Audiweb).

Ma il dato, a mio avviso, ancora più sconcertante è quello inerente al tempo medio speso da un utente su Facebook che si aggira intorno ai 20 minuti al giorno (che raddoppia negli States).

Di fatto, il social network non solo sta superando in popolarità e in tempo trascorso dagli utenti il gigante Google, ma può essere considerato un vero e proprio fenomeno di costume.

Gli utenti oggi passano più tempo su Facebook che a cercare informazioni su siti e pagine internet.
E se il tempo è denaro, allora possiamo dedurre che Facebook è il sito di maggior valore oggi!

Ecco perché, già da qualche tempo, le aziende hanno cominciato ad intuire il potenziale, anche in termini economici, del più grande social network.
Per un’azienda avere un sito internet è necessario, ma ad oggi è diventato fondamentale anche interagire col cliente, farlo sentire parte di un insieme e soprattutto parte attiva.
Mediante il profilo pubblico su Facebook, un brand può entrare a far parte della cerchia di amicizie e interessi dell’utente; se quest’ultimo diventa fan di un’azienda, spesso inconsapevolmente, ne diventa anche testimonial presso i suoi amici.
Una sorta di passaparola 2.0!

consulente-facebook
Sempre più società hanno quindi iniziato a creare pagine Facebook e fare pubblicità sul social, ma non sempre lo hanno fatto con le giuste competenze per cui spesso i risultati sperati stentano ad arrivare. In pratica molte aziende, pur avendone compreso il valore, ad oggi non riescono ancora a sfruttare appieno le grandissime potenzialità dei nuovi canali pubblicitari dei social network.

Ed è lì, in quel gap tra potenziale e realtà, che potresti subentrare tu, mio caro aspirante consulente per Facebook!

Ma devi sapere che gestire un Profilo Pubblico e ancor più le campagne su Facebook Ads, non è un lavoro da improvvisare. Richiede conoscenza, aggiornamento continuo, tecnica e tanta pazienza. In poche parole necessita di un professionista, una persona seria e preparata che sappia esattamente dove mettere le mani.

Quindi vediamo insieme di cosa dovrai occuparti effettivamente.

Consulenza Facebook Ads: in cosa consiste?

In sostanza il lavoro del consulente Facebook consiste nel fare in modo che le pagine aconsulente-facebookziendali sul social e gli annunci pubblicitari Facebook Ads dei propri clienti abbiano la massima visibilità. Lo scopo finale dell’azienda, e quindi dell’esperto di Facebook Advertising, è quello di generare brand awareness, creare engagement e, di conseguenza, un maggiore ritorno economico. Esso può avvenire, a seconda della strategia adottata, attraverso un aumento di like al profilo aziendale oppure generando maggior traffico sul sito web o, ancora, promuovendo eventi mirati ed offerte speciali. 

Ma come si fa ad ottenerli? 

Come si crea una campagna Facebook?

Ecco come fare in 7 semplici passaggi:

  1. Scegli l’obiettivo: cosa vuoi ottenere principalmente? Più visite al tuo sito, più vendite online, più like sulla pagina aziendale? Qualunque cosa sia, definiscila chiaramente e sin da subito.
  2. Seleziona il target, il più definito e circoscritto possibile. In questo Facebook è imbattibile, ti permette di raffinare la scelta delle persone in modo davvero capillare: luogo, età, situazione sentimentale, interessi, hobby, abitudini d’acquisto e comportamenti vari.
  3. Scegli i posizionamenti pubblicitari che fanno più al caso tuo: puoi pubblicare le inserzioni su Facebook, Instagram, Audience Network? Mobile o computer? Considera che volendo puoi anche farlo su più piattaforme e dispositivi insieme!
  4. Definisci il budget, giornaliero o totale, e la durata della tua campagna.
  5. Scegli tra i formati Facebook Ads, quelli più adatti ai tuoi obiettivi. Ce ne sono davvero per tutti i gusti: foto, carosello, slideshow, video, Canva e chi più ne ha più ne metta!
  6. Invia il tuo annuncio e partecipa all’asta pubblicitaria
    Questo è di sicuro il passaggio più fastidioso e se deciderai di diventare un esperto di Facebook Advertising dovrai capire tutto sul funzionamento delle aste.
    Per ora ti basti sapere che il social opera cercando di mantenere un rapporto equilibrato tra gli interessi degli inserzionisti e quelli degli utenti che non devono essere stressati da annunci poco pertinenti ai loro gusti.
    Sintetizzando, vince l’asta l’inserzione che genera il maggiore valore complessivo, sia in termini di offerta monetaria che di qualità e pertinenza delle inserzioni; è questo il vero plus delle campagne pubblicitarie su Facebook.
  7. Monitora e misura le prestazioni della tua campagna attraverso il tool “Gestione inserzioni” della piattaforma e, se il caso, apporta le dovute modifiche.
    È estremamente importante monitorare i risultati in termini di conversioni delle tue inserzioni. Puoi usare diverse modalità per farlo: molto utili sono ad esempio gli A/B testing dei diversi annunci perché ti danno un riscontro preciso e immediato. Consistono nell’offrire due versioni (la versione A e la B appunto) di uno stesso annuncio a due diverse sezioni di pubblico per capire quale delle due converte meglio.
    Una volta individuate le eventuali falle della tua campagna, ti dovrai impegnare ad ottimizzarne maggiormente le performance, ad esempio migliorando il targeting.

 Ti ho spaventato? Ma no dai, leggi ancora e scopri insieme a me…

Consulente Facebook: ma come diventarlo effettivamente?

Come per le altre professioni digitali il mio primo consiglio è sempre quello di formarsi adeguatamente. È buona cosa, a mio avviso, partire con un corso Facebook Ads aggiornato ed approfondito e successivamente fare tanta pratica, ad esempio attraverso uno stage dedicato.

Per quanto riguarda la formazione è molto importante ottenere una certificazione di quanto si è appreso da parte di un istituto riconosciuto in ambito digitale. Questo non solo ti assicurerà di aver imparato da docenti preparati ed esperti nel settore e quindi di aver speso bene i tuoi soldi, ma soprattutto ti aprirà più facilmente le porte dello stage (o, per i più fortunati, direttamente del lavoro).

Solitamente gli stage più formativi in questo ambito si svolgono presso le web agency, che inizialmente non ti fanno lavorare solo nel settore da te prescelto, ma su tutto il web marketing a 360 gradi, aspetto molto utile e ora ti spiego perché.
Come abbiamo visto, il mestiere di cui stiamo parlando non è affatto semplice. consulente-facebookOltre a competenze specifiche di Facebook marketing e Facebook Advertising, il consulente Facebook deve conoscere e saper gestire con dimestichezza tutte le principali tecniche di web e social marketing. Spesso capita che si inizi dalla risoluzione di un problema su Facebook o di una campagna andata male per passare poi alla analisi delle molteplici attività svolte online dall’azienda in questione. Il social è solo un piccolo pezzo del marketing digitale e deve essere visto e pensato in una strategia d’insieme che contenga diversi canali.
Tra gli strumenti alternativi o complementari per ottimizzare una campagna di web marketing efficace vi sono infatti il sito web, il blog, la pubblicazione sui social network, l’email marketing, la pubblicità su Google Adwords e sugli altri social (Twitter Ads, LinkedIn, Instagram, Pinterest), la cura del cliente attraverso il customer care.

Perciò il consulente Facebook, una volta dimostrate le proprie capacità nel suo ambito di lavoro specifico, diverrà per l’azienda un punto fermo. Sarà infatti una figura necessaria nella gestione di tutta la promozione digitale, e questo gli consentirà di poter alzare le proprie quotazioni e presumibilmente, di guadagnare bene. 

Dai, lo so che è qui che volevi arrivare e cercherò di accontentarti 😉

Ma quanto guadagna un consulente Facebook?

consulente-facebookIn realtà la remunerazione può variare a seconda sia dell’età e dell’esperienza (secondo la consueta distinzione in junior – senior – specialist), sia per tipologia contrattuale.
Mi spiego meglio: cambia se si è dipendenti per un’azienda (quindi, con uno stipendio fisso) o se si è freelance; in quest’ultimo caso, quello attualmente più diffuso per questo tipo di attività, come per ogni consulente di web marketing freelance, il guadagno dipende molto dal numero di clienti che si riesce ad avere, dalla propria esperienza e dalle proprie capacità commerciali. Parlando di remunerazione oraria, si può passare dai 25 € ai 200 € l’ora.

L’aspetto positivo del lavorare in proprio è che lo si può fare comodamente da casa o presso gli uffici del cliente per il tempo di durata della consulenza, quindi solitamente si ha una maggiore flessibilità oraria rispetto al lavoro dipendente. Inoltre, a fronte di minori sicurezze contrattuali, il lavoro da freelance offre a mio parere un maggior grado di meritocrazia: saranno solo i tuoi risultati, e magari qualche recensione – si spera positiva – dei tuoi clienti, a parlare per te.

Naturalmente, oltre ad affidarti al passaparola, devi trovare anche il tempo ed avere la capacità di promuovere il tuo lavoro su quanti più canali possibili (blog, sito internet, social, partecipazione ad eventi del settore).

In conclusione, per avere successo e guadagnare bene come consulente Facebook freelance, devi possedere un buon mix di preparazione, competenze specifiche, conoscenza approfondita e costantemente aggiornata del settore e molta versatilità, in modo da saper adempiere a diversi compiti e responsabilità. Oltre a tutto questo ti auguro anche una buona dose di “fattore C” che, come in ogni altro ambito, non guasta mai!

Vittoria Valli on EmailVittoria Valli on FacebookVittoria Valli on GoogleVittoria Valli on InstagramVittoria Valli on LinkedinVittoria Valli on PinterestVittoria Valli on Tumblr
Vittoria Valli
Ho una formazione umanistica: maturità classica e laurea magistrale in Lettere con indirizzo in Storia dell’Arte.
Amo la scrittura.
Ho pubblicato testi scientifici per l’Università e per il Ministero per i Beni e le Attività culturali.
Oggi sono Web Content Editor e SEO Copywriter e scrivo di tematiche digitali per il blog di Digital Coach; ho approfondito le mie conoscenze in questo ambito con il master Digital Certification Program.
Altro settore di mia competenza è quello della comunicazione ed organizzazione di eventi, che ho imparato a promuovere efficacemente attraverso strumenti di Web e Social Media Marketing.
[i]
[i]