Seleziona una pagina

Quella del vendere vino online è una tendenza che sta prendendo sempre più piede, anche se nel nostro Bel Paese, il cammino è ancora tutto da percorrere o quasi. Quindi, emergere tra i concorrenti facendosi notare e acquisire la fiducia di un pubblico più “scettico” non è semplice ma neanche impossibile.

In quest’articolo voglio aiutarti a:

  • capire come vendere vino online con successo
  • ti darò consigli sulla strategia da seguire
  • ti aiuterò a capire su cosa focalizzarti per non perdere di vista l’obiettivo.

A tal proposito, ti consiglio di dare uno sguardo al nostro corso di Dropshipping e E-commerce con cui potrai imparare a creare e gestire il tuo e-commerce di vendita vino sul web!

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO SUL CORSO!

 

Vendere vino online è conveniente?

Nonostante la nostra produzione di vino sia molto apprezzata, specie dai mercati esteri (Asia e Stati Uniti in particolare), solo il 3% del vino venduto in Italia viene dal mercato online.

Questo accade perché si è ancorati ad una visione ancora troppo statica e tradizionale ma gli strumenti per innovarsi ci sono tutti. Inoltre, gli amanti del buon vino, specie i più giovani, sono sempre più propensi ad acquistare online e le aziende vinicole che si avvicinano a questo mondo per poter commercializzare al meglio i loro vini sono sempre di più.

Perciò, accanto ad uno “svantaggio” di dover riuscire a capire come spiccare tra i vari concorrenti, abbiamo il vantaggio di avere quasi carta bianca sul nostro territorio ed avere tutte le carte in regola per fare successo vendendo il nostro vino online, diventando leader di settore.

 

Vendita del vino online: strategia da seguire

Vediamo insieme quali sono i primi step da seguire per iniziare a vendere il tuo vino online, mettendo in piedi una strategia efficace, partendo dalle basi.

 

Progetta il tuo business plan

BusinessPLanCreationOgni progetto ha bisogno di un business plan, in modo da avere una linea guida da seguire per raggiungere obiettivi di breve, medio e lungo termine.
Quali sono i principali aspetti da considerare?

  • Analizza il trend di settore e la concorrenza

  • Definisci il tuo target, di nicchia o più ampio?

  • Definisci il budget da investire

 

Realizza un e-commerce

Nel realizzare un e-commerce, bisogna tener conto di alcuni aspetti: innanzitutto la scelta della piattaforma software in base alle proprie esigenze, la presentazione dei prodotti, la gestione della procedura d’acquisto (considerando anche il post, ad esempio con un costumer care dedicato), il marketing per farsi conoscere e fidelizzare il cliente, e tanto altro ancora.

Punti chiave da mettere in pratica: semplicità, professionalità, originalità.

Un consiglio spassionato è quello di non affidarsi al “conoscente” o “cugino” di turno per risparmiare e puntare sulla semplicità e fruibilità del sito, tenendo conto anche della versione mobile, offrendo una vetrina semplice ma allo stesso tempo professionale.

 

Migliori E-Commerce shopping online

 

Vediamo alcuni aspetti importanti su cui focalizzarsi:

 

Rendi l’esperienza d’acquisto il più semplice e piacevole possibile

Uno dei principi fondamentali nella creazione di un e-commerce è proprio quello di rendere l’esperienza d’acquisto il più semplice e piacevole possibile per l’utente, mi verrebbe da suggerire il classico detto “a prova di scimmia ubriaca”.

Per far sì che il processo d’acquisto di vino online sul tuo e-commerce sia facile ed intuitivo, ti suggerisco di creare delle categorie di prodotti (ad esempio cantina, fascia di prezzo, annata, ecc) e descrivere i prodotti in modo chiaro e dettagliato.

Fai in un modo che l’utente completi l’acquisto con meno click possibili.

 

Offri ricerche con filtri personalizzati (non solo colore e regione)

Un altro aspetto da prendere in considerazione è “Come l’utente ricerca il suo vino durante il processo d’acquisto?”.

Non tutti gli utenti saranno degli esperti del settore, quindi ti consiglierei di non utilizzare solo i classici filtri che si trovano nella maggior parte degli e-commerce per la vendita di vino online, colore e regione, in modo da differenziarti e da poter offrire la possibilità di scegliere un vino, anche a chi non ha un’idea precisa di che etichetta acquistare.
In questo modo si hanno più possibilità di non perdere nessun utente (che potrebbe abbandonare il sito trovandosi spaesato) e rimanere focalizzati sull’obiettivo: VENDERE VINO ONLINE.

Che filtri di ricerca utilizzare?
Proprio per rendere la ricerca originale e semplice per qualsiasi utente, proviamo a pensare a cosa un utente cerca quando decide di acquistare un vino non essendo esperto:

  • Con che caratteristiche vorrei il vino?
  • Che vino si abbina ad un determinato piatto?
  • Che vino va bene per una determinata occasione?

Ecco, queste sono le domande più ricorrenti, pertanto si potrebbe pensare a dei filtri che permettono la ricerca per caratteristiche del vino (corposo, fruttato, fresco e così via) per abbinamento di piatti e occasioni.

 

Pagamenti sicuri

Il momento del pagamento è sicuramente il momento cruciale, è un attimo infatti l’abbandono del carrello se l’utente riscontra difficoltà nel pagare o peggio ancora ha l’impressione che questo non sia affidabile. Ti consiglio di dare la possibilità di pagare con metodi sicuri e conosciuti come carte di credito, PayPal o Satispay.

Anche il pagamento alla consegna può essere apprezzato da molti utenti. Un altro fattore che trasmette fiducia all’utente è quello di rendere ben visibili le condizioni di resi e rimborsi qualora ci fossero problemi.

 

Consegna rapida e possibilità di tracciare la spedizione

Una volta effettuata la transazione, inviare una mail di conferma è un must e sarà sicuramente apprezzata una mail con il link per tracciare la spedizione, inoltre ti consiglio di prevedere tempi di consegna piuttosto rapidi in quanto spesso gli utenti si riducono ad effettuare i propri acquisti all’ultimo.

 

Mettiti subito alla prova e fai questo test sull’ E-commerce Specialist per scoprire se è la professione adatta a te. Clicca sull’immagine per iniziarlo!

e-commerce specialist test

 

Vendere sui Marketplace

Un’alternativa o aggiunta all’ e-commerce è quella di vendere il tuo vino online attraverso i Marketplace, tra i più popolari non possiamo non citare Amazon e eBay.

 

Vantaggi

In questo modo, il Market Place in questione, ci offre la piattaforma su cui poter mostrare e vendere i nostri vini senza il bisogno di avere il proprio e-commerce quindi sicuramente meno aspetti e costi da gestire.

 

Svantaggi

Non avere una propria piattaforma, vuol dire però dover sottostare alle regole degli altri e non poter sperimentare proprie strategie di marketing.

La scelta è sicuramente personale e in ogni caso l’una non esclude l’altra.

 

Se ti interessa vendere su Amazon o coniugare le due cose, posso consigliarti questo ottimo Webinar gratuito. Clicca sull’immagine qui sotto e iscriviti adesso!

webinar vendere su amazon

 

Il cliente al primo posto

Sia che tu abbia scelto un pubblico di nicchia sia più ampio, è fondamentale rimanere sempre aggiornati sui trend di settore, in modo da poter offrire agli utenti prodotti di “tendenza”. Molto più spesso infatti il vino va a braccetto con la moda.
Un’altra cosa fondamentale da offrire ai propri clienti è la trasparenza sui prodotti che vendiamo: descrivere sempre in modo chiaro la loro provenienza e i dettagli di produzione.

 

Conoscere bene i gusti dei propri clienti, coccolarli e fidelizzarli

digital coach come trovar clientiÈ importante studiare gli utenti ai quali ci si vuole rivolgere in modo da conoscerne abitudini, gusti, bisogni, fascia d’età, come e dove navigano online, insomma quante più informazioni possibili in modo da “catturarli” e creare per loro la miglior esperienza.

A tal proposito è utile costruire l’identikit della propria Buyer Personas.

Una volta raggiunti, bisogna anche adottare delle strategie per tenerseli stretti, ad esempio con dei coupon o buoni sconto in occasioni speciali (come festività o i loro compleanni) oppure dopo un tot di acquisti, creare per loro delle promo ad hoc e tenerli sempre aggiornati sulle novità.

 

Un occhio di riguardo anche ai millenial!

Di solito ci si immagina che il “pubblico standard” per un prodotto come il vino sia di un’età abbastanza adulta, in realtà anche i così detti “millenial” quindi persone di età compresa tra i 20 e i 35 anni, si stanno appassionando sempre di più al mondo del vino e chi più di loro è propenso ad acquistare online? È quindi bene, tenere in considerazione anche loro, studiando i loro gusti e abitudini d’acquisto online.

 

Dai notorietà al tuo sito con la pubblicità online

Una volta progettato il nostro e-commerce, il passo successivo è quello di farlo conoscere, creare quindi brand awareness, in modo da acquisire i nostri clienti.

Come facciamo?

 

Promuovi l’e-commerce con il digital marketing

Ci sono diversi canali su cui puntare, che ci permetteranno di far conoscere il nostro sito e di generare traffico, vediamone alcuni: 

Digital Marketing image

  • SEO

Investire sulla Seo ti permetterà di posizionare il tuo e-commerce affinché compaia tra i primi risultati della serp quando un utente digita determinate parole chiave.

  • SEM

La Sem, richiede un maggiore “sforzo” economico rispetto alla Seo ma è importante utilizzarla, specie all’inizio e in un settore con elevata concorrenza.
Potrai creare annunci sponsorizzati che andranno ad apparire sulla Serp, oppure banner, anche animati, che ti daranno visibilità su altri siti.
Altri canali su cui puoi investire per gli annunci a pagamento sono sicuramente i social, come Facebook, Instagram, Pinterest e così via, con i quali potrai raggiungere un pubblico ben targettizzato.

  • Email Marketing

Ebbene si, le mail si utilizzano ancora! Dopo aver acquisito i tuoi clienti, attraverso ad esempio una lead è utile, utilizzare l’email marketing per tenere gli utenti aggiornati e soprattutto potrai personalizzare le comunicazioni in modo da fidelizzarli e farli sentire speciali.

 

Non perdere l’occasione di partecipare al webinar gratuito su come creare un Ecommerce o Dropshipping

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI!

 

Utilizza i social media per coinvolgere ed interagire con gli utenti

Su questo canale mi sento di spendere qualche parola in più per il mezzo potentissimo che è diventato, ti consiglio infatti di sfruttare al massimo i social per far emergere la tua presenza online, portare le persone sul tuo sito e soprattutto interagire con loro!
Alcune idee: organizza delle dirette (Instagram va particolarmente con questo tipo di contenuto) in cui presenti ed assaggi dei vini che hai scelto per il tuo e-commerce, invita i tuoi clienti e chiedi loro di invitare altri utenti e renderli partecipi attivamente durante questi eventi.
Contatta degli influencer e blogger di settore per far sponsorizzare loro i tuoi vini in vendita online, daranno sicuramente un’immagine di fiducia oltre che notorietà.
I social sono davvero un mezzo efficace per il passa parola e per creare community, una volta affermata la tua presenza, saranno gli stessi utenti a condividere i tuoi contenuti e farti pubblicità.

 

Crea contenuti per farti conoscere: blog, video: le persone amano le storie!

Sono del parere che per tenersi i clienti, bisogna arrivare al loro cuore, per farlo, è necessario “mettersi a nudo”, raccontarsi ed emozionare, creando con loro una connessione.

Come possiamo fare tutto ciò?

Innanzitutto, ti sarà utile avere un blog, in cui raccontate i tuoi prodotti, la storia della tua azienda, il tuo lavoro, cercando di creare “engagement” e trasmettere la vostra passione ed i vostri valori.

Questo è storytelling l’arte di emozionare i clienti attraverso la nostra storia, d’altronde, le storie affascinano a qualunque età. Un mezzo molto utile per fare ciò è sicuramente il video: diretto e d’impatto, purché non ci si dilunghi troppo, bisogna essere infatti capaci di attirare l’attenzione del pubblico già dai primi secondi.

 

Attenzione alle policy per la promozione di alcolici online

Per quanto riguarda le inserzioni di alcolici sui social, per vendere vino online senza incorrere in sanzioni bisogna conoscere bene le normative e aggiornarsi periodicamente.

In generale, posso consigliarti di utilizzare i social per far conoscere il tuo vino ma non per venderlo.

Ci sono infatti alcune restrizioni, ad esempio su Facebook ed Instagram bisogna rispettare la targettizzazione (utenti maggiori di 18 anni) e ci sono norme del settore.
Ti riporto la policy sui prodotti alcolici di Facebook (valida anche per IG) in caso volessi saperne di più.

Su Pinterest, l’inserzione non può rimandare direttamente alla pagina d’acquisto e bisogna comunque tenere in considerazione le leggi dei Paesi in cui vorrai pubblicizzare.

Google Adwords permette di pubblicizzare inserzioni anche di vendita solo nei Paesi in cui è consentito ma è vietata la pubblicità irresponsabile:

  • non ci si può rivolgere ai minorenni,
  • non si può far intendere che l’utilizzo di alcol abbia effetti salutari o che migliori prestazioni di qualsiasi tipo 
  • non si possono mostrare persone che consumano alcol alla guida di un veicolo

Ti riporto qui la guida alle norme di Google Ads. Quindi mi raccomando, occhio!

 

Dai importanza alle recensioni online

Un altro aspetto che ritengo non bisogna tralasciare è quello delle recensioni. Sono infatti sempre più consultate dagli utenti che acquistano online, soprattutto poi per un prodotto come il vino che non lo si può assaggiare o “sentire”.

Avere delle recensioni sul proprio sito è sinonimo di fiducia e affidabilità, i clienti si sentiranno sicuramente più sicuri nella scelta e poi nell’acquisto. Quindi ti consiglio di includere un sistema di recensioni nel tuo e-commerce, puoi anche utilizzare dei sondaggi con domande dirette come:

  • Il vino acquistato ha soddisfatto le tue aspettative?
  • Lo consiglieresti?
  • Lo compreresti nuovamente?

Oltre ad un beneficio per gli acquisti, le recensioni verificate possono ottimizzare anche il tuo e-commerce a livello SEO.

 

Non dimenticare del tutto l’offline

Dopo questa panoramica su come vendere vino online, un ultimo consiglio che ti do è quello di non dimenticare il mondo offline (a prescindere che tu abbia un negozio fisico o meno). Anche attraverso il “mondo reale” è possibile promuovere il tuo e-commerce.

Come promuovere il tuo e-commerce anche attraverso l’offline?

Alcune idee:

  • Potresti selezionare alcuni ristoranti della tua zona a cui dare dei tuoi vini da far assaggiare ai clienti, dando dei buoni sconto per invogliarli ad acquistare poi online quelli che hanno maggiormente apprezzato.
  • Oppure, potresti organizzare degli eventi dal vivo con sommelier, offrendo degustazioni dei migliori vini sul tuo catalogo, ovviamente non dimenticare di pubblicizzarlo sul sito e anche qui, offri dei buoni sconto/coupon per l’acquisto online.

 

Inizia a vendere il tuo vino online adesso!

Dopo questa carrellata di consigli su come iniziare a vendere il tuo vino online, non resta che tirare le somme e metterti in gioco! Ricorda di avere sempre ben focalizzato l’obiettivo, gli utenti a cui vorrai rivolgerti e investire tempo ed energie sui canali che riterrai giusti per spingere il tuo e-commerce, non focalizzarti soltanto su di uno perché nel marketing digitale è proprio l’integrazione dei canali a fare la differenza.

Sarà una salita lunga ma sicuramente porterà a grandi soddisfazioni utilizzando la corretta strategia. Spero di esserti stato d’aiuto e di averti dato spunti utili, ti riporto il link per il corso di Dropshipping e E-commerce con il quale potrai imparare a creare e gestire il tuo e-commerce per vendere vino online!

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO

 

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:

ecommerce guida completa la maggior parte delle imprese italiane ha un ecommerce? 11 marketplace nuovo modo di comprare e vendere online

 

Ilaria Ottone PRIMA STESURA A CURA DI ILARIA OTTONElinkedin_badge

Sono un’appassionata delle logiche del marketing e recentemente mi sono addentrata nel marketing digitale. Mi piace il mondo della comunicazione, dal content marketing allo storytelling. Faccio parte del team di Content per Digital Coach.