Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.8 stelle
    4.8 / 5 (56 )
  • Vota!


La particolarità di Ricicli sta proprio nella sua filosofia. Ovvero nella produzione di complementi di arredo e di accessori moda realizzati con materiali di recupero, grazie al design di Giulia Meloncelli, che si serve delle linee e delle forme degli oggetti e degli indumenti che intende riusare per creare pezzi unici.
Il risultato sono oggetti autoprodotti assieme a collaboratori che condividono con lei la stessa filosofia ecosostenibile.

Ricicli è un quindi un brand che sposa la filosofia del recupero dei materiali industriali e post-consumo, proponendo insieme ai propri prodotti una nuova cultura che si fonda sul rispetto della natura e dell’ambiente. Tutto questo avviene attraverso il riuso dei materiali con l’obiettivo di limitarne lo spreco.

La sua attività si avvale anche di strumenti di digital marketing per la promozione di contenuti e per la vendita, che integrano l’attività laboratoriale e di promozione territoriale. Ce lo racconta l’ecodesigner Giulia Meloncelli.

 

La mission: il rifiuto come risorsa

 

Carmen Santi Di cosa si occupa Ricicli? Cosa produce e qual è la sua mission?

Giulia Meloncelli Ricicli è un marchio che ha una decida d’anni, ma i suoi semi sono stati gettati nel 1999 con una tesi che aveva come tema “Il rifiuto come risorsa”.
Ricicli tratta di recupero di materiali e di oggetti che li reinterpretano, vedendoli da un altro punto di vista.
I prodotti che nascono sono veramente tra i più svariati: accessori, borse, abiti, complementi d’arredo, lampade, regalistica aziendale.
Il materiale stesso ci dà l’input per essere trasformato in qualcosa di diverso da quello per cui era stato pensato.

La nostra mission consiste nel sensibilizzare i nostri clienti e i nostri sostenitori al riciclo, affinché si sforzino di vedere gli oggetti da un altro punto di vista.
Intendiamo farli riflettere sulla seconda vita delle cose, sul riuso e sull’importanza del non spreco. Cerchiamo di esprimere questo intento in tutti i prodotti che realizziamo, indipendentemente dal materiale dal quale partiamo.

 

 

 

Target e dintorni

 

Carmen SantiAvete identificato un target specifico per la vostra filosofia e i vostri prodotti?

Giulia MeloncelliIl target è abbastanza ampio, in termini di età, si va dal trentenne al novantenne. Abbiamo notato però che i nostri clienti sono divisibili in due macrocategorie.
C’è chi acquista Ricicli perché è un prodotto ironico, unico, fatto a mano, volendo anche di design. Oppure c’è chi lo acquista per tutte queste cose e in più perché è ecosostenibile. In questo ultimo caso si tratta di una personalità più sensibile, che è attenta al prodotto a basso impatto ambientale e all’etica dell’azienda che lo produce.

 

ricicli in fiera

 

Ecosostenibilità e progetti online.

 

Carmen SantiCi spieghi come funziona il vostro e-commerce e come sfruttate i canali di promozione digitale?

Giulia MeloncelliUtilizziamo la stessa strategia di contatto con il cliente sia nel web marketing che nel marketing offline. Quello che differisce è solamente lo strumento che andiamo ad utilizzare.
Innanzitutto contattiamo la maggior parte dei nostri clienti offline, in occasione di fiere, eventi, dove abbiamo l’occasione di instaurare un rapporto con loro. Gli strumenti on-line ci aiutano successivamente ad amplificare questo rapporto umano, che spesso si trasforma anche in un rapporto di amicizia.

 

Il focus sui clienti

Teniamo molto ad impostare il nostro lavoro sulla relazione con i nostri clienti e ad instaurare rapporti umani. D’altro canto vediamo che anche il cliente è soddisfatto di questo trattamento e si sente partecipe e parte del progetto.
Devo anche dire che in più di un’occasione è stato il cliente stesso a darci degli input per migliorare i nostri prodotti o addirittura farne di nuovi, che si sono rivelati tra l’altro vincenti. 
Il rapporto con il cliente è quindi per noi fondamentale, questo è il motivo per cui abbiamo deciso di vendere anche direttamente al pubblico oltre che on-line. Questa relazione infatti ci dà talmente tanti input che non potremmo farne a meno.

 

Ricicli creazione borse

 

Non possiamo parlare di una strategia vera e propria di marketing, ma piuttosto di un modus operandi che tiene molto conto del rapporto e della relazione con il cliente.
Questo non vuol dire che improvvisiamo, ma ci avvaliamo di strumenti in modo cosciente e meticoloso, perché si tratta di strumenti molto potenti. Curiamo nei dettagli sia il sito di Ricicli, che le newsletter e i social, che sono assolutamente indispensabili perché ci aiutano a dare visibilità al nostro lavoro e a migliorarci sempre. Ma sono anche importanti per diffondere i nostri progetti geograficamente.

 

Nuovo sito e progetti su misura.

Il sito per esempio è stato rinnovato da poco, abbiamo scelto un taglio molto più cool del precedente, pur confermando gli aspetti di artigianalità e italianità. Abbiamo mantenuto anche le recensioni dei nostri clienti, perché sono fondamentali e provano la validità dei nostri prodotti.
Nel sito abbiamo inserito una sezione dedicata a tutti i nostri progetti su misura, perché parallelamente alla nostra produzione a catalogo, abbiamo anche una progettazione fatta su commessa per i clienti privati, per attività commerciali e aziende. Sul nostro sito troverete un portfolio dei nostri lavori.

 

ricicli i titolari giulia e andrea

 

La scelta del Blog

Una scelta importante è stata quella della realizzazione del nostro blog Ricicli, che usiamo per approfondire temi a noi molto cari, non solo inerenti al riciclo, ma anche alla nostra filosofia di vita.
Pubblicheremo per esempio post sull’importanza dell’autoproduzione di frutta e verdura, visto che tra l’altro ci vantiamo di avere un bellissimo orto, perché vogliamo sensibilizzare i nostri follower e i nostri clienti all’autoproduzione vegetale.

Sempre in contatto con la newsletter.

Un altro aspetto molto importante e uno strumento che si sta rivelando sempre più interessante è la newsletter, che realizziamo attraverso Mailchimp già da diversi anni, constatandone la sua efficacia. Molti clienti vengono a trovarci durante le fiere e gli eventi proprio grazie alla comunicazione che facciamo dell’evento tramite la nostra newsletter. Si tratta di uno strumento che ci permette di rimanere sempre in contatto.

Per questo andremo a fare delle newsletter sempre più mirate, personalizzate, puntando sulle immagini, perché comunicano sempre di più del testo.
Stiamo studiando newsletter sempre più incisive come messaggio e andremo a programmarle anche per la fase del post vendita. Su questo aspetto miglioreremo sicuramente. Questa è una po’ la nostra strategia.

 

Ricicli la lavorazione

 

I social e la community

 

Carmen SantiC’è una strategia che avete pensato per i social? Quali canali utilizzate e come?

Giulia MeloncelliAbbiamo pensato ad una pagina Facebook e ad un profilo aziendale Instagram che cerchiamo di tenere aggiornati costantemente con materiale aziendale e foto.

Abbiamo deciso di non trasformare la nostra pagina facebook in una semplice vetrina di prodotti, ma ciclicamente pubblichiamo post inerenti a temi attuali, approfondimenti, in modo da avvicinare sempre di più i nostri follower, e chi si avvicina alla nostra realtà, ai temi che ci stanno a cuore. Per questo motivo stendiamo un calendario editoriale mensilmente, che ci permette di pensare e impostare una varietà di argomenti senza improvvisare.

Abbiamo anche l’obiettivo di aumentare i contenuti fotografici su Instagram perché è un canale che vale assolutamente la pena alimentare quotidianamente.
Su Instagram pubblichiamo immagini non solo di prodotto, ma anche di clienti che vengono in fiera o in laboratorio, e le foto dei nostri eventi, in modo da mostrare la vitalità del nostro brand.

 

Ricicli il laboratorio

 

L’interazione con i clienti.

Sono strumenti molto utili e oggi indispensabili, perché essere su Facebook e Instagram ti dà anche la possibilità di venire taggato dai clienti, che pubblicano foto dei prodotti appena acquistati, manifestando soddisfazione, e questo crea anche una sorta di comunità e di sentimento di appartenenza intorno al nostro brand e alla sua mission. Oggi non puoi non esserci.
Questi canali permettono quindi di creare uno spazio di azione e di interazione anche per i nostri clienti, affinché si sentano parte di una comunità Ricicli che per noi è molto importante, tanto da considerarla parte del progetto stesso.

Abbiamo aperto anche un canale Youtube che per il momento usiamo per interviste e archivio di video. Il nostro obiettivo nel tempo è di sfruttarne a pieno le potenzialità per aumentare la visibilità e ovviamente le vendite del nostro e-commerce.

 

 

Il futuro e i progetti

 

Carmen SantiAvete obiettivi precisi per il futuro?

Giulia MeloncelliAssolutamente sì. Proprio con il nuovo sito abbiamo deciso di allargare le categorie di prodotti in vendita on-line. Questo per noi è un lavoro importante perché, essendo i nostri prodotti dei pezzi unici, ogni volta che un pezzo viene venduto deve venire immediatamente sostituito nell’e-commerce e questo significa essere pronti con nuovi prodotti, nuove immagini e nuove schede prodotto. Per Ricicli è una bella impresa.

Quest’anno abbiamo deciso di inserire anche l’abbigliamento e per noi sarà sicuramente una una bellissima sfida. In questo caso non solo dovremmo gestire pezzi unici ma anche le taglie. Stiamo già lavorando a questo progetto, che ci è stato richiesto e suggerito dai nostri clienti.

Un’altra novità a cui accennavo prima sarà appunto il blog, dove approfondiremo tanti argomenti che magari rimangono solamente accennati su altri canali. Lavoreremo poi sulla newsletter di Ricicli, sempre più mirata e specializzata, e arricchiremo le nostre pagine con immagini e comunicazione visiva dei nostri prodotti ambientati e anche indossati.

 

 

Le idee innovative oggi hanno molti più strumenti e canali per potersi promuovere, ma non per tutti i prodotti e servizi vale la stessa strategia.
Per poter identificare quella più corretta ti suggeriamo di formarti adeguatamente. Chiedi informazioni sul nostro Master in Digital Marketing

 

ARTICOLI CORRELATI

lavoro digitale

PIECES OF VENICE

software e-commerce

 

 

 

Carmen Santi on FacebookCarmen Santi on LinkedinCarmen Santi on Twitter
Carmen Santi
Giornalista, lavoro nell'ambito della comunicazione aziendale e istituzionale e ho svolto recentemente un'esperienza come responsabile commerciale di una PMI. Sono appassionata di content e digital marketing e ho deciso di trasformare questa mia passione in una professione, studiando Content Marketing presso Digital Coach.