Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 4.8 stelle
    4.8 / 5 (45 )
  • Vota!


Whats Responder è un’estensione di Google Chrome ideata da Luca Cardinale e Andrea Marsico per fare whatsapp marketing.

Whatsapp è un‘applicazione di messaggistica molto diffusa ed utilizzata e,  a differenza delle e-mail, e ha un tasso di apertura molto elevato e poca concorrenza.

Da oggi, fare marketing in maniera semplice con Whats Responder è facile e veloce. Questa estensione infatti permette di inviare messaggi in maniera automatizzata e programmata. 

E’ un servizio pensato per le piccole e medie imprese e per i liberi professionisti. Molti di loro utilizzano già questa applicazione di messaggistica per comunicare con i clienti.

Se vuoi specializzarti nel marketing potresti offrilo ai tuoi clienti come valido sistema CRM, o nel caso tu fossi un professionista con una tua attività questo sistema ti farà risparmiare tempo e denaro.

Saranno loro stessi a spiegarci come funziona e come è nata questa idea.

 

 

Gli inizi di Whats Responder

 

Lucia Vescovini whats responder

Luca Cardinale e Andrea Marsico hanno creato questo servizio.  A loro chiedo di presentarci il progetto

luca cardinale whats responder Ciao a tutti. Sono Luca Cardinale, mi occupo di web marketing ormai da dieci anni.La mia specializzazione inizialmente era quella di funnel marketing, e sono specializzato soprattutto in e-commerce.

Un giorno, pensando a come poter sfruttare nuove tecniche, nuovi strumenti per aumentare le performance del marketing mio e dei miei clienti mi sono approcciato a Whatsapp.

Perché Whatsapp? Perché vedevo che già dal 2015 l’e-mail come strumento era inflazionato. Molte persone la stavano utilizzando, quindi all’utente finale arrivavano decine e decine di e-mail al giorno, proprio come succede oggi. Molti  erano bombardati di e-mail e si perdevano le mie comunicazioni e quelle dei miei clienti. L’e-mail marketing non era più uno strumento competitivo. Facendo  brainstorming con altri miei colleghi decidemmo di sfruttare altri sistemi, e tra questi quello più utilizzato da tutti era proprio Whatsapp.

Quindi ho creato un gruppo chiuso dal nome “strumenti di marketing su Whatsapp”, e all’interno ho inserito vari esperti di vari settori di marketing in Italia.

E’ stato un progetto che ha avuto un buon risultato, perché all’interno del gruppo facevo offerte riservate solo ai membri prendendo una provvigione.

Offrivo servizi scontati in affiliazione. Dopo questa esperienza ho scritto l’e-book “Whatsapp marketing”, il primo sul Whatsapp marketing in Italia che ha venduto più di mille copie.

 

 

L’incontro

 

Un giorno ho ricevuto su Facebook un messaggio da parte di Andrea Marsico. Mi chiese se conoscessi qualche strumento che permettesse di automatizzare il marketing con Whatsapp.

Io gli dissi di no, e lui mi disse:”ma se riuscissi a realizzarlo tu saresti interessato?”. Io gli risposi di sì, certamente. Da quel giorno ci siamo sentiti molto spesso e abbiamo gettato le basi per quello che oggi è Whats Responder. Abbiamo unito le sue capacità tecniche, dal momento che Andrea è specializzato in automazioni online e in bot per messenger, e la mia esperienza di marketing. E’ così che è nato Whats responder all’inizio del 2017. Da oggi con la versione evoluta si sono aggiunte moltissime caratteristiche.Andrea che ci spiegherà meglio la parte tecnica, cioè cosa c’è dietro Whats Responder. 

 

La parte tecnica

 

andrea marsico whats responder Ciao a tutti, sono Andrea Marsico, e mi sono occupato della parte tecnica di questo progetto.

Whats responder è un’estensione. Cosa significa? Significa che è un programma ottimizzato per Google chrome, quindi compatibile con tutti i sistemi operativi, come Linux, Chrome, IOS e altri sistemi anche particolari. L’importante è che sia installato su Google chrome.

Non ci sono dunque problemi di velocità che dipendono dal software o dall’hardware. E’ uno strumento che si adatta a qualsiasi tipo di sistema. Graficamente abbiamo introdotto dei sistemi molto semplici da utilizzare che si interfacciano tutti con whatsapp, un canale molto intimo.

Siamo stati i primi a sfruttare questo canale per automatizzare le conversazioni.

 

Vantaggi 

 

Lucia Vescovini whats responder

Che vantaggi porta questa applicazione ai liberi professionisti e alle piccole medie imprese? 

luca cardinale whats responder

Uno dei vantaggi principali da parte dell’imprenditore che utilizza Whats responder è l’open rate, cioè la percentuale di apertura e lettura dei messaggi da parte dell’utente finale.

Il nostro target di riferimento sono  le piccole e medie imprese. La maggior parte di esse sono local business, come centri estetici, parrucchieri, attività nel settore della ristorazione, professionisti come avvocati, dentisti, commercialisti, agenti di viaggio…

Sono tutte realtà che hanno un contatto diretto e che operano nel B2C. Quindi hanno bisogno di strumenti grazie ai quali possano arrivare al cliente.  Questo perché la mail oggi ce l’hanno tutti, ma la maggior parte delle persone comuni che non lavorano con le e-mail la utilizzano soltanto per iscriversi a siti online, a Facebook e così via.

Difficilmente la controllano giornalmente, quindi un’offerta di un coupon che scade tra due giorni quasi sicuramente non verrà recepita dall’utente

Un’altra forza di Whatsapp è la possibilità di condivisione dell’offerta tra contatti. Nel caso tu avessi un ristorante e mandi un’offerta al tuo cliente su Whatsapp, se quella persona pensa che l’offerta è interessante, la condividerà con tutte le persone con cui è in contatto tramite questa applicazione. E’ probabile che la condivida con gli amici e i parenti.

In questo caso la persona non riceverà un messaggio da un ristorante, ma da una persona a lei vicina. Tutto ciò avrà molto più valore di un mi piace o di una condivisione su Facebook.   

Molte attività invece utilizzano la funzione del reminder, che permette di inviare e programmare il messaggio schedulato a uno o più destinatari.

 

 

Caratteristiche

 

andrea marsico whats responder

Quindi abbiamo una funzionalità per l’invio massivo, cioè un invio a più contatti contemporaneamente. I contatti vengono precaricati da quelli già all’interno di Whatsapp in rubrica, senza bisogno di importare o di creare documenti in excel.

E’ tutto molto intuitivo e semplice.

Li abbiamo organizzati e ordinati in base alle categorie di Whatsapp. Per fare un esempio i numeri registrati in rubrica, i numeri con i quali si ha già avuto una conversazione ma che non sono ancora stati registrati, quindi potenzialmente dei nuovi clienti, i gruppi, i broadcast e anche le liste di follow-up.

Tramite questo strumento di invio massivo si selezionano i contatti e i software li fa partire in automatico l’invio senza dover scrivere ogni messaggio singolarmente. Fa tutto automaticamente il software.

Naturalmente Whatsapp si può utilizzare tranquillamente durante l’invio. Non viene bloccato l’utente o il computer, avviene tutto in background. Questa è la prima macro funzionalità.

La seconda macro funzionalità sono i follow-up: strumenti che si utilizzano sia per creare dei target sia per seguire l’utente con dei messaggi. E’ uno strumento perfetto per il Lead Nurturing.

Poi abbiamo un terzo strumento che molti sfruttano, cioè reminder. Serve per schedulare ed inviare degli ordini ad un gruppo di clienti, come per esempio il messaggio “domani partirà il tuo ordine”.

Anche in questo caso avviene un invio automatico dove si schedula l’invio in una data precisa. Questo fa sì che Whats responder, quando scatta quell’orario, invii questo messaggio in automatico. L’utente quindi non deve più ricordarsi un appuntamento o informare per la partenza dell’ordine. Abbiamo raggruppato quei campi che già sfruttano altri strumenti come SMS o e-mail per inviare delle comunicazioni.

 

 

Whats responder consente anche l‘invio di allegati come PDF o excel, immagine o video. 

Per ultimo abbiamo introdotto uno strumento molto semplice da utilizzare che crea dei link di iscrizione rapida. Inserendo questo link con la semplice funzione copia e incolla all’interno del sito internet o della pagina Facebook, l’utente avvia subito la conversazione. Si deve solo pre-impostare  una parola, come “invia questo messaggio” o il messaggio che utilizziamo per i follow-up.

Si instaura subito la conversazione e da quel momento in poi l’utente viene agganciato 

 

Uno strumento semplice

 

Non ci vuole nessuna base di programmazione. C’è la prima risposta automatica da parte di Whats responder se si imposta il follow up zero, di solito un messaggio di iscrizione che avverte che l’utente è stato iscritto e che riceverà quel coupon e quell’offerta.

E’ davvero tutto semplice e intuitivo. Il nostro scopo è stato proprio questo. Ci contatta anche chi non ha mai avuto a che fare con strumenti di marketing, perché graficamente e a livello di funzioni, è stato ottimizzato e costruito in base alle esigenze di questi clienti.

 

Se anche tu vuoi specializzarti in ambito digitale, acquisendo una formazione pratica e spendibile nel mercato del lavoro, o vuoi acquisire strumenti validi per migliorare la tua attività, iscrivi ad un corso di Digital Coach.

 

ARTICOLI CORRELATI

whatsapp bot                

 

Lucia Vescovini
Laureata in lingua cinese, ho deciso di specializzarmi nel marketing digitale. Lettrice onnivora e compulsiva.
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]