Seleziona una pagina

 

Il Palacongressi di Rimini, il 20, 21 e 22 giugno, è stato il palcoscenico della 7^ edizione del Web Marketing Festival: un viaggio nel mondo dell’innovazione digitale e sociale attraverso formazione, business, networking, musica e spettacolo.

 

Le tre giornate sono state contrassegnate dallo slogan: WMF – WE MAKE FUTURE, con l’obiettivo di mettere al centro la formazione e il miglioramento della società attraverso l’Innovazione intesa come un processo sociale rivolto a tutti.

 

La 7^ edizione del WMF si è conclusa con numeri da capogiro: 21.000 presenze, 500 tra sponsor e partner, 70 eventi di formazione, business e networking, 55 sale formative, ognuna realizzata per descrivere e approfondire i trend del mondo dell’innovazione.

 

Il Mainstage, capitanato da Cosmano Lombardo, Ideatore del Festival e CEO, insieme a Diletta Leotta nel ruolo di madrina e co-conduttrice, ha ospitato nomi salienti quali, Roberto Saviano (autore), Alessandro Di Gregorio (regista e sceneggiatore), Luisa Rizzo (16enne disabile, campionessa di drone racing), Alessandro Benetton (presidente e fondatore di 21 Invest).

 

I punti di forza che hanno caratterizzato il WMF sono stati: formazione, educazione e cultura in grado di associare e combinare il mondo dell’innovazione digitale con quello dell’innovazione sociale: “Ci siamo schierati per un presente e un futuro all’insegna dell’occupazione, del lavoro, della formazione e dell’innovazione nel senso più ampio del temine. Abbiamo preso posizione: ogni azione e attività deve mettere al centro la costruzione della società”, spiega Cosmano Lombardo.

 

A dare il benvenuto ad ogni singola giornata è stata la musica con concerti live, a seguire approfondimenti, discussioni e testimonianze su un tema specifico.

 

 

La PRIMA GIORNATA è stata incentrata sul digital e il social innovation.

 

Oltre alla presenza sul palco dei The Dark Machine, Alessandro Di Gregorio, Domenico Lucano, Anna Zhilyaeva, interessante è stato l’intervento di Roberto Saviano che è intervenuto sul tema della disinformazione e delle Fake News, sul rapporto tra comunicazione digitale e cultura della legalità, su come un’informazione online curata deve far diventare virali i contenuti di valore e non le false notizie.

 

 

La SECONDA GIORNATA è stata caratterizzata dalla tecnologia e dalle eccellenze femminili.

 

Le tendenze del futuro: la salvaguardia dell’ecosistema dibattuta da Paolo Ciotti (HP), la presentazione dell’esoscheletro robotico da parte di Lorenzo De Michieli (IIT).

Intervengono le donne, protagoniste del panel Women in Tech, con loro testimonianze sull’innovazione tecnologica. Tra i nomi eccellenti spiccano: Chiara Cocchiara che ha raccontato la sua partecipazione al progetto di simulazione dello sbarco dell’uomo su Marte; Melanie Rieback, esperta nella sicurezza dei dati informatici, ha parlato del Cybersecuity e del Data Management; Luisa Rizzo, 16enne affetta da atrofia muscolare campionessa di drone racing, ha trasmesso la sua fermezza e la sua perseveranza.

 

 

La TERZA GIORNATA ha dato spazio all’accessibilità, la legalità e la robotica.

 

Interessante l’intervento sul tema dell’accessibilità digitale di Serena Rosaria Conte, donna sorda, che ha dibattuto sull’importanza dell’inclusione sociale dei sordi in merito alle nuove tecnologie.

Non meno importante l’intervento sul tema della robotica di Gianmarco Verruggio (CNR e SCUOLA di Robotica), seguito dalla testimonianza di Roberto Zanda, atleta paraolimpico che grazie ai suoi arti robotici è tornato a correre.

 

Le tre giornate del Web Marketing Festival sono state la testimonianza di come l’Innovazione non si ferma, di come si è sempre alla ricerca del miglioramento che sono cose in cui di Digital Coach crediamo ed è per questo che abbiamo appoggiato l’evento in qualità di Media Supporter.

 

 

Giovanni Macchione on Linkedin
Giovanni Macchione
Sono uno studente di Digital Marketing. Ho da sempre la passione per la comunicazione e la cultura digitale. Il mio obiettivo è quello di specializzarmi e crescere in questo ambito.
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[i]
[i]
[i]
[i]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[13]
[13]
[13]
[13]
[12]
[12]
[12]
[12]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[16]
[16]
[16]
[16]
[17]
[17]
[17]
[17]
[18]
[18]
[18]
[18]
[19]
[19]
[19]
[19]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[i]
[index]
[index]
[i]
[i]
[index]
[index]