Seleziona una pagina

Il voice e audio marketing è quella modalità di produrre contenuti audio, comunemente sotto forma di programmi radiofonici, podcast o come funzione di assistente domestico intelligente. Questo è uno dei trend più evidenti del 2019 che offre la possibilità di “rivoluzionare” le strategie di content marketing delle aziende, piccole e grandi. Già grosse società come Google e Amazon ci hanno fatto testare la comodità di un assistente vocale con Assistant e Alexa. Perchè si registra un trend di crescita per il voice e audio marketing? Per diversi motivi ma principalmente perchè stiamo assistendo ad un profondo cambiamento nella modalità di fruizione dei contenuti da parte dei consumatori. La tecnologia permette di rispondere puntualmente a queste nuove abitudini. 

 

 

Perchè avviare una strategia di  Voice e Audio Marketing?

I motivi per cui integrare nella nostra strategia voice e audio marketing sono diversi. L’elemento sicuramente decisivo è quello di aumentare la possibilità di essere visti e ascoltati dal nostro target audience. Viviamo nell’epoca del sovraccarico cognitivo, tutti desiderano leggere contenuti su internet, ma questo richiede capacità di concentrazione e di elaborazione dei contenuti acquisiti. Voice e Audio favoriscono l’apprendimento e la capacità di trattenere le informazioni acquisite. Inoltre il crescente utilizzo dei dispositivi mobile rende possibile ed immediato l’accesso ai contenuti e alle informazioni. All’estero questa strategia di voice e audio marketing è decisamente più diffusa che in Italia, per questo se vogliamo differenziarci come professionisti, come startup o pmi ci conviene partire subito.

 

Video & Audio Marketing Strategy Enza Gioai

 

 

Voice & Audio Marketing, non solo per le grandi aziende

Secondo lo studio  “Activate Tech & Media Outlook 2019“, l’ascolto dei podcast continuerà a crescere in maniera importante almeno fino al 2022; ci saranno 132 M ascoltatori mensili negli Stati Uniti, tuttavia la sfida è che il mezzo raggiunga il successo commerciale. Gli editori tradizionali  continueranno  a sviluppare la programmazione dei podcast per catturare il loro crescente pubblico. Dobbiamo quindi iniziare a considerare questa abitudine un nuovo touchpoint del customer journey del nostro cliente, e come tale va considerato. non solo i grandi brand ma anche le piccole le medie imprese hanno  la possibilità di introdurre nella loro strategia il voice e audio marketing.

 

 

Come fare Voice & Audio Marketing?

Come primo step cerchiamo di capire quali sono i contenuti del nostro piano editoriale e del nostro piano di marketing che possono essere trasformati in Podcast. Proviamo a avviare una sorta di conversione mentale. Iniziamo  a pensare diversamente, proviamo ad immaginare nuove forme di content marketing oltre ai testi e alle immagini. Non è un caso che  Seth Godin, noto esperto di marketing americano, abbia anche affermato che il podcast è “l’evoluzione del blog”.  Perchè il Podcast? Perchè con le nuove tecnologie disponibili è più semplice che mai creare questo contenuto. E’ infatti possibile creare contenuti migliori, generare fiducia, apparire autorevoli e innovativi.

Come registrare un Podcast?

Vediamo adesso quali sono gli strumenti necessari per avviare questa attività di Voice e Audio Marketing. Partiamo dal presupposto che tu voglia avviare la tua attività in autonomia senza ricorrere a consulenti ed agenzie esterne. All’inizio potrà apparire complesso, ma dopo la prima registrazione, non vedrai l’ora di registrare il secondo episodio. Innanzitutto devi dotarti di un buon microfono  (e possibilmente anche di un braccio che lo sostenga). Poi devi scegliere un software di registrazione.  Fra i tantissimi disponibili anche in versione free,  ci sono soluzioni che semplificano notevolmente l’operatività. Io ho cercato di approfondire l’utilizzo di Zencastr, ma c’è ne sono altri come Cast o Ringr. Zencastr offre una versione gratuita che consente fino a 8 ore di registrazione gratuita al mese. E’ sicuramente una buona soluzione per l’avvio della strategia di Voice e Audio marketing. Vediamo ora il software di post produzione. Soprattutto all’inizio non sarà necessario dotarsi di software costosi per ottenere effetti strabilianti, manteniamo sempre un approccio di semplificazione estrema e gestiamo la fase di post produzione con software come Audacity oppure WavePad e Ocenaudio. Ecco abbiamo prodotto il nostro primo podcast, manca solo un passaggio: come distribuirlo?  Anche in questo caso ti suggerisco di ricorrere ad una soluzione che ospiti i tuoi podcast, che crei il feed e che ti permetta di aggiungere il tuo podcast (oppure la serie di episodi) su qualsiasi app. Esistono delle soluzioni che offrono tutti questi servizi “all inclusive” a costi anche molto contenuti. Uno tra i più noti in Italia è Spreaker 

 

voice & audio marketing enza gioia

Esistono anche in questo caso tante altre alternative come Mixlr e MixCloud. Ciò che conta è che tu sia riuscito a comprendere un paio di aspetti della Voice e Audio Marketing strategy: come riadattare il tuo piano editoriale e come fare per implementare questa strategia.

 

Se hai trovato interessante questo articolo dai un’occhiata a questo Master 

marketing-management-enza gioia

digital chart IAP regole trasparenti

Valutazione Recensioni Opinioni Digital Coach su Google Recensioni Digital Coach su Google