Seleziona una pagina
  • Rating Lettori
  • Votato 5 stelle
    5 / 5 (9 )
  • Vota!


Video Marketing Trends 2018: come utilizziamo i video online in Italia?

 

Video Marketing Trends 2018 è una delle ricerche sviluppate all’interno del progetto Best of Digital che dal 2016 si propone di raccogliere le preferenze degli italiani (consumer e aziende) in ambito digitale.

Nello specifico abbiamo sottoposto il nostro questionario sull’utilizzo dei video online a più di 600 utenti per cercare di fare luce sulle preferenze degli italiani in quest’ambito in espansione.

Quella che ne abbiamo ricavato è una fotografia di sicuro interesse per chi fa marketing ed è alla ricerca di nuove strategie per promuovere se stesso oppure un brand.

Chi ha risposto al nostro questionario sui video online?

 

Video Marketing Trends 2018 ha interessato 632 utenti di cui il 47% uomini e il 53% donne distribuiti in modo equilibrato per fasce di età dove il 45% è costituito da under 30, il 23% da persone dai 31 ai 36 anni e il restante 32% dai 37 anni in su.

Ma entriamo nel vivo della nostra ricerca e scopriamo assieme qual’è l’approccio degli italiani nei confronti dei video online.

 

Quali sono le modalità di fruizione dei video online?

 

Con quale frequenza gli italiani guardano i video online?

La ricerca Video Marketing Trends 2018 inizia cercando di dare una dimensione al fenomeno dei video online in termini di frequenza d’uso. Abbiamo cominciato col chiedere alle persone quanto spesso guardano i video online.

Frequenza visione video online

Frequenza visione video online per fascia d’età

A quanto pare siamo un popolo particolarmente appassionato a questo canale perché ben il 57% del nostro campione dichiara di guardare video più di una volta al giorno e un altro 20% circa una volta al giorno. Tra di loro sono più gli uomini delle donne, ma la distanza non è poi così grande.

Si nota una differenza più marcata nelle fasce d’età dove il pubblico più giovane è quello maggiormente coinvolto dai video online. Questo la dice lunga sulle nuove abitudini dei giovani e ci dà la dimensione di quello che sarà il futuro di questo mezzo di comunicazione.

Quali sono i device più utilizzati per guardare i video online?

Oltre il 60% degli intervistati guarda i video da Smartphone sempre o molto spesso e, anche in questo caso, sono i giovani a guidare il trend.

Solo il 32% delle persone usa un desktop e ancora meno il tablet, che fa un po’ da fanalino di coda della classifica.

Quello tra Video e Smartphone sembra essere un connubio vincente per il marketing digitale a patto però che si faccia attenzione alla qualità dei contenuti e alla durata dei video.

E ora parliamo proprio di durata.

Qual è la durata ottimale di un video online?

Durata ottimale video su Facebook

Durata ottimale video su Facebook per genere 

La durata è determinata dal canale:

  • su Facebook il 50% degli intervistati predilige video molto brevi, con una durata inferiore ai 2 minuti. In questo caso il tempo disponibile per veicolare un messaggio è veramente molto limitato se pensiamo che stiamo parlando di contenuti utili e non di pubblicità
  • su YouTube c’è una maggiore disponibilità di tempo e la durata ottimale è tra i 2 e i 5 minuti. Gli utenti si predispongono ad investire più tempo e attenzione nella visione di video su YouTube dove si aspettano di trovare contenuti più ricchi e utili.

 

 

Ma a proposito di contenuti…

…gli italiani preferiscono i Video Influencer o i Brand?

 

A differenza dei Brand, i messaggi dei Video Influencer non sono promozionali ma contenuti indipendenti che rispecchiano la loro opinione e/o esperienza.

Ora vediamo chi vince tra Brand e Video Influencer e in quali contesti.

Video Influencer vs Brand

Follower di Video Influencer per fascia d'età

Follower di Video Influencer per fascia d’età

Secondo la nostra ricerca Video Marketing Trends 2018, nella competizione Video Influencer vs Brand i più seguiti sono i primi e sono in particolar modo gli under 30 anni a decretarne la vittoria. La genuinità del messaggio veicolato dagli influencer ha una presa maggiore rispetto ai video dei brand dove spesso a questo tipo di comunicazione mancano spontaneità e credibilità.

Sarà interessante osservare l’evoluzione di questo trend nei prossimi anni quando i giovani di oggi saranno i genitori di domani!

 

Chi influisce di più sui comportamenti d’acquisto?

Ci siamo chiesti quale rilevanza abbiano i video pubblicitari e degli influencer sui comportamenti d’acquisto e abbiamo estratto due dati interessanti:

  • circa la metà del nostro campione ha fatto acquisti dopo aver visto un video pubblicitario online
  • quasi un terzo degli intervistati ha effettuato l’acquisto di un prodotto dopo averne sentito parlare da un influencer

Il secondo caso è sicuramente degno di nota proprio perché non stiamo parlando di pubblicità, ma dell’opinione di persone con un seguito particolarmente elevato in grado di influenzare i propri followers.

 

Dove si guardano maggiormente i video?

 

Canali usati per la visualizzazione dei video

Canali usati per la visualizzazione dei video

Abbiamo chiesto ai nostri intervistati quali sono i canali online utilizzati prevalentemente per la fruizione dei video e in oltre il 90% dei casi il favorito è risultato YouTube. Al secondo posto troviamo Facebook che da questo punto di vista è molto cresciuto negli ultimi anni. A seguire Instagram e Whatsapp dove il primo è il preferito dalle donne e il secondo dagli uomini.

Considerando le fasce d’età si nota che YouTube è utilizzato da tutti più o meno nella stessa misura, mentre per Facebook c’è una minore incidenza degli over 45. L’uso di Instagram è invece prevalente negli under 30.

 

…e quando? Cosa si guarda?

 

Smartphone + brevi video sono il modo ideale per prendersi una pausa! E le pause di lavoro e studio, il tempo libero e il momento prima di andare a letto sembrano essere proprio i momenti migliori per guardare un video. Gli argomenti preferiti?

  1. video legati alla professione
  2. video comici
  3. news 

Video legati alla professione, news, video comici e sport sono i più guardati dagli uomini. Le donne puntano anche su cucina e viaggi oltre ai video professionali.

 

Le dirette live

 

Le dirette live stanno prendendo piede pur non rientrando ancora tra le abitudini degli utenti. Data l’età delle persone maggiormente predisposte a guardare questi video (oltre i 36 anni) abbiamo ipotizzato un utilizzo per lo più professionale.

 

Cosa c’è di più interessante nei video online rispetto alla TV?

 

Innanzitutto c’è maggiore scelta e questo mette d’accordo uomini e donne di tutte le età. Un altro plus dei video online è la brevità alla quale vanno aggiunti originalità e una minor presenza di pubblicità. Mettici lo smartphone (portabilità) e il wi-fi e il gioco è fatto!

Cosa c’è di più interessante nei video online rispetto alla TV?

 

Tiriamo le somme

 

I video sono diventati uno strumento imprescindibile per il marketing online. Per un utilizzo performante è necessario tenere presente 3 elementi fondamentali:

fruibilità da smartphone –> brevità –> real time

Il fatto di poter guardare video ovunque e in ogni momento della giornata grazie allo smartphone fa di questo canale di comunicazione una grande opportunità oggi e una necessità in un prossimo futuro. Se a questo aggiungiamo la velocità di fruizione e la vasta scelta nell’offerta di video è facile intuire il perché del suo successo.

Come abbiamo visto, la diffusione dei video online si sta rivelando sempre più efficace anche sulle decisioni d’acquisto: i video lanciati dai brand coinvolgono l’audience e cresce l’importanza della figura degli influencer proprio per la necessità da parte degli utenti di accedere a messaggi più autentici e credibili.

 

Segui le nostre ricerche e tieniti aggiornato!

 

Sonia Recalcati
Coach del Team Inbound Marketing nella Work Experience presso Digital Coach.
[index]
[index]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]
[523.251,659.255,783.991]